Il microonde può diventare molto pericoloso: con questo metodo eviti sempre le scintille

Ci possono essere dei casi in cui il microonde può diventare davvero molto pericoloso. Ecco il metodo che evita tutti i rischi.

Chi ha un microonde lo sa bene. Si tratta di una comodità incredibile che velocizza tantissimo la cottura dei piatti e ci regala minuti preziosi, soprattutto quando andiamo di fretta e abbiamo poco tempo.

Il microonde può diventare molto pericoloso
Il microonde può diventare molto pericoloso: con questo metodo eviti sempre le scintille- Ecodibasilicata.it

Tuttavia, una delle cose più importanti è quella di utilizzare questo elettrodomestico al meglio. Esistono infatti alcuni errori potrebbero rivelarsi davvero molto pericolosi, soprattutto per chi li compie frequentemente. Ma in questo articolo vogliamo mostrare un trucco che ti permette di evitare questo pericolo.

Fai in questo modo

Diciamocelo chiaramente. Il microonde è una grande comodità quando si vuole scaldare un piatto di pasta o alcuni pezzi di pizza. Questo si rivela davvero utile anche nella cottura dei cibi ed è particolarmente indicato per chi non vuole avere il forno classico sempre acceso.

Tuttavia, è bene sapere che esistono degli errori da evitare in maniera assoluta, soprattutto per tutelare la propria salute. Un trucco davvero molto utile è quello della cosiddetta “regola dei due minuti”. Vediamo in cosa consiste. Spesso le persone utilizzano della carta forno per poter riscaldare il cibo nel forno a microonde, in modo da evitare che si sporchi al suo interno.

Il microonde massima attenzione
Segui la regola dei due minuti per evitare problemi – Ecodibasilicata.it

Tuttavia, c’è chi a volte sceglie di mettere un tovagliolo, non sapendo che questo corre il rischio di prendere fuoco. Un’eventualità del genere dipende soprattutto dal tempo di cottura troppo lungo, oltre che dalla tipologia di carta utilizzata. Ecco perché la regola dei due minuti si rivela eccellente.

Questa consiste infatti nel posizionare gli alimenti coperti dal tovagliolo all’interno del forno, attivando poi la cottura per un massimo di due minuti. Grazie a tutto ciò sarà possibile controllare in maniera più frequente sia la cottura del cibo che lo stato della carta, riducendo di molto la possibilità che questo possa prendere fuoco.

Ricorda, inoltre, che il forno a microonde non ha le stesse caratteristiche del forno classico. Ecco perché esistono contenitori appositamente realizzati per poter cucinare alimenti all’interno di questo elettrodomestico. Non possono essere inseriti nel microonde materiali fatti in alluminio o metallo – ecco perché non va inserita la carta stagnola – così come la pellicola, i contenitori in plastica, polistirolo e ceramica.

Infine, ricorda che all’interno del microonde non può essere inserito nemmeno il legno e il bambù, così come i materiali realizzati in vimini. Il rischio è quello di rilasciare sostanze tossiche all’interno del forno.

Impostazioni privacy