Comprare casa all’asta: tutti i procedimenti da seguire e i documenti necessari

Comprare casa all’asta può essere una soluzione molto conveniente per chi deve acquistare un immobile: cosa c’è da sapere.

Al giorno d’oggi riuscire a comprare una casa è diventato più difficile per via dei tassi dei mutui sempre più alti e per le condizioni economiche proibitive in cui si trovano a vivere tantissime persone. Ecco perché in questi casi comprare una casa all’asta può rivelarsi la soluzione vincente. 

comprare casa all'asta
Come comprare casa all’asta (Ecodibasilicata.it)

Non bisogna infatti dimenticare che questo procedimento permette di acquistare un immobile ad un prezzo spesso molto vantaggioso. Tuttavia occorre anche fare attenzione ad una serie di dettagli ben precisi per non rischiare di andare incontro ad una serie di fregature.

Se, quindi, non vuoi brutte sorprese faresti bene a leggere subito il nostro articolo di oggi. Qui di seguito troverai tutto quello che ti serve sapere sull’argomento.

Comprare casa all’asta: procedimenti e documenti necessari

Come abbiamo anticipato poco fa, comprare casa all’asta non solo può essere molto vantaggioso, ma talvolta può rivelarsi anche l’unico modo possibile per acquistare un immobile nel mercato immobiliare attuale. L’importante, però, è sapere bene come muoversi, quali documenti servono e seguire il giusto iter.

acquistare casa all'asta
Comprare casa all’asta: iter e documenti (Ecodibasilicata.it)

Innanzitutto, per non andare incontro ad ipotetiche fregature, bisogna cercare gli immobili pignorati sui siti e sui portali autorizzati, dove sarà possibile trovare anche la perizia tecnica e l’avviso di vendita del tribunale esecutivo. In alternativa, si possono trovare molte case all’asta anche sui siti delle tradizionali agenzie immobiliari.

Ad ogni modo, una volta individuato l’immobile di proprio interesse e dopo avere consultato con attenzione tutta la documentazione disponibile, si potrà dare inizio al procedimento per la partecipazione all’asta. In primis si dovrà inviare la domanda di partecipazione e l’offerta nelle modalità indicate dal tribunale (via telematica o a mano).

In questi casi, può spesso rivelarsi un’ottima mossa farsi seguire da un gruppo di esperti affinché si possa stabilire un prezzo congruo da offrire, calcolare correttamente la cauzione, reperire tutti i documenti necessari e redigere l’offerta nei minimi dettagli così da non rischiare di perdere la casa.

Quando ci si sarà aggiudicati l’immobile si avranno 120 giorni di tempo per saldare il prezzo, pagare le imposte e il compenso al delegato alla vendita. Chi invece non si è accaparrato la casa riceverà indietro la cauzione versata nella sua interezza.

Nonostante i molteplici vantaggi, non sempre è facile riuscire a comprare una casa all’asta. Ecco perché si consiglia di richiedere la consulenza di un esperto in materia.

Impostazioni privacy