Il 730 è obbligatorio per tutti? Sono questi i casi in cui si può non fare

Non tutti sono a conoscenza del fatto che la compilazione del Modello 730 non è obbligatorio per tutti…

Ogni anno milioni di contribuenti in Italia devono compilare, o far compilare dal proprio commercialista, il Modello 730, ovvero devono presentare la dichiarazione dei redditi. Il Modello 730, però, non deve essere compilato obbligatoriamente per tutti, ma ci sono dei casi in cui, appunto, l’obbligo non sussiste.

Dichiarazione redditi
Esenzione dichiarazione dei redditi (ecodibasilicata.it)

Capire con precisione in quali situazioni è necessario compilare il modello 730 può essere determinante per evitare sanzioni fiscali e sfruttare opportunità di detrazioni o rimborsi. Devono presentare il Modello 730 i contribuenti che hanno percepito, nell’anno di imposta, redditi di qualsiasi natura, ad eccezione dei redditi di lavoro dipendente e pensione per i quali il sostituto d’imposta ha effettuato, in tutto o in parte, la ritenuta alla fonte a titolo di acconto.

Modello 730: ecco chi non ha l’obbligo di presentarlo

Come detto, però, ci sono alcune categorie di contribuenti che sono esonerati dalla presentazione della dichiarazione dei redditi, a condizione che il reddito complessivo percepito nell’anno di imposta non superi determinati limiti. Vediamo chi non ha quindi l’obbligo di presentare il Modello 730.

Dichiarazione redditi
Esenzione dichiarazione dei redditi – (ecodibasilicata.it)

Sono esonerati dalla presentazione della dichiarazione dei redditi i soggetti che nel periodo d’imposta hanno percepito esclusivamente redditi di lavoro dipendente e pensione per un importo complessivo non superiore a 28.000 euro; i soggetti che nel periodo d’imposta hanno percepito esclusivamente redditi di terreni e fabbricati per un importo complessivo non superiore a 5.000 euro.

Ancora, sono esonerati, i soggetti che nel periodo d’imposta hanno percepito esclusivamente redditi diversi per un importo complessivo non superiore a 4.800 euro.
Inoltre, sono esonerati dalla presentazione della dichiarazione dei redditi i soggetti che hanno percepito esclusivamente redditi esenti, compresi quelli soggetti a ritenuta alla fonte a titolo d’imposta.

Nel caso in cui il reddito complessivo percepito nell’anno di imposta superi i limiti di esonero, la presentazione della dichiarazione dei redditi è obbligatoria, anche se non si hanno imposte da versare o queste sono già state trattenute dal sostituto d’imposta. In questo caso, la dichiarazione dei redditi può essere presentata per dichiarare spese sostenute, fruire di detrazioni o richiedere rimborsi da crediti degli anni precedenti.

In particolare, la dichiarazione dei redditi può essere presentata per beneficiare delle seguenti detrazioni: detrazioni per lavoro dipendente e pensioni; detrazioni per familiari a carico; detrazioni per spese sanitarie; detrazioni per spese di istruzione; detrazioni per spese di lavoro dipendente.

Ancora per  detrazioni per spese di riqualificazione energetica; detrazioni per spese per interventi di recupero del patrimonio edilizio; detrazioni per spese per l’acquisto di veicoli elettrici o ibridi e detrazioni per le spese sostenute per la frequenza di corsi di formazione professionale. Per verificare se si è tenuti a presentare la dichiarazione dei redditi, è possibile utilizzare il simulatore disponibile sul sito dell’Agenzia delle Entrate.

Impostazioni privacy