Pippo Baudo, il dramma del conduttore che in pochissimi conoscono: la battaglia contro il tumore

Il grande conduttore televisivo Pippo Baudo ha confessato di aver in passato affrontato un tumore, contro cui ha dovuto lottare.

Giuseppe Raimondo Vittorio Baudo, conosciuto da tutti come Pippo Baudo, è senza dubbio uno dei conduttori e autori televisivi più importanti d’Italia. E’ inoltre considerato un vero e proprio simbolo della televisione italiana, in particolar modo della Rai. La sua lunghissima e ineguagliabile carriera, che è iniziata negli anni ’60, è ricchissima di conduzioni televisive di grandissimo valore. La maggior parte degli italiani accosta infatti il volto e la voce di Pippo Baudo a programmi come Canzonissima, Fantastico, Domenica In e tanti altri.

dramma affrontato da pippo baudo
Pippo Baudo, il dramma del conduttore che in pochissimi conoscono: la battaglia contro il tumore -Ecodibasiliocata.it

Tuttavia, ciò che lo ha reso celebre in ogni angolo d’Italia è stato sicuramente il Festival di Sanremo: ha condotto ben 13 edizioni, precisamente dal 1968 al 2008. Pippo Baudo, che oggi ha quasi 88 anni, ha in passato affrontato una grave malattia.

La dura battaglia contro il tumore

Lo storico conduttore della Rai ha affrontato tantissime battaglie nella sua vita professionale e privata, ma una delle più dure si è presentata negli anni ’70. In quegli anni, Pippo Baudo era all’apice del successo, i suoi colleghi più importanti erano infatti Mike Bongiorno, Corrado ed Enzo Tortora. E non solo: c’erano anche i programmi condotti dalla grandissima cantante Mina, la quale conquistò i cuori di milioni di italiani in pochissimo tempo.

dramma affrontato da pippo baudo malattia
Canzonissima con Pippo Baudo -Credit ANSA – Ecodibasiliocata.it

Tuttavia, una delle trasmissioni televisive più guardate negli anni ’70 era sicuramente Canzonissima. Quest’ultima fu condotta da Pippo Baudo nel 1972 e nel 1973, assieme a Loretta Goggi e a Mita Medici. Successivamente, il bravissimo presentatore siciliano fu ingaggiato dalla Rai nel 1975 per condurre Spaccaquindici, il programma che sostituì lo storico Rischiatutto di Mike Bongiorno. Nel 1977 condusse invece Chi?, che era un quiz trasmesso durante le puntate di Domenica In di Corrado.

I famosi anni ’70 Pippo Baudo li concluse presentando il varietà serale Luna Park, affiancato dalla cantante americana Tina Turner e dalla ballerina Heather Parisi. Ebbene, durante questi anni ricchi di spettacoli televisivi il mitico conduttore della provincia di Catania affrontò una grave malattia: un tumore alla tiroide.

Per la precisione, lo scoprì quando presentava la sua prima Canzonissima, cioè nel 1972. In un’intervista risalente a qualche anno fa, Pippo Baudo ha dichiarato che in quel periodo drammatico prendevo una tiroide naturale, che proveniva addirittura dai maiali. Questa terapia non era sicura al 100%, ma 50 anni fa non c’erano ovviamente le cure di oggi.

Tuttavia, è riuscito ugualmente a sconfiggere il tumore, soprattutto grazie ad un esperimento inedito mai provato prima. Ciò che sorprende maggiormente, è il fatto che l’ingrediente che curò il noto conduttore arrivò dopo il disastro di Cernobyl, cioè quando nel 1986 scoppiò la famosa centrale nucleare.

In quel periodo, un professore si recò infatti in Ucraina per visitare i bambini esposti alle potenti radiazioni. Durante la visita ebbe quindi un’idea geniale: fornire lo iodio a tutti coloro che soffrono di tiroide. Questo esperimento si diffuse in pochissimo tempo anche in Italia, per questo motivo i medici consigliarono a Pippo Baudo di testare l’innovativa terapia. Fortunatamente, tutto andò bene per lo storico conduttore della Rai.

Impostazioni privacy