Superbonus addio: il nuovo re dei bonus casa è questo e tutti approfittano

Il Superbonus non è più disponibile ormai. Quali altri sostegni economici potrebbero essere richiesti adesso?

Non è più possibile richiedere il Superbonus 100% ormai. Questo sostegno economico aiutava milioni di persone in Italia, ma ora non sarà più ottenibile. Per questo motivo ristrutturare la casa nel 2024 potrebbe essere difficile. Ma non ci sarà più bisogno di preoccuparsi per un semplice motivo. Infatti sono disponibili tanti altri bonus interessanti che possono essere richiesti. E come se non bastasse il tempo a disposizione non è poco. Vediamo insieme quali sono e come funzionano.

Bonus alternativi al Superbonus
Scegli questi bonus: sono delle ottime opzioni (ecodibasilicata.it)

Uno dei bonus più convenienti è sicuramente il Bonus barriere architettoniche 75%. Sarà attivo fino al 31 dicembre 2025 ed è una delle agevolazioni migliori per gli edifici. Lo scopo resta quello di promuovere lavori di ristrutturazione. Parliamo della possibilità di rimuovere gli ostacoli architettonici. Rientrano gli interventi di installazione di ascensori, come anche quelli del rinnovo dei bagni o del cambio delle finestre. Ovviamente sono compresi i requisiti specifici.

Bonus da richiedere per la casa: questi sono degli ottimi sostituti

Un altro bonus molto interessante è il Sismabonus dal 50% all’85%. Riguarda soltanto lavori di ristrutturazione completi. Le spese saranno sostenute fino al 31 dicembre 2024 e serviranno a migliorare la sicurezza antisismica. La detrazione prevista è del 50%, ed è calcolata su un importo massimo di 96.000 euro. Questa cifra è valida per ciascuna delle unità immobiliari disponibili per ciascun anno. Vengono suddivise in cinque quote ogni anno e l’agevolazione aumenta al 70% o all’80%.

Bonus alternativi al Superbonus
Ecco quali bonus scegliere in alternativa al Superbonus (ecodibasilicata.it)

Infine è presente l’Ecobonus dal 50% all’85%. Le detrazioni che vengono offerte variano a seconda dell’intervento fatto. Per specifiche tipologie di operazioni, invece, la detrazione è fissa al 50%. Le percentuali di detrazione aumentano per i lavori eseguiti sugli edifici condominiali. E se vengono aggiunti dei determinati indicatori per la prestazione energetica, si può arrivare a beneficiare di detrazioni più alte (pari al 70-75%). Si tratta di un sostegno economico molto importante e che può aiutarci senza ombra di dubbio.

Questi sono tutti i bonus disponibili in alternativa al Superbonus 100%. Si tratta di soluzioni piuttosto valide e che potrebbero far comodo a tanti di noi. Anche perché ci permettono di risparmiare molti più soldi del dovuto. Così facendo non dovremo preoccuparci più di nulla. Ma avete mai richiesto uno di questi sussidi prima d’ora? Possono essere d’aiuto in base alle situazioni: non dovete dimenticarveli mai e poi mai.

Impostazioni privacy