Basilicata on the road: i borghi più belli da visitare con i bambini

Oggi facciamo un giro in Basilicata on the road alla scoperta dei più bei borghi da visitare insieme ai bambini.

La Basilicata è una regione di cui si parla troppo poco ma che, come tutta l’Italia, è ricca di luoghi incantati che meritano di essere visitati. Oggi proviamo a fare un giro in Basilicata on the road alla scoperta di alcuni dei più bei borghi da visitare con tutta la famiglia.

Basilicata on the road
Borghi antichi in Basilicata (Ecodibasilicata.it)

Questa regione è caratterizzata da un paesaggio naturalistico particolarmente ricco, probabilmente tra i più incontaminati del Bel Paese. In questo luogo sospeso nel tempo cultura, natura e relax si intrecciano per regalare ai visitatori una delle esperienze più belle di sempre.

Basilicata on the road: alla scoperta dei borghi più belli

La Basilicata è una regione che può regalare delle vere e proprie perle ai turisti. Si presta ad ogni tipo di turismo, anche alle famiglie con bambini piccoli. In particolare, questa splendida regione italiana, si caratterizza per la presenza di numerosi borghi antichi, che meritano di essere visitati.

Borghi antichi in Basilicata
Un giro in Basilicata on the road (Ecodibasilicata.it)

In questi luoghi, il tempo sembra essersi fermato e sembra proprio di fare un tuffo nel passato. È così che si sentono i visitatori quando arrivano a Bernalda. Stiamo parlando di un borgo fondato nel lontano 1497 che si distingue per la presenza di un Castello Aragonese che risale al IV secolo e per la chiesa Madre di San Bernardino di Siena che risale al XVI secolo.

L’antica cittadina si contraddistingue per la presenza di case bianche con il selciato originario. Anche il borgo di Acerenza merita di essere visitato. Siamo in provincia di Potenza e qui risiede la comunità montana Alto Bradano. Questo piccolo borgo cittadino è una perla incastonata nel Parco regionale del Vulture.

Sempre in provincia di Potenza c’è anche il borgo di Guardia Perticara. Nei dintorni ci sono delle grotte basiliane e i ruderi dell’antica città di Turri. Ma senza dubbio questo luogo attira molti visitatori per la presenza di un bosco comunale di 500 ettari, dove è possibile fare trekking su itinerari davvero interessanti, alla scoperta di un paesaggio naturalistico incontaminato.

Infine, segnaliamo il Borgo di Venosa, famoso per essere il luogo di nascita del poeta latino Orazio. In questa piccola città ci sono numerosissime testimonianze archeologiche, che permettono di fare un vero e proprio salto nel tempo. Tutti i popoli che vi sono passati hanno lasciato il loro segno dai Sanniti ai Romani dai Normanni agli Angioini.

Impostazioni privacy