Tutti pazzi per la Lapponia, come vestirsi per il viaggio più freddo dell’anno: con questo guardaroba sarai perfetto

Ecco cosa non deve dimenticare di mettere nel bagaglio chi ha deciso di trascorrere qualche giorno nella terra di Babbo Natale e delle aurore boreali.

Ci sono viaggiatori (molti) che amano il mare e il caldo tutto l’anno: si spostano, decidendo per una nazione o per un’altra, sulla scia di equinozi e solstizi; tra emisfero boreale e, soprattutto, emisfero australe. Piccolo indicatore inequivocabile per riconoscere questi incalliti appassionati di viaggi ad alte temperature? Il costume sempre presente nel bagaglio.

aurora freddo neve
Guardaroba essenziale per un viaggio in Lapponia (ecodibasilicata.it)

È vero, molte persone desidererebbero poi stare in abiti leggeri e permanentemente in spiaggia quando si finisce per attraversare un inverno rigido e magari caratterizzato da intense piogge e neve. D’altronde, per la stagione invernale, di questo si tratta: un calendario parziale cadenzato da disagi e da ridotta libertà di movimento. Salvo poi in estate, con le città oltre i 40 gradi e la nevrotica ricerca di un ambiente condizionato, desiderare temperature polari.

Partire per la Lapponia, l’esperienza di viaggio più fredda

Per le temperature polari, a meno che tra novembre e febbraio non si faccia un salto tra Brasile e Australia, Paese più Paese meno, bisogna attendere proprio i fatidici mesi che si stanno attraversando. Ecco dunque che il pensiero va a quell’altra percentuale di viaggiatori, impavidi e alternativi, che si mettono su un aereo per raggiungere proprio le terre del freddo.

aurora freddo neve
Guardaroba essenziale per un viaggio in Lapponia (ecodibasilicata.it)

La rotta è tutta a nord per desideri davvero esclusivi: poiché la ragione prevalente che giustifica buona parte degli autori delle imprese invernali è quella di andare alla ricerca ed assistere a spettacoli naturali unici, spesso associati – appunto – ad ambienti di non facile vivibilità per i cittadini dal metabolismo più temperato. Una delle delizie naturali più note è l’aurora boreale.

Come vivere l’esperienza della Lapponia ben riparati dal freddo grazie al guardaroba adeguato

L’aurora borealis, come è noto, rappresenta l’affascinante fenomeno ottico che regala il firmamento tra i Paesi scandinavi, il Canada e la Lapponia. Ebbene, proprio la terra di Babbo Natale, le renne e – appunto – dell’aurora boreale può fornire l’idea di un Natale sui generis, per lo più trascorso tra le foreste innevate e il ghiaccio. Magari in uno degli esclusivi resort in mezzo alle foreste, con igloo o bungalow di lusso.

aurora freddo neve
Guardaroba essenziale per un viaggio in Lapponia (ecodibasilicata.it)

D’altronde, è lontano dalle città e dal loro inquinamento luminoso che si può ammirare lo splendore danzante dei riflessi atmosferici che danno vita all’aurora. Pertanto: cosa occorre mettere in valigia per ripararsi dai gradi Celsius sotto lo zero? Soprattutto: cosa non dimenticare? Premessa: nonostante i -15/-20 gradi, il freddo lappone è secco e dunque, in un certo qual modo, pari allo zero italiano.

Comunque, è bene “imbacuccarsi” per bene, con un guardaroba all’altezza della situazione: fondamentali maglie e pantaloni termici; calzini di lana pura supercaldi; poi basta sopra anche un semplice pantalone, oppure un paio da montagna; scarponi da neve (meglio se con suole riscaldanti e accompagnati da chiodi per camminare sul ghiaccio); un maglione caldo; cappello pesante; scaldacollo e se si vuole anche una sciarpa di lana in aggiunta; un giubbotto invernale pesante; guanti da neve (quelli “touch” scaldano poco).

Impostazioni privacy