Viaggiare nel nuovo anno: le destinazioni sconsigliate, ecco il motivo

Con il nuovo anno alle porte c’è chi sta già facendo le valigie o pianificando viaggi. Alcune mete però sono da evitare a prescindere. 

Una trasferta di qualche giorno per Natale o Capodanno saranno in molti a concedersela. I più previdenti pensano già ai viaggi per Carnevale o Pasqua, ma in generale l’arrivo di un nuovo anno porta desiderio di avventure. Tra le destinazioni più gettonate purtroppo alcune da qualche tempo stanno peggiorando al punto che sarebbe meglio escluderle, a dispetto della loro fama.

Ci sono destinazioni da evitare nel 2024
Con l’anno nuovo ci sono destinazione da escludere per i propri viaggi.  (ecodibasilicata.it)

Tra le località da togliere dalla lista delle possibili mete purtroppo c’è anche una delle più famose città italiane, Venezia. Il turismo di massa ormai è un problema radicato e ogni anno da Venezia vanno via centinaia di abitanti perché non più in grado di gestire la propria vita visto il caos. I visitatori ci sono in ogni periodo e la città fatica a sostenere questi ritmi per tutto l’anno.

Ormai si è arrivati a un rapporto di 1:1 fra turisti e residenti per quanto riguarda i posti letto disponibili. Per evitare che la città diventi un enorme villaggio turistico meglio rimandare la propria visita almeno per ora. Si tratta di un problema comune anche ad altri luoghi storici come Roma, che si ritrovano anche sommersi dai rifiuti lasciati dai turisti meno educati.

Tra le destinazioni sconsigliate c’è anche il Giappone

Tra i panorami più suggestivi che si possono ammirare sul territorio nipponico c’è senza dubbio la vista del Monte Fuji. Chi viaggia per vederlo spesso decide anche di avventurarsi sulle sue pendici e tentarne la scalata, ma non mancano turisti poco attenti alla natura. Così come su tutte le cime più celebri si accumulano contenitori di plastica e rifiuti che ledono l’ambiente incontaminato.

Il monte Fuji tra le destinazioni sconsigliate
Il Giappone è tra le destinazioni sconsigliate per l’anno nuovo. – (ecodibasilicata.it)

Questo vulcano è l’orgoglio della nazione ma chi si occupa della sua tutela vi ha rinvenuto decine di tonnellate di spazzatura. Per contenere il problema si stanno già prevedendo servizi di videosorveglianza, ma non bastano. E lo stesso vale per alcuni ambienti marittimi come la Baia di Ha Long in Vietnam. Da paradiso di acque smeraldine ora rischia di scomparire.

Anche la località di Koh Samui in Thailandia vanta splendide spiagge costellate di palme da cocco che i turisti adorano. A causa dell’arrivo delle navi via fiume però i delfini che dimorano nei corsi d’acqua sono ormai una specie ad alto rischio. Meglio optare per altre mete, magari più vicine.

Impostazioni privacy