Basilicata, sempre in crescita lo spopolamento delle città: una casa su 3 è disabitata

Incredibile quello che sta accadendo in Basilicata: una casa su tre è disabitata! Lo spopolamento continua inesorabile.

Il fenomeno dello spopolamento colpisce in maniera impattante alcuni territori. La Basilicata è una delle regioni che assiste ad uno spopolamento costante e crescente, che preoccupa non poco.

In Basilicata: una casa su tre è disabitata
Spopolamento costante e crescente (ecodibasilicata.it)

Secondo un’indagine condotta di recente una casa su tre in Basilicata è disabitata. C’è un paese in particolare in cui il numero di abitazioni vuote è più alto che in tutto il resto della Regione.

Basilicata: il triste fenomeno dello spopolamento continua inesorabile

A Cirigliano, in Basilicata, la situazione dello spopolamento, che colpisce l’intera regione, sembra essere più intensa che in altre aree. In questo paese, infatti, c’è un elevato numero di abitazioni vuote.

elevato numero di abitazioni vuote
Il mercato immobiliare della regione è in affanno (ecodibasilicata.it)

Il mercato immobiliare della regione è in affanno: si contano infatti 94.809 abitazioni fantasma, che corrispondono al 29,4% delle abitazioni totali. La statistica ha analizzato la provincia di Potenza dove il fenomeno sembra essere più evidente che in altre aree, e le statistiche individuano il 30,73% delle abitazioni vuote mentre a Matera la percentuale del 26,8 %.

Guardando anche tutti gli altri comuni appare evidente che il paese in maggiore difficoltà sia a Cirigliano qui addirittura si individuano 579 abitazioni in totale, di cui 400 disabitate. Con un cronometro pari a 69,08%.

C’è da dire che la Basilicata presenta dei dati che sono in linea con quello che accade nel resto del paese, anche se nelle aree lucane la situazione è decisamente più marcata.

Dopotutto in Italia il fenomeno dello spopolamento coinvolge un elevato numero di abitazioni. In pratica, su 35,3 milioni di abitazioni registrate, 9,6 milioni risultano non occupate in maniera permanente da almeno una persona.

Questo fenomeno si verifica soprattutto nei piccoli centri abitati o comunque nelle aree urbane lontane dal centro. Com’è prevedibile le ragioni sono legate alla difficoltà degli abitanti di queste zone di raggiungere i servizi principali punti.

Tornando in Basilicata, l’indagine sullo spopolamento ha individuato i nomi dei Comuni maggiormente colpiti Armento, Aliano, Castelgrande e San Martino d’Agri.

Situazione Lucana è perfettamente contestualizzato con un problema che affligge tutte le regioni meridionali. Basti pensare che anche in Calabria il 38,7% delle abitazioni sono vuote, mentre in Molise il 36,9% delle case sono disabitate. La situazione va un po’ meglio in Puglia, dove la percentuale si ferma a quota 22.

C’è da dire che le regioni meridionali hanno numeri più elevati, a causa della presenza di numerose case- vacanza che spesso sfuggono alla statistica di settore.

Impostazioni privacy