Il passo indietro della Regina è la prima nella storia Royal a farlo: “I sudditi sono con lei”

La Regina Camilla è la prima nella storia della famiglia reale a fare un passo importante: ecco di cosa si tratta. 

Dopo decenni di aspre critiche, di dolore e di veri e propri atti di bullismo contro di lei, Camilla Parker Bowles è oggi amata da tutto il popolo del Regno Unito. Per volere della compianta Regina Elisabetta, la donna, alla morte della precedente monarca è diventata essa stessa regina, coronando così non solo la sua storia d’amore con Carlo ma anche il sogno del suo riscatto pubblico.

Regina Camilla decisione
La decisione della Regina Camilla (Foto Facebook The Royal Family) Ecodibasilicata.it

Camilla è de sempre stata un forte sostegno per re Carlo, ora più che mai vista la malattia del monarca inglese. Proprio in questi giorni, poi, Camilla ha preso una decisione davvero molto importante, la prima in assoluto di questo tipo presa da un componente della famiglia reale. Vediamo di cosa si tratta.

La Regina Camilla prende una decisione importante: è la prima nella storia della monarchia

La Regina Camilla ha preso una posizione decisa contro l’utilizzo della pelliccia nella moda, confermando il suo impegno per la tutela ambientale e la sua vicinanza alle istanze animaliste. La scelta arriva attraverso una lettera inviata all’associazione Peta (People for the Ethical Treatment of Animals), in cui la Regina esprime il suo fermo rifiuto all’acquisto di nuovi capi in pelliccia.

L’iniziativa di Camilla segue la strada già tracciata dalla defunta Regina Elisabetta II, che nel 2019 aveva bandito l’uso della pelliccia per la famiglia reale. Si tratta di un ulteriore passo avanti da parte della Royal Family nella sua battaglia a favore della salvaguardia delle specie animali, che si aggiunge alle numerose iniziative intraprese in passato da Carlo, dal Principe William e dal Principe Harry.

Camilla Parker Bowles
Regina Camilla e la sua decisione (Foto Facebook The Royal Family) Ecodibasilicata.it

La decisione della Regina ha incontrato l’applauso di Peta, la quale ha definito la scelta come un riflesso dei valori britannici che “riconoscono che la pelliccia non ha posto nella nostra società”. Tuttavia, la scelta ha suscitato anche alcune critiche da parte dell’International Fur Federation, che rappresenta i produttori di pellicce.

Il loro portavoce, Mark Oaten, ha sottolineato il diritto di ogni individuo di scegliere cosa indossare, affermando che molte persone preferiscono la pelliccia perché la considerano un materiale naturale e sostenibile rispetto alle pellicce sintetiche a base di plastica. La questione della pelliccia nella moda reale ha avuto un’ulteriore eco all’inizio di quest’anno, quando l’attore Stephen Fry ha lanciato una campagna contro i famosi colbacchi di pelo d’orso nero indossati dalla Royal Guard britannica.

Questi copricapi, simbolo della monarchia da secoli, sono molto apprezzati dai turisti che assistono al cambio della guardia a Buckingham Palace. Tuttavia, Fry ha sollevato dubbi sulla provenienza della pelliccia utilizzata per i colbacchi, chiedendo al Ministero della Difesa di chiarire se provenga da caccia legale e autorizzata. Il Ministero ha confermato la legalità della caccia, ma non ha fornito ulteriori dettagli.

La scelta della Regina Camilla di rinunciare alla pelliccia rappresenta un segnale forte e chiaro del suo impegno per la tutela dell’ambiente e degli animali. Resta da vedere se questa decisione avrà un impatto significativo sull’industria della pelliccia nel Regno Unito, ma sicuramente contribuirà a sensibilizzare l’opinione pubblica su questa importante tematica.

Impostazioni privacy