Spugnetta per piatti, lascia perdere quei procedimenti ‘esagerati’ per disinfettarla: questo è semplice ed economico

Il metodo facile ed economico per igienizzare la spugnetta per lavare i piatti è super efficace e assolutamente da provare.

Quando si lavano i piatti a mano è bene mantenere la spugnetta sempre igienizzata nel migliore dei modi. Al suo interno, infatti, si deposita un numero infinito di germi e batteri, completamente invisibili ma presenti e quindi da abbattere.

metodo per pulire la spugnetta dei piatti
Il sistema facile ed economico per pulire la spugnetta dei piatti – ecodibasilicata.it

Le spugnette che si usano per la pulizia dei piatti sono una delle cose che si sporcano più facilmente e che diventano ricettacolo di elementi nocivi. Non solo i residui evidenti di sporco e delle incrostazioni presenti nelle stoviglie e nelle pentole. Ci sono anche quei nemici invisibili che sono appunto i batteri e i germi, insidiosi e da eliminare.

Innanzitutto è importante specificare che la spugnetta va cambiata molto spesso. Non se ne deve fare un uso troppo prolungato, soprattutto se la si adopera frequentemente. Con un utilizzo quotidiano è bene cambiarla ogni 15 giorni circa, o almeno una volta al mese. Nel frattempo però non basta solo risciacquarla sotto l’acqua corrente dal detersivo in eccesso. Bisogna disinfettarla e ingienizzarla al meglio.

Come igienizzare la spugnetta dei piatti con un metodo semplice ed efficace

Per pulire a fondo la spugnetta dei piatti ed esser sicuri di aver eliminato nel modo più accurato i germi e i batteri che si depositano, oltre a neutralizzare gli eventuali cattivi odori che rimangono, non è necessario usare prodotti appositi e spendere soldi inutilmente.

metodo per pulire la spugnetta dei piatti
Sale e aceto, gli ingredienti per pulire a fondo la spugnetta dei piatti – ecodibasilicata.it

Esiste un sistema molto pratico e facilissimo da realizzare che svolge perfettamente lo scopo di disinfettare e pulire a fondo ed è al tempo stesso estremamente economico e completamente naturale. I protagonisti di questo metodo, che si potrebbe definire come un rimedio delle nonne – perché fa parte di tutti quei trucchi e quelle soluzioni casalinghe a basso costo e con prodotti di uso comune che si hanno in casa – sono essenzialmente due ingredienti.

Si tratta del sale e dell’aceto bianco. Quest’ultimo può essere di vino bianco o di mele, non importa, va bene ugualmente. Il metodo sembra davvero magico per quanto è efficace con pochissimi gesti e praticamente a costo quasi zero. Per igienizzare perfettamente la spugnetta, bisogna coprirla con una generosa quantità di sale fino e sistemarla in una bacinella. Si versa su un po’ di aceto su essa, che deve esser stata prima bagnata con l’acqua e quindi presentarsi umida.

Non resta che lasciare agire la soluzione per 15 minuti circa. Poi si procede a sciacquare la spugnetta sotto l’acqua corrente fino ad eliminare tutte le tracce di sale e di aceto. Entrambi questi ingredienti hanno un forte potere disinfettante e sgrassante e determinano anche l’eliminazione dei cattivi odori. La spugnetta sarà così ben pulita e pronta ad essere usata nuovamente ancora per qualche settimana.

Impostazioni privacy