Nel 2024 sorpresa in busta paga, pioggia di benefit per i lavoratori

Ci sono numerose sorprese per il 2024. Grazie alle sorprese in busta paga e alla pioggia di benefit, il nuovo anno si apre bene per i lavoratori.

Il 2024 sarà un anno di conferme per moltissime misure economiche, come bonus, incentivi e sconti. Molto interessanti anche le misure di sostegno al reddito che resteranno in vigore per il 2024.

Nel 2024 sorpresa in busta paga
Arrivano interessanti novità (ecodibasilicata.it)

Tuttavia, è bene ricordarsi che, come ogni anno, per poter accedere a queste importanti misure economiche la priorità deve essere quella di aggiornare la propria situazione Isee. In questo modo, infatti, potremmo avere la possibilità di valutare se i nostri requisiti siano soddisfacenti per poter ricevere aiuti, incentivi, sconti, ecc.

Ecco le sorprese in busta paga per il 2024

Tra le misure più attese per il nuovo anno vi è il bonus per il sostegno al reddito. Si tratta di due misure che possono dare una mano ai cittadini. Il primo è il nuovo Assegno di inclusione. Questo consiste in un’integrazione del reddito familiare, oltre ad un rimborso delle spese di affitto. Il secondo bonus è il Supporto per la formazione e il lavoro. Si tratta di un incentivo di 350 euro per i disoccupati e per coloro che non percepiscono l’Assegno di inclusione.

Nel 2024 sorpresa in busta paga
Ecco quali sono le misure per il 2024 (ecodibasilicata.it)

Per quanto riguarda i lavoratori, questi potranno usufruire delle misure che intervengono per poter innalzare l’importo presente nella busta paga. Il primo è lo sgravio contributivo del 7 e del 6%. Questo vale per coloro che hanno una busta paga che non supera rispettivamente i 1.923 euro e i 2.692 euro lordi.

Esiste poi il trattamento integrativo di 100 euro che vedrà delle modifiche con la riforma dell’Irpef e il nuovo bonus mamme. Questo andrà alle lavoratrici con almeno due figli, le quali potranno avere uno sgravio contributivo entro il limite di 3.000 euro l’anno. Esiste anche il bonus affitto e mutuo che possono concedere i datori di lavoro mediante un rimborso detassato entro 1.000 euro l’anno.

Nel 2024 verranno poi confermate ulteriori detrazioni che le famiglie possono usufruire per poter pagare meno tasse. Queste dipendono però dal reddito del proprio nucleo familiare. Tra questi troviamo il rimborso per le spese mediche, le gite scolastiche, le attività sportive, le spese funebri o veterinarie.

Da non dimenticare nemmeno i bonus bolletta, o bonus sociale. Possono però usufruirne solo coloro che hanno un Isee inferiore a 9.530 euro. Sono previsti 20.000 euro in caso di famiglie con almeno 4 figli a carico. Lo stesso discorso è possibile fare per le bollette acqua e gas, il cui limite è di 15.000 a famiglia

Impostazioni privacy