Risparmio sull’aria condizionata, da dove iniziare

In vista dell’arrivo dell’estate e di giornate caldissime ecco i consigli per risparmiare con l’aria condizionata.

L’estate è una delle stagioni preferite di moltissime persone, che non vedono l’ora di godersi vacanze e viaggi all’insegna della cultura e del divertimento. Oltre alle belle giornate e alla possibilità di rilassarsi, la costante dell’estate sono però le temperature altissime.

risparmio aria condizionata
Così si risparmia utilizzando l’aria condizionata, senza però rinunciarci  – ecodibasilicata.it

Delle volte, specialmente se si rimane nelle grandi città (magari ancora a lavorare) diventa indispensabile per la propria salute fare affidamento sull’aria condizionata, che se usata nel modo giusto può salvarci dal caldo torrido e asfissiante di molte giornate estive.

Come in ogni altra situazione in cui si utilizza un dispositivo elettrico, però, anche con l’aria condizionata dobbiamo stare attenti ai consumi, per evitare bollette salatissime a fine mese. Ecco i consigli su come risparmiare pur non rinunciando ad utilizzarla, possono davvero fare la differenza e abbassare la spesa.

Come risparmiare con l’aria condizionata: i consigli per evitare bollette salatissime in estate

Stando a quanto segnalato dal sito money.it, una svolta nell’ambito dei consumi relativi all’aria condizionata sta arrivando direttamente da un’azienda francese, che ha realizzato un dispositivo in grado di utilizzare un innovativo sistema di per rinfrescare gli ambienti che, a differenza di quello tradizionale, consuma molto meno e permette di evitare l’installazione di un motore esterno, oltre che l’utilizzo di materiale refrigerante.

evitare bollette salatissime
Il nuovo metodo pronto a rivoluzionare il mercato dell’aria condizionata: meno impatto sull’ambiente e maggior risparmio in bolletta – ecodibasilicata.it

Al momento, questo nuovo sistema di aria condizionata (già presente sul mercato) è piuttosto caro, ma l’investimento ne vale sicuramente la pena e, a ringraziare, sarebbero sia l’estetica della propria casa (dato che non implica il motore esterno) sia l’ambiente, essendo meno inquinante. A lungo andare, poi, l’investimento ripaga anche in termini di risparmio, considerando come pare ci sia un consumo di cinque volte inferiore rispetto ai normali condizionatori. 

Il sistema di raffreddamento è molto semplice: sfruttando il principio per cui l’aria calda rilascia parte del suo calore per far evaporare l’acqua, questa viene fatta  evaporare provocando il raffreddamento dell’aria. L’energia elettrica, con questo sistema, è necessaria solo per far convogliare l’aria verso il pannello evaporativo presente nell’impianto. Qualora dovesse cominciare a diffondersi e dare ottimi risultati, non si esclude che questo sistema possa diventare presto il principale mezzo per rinfrescarsi durante l’estate, a fronte di un minor consumo.

Impostazioni privacy