Stufe a pellet, la fine di un’era: la novità che cambia tutto

Usi la stufa a pellet per il riscaldamento? Non comprare più il solito pellet in legno, arriva una novità che cambierà tutto! 

Se hai una stufa a pellet sicuramente utilizzerai il pellet classico, di legno. Questo tipo di pellet è generalmente prodotto utilizzando segatura e trucioli di legno provenienti da varie fonti. Questi materiali di scarto vengono compressi mediante pressatura ad alta pressione, senza l’aggiunta di additivi chimici. Il risultato è un cilindretto compatto di biomassa densificata, solitamente con un diametro di circa 6-8 millimetri e una lunghezza di 10-30 millimetri.

arriva una novità per il pellet
Smetti di acquistare il pellet tradizionale! – Ecodibasilicata.it

Quello che però sta preoccupando le persone è che il prezzo del pellet presto potrebbe salire e quindi essere più costoso. Molti quindi si chiedono come fare per ridurre i costi. Ebbene c’è una buona notizia: arriva infatti un nuovo tipo di pellet che rappresenta una nuova frontiera nel mondo dei biocombustibili ed offre numerosi vantaggi rispetto alle biomasse tradizionali come il pellet di legno. Stiamo parlando del pellet di bambù!

La nuova frontiera del pellet di bambù

Il pellet di bambù è ottenuto dalla pressatura della fibra di bambù, un processo che consente di ottenere un combustibile ad alta densità con un elevato potere calorifico. Questo biocombustibile è particolarmente apprezzato per il suo basso contenuto di carbonio e la sua capacità di produrre poche emissioni nocive durante la combustione.

A differenza del pellet di legno, il pellet di bambù ha un residuo di cenere molto basso, attestandosi intorno allo 0,3 – 0,5%, il che lo rende una scelta ideale per il riscaldamento domestico. La sua crescente popolarità quindi è dovuta alle sue caratteristiche eco-friendly, al basso impatto ambientale e all’efficienza energetica. 

arriva il pellet di bambù
Il pellet di bambù è molto più conveniente ed eco-friendly – Ecodibasilicata.it

Una delle principali caratteristiche distintive del pellet di bambù è la sua sostenibilità. Il bambù è una delle piante a più rapida crescita al mondo e può essere raccolto dopo soli quattro anni dal primo impianto. Questo significa che il pellet di bambù può essere prodotto in modo efficiente e sostenibile, con un minimo impatto sull’ambiente.

Inoltre, la coltivazione del bambù può contribuire al ripristino dei terreni degradati e alla riduzione della deforestazione. Dal punto di vista economico, il pellet di bambù offre un ottimo rapporto qualità-prezzo. È un prodotto a basso costo che può essere facilmente reperito sul mercato a prezzi competitivi. Inoltre, la sua elevata resa calorica lo rende una scelta conveniente per il riscaldamento domestico e industriale.

Rispetto ad altre forme di pellet, il pellet di bambù presenta alcune differenze significative. Ad esempio, ha una densità compresa tra 600 e 800 kg/m3 e un potere calorifico di circa 4.800 – 5.200 Kcal/kg. Anche se contiene una maggiore quantità di lignina e cellulosa rispetto al pellet di girasole o di mais, il pellet di bambù ha una resa calorica leggermente inferiore.

Tuttavia, la sua capacità di produrre poche emissioni nocive durante la combustione lo rende comunque una scelta ecologica e conveniente. Che aspetti a passare la pellet di bambù?

Impostazioni privacy