Tananai, la rivelazione è scioccante: “Ero più felice prima”

Tananai si è confessato in una recente intervista confidando che il successo non gli ha regalato la felicità.

Ogni giorno le loro canzoni ci aiutano ad affrontare la giornata, ci fanno compagnia quando siamo in auto, quando ci facciamo la doccia o quando prepariamo la cena. Ascoltiamo musica quando siamo tristi utilizzandola come strumento di conforto e quando siamo felici per esprimere al massimo tutta quella gioia.

Il dramma vissuto da Tananai
Tananai ha rivelato in una recente intervista che si sentiva più felice prima di ottenere successo e ricchezza ANSA FOTO Ecodibasilicata.it

La musica è così importante da spingere le persone a idolatrare e idealizzare non solo il singolo cantante o la band, ma anche la figura dell’artista, al punto da credere che queste persone vivano quasi in un mondo a parte, che siano felici solo perché investite da successo e ricchezza. Ma è davvero così? Essere un cantante celebrato dà davvero la felicità?

Sebbene non vi sia dubbio sul fatto che quello del cantante sia uno dei mestieri più belli che si possano intraprendere, è anche vero che generalmente gli artisti sono persone con una spiccata sensibilità, alcuni basano la propria arte su sensazioni estreme e stati di disagio, altri vogliono semplicemente condividere ciò che hanno dentro e si sentono incompresi quando il pubblico li identifica per un solo brano.

C’è poi chi vive la notorietà e l’essere idolatrato come una finzione, chi ritiene che il successo li renda degli impostori. In breve non è detto che i cantanti ambiscano al successo e alla ricchezza e può anche darsi che una volta raggiunta la notorietà si trovino nella situazione di dover cercare degli stimoli e delle motivazioni per andare avanti, per continuare a fare ciò che gli piace nel modo in cui gli piace.

La rivelazione di Tananai: il successo non gli ha dato la felicità?

Tra i giovani artisti che in questo momento godono del favore del pubblico c’è sicuramente Tananai. Il cantante lombardo ha ottenuto il successo un paio di anni fa grazie alla prima partecipazione a Sanremo (occasione in cui si è classificato in fondo alla classifica generale) ed è stato sempre grazie alla kermesse musicale che si è consacrato lo scorso anno.

Il dramma vissuto da Tananai
Tananai ha confidato di non essere interessato alla vita mondana e alle ricchezze ANSA FOTO Ecodibasilicata.it

Dopo la seconda partecipazione al Festival, praticamente ogni canzone di Tananai scala le classifiche e incrementa la sua popolarità. Ma come sta vivendo questo successo? Tananai sente di aver realizzato il sogno che aveva quando ha cominciato a fare musica? L’artista ha rivelato in una recente intervista concessa al ‘Corriere della Sera’ che per lui successo e ricchezza non sono tutto, anzi:

“Sono uno che vive alla giornata e sto bene con quello che guadagno: non mi interessa avere un macchinone o una casa più grande, mi interessa che quando parlo a una persona questa sa che credo in quello che dico“.

Insomma il cantante non è alla ricerca della ricchezza, anzi a livello puramente creativo l’arrivo della stabilità economica ha avuto addirittura un effetto negativo: “Ero più felice prima che ci fossero i soldi: erano una delle caselle da raggiungere, l’insicurezza mi dava benzina che ora cerco in altro”.

Insomma, Tananai si trova in quella fase in cui ogni artista che raggiunge il successo deve affrontare, la ricerca di nuovi stimoli che gli consentano di continuare a fare ciò che più gli piace e arrivare ancora al pubblico, risultare ancora credibile e fare emozionare. Riuscire a confermarsi è sempre la cosa più difficile nel campo dello spettacolo, ma il cantante meneghino ha tutte le carte in regola per riuscirci.

Impostazioni privacy