Giardino da annaffiare, con questo trucco la bolletta dell’acqua di azzera: che trovata pazzesca

Per annaffiare il giardino senza spendere una fortuna basta seguire un trucco super efficace: ecco come azzerare la bolletta dell’acqua.

Prendersi cura del proprio giardino è un impegno che può causare un aumento dei costi in bolletta. Per annaffiarlo in maniera regolare e mantenerlo rigoglioso infatti è necessario utilizzare grandi quantità di acqua aumentando di conseguenza il costo sull’utenza.

Risparmiare su giardino innaffiato
Innaffiare il giardino può comportare un aumento della bolletta dell’acqua – Ecodibasilicata.it

Alla luce di quanto appena detto di seguito potrete contare su una serie di consigli estremamente preziosi ed utili. Si tratta di informazioni davvero efficaci grazie alle quali sarà possibile a ottenere un grande risparmio sulla bolletta dell’acqua.

Giardino da innaffiare, come azzerare la bolletta dell’acqua

Come detto all’inizio, innaffiare il giardino richiede uno spreco di acqua non indifferente. Senza contare poi che si può andare incontro ad un aumento anche consistente della bolletta causando problemi dal punto di vista economico.

Risparmiare su giardino innaffiato
È possibile mantenere il giardino in salute e risparmiare sulla bolletta – Ecodibasilicata.it

A tal proposito, però, può essere utile sapere che esistono una serie di trucchi che consentono di mantenere il giardino in salute e che allo stesso tempo permettono di risparmiare sul costo dell’utenza, migliorando le proprie finanze. Tanto per cominciare, si consiglia di sfruttare la pioggia e dunque di guardare le previsioni del tempo. Nel caso in cui il meteo annunciasse piogge abbondanti e frequenti, è meglio non innaffiare.

Per capire se una pianta ha bisogno di innaffiature frequenti basta poggiare la mano sul terreno e sulle foglie: se eccessivamente secchi è opportuno bagnarle. Esiste poi un altro trucco che consente di risparmiare fino al 30% e che sfrutta una tecnica molto efficace. Esso consiste nel posizionare fieno, paglia ed erbacce intorno ad un fiore o una pianta così da diminuire l’evaporazione dal terreno. Contemporaneamente si arricchirà il terreno e si manterrà umido quanto basta.

Alternativamente, si può realizzare un sifone comunicante che si può realizzare con pochi e semplici passaggi. Tutto ciò che dovete fare è posizionare, ad almeno 10 cm dai vasi, una bacinella con acqua più in alto di almeno 10 cm dai vasi. Fatto ciò, bisognerà realizzare delle trecce con la lana per poi bagnarle. Successivamente, va posto un capo all’interno del fondo del secchio, mentre l’altro dovrà essere posizionato all’interno del terreno e dunque in vaso.

In questo modo, sarà possibile creare una sorta di collegamento che consentirà di ridurre gli sprechi. In ultima analisi, un altro trucco consiste nell’innaffiare il giardino la sera durante i mesi caldi così da consentire alle piante di assorbire l’acqua. Nei mesi freddi, invece, si consiglia di innaffiarle la mattina in modo tale da evitare ristagni. Infine, in autunno e in primavera, il momento ideale per procedere all’innaffiatura del giardino è a metà giornata.

Impostazioni privacy