Perché sprecare cibo? Questo ‘trucchetto’ farà tornare il pane raffermo come appena uscito dal forno

Piuttosto che buttarlo via, il pane raffermo si può consumare anche a distanza di giorni, facendolo tornare fragrante con un semplice trucco.

Il pane è uno degli alimenti più amati da noi italiani: che sia con una fetta di mortadella, con del pomodoro o una crema di nocciole, è una vera istituzione della nostra cucina. Non manca quasi mai in casa e, anzi, spesso avanza. Una volta diventato duro, piuttosto che buttarlo via perché ormai si fa difficoltà a mangiarlo (soprattutto se i denti non permettono più perché si ha una certa età), si può usare un semplice trucco per farlo tornare soffice e fragrante.

Pane raffermo: cosa fare per non buttarlo
Perché sprecare cibo? Questo ‘trucchetto’ farà tornare il pane raffermo come appena uscito dal forno – Ecodibasilicata.it

In questo modo si potrà evitare lo spreco e consumare fino all’ultima fetta di pane raffermo, anche a distanza di tanti giorni da quando si è comprato.

Il trucco per far tornare fragrante e buono il pane raffermo

Buttare il cibo che avanza non è mai bello, soprattutto di questi tempi in cui la crisi economica dilaga e ancora di più quando si tratta di pane, un alimento genuino e buono, a cui difficilmente noi italiani sappiamo dire di no quando è fresco, soffice e fragrante.

Pane raffermo: il trucco per farlo tornare fragrante
Il pane è diventato duro? Ecco il trucco che cercavi – Ecodibasilicata.it

Quando però avanza e diventa raffermo e duro, quasi non si pensa due volte a buttarlo via. Piuttosto che sprecare cibo, è possibile far tornare il pane raffermo buono come appena uscito dal forno, anche quando ormai è duro e sono trascorsi un po’ di giorni dal suo acquisto.

 Innanzitutto, nella stessa giornata in cui si è acquistato, si potrebbe pensare di congelare il pane e i panini eventualmente avanzati e conservarli fino ad un massimo di 3 mesi, per averli sempre disponibili quando necessario. Sarà infatti sufficiente scongelarli a temperatura ambiente e magari scaldarli in forno per averli buoni come appena comprati. 

Un altro modo per non far diventare il pane raffermo in poco tempo, senza doverlo congelare e poi scongelare, consiste nell’avvolgerlo in un canovaccio pulito e umido, in modo che l’umidità lo mantenga morbido come appena acquistato.

E se invece il pane è ormai già duro, si può usare un semplice trucco per farlo tornare morbido e fragrante come appena sfornato: sarà sufficiente passare per pochi secondi sotto l’acqua corrente il pane o i panini.

Metti tutto in una teglia in forno preriscaldato alla massima potenza. Trascorso qualche minuto, il pane sarà croccante fuori e morbido dentro, pronto da mangiare come se fosse appena comprato. Con un po’ di consapevolezza e pochi gesti è possibile evitare gli sprechi a tavola e godersi il cibo senza buttare nulla. 

Impostazioni privacy