Assegno unico: cambiano le maggiorazioni nel 2024, le ultime novità

Cambiano le maggiorazioni nel 2024 per quanto riguarda l’assegno unico. Spuntano tutte quelle che sono le novità per tutti i cittadini. 

Le prestazioni sociali in Italia stanno vivendo un’ulteriore evoluzione con l’annuncio delle previsioni per la rivalutazione dell’Assegno Unico Universale (AUU) nel 2024. Il recente Decreto del Ministero dell’Economia e del Lavoro, datato 20 novembre 2023, ha fissato una percentuale provvisoria del 5,4% per il calcolo della perequazione delle pensioni.

Assegno Unico cambiano maggiorazione
Sono in arrivo tantissime grandissime novità per quanto riguarda l’Assegno Unico 2024 – (Credits: Ansa Foto) (ecodibasilicata.it)

Questo valore è basato sulla variazione dell’indice dei prezzi al consumo per le famiglie di operai ed impiegati, come rilevato dall’Istat. La novità è destinata ad avere un impatto significativo sull’importo dell’Assegno Unico, sia nella sua somma base mensile che nelle maggiorazioni correlate, così come nelle soglie Isee.

Secondo il decreto legislativo del 29 dicembre 2021 numero 230, che istituisce l’Assegno Unico e Universale per i figli a carico, la somma base per ciascun figlio minorenne o con disabilità è attualmente fissata a 175 euro mensili. Questo importo è concesso integralmente per un Isee pari o inferiore a 15.000 euro, riducendosi gradualmente per livelli di Isee superiori. Andiamo a vedere le rivalutazioni come cambiano a partire dal prossimo anno.

Assegno Unico, come cambiano le rivalutazioni: tutte le novità a partire dal 2024

La rivalutazione annuale dell’Assegno Unico è disciplinata dal comma 11 dell’articolo 4 del suddetto decreto. La recente rivalutazione per il 2023, applicata in base all’indice del costo della vita, ha portato ad un aumento dell’8,1%. Ad esempio l’importo massimo dell’AUU per i figli minori e disabili è passato da 175 a 189,20 euro mensili per i nuclei con Isee pari o inferiore a 16.215 euro.

Assegno Unico cambiano maggiorazione
Come cambiano le maggiorazioni a partire dal prossimo anno (Credits: Ansa Foto) (ecodibasilicata.it)

La variazione prevista per il 2024, sebbene provvisoria, si attesta al 5,4%. Allo stesso tempo è importante sottolineare che anche questo dato è soggetto ad adeguamenti successivi in base alle variazioni dell’indice dei prezzi al consumo nei mesi di ottobre, novembre e dicembre 2023.

Ipotizzando la continuità di questa percentuale, si prevede che i valori dell’AUU nel 2024 siano i seguenti:

  • Per i figli minori e disabili: 199,40 euro mensili per nuclei con Isee pari o inferiore a 17.090 euro; importo minimo di 57,02 euro mensili per Isee superiore a 45.575 euro.
  • Per i figli maggiorenni a carico: 96,90 euro mensili per nuclei con Isee pari o inferiore a 17.090 euro; importo minimo di 28,50 euro mensili per Isee superiore a 45.575 euro.

Ovviamente questi calcoli sono solamente una previsione provvisoria e che i dati definitivi saranno disponibili solamente a partire dal 2024. La rivalutazione dell’Assegno Unico nel 2024 seguirà la normativa vigente, tenendo conto delle variazioni dell’indice del costo della vita e continuando a garantire un sostegno alle famiglie italiane in base alle loro condizioni economiche.

Impostazioni privacy