Bolletta del gas, se ti arriva questa raccomandata hai diritto al bonus: come riscuoterlo

Puoi accedere ad un bonus sulla bolletta del gas se ti arriva a casa questa raccomandata: controlla subito.

La bolletta del gas rappresenta ancora oggi un serio problema per molte famiglie italiane. Ora però emerge un’ottima notizia che riguarda il diritto ad un bonus se si riceve una raccomandata direttamente a casa. All’interno della lettera sono presenti anche le istruzioni per attivarlo rapidamente.

bolletta gas raccomandata bonus
Una raccomandata annuncia il diritto al bonus sulla bolletta del gas – (Ecodibasilicata.it)

Ricevere uno sconto sulla bolletta del gas, consente di alleggerire un po’ l’importante peso di natura fiscale attualmente presente. D’altronde, nonostante qualche piccolo miglioramento, bisogna fare attenzione alla gestione delle proprie finanze dato un costo della vita sempre più elevato.

Per tale ragione è davvero importante controllare se si è ricevuta la raccomandata che consente di accedere ad uno sconto sulla bolletta del gas. Vediamo cosa annuncia la lettera e come attivare il beneficio che riduce l’importo della bolletta.

Sconto sulla bolletta del gas: la raccomandata annuncia il riconoscimento del Bonus Sociale

Lo sconto sulla bolletta del gas avviene tramite il riconoscimento del Bonus Sociale, soggetto al limite ISEE, e solo se il nucleo familiare rientra nelle soglie stabilite dalla legge.

Per effetto del rientro al regime ordinario, dal 1° aprile 2024, il limite ISEE per accedere agli sconti è sceso a 9.530 euro. La soglia sale a 20.000 euro per i nuclei familiari con almeno 4 figli. Chi ha diritto al Bonus Sociale riceve a casa una lettera che ne annuncia il riconoscimento dopo le opportune verifiche da parte dell’Istituto Nazionale della Previdenza Sociale (INPS).

riconoscimento bonus sociale gas
A molte famiglie è riconosciuto il bonus sociale gas – (Ecodibasilicata.it)

La raccomandata contiene al suo interno le informazioni utili per l’attivazione del bonus, dato che non si verifica automaticamente per chi abita in un condominio e utilizza una fornitura centralizzata. In questo caso è necessario comunicare il codice PDR della fornitura che identifica l’utenza in modo univoco entro 60 giorni dalla ricezione della raccomandata. Il codice, badate bene, è composto da 14 cifre ed è situato nella fattura.

Nella lettera viene spiegato anche che, in caso di superamento delle verifiche, il bonus sarà erogato attraverso un bonifico domiciliato da riscuotere presso qualsiasi ufficio postale entro una specifica data, che verrà poi comunicata in futuro. Il bonifico può essere riscosso anche da una persona diversa da chi ha fatto richiesta del bonus. In questo caso, però, è necessario compilare sia il modulo di dichiarazione che il modulo delega.

Impostazioni privacy