Pensioni, sorpresa per chi va a ritirarla in Posta: l’annuncio che fa felice le persone anziane

Arriva una grande sorpresa per i cittadini che vanno a ritirare la pensione in Posta: l’annuncio fa felice tutti.

Attualmente sono tanti i pensionati che ritirano la pensione all’ufficio postale di competenza. Nonostante le varie opzioni, questa modalità tradizionale è adottata con positività e tenderà ad essere maggiormente utilizzata grazie ad un recente annuncio.

pensione novità
Sorpresa per chi va a ritirare la pensione in Posta – (Ecodibasilicata.it)

Il ritiro della pensione in Posta aumenta il rischio di furto dei soldi. Le vittime sono soprattutto persone anziane che incappano in scippi, raggiri o veri e proprio furti da parte dei criminali. Eventi che tendono a verificarsi specialmente nei grandi centri urbani e nelle zone di periferia dove la sorveglia non è al massimo.

In presenza di queste spiacevoli situazioni da ora in avanti il pensionato potrà fare ricorso alla polizza per il rimborso immediato. Poste Italiane, infatti, assicura control il prelievo della pensione allo sportello ATM in caso di furto.

Ritiro pensione alle Poste, scatta la polizza per il rimborso: come ottenere il risarcimento

Poste Italiane raccomanda sempre di prestare grande attenzione ai borseggiatori e di recarsi agli uffici accompagnati da un’altra persona. Il monito lanciato dal Gruppo è doveroso perché i casi di furto della pensione alle Poste sono in tendenziale aumento in tutto il territorio italiano.

Proprio per questo motivo, Poste Italiane ha siglato un contratto di assicurazione che tutela le vittime di furti di pensione alle Poste o raggiri dopo aver prelevato il denaro. In casi del genere, infatti, la vittima del raggiro il giorno del pagamento della pensione può ottenere un risarcimento fino a 700 euro.

polizza rimborso pensione
Poste Italiane tutela i cittadini che ritirano la pensione in ufficio o allo sportello – (Ecodibasilicata.it)

Da precisare che gli assicurati sono le persone che hanno un conto corrente postale o un libretto. La polizza non tutela i pensionati che prelevano la pensione direttamente allo sportello in contanti. Questa differenza vuole spingere molti pensionati ad aprire un conto o un libretto delle Poste laddove ancora non è presente.

Il risarcimento da parte della compagnia assicuratrice rientra nei limiti di 700 euro. Per tale motivo, gli operatori raccomandano di non prelevare cifre di denaro superiori. Chi preleva, ad esempio, una somma di 1.000 euro e subisce un furto, avrà diritto solo ad un risarcimento di 700 euro come previsto nel contratto stipulato. Inoltre, l’assicurazione copre gli episodi che avvengono nell’arco di due ore dal prelevamento e nei pressi del luogo di prelievo.

Per ricevere il risarcimento è necessario eseguire la denuncia alla Polizia o ai Carabinieri e poi presentare la richiesta di rimborso agli sportelli postali mostrando lo scontrino ATM o la ricevuta rilasciata allo sportello. I tempi di recupero sono di circa 30 giorni e faranno fede eventuali testimoni e prove di videosorveglianza.

Impostazioni privacy