Ti sottraggono più di 100 euro dal costo della bolletta: ti spiego cosa devi fare

Ottenere uno sconto da oltre 100 euro direttamente in bolletta è possibile e anche molto facile con il giusto iter.

Non tutti conoscono le procedure e quindi spesso perdono alcuni dei benefici disponibili che permettono di ottenere delle agevolazioni economiche di sostegno al reddito, veramente importanti. Le bollette hanno conosciuto innalzamenti preoccupanti, tra costi effettivi e oneri aggiuntivi.

Sottraggono 100 euro dal costo della bolletta
Sconto in bolletta da oltre 100 euro, come averlo- (Ecodibasilicata.it)

Oggi però è possibile andare a decurtare oltre cento euro dal costo totale e quindi ottenere una riduzione veramente significativa che può rappresentare un sostegno economico importantissimo per ogni famiglia. Nonostante l’IVA tornata ai livelli standard e la fine delle agevolazioni previste sulle accise, è comunque possibile ancora risparmiare.

Come risparmiare oltre 100 euro sulla bolletta: devi farlo subito

Le bollette hanno subito una prima variazione, con una riduzione fino all’8%, il bonus sociale è attivo per coprire una parte delle spese e restano vigenti i supporti comunali per la copertura parziale dei costi per famiglie a basso reddito. Questo è il quadro complessivo ma ci sono specificità da considerare.

100 euro dal costo della bolletta
Come risparmiare oltre 100 euro sulla bolletta- (Ecodibasilicata.it)

Oggi ci sono comunque aiuti importanti per sostenere il costo delle bollette, uno di questi è rappresentato chiaramente dal bonus sociale che viene applicato direttamente in bolletta per quanti hanno un reddito basso e devono fronteggiare le spese relative ma si parla comunque di persone a basso reddito, il problema è che coloro che non rientrano in questo beneficio ne sono esclusi, non hanno un aiuto economico diretto. Per evitare problemi, soprattutto in relazione al passaggio al mercato libero, oggi si possono beneficiare di ben 130 euro di sconto netti sui costi.

Per poter procedere basta proprio non aderire al passaggio, in questo modo si può godere delle tutele graduali che sono degli aiuti che vengono dati per i prossimi due anni ai cittadini che si trovano in condizioni specifiche e che possono, in questo modo, avere fino a 36 mesi di tempo per potersi adattare alla variazione e quindi procedere senza farlo subito.

Questa cifra non viene erogata sotto forma di bonus o voucher ma decurtata direttamente dal costo finale, quindi si tratta di un beneficio diretto. Ovviamente un importo di questo tipo, unitamente al resto delle agevolazioni e considerando anche i tagli agli sprechi che si possono fare, è ovviamente un ottimo aiuto in termini pratici per chiunque.

Evitando di lanciarsi subito nel mercato libero si sfruttano ancora i costi previsti per quello tutelato e, quando non sarà più possibile rimandare, allora si potrà procedere effettivamente avendo però atteso il tempo utile per farlo.

Impostazioni privacy