Basilicata sì, ma perché? Scommettiamo che non conoscete l’origine del nome

La Basilicata, una regione dalla storia antica, con un nome che appare misterioso ai più. Ecco qualche informazione che non tutti conoscono.

Come tutte le regioni italiane, anche la Basilicata ha una storia antica e articolata. Le prime testimonianze risalgono addirittura all’età preistorica nel Paleolitico inferiore, con ritrovamenti nell’area di Venosa, risalenti a una stratificazione datata tra i 650mila e 550mila anni fa.

Qual è la storia del nome Basilicata
Basilicata, qual è l’origine del nome della Regione? – ecodibasilicata.it

Il territorio della Regione è quindi ricco di influssi e tradizioni diverse, con un patrimonio culturale non indifferente. Matera, capitale europea della cultura nel 2019, è ormai nota nel mondo, e ne è forse l’esempio più evidente. Le località con monumenti e testimonianze del passato sono numerose. Ma l’origine del suo nome da che cosa deriva? La risposta si lega al passato della Basilicata e vale la pena conoscerla.

Basilicata, l’origine del suo nome

L’attuale nome fu assegnato alla Regione con la Costituzione, dopo che nel periodo tra il 1932 al 1947 prevalse quello di Lucania. Quest’ultimo riprendeva la denominazione degli abitanti della zona in epoca preromana, i Lucani, e della terza Regio Lucania et Bruttii dell’Italia, con imperatore Augusto (che comprendeva anche territori non più facenti parte della Regione). Ma quello odierno da che deriva?

Il mistero del nome della Basilicata
La Basilicata ha una storia antica e, per molti, l’origine del suo nome è misteriosa – ecodibasilicata.it

Basilicata compare per la prima volta in un documento risalente alla dominazione normanna dell’Italia meridionale, il Catalogo dei Baroni del 1154, e successivamente si trova in altri scritti redatti nel 1175 (per alcuni anche nei secoli precedenti vi sono delle testimonianze scritte del toponimo Basilicata). Deriva con molta probabilità dal greco basilokos, cioè dalla denominazione dei funzionari bizantini che amministravano la zona per conto dell’imperatore d’Oriente.

In realtà, le amministrazioni politiche e militari bizantine erano chiamate thema e nel corso del X secolo esisteva una themata nota come Lucania. Con i Normanni e gli Svevi, il termine Basilicata divenne sempre più diffuso pur convivendo con quello Lucania e gli abitanti della Regione si identificavano come Lucani. Ma la controversia linguistica vedeva una prevalenza in ambito amministrativo e ufficiale della parola Basilicata.

La discussione sul termine con il quale indicare gli abitanti è ancora accesa, con chi preferisce la denominazione basilicatesi per i cittadini della Regione. Al di là di tutto ciò, l’identità culturale e storica della Basilicata è comunque forte, anche in un territorio segnato da incroci di popolazioni, usi e costumi diversi, inseriti completamente però nel contesto della storia dell’Italia meridionale preunitaria come di quella post-Unità.

In conclusione, il termine Basilicata ha un’origine antica e in un certo senso misteriosa per chi non è esperto di tradizioni e cultura locale, ma rappresenta una Regione da conoscere e visitare proprio per la particolarità e complessità della sua storia.

Impostazioni privacy