Assegno unico per figli e ISEE non ancora pronto, data ufficiale per inviare la domanda e non perdere i soldi

Che cosa sappiamo rispetto all’assegno unico per i figli? Ecco qual è la data ufficiale per presentare domanda e quali sono i particolari di cui tenere conto per ottenerlo.

Partiamo dal presupposto che dal mese di marzo tutte le famiglie che hanno ottenuto l’accredito per quello che ha riguardato l’assegno unico e universale per i figli a carico dovranno presentare una nuova domanda per potere sperare di accedere a questa prestazione. Tra di loro anche i nuclei familiari per cui nel 2023 c’è stata la sospensione del reddito di cittadinanza.

Assegno unico per i figli, quali sono i requisiti per ottenerlo
Assegno unico per i figli: quando inviare la domanda e quali sono i requisiti necessari per ottenerlo – ecodibasilicata.it

“Per garantire l’erogazione dell’assegno con continuità già dalla mensilità di marzo, la richiesta potrà essere trasmessa sin da subito. In ogni caso, la domanda può essere presentata entro il termine del 30 giugno 2024, senza perdere gli arretrati”, queste sono le parole che si leggono nella nota Inps. E ancora:Al fine di garantire una puntuale erogazione degli importi, è necessario controllare l’esattezza del codice IBAN del conto corrente o della carta prepagata, che dovrà essere intestato/cointestato al richiedente la prestazione“. 

Ma entriamo nel dettaglio. La cosa importante da tenere a mente è che nel corso del 2023 questa prestazione ha interessato circa 5,59 milioni di famiglie, per un totale di 8,89 milioni di figli a carico. Ad oggi, per via anche dell’inflazione, il Governo ha deciso di fare dei cambiamenti sull’importo che variano a seconda dell’Isee presentato, da un minimo di 54 euro al mese al massimo di 189,2 euro per ogni figlio.

Assegno unico per i figli, quali sono le scadenze da rispettare

Una volta capito di che cosa stiamo parlando e che cosa sta per cambiare per il 2024, ciò che bisogna tenere a mente è che dalla fine del 2022 l’Inps ha deciso che la regola base per la domanda dell’assegno doveva essere presentata ogni anno. Infatti, dal 2023 il rinnovo è automatico, ma per ogni famiglia resta l’obbligo di rinnovare l’Isee e comunicare le eventuali variazioni che possono incidere sull’importo.

Assegno unico e universale, quando inviare la domanda per avere i soldi
Entro quando presentare domanda per avere l’assegno unico per i figli? – ecodibasilicata.it

Nel caso in cui per il 2024 non si dovesse procedere con l’aggiornamento dell’Indicatore si potrebbe andare incontro ad un cambiamento dell’importo dell’assegno unico universale che si ridurrebbe al minimo. Ovviamente per richiedere l’Isee 2024 si ha tempo fino al 29 febbraio 2024, altrimenti da marzo si subirà il taglio.

Ma non è finita qua, una data da tenere a mente è anche quella del prossimo 30 giugno 2024, termine entro cui si deve effettuare il ricalcolo per il pagamento degli arretrati. L’Inps fa sapere che: “Per chi effettua il rinnovo dell’Isee dopo luglio, l’importo viene ricalcolato a decorrere dalle mensilità successive, senza effetti retroattivi”.

Impostazioni privacy