Luce e gas, arrivano le prime stangate per gli utenti: “Politiche ingannevoli”, partono le denunce

Con la fine del mercato tutelato per luce e gas stanno arrivando le prime stangate per gli utenti, ma la colpa degli aumenti potrebbe non essere solo legata a questo.

Il governo guidato dalla prima presidente del Consiglio donna della storia della Repubblica italiana – sì, ovviamente Giorgia Meloni – ha deciso a fine anno di non prolungare il mercato tutelato per alcuni consumatori per quanto riguarda i contratti di luce e gas. Una scelta che, già da ora, si sta rivelando dannosa per gran parte degli utenti.

Politiche ingannevoli sui contratti di gas e luce, arrivano le denunce
Politiche ingannevoli sui contratti di gas e luce, arrivano le denunce – ecodibasilicata.it

A penalizzare, però, gli italiani non c’è solo questo. Infatti, benché il caro vita si faccia sentire per le tasche della maggior parte di noi, ci sono anche delle politiche ingannevoli di società legate sia ai rifornimenti energetici, sia ad altri tipi di servizi che non aiutano nel compito di risparmiare, o quantomeno di non arrivare a fine mese alla canna del gas.

Una situazione che hanno denunciato da Adiconsum, l’associazione di consumatori legata alla Cisl, perché non vengono di fatto tutelati i loro diritti, e spesso vengono anche ripuliti i conti correnti. Capita sempre più di frequente, infatti, che gli italiani siano vittima di veri e propri inganni, come quelli che spingono a cambiare gestore di gas e luce firmando contratti che fanno aumentare i costi, o pubblicità ingannevoli – come nel caso Ferragni-Balocco, per esempio. Scarsa trasparenza, insomma, fino ad arrivare a truffe.

La denuncia: “L’aumento delle bollette deve avere stesso risalto mediatico di Ferragni-Balocco”

L’Adiconsum, solo in Lombardia, nel 2023 ha seguito circa 300 casi di questo genere, tanto che il presidente dell’associazione lombarda ha detto che “se Ferragni e Balocco hanno commesso reati ne risponderanno, ma su questa vicenda si è alzato un polverone che finisce per nascondere problemi più gravi”. Avendo poco risalto mediatico, ha precisato, tali casi non vengono analizzati con la stessa cura e celerità.

La denuncia sull'aumento delle bollette
La denuncia di Adiconsum: “L’aumento delle bollette deve avere stesso risalto mediatico di Ferragni-Balocco” – ecodibasilicata.it

Per quanto riguarda i colossi dell’energia, a novembre l’Antitrust ha sanzionato sei società per 15 milioni perché “hanno adottato pratiche commerciali aggressive condizionando i consumatori ad accettare modifiche in aumento dei prezzi dell’energia elettrica e del gas, in contrasto con l’articolo 3 del decreto Aiuti bis”, che si sono tradotti, appunto, in incrementi significativi delle bollette per i clienti. E no, non è un bene, per nessuno.

Impostazioni privacy