Bonus legge 104 anche nel 2024: requisiti e come presentare la domanda

La scadenza per la domanda per ottenere i bonus e i benefici legati alla legge 104/92 è stata prorogata: ecco come e quando presentarla.

La Legge 104 prevede una serie di benefici per i disabili e i loro familiari. Grazie a tale legge si può usufruire di permessi retribuiti per assistere i familiari disabili (o per sé stessi, in caso di disabilità) e congedi straordinari e si può ottenere un contributo mensile sotto forma di indennità di accompagnamento o assegno di cura. La 104, inoltre, è anche utile per i contributi figurativi aggiuntivi per invalidi e per godere di varie detrazioni fiscali relative a spese mediche, acquisto di veicoli speciali, sussidi vari e abbattimento delle barriere architettoniche.

bonus legge 104
Bonus legge 104: cos’è, come funziona e in che cosa consiste – ecodibasilicata.it

I disabili, oltre alla 104, la cui domanda quest’anno deve essere presentata entro il 31 maggio, possono usufruire anche di altri importanti bonus. Tra questi, c’è un’agevolazione utile a ridurre la spesa sostenuta per la fornitura di energia elettrica dei nuclei familiari in cui è presente un componente in condizioni di disagio fisico.

Si tratta del Bonus disagio fisico, attivo anche nel 2024. Di recente, però, l’ARERA ha pubblicato nuove informazioni su come e quando presentare la domanda di accesso. Contrariamente a quanto si potrebbe pensare, non è la legge 104 a stabilire i requisiti e chi ne ha diritto. Infatti spetta all’Autorità Nazionale dell’Energia disciplinare le regole per l’applicazione dello sconto.

Come fare domanda per il bonus disagio fisico scollegato dalla 104

Il bonus è anche indipendente dal bonus bollette, e come importo, viene calcolato in base a quanto riportato sul certificato dell’ASL. A incidere è l’utilizzo di apparecchiature indispensabili alla cura e alla gestione della disabilità. Assodato che i requisiti per il Bonus disagio fisico non sono gli stessi che danno accesso alla 104, bisogna sapere che l’ARERA però comunicato che i richiedenti non devono seguire linee guida diverse da quelle espresse nel 2012, cioè l’anno in cui è stata presentata la misura.

Si può richiedere il bonus disagio fisico 2024 se si è affetti da grave malattia o se nel nucleo familiare vive un soggetto gravemente ammalato o disabile.  Poi, bisogna dimostrare di utilizzare apparecchiature elettromedicali per il mantenimento in vita. Le apparecchiature in questione sono varie. Si va dalle carrozzine elettriche alle apparecchiature per la dialisi peritonale, da quelle per l’omodialisi a quelle utili per la pressione positiva continua.

bonus disagio fisico cos'è
Legge 104 e domanda per il bonus di sconto sulla fornitura elettrica per disabili – ecodibasilicata.it

E ancora: ventilatori polmonari, aspiratori, polmoni d’acciaio, tende per ossigenoterapia, monitor multiparametrici, nutripompe, materassi antidecubito, sollevatori mobili. La domanda può essere inoltrata sempre, presentando un certificato ASL che attesti la situazione di grave condizione di salute e la necessità di utilizzare le apparecchiature elettromedicali.

Nella domanda deve essere specificato anche il tipo di apparecchiatura utilizzata e le ore di utilizzo giornaliero. Ci vuole poi il codice POD, che si trova nella bolletta. Infine, non è necessario presentare ISEE, perché il Bonus viene concesso indipendentemente dalla fascia di reddito.

Impostazioni privacy