Rivoluzione Google, su smartphone non sarà più lo stesso: il cambiamento storico

Google promette una vera e propria rivoluzione da smartphone, cambiando radicalmente il modo in cui utilizziamo la barra di ricerca.

La barra di ricerca di Google è lo strumento attraverso il quale accediamo alla maggior parte delle informazioni della rete. Il motivo è semplice: Big G è il motore di ricerca più diffuso del pianeta e ospita oltre il 99% delle ricerche effettuate dagli utenti della rete globale.

rivoluzione google smartphone
La rivoluzione di Google sulla barra di ricerca (ecodibasilicata.it)

La forza di Google si è imposta anche sulle ricerche da mobile, che ormai sono la stragrande maggioranza. Se infatti miliardi di utenti hanno accesso a uno smartphone personale sono molto meno coloro che utilizzano un computer per lavoro o per svago, quindi è naturale che la maggior parte degli utenti eseguano le proprie ricerche dai dispositivi mobili e non da desktop.

Questo significa che nel corso degli anni gli sforzi di Google si sono orientati nel favorire gli utenti da mobile, mettendo a punto delle strategie che potessero rendere sempre più semplici ma soprattutto più efficaci questo tipo di ricerche. Proprio con questo obiettivo Google ha introdotto una novità che potrebbe essere rivoluzionaria.

Google sposta la barra di ricerca: perché e come funziona?

La barra di ricerca di Google è la stringa in cui scriviamo ciò che vogliamo cercare su Google oppure in cui clicchiamo l’icona del microfono per eseguire una ricerca vocale. Quando eseguiamo ricerche da desktop questo spazio bianco si trova nella parte centrale dello schermo (nella home page di Google) o nella parte alta quando eseguiamo ricerche ulteriori partendo da una pagina che già ci mostra i risultati di una ricerca precedente.

rivoluzione google smartphone
Google cambia il modo di fare ricerca da mobile (ecodibasilicata.it)

Se da desktop questo tipo di disposizione è sicuramente la più comoda in assoluto, ma le cose sono molto diverse quando si tratta di eseguire una ricerca da un dispositivo mobile. La barra di ricerca in alto rimane facilmente gestibile nel momento in cui lo schermo del dispositivo è di piccole dimensioni e quindi la barra risulta comodamente raggiungibile con i pollici. Mano a mano che gli schermi sono cresciuti, però, l’utilizzo della barra, così distante dalla tastiera digitale, è diventato sempre più scomodo.

Proprio per questo l’ultima versione di Google visualizza la barra di ricerca in basso e non in alto quando si effettuano ricerche da mobile. In questo modo è molto più agevole raggiungere la barra con i pollici, senza dover eseguire strane manovre con le dita.

Impostazioni privacy