Come fare il bonifico dell’affitto o pagare la rata del mutuo con la carta di inclusione

La carta di inclusione presenta molte similarità con l’ex reddito di cittadinanza, ma alcune regole sono cambiate.

Come sappiamo, dal 1 gennaio di quest’anno l’ex Rdc è completamente cassato e adesso i nuclei familiari che rientrano in determinati requisiti possono chiedere l’assegno di inclusione.

Come fare il bonifico per mutuo e affitto con la carta di inclusione
Con la carta di inclusione è possibile fare il bonifico per l’affitto o mutuo – Ecodibasilicata.it

La ricarica che viene versata ogni mese può essere spesa per gli acquisti (con limitazioni) e il beneficiario può anche prelevare dei contanti (sempre con limitazioni) e pagare l’affitto, anche se su quest’ultimo punto ci sono da ricordare i rigidi paletti.

Come si fa il bonifico per mutuo o affitto con la carta di inclusione? Le regole da ricordare

Anche sapendo come funzionava il vecchio Rdc, alcuni potrebbero aver ricevuto l’assegno di inclusione per la prima volta e non conoscere bene le regole del suo utilizzo.

come fare il bonifico affitto con la carta di inclusione
La carta di inclusione è abilitata a un solo bonifico al mese – Ecodibasilicata.it

In linea generale, con la carta acquisti si possono ovviamente comprare i beni di prima necessità, ma non solo alimentari; sì a vestiti, ad articoli utili alla scuola, e anche al pagamento delle bollette della luce, dell’acqua e del gas. Sono vietati però alcuni tipi di prodotti, beni e servizi. Ad esempio, sono da escludersi:

  • Giochi che prevedono vincite in denaro o altre utilità;
  • Acquisto, noleggio e leasing di navi e imbarcazioni da diporto, nonché servizi portuali;
  • armi;
  • Materiale pornografico e beni e servizi per adulti;
  • Servizi finanziari e creditizi;
  • Servizi di trasferimento di denaro;
  • Servizi assicurativi;
  • Articoli di gioielleria;
  • Articoli di pellicceria;
  • Acquisti presso gallerie d’arte e affini;
  • Acquisti in club privati;
  • Acquisto di sigarette, anche elettroniche, e di derivati del fumo;
  • Giochi pirotecnici;
  • Prodotti alcolici.

Inoltre con la carta acquisti non si possono fare ordini nei negozi online e non è possibile comprare prodotti (anche del cibo) se ci si trova all’estero. Inoltre bisogna stare attenti al prodotto che si acquista e dove. Cioè, se acquistiamo un pacco di pasta – per fare un esempio – in un negozio che però vende prevalentemente gli articoli citati sopra.

Nell’assegno di inclusione è contemplato anche l’aiuto economico per pagare l’affitto o il mutuo. Quindi il beneficiario può usare parte dell’accredito per queste spese. Bisogna però ricordare che si può effettuare solamente un bonifico al mese, e il titolare della carta dovrà recarsi all’ufficio postale per eseguire l’operazione, indicando chiaramente che è a favore del padrone di casa o della banca presso cui si stanno pagando le rate del mutuo.

Infine, ricordiamo che con la carta d’inclusione si possono fare prelievi, ma di massimo 100 euro al mese per il singolo individuo. Questi, che sia allo sportello o all’ATM, non sono gratuiti e costano rispettivamente 1,75 euro e 1 euro.

Impostazioni privacy