Pensione d’invalidità civile: come cambia nel 2024 e quali sono i requisiti necessari

Nuovi importi e nuovi limiti reddituali per la pensione d’invalidità civile nell’anno in corso 2024: ecco le novità confermate dall’INPS.

Nuovi importi rivalutati ed aggiornati per l’anno in corso in tema di assegni previdenziali ed assistenziali: queste le novità confermate dall’INPS, che ha comunicato le modifiche entrate in vigore a partire dal corrente mese di Gennaio.

Nuovi importi e nuovi limiti reddituali per la pensione d’invalidità civile: scopriamo quali sono
Le novità sono state comunicate dall’INPS attraverso la circolare numero 1/2024 (ecodibasilicata.it)

Come ogni anno, infatti, gli importi delle pensioni, delle indennità e degli assegni di invalidità vengono adeguati agli indicatori relativi all’inflazione e lo scorso 2 Gennaio l’Istituto ha reso note le novità riguardo alla pensione di invalidità civile per il 2024 attraverso la circolare numero 1.

I nuovi importi sono stati adeguati sulla base di quanto approvato dal decreto del 20 Novembre dello scorso anno e, come confermato dall’INPS, l’indice provvisorio per il 2024 è salito del 5,4% mentre le indennità delle pensioni di invalidità subiscono un aumento pari al 2,01%. Dunque quale sarà l’incremento delle indennità e delle pensioni di invalidità?

Ebbene, mentre nel 2023 l’importo della pensione per gli invalidi civili totali, così come dell’assegno mensile per gli invalidi civili parziali e dell’indennità mensile di frequenza minori, ammontava a 313,91 Euro, quest’anno aumenterà per un valore pari a 333,33 Euro. L’indennità di accompagnamento degli invalidi civili totali, invece, passerà dai 527,16 Euro del 2023 ai 531,76 Euro.

La pensione per gli invalidi civili totali e i nuovi limiti di reddito

In quanto alla pensione per gli invalidi civili totali, con disabilità dunque riconosciuta al 100%, ancora attraverso la circolare 1/2024 l’INPS ha reso noto che l’incremento potrà portare ad un importo massimo pari a 402,72 Euro al mese. Da sottolineare, tuttavia, che l’importo di maggiorazione della pensione continuerà a dipendere dal reddito annuale dichiarato dal richiedente.

Nuovi importi e nuovi limiti reddituali per la pensione d’invalidità civile: ecco le novità comunicate dall'INPS
Anche quest’anno non sarà applicato alcun limite di reddito per l’ottenimento dell’indennità di accompagnamento invalidi civili totali (ecodibasilicata.it)

Proprio in termini di reddito, invece, il limite relativo alla pensione per gli invalidi civili totali passa dai 17.920 Euro fissato per lo scorso anno 2023 ai 19.416,12 Euro fissati per quest’anno. Aumenta anche il limite di reddito per l’assegno mensile per gli invalidi civili parziali e per l’indennità mensile di frequenza minori, dai 5.391,88 Euro del 2023 ai 5.725,46 del 2024.

Infine, per quanto concerne l’ottenimento dell’indennità di accompagnamento invalidi civili totali, l’INPS ha confermato che, così come per il 2023, anche quest’anno non sarà previsto né applicato alcun limite di reddito. Per maggiori ed approfondimenti, è consigliabile consultare la circolare numero 1 del 2024 dell’INPS, disponibile anche attraverso il sito web ufficiale dell’Istituto.

Impostazioni privacy