Meteo Basilicata 25-26 maggio: situazione in peggioramento

Non accenna a diminuire la fase di maltempo che ha caratterizzato il mese di maggio: ecco le previsioni meteo per la Basilicata dei prossimi giorni.

Sembrava che la primavera e, addirittura, l’estate fossero iniziate a tutti gli effetti, invece – soprattutto in questi ultimi giorni – stiamo assistendo a una fase molto particolare, contraddistinta da cicloni che lottano tra di loro, innescando fenomeni violenti in molte aree del nostro territorio.

previsioni meteo basilicata
Cosa accadrà in Basilicata il 25 e 26 maggio: le previsioni – Foto: Editorially srl (ecodibasilicata.it)

La regione Basilicata ha assistito, come altre del centro sud, un altalenarsi di lievi schiarite a repentini peggioramenti, con piogge a carattere temporalesco e fenomeni intensi. Ecco cosa si prospetta per i prossimi giorni.

Meteo Basilicata, ancora incertezze sull’arrivo dell’estate, con una nota di allerta

La circolazione depressionaria, che ha insistito anche nel meridione causando maltempo diffuso, sta lentamente procedendo verso nord est, dando un po’ di tregua climatica.

Sull’Appennino insistono ancora cumuli di nubi in gradi di scatenare rovesci-lampo molto intensi. In alcune zone a rischio idrogeologico è scattata l’allerta. Sul litorale ionico persistono nubi che portano lievi piogge soprattutto dal pomeriggio. Sul quello tirrenico, invece, sono presenti cieli poco nuvolosi o parzialmente coperti, con possibilità di precipitazioni poco consistenti e mari poco mossi.

La fase di maltempo è destinata lentamente a svanire, lasciando però strascichi ancora per qualche giorno. Le sabbie del Sahara, a causa della rimonta dell’Anticiclone Africano, stanno investendo tutto il sud fino alle regioni del centro, con notevoli disagi per la salute pubblica.

meteo basilicata 25 26 maggio
Si ipotizza un passaggio dal maltempo al gran caldo in pochi giorni – Foto: Editorially srl (ecodibasilicata.it)

Il fenomeno che si appresta a colpire il nostro Paese nelle prossime ore è stato definito particolarmente eccezionale, perché la concentrazione di sabbia potrà arrivare anche oltre i 1000 microgrammi per metro quadrato. L’accumulo di sabbia e di particolato, nonché di altre sostanze dannose e anche virus portati dalla sabbia, può innescare danni all’apparato respiratorio e aggravare lo stato di salute di chi soffre di asma, bronchite o polmonite.

Il fenomeno avrà breve durata. Già durante la settimana il Molise vedrà il clima migliorare sempre di più. Il sole riporterà calore e stabilità anche in Basilicata e Puglia, ma persisteranno ancora alcune formazioni nuvolose, soprattutto nel pomeriggio, nonché locali banchi di nuvole basse che insisteranno sui litorali ionici.

Le temperature sono in costante rialzo e nell’arco di pochi giorni si arriverà a un clima tipicamente estivo. Se ciò da una parte è sicuramente atteso, dall’altra si potrà verificare un cambiamento radicale in grado di apportare qualche fastidio. Infatti le massime si alzeranno soprattutto di notte, creando l’effetto “tropicale”, notoriamente fastidioso perché può causare problemi al riposo e soprattutto incrementa la presenza di zanzare.

Impostazioni privacy