Arrivano le caldaie a biomassa: l’alternativa ai classici termosifoni per risparmiare notevolmente

Le caldaie a biomassa sono l’ultima frontiera in fatto di sistemi di riscaldamento efficaci ed economici: ecco quali sono costi e vantaggi.

Negli ultimi anni l’evoluzione dei sistemi di riscaldamento è stata forte e significativa. I motivi sono molteplici. Innanzitutto è aumentata la consapevolezza dell’impatto ambientale di alcuni sistemi di riscaldamento e dell’utilizzo dei combustibili fossili, quindi si è cercato di individuare altre fonti energetiche altrettanto efficienti ma meno inquinanti.

caldaia biomassa vantaggi
La biomassa è tra le energie rinnovabili più economiche (ecodibasilicata.it)

In secondo luogo è stato anche necessario investire su fonti energetiche alternative e più economiche rispetto a quello che sono state utilizzate finora e il cui prezzo, come abbiamo imparato letteralmente a nostre spese, è influenzato dalla situazione geopolitica del momento.

L’evoluzione tecnologica nell’ambito dei sistemi di riscaldamento ha quindi condotto alla nascita di vari nuovi tipi di caldaie, da quella a condensazione a quella a pompa di calore fino ad arrivare alla nuova caldaia a biomassa.

Come funziona e perché conviene la caldaia a biomassa?

Una caldaia funziona, più o meno, sempre alla stessa maniera. Si tratta infatti di un apparecchio che brucia combustibile per ricavarne energia termica da utilizzare per scaldare l’acqua che passa attraverso un impianto idraulico ad esso collegato.

caldaia biomassa vantaggi
La caldaia a biomassa funziona come una stufa a pellet – (ecodibasilicata.it)

Quello che cambia è l’efficienza della caldaia (quella a condensazione è in grado di sfruttare anche il calore contenuto nel vapore acqueo prodotto dalla combustione, permettendo di fatto di produrre più calore con la stessa quantità di combustibile) e ovviamente il tipo di alimentazione di cui la caldaia ha bisogno.

Per biomassa si intende un combustibile biologico a base di legno che può essere utilizzato per alimentare determinati tipi di impianti come le stufe a pellet. Questo significa che, esattamente come una stufa, un caldaia a biomassa brucia pellet o legna, quindi deve essere periodicamente e costantemente rifornita di combustibile. Oltre a questo è necessario avere a disposizione molto spazio per stoccare le scorte allo scopo di non dover andare periodicamente a comprarne con il rischio di rimanere senza.

Tra gli indubbi vantaggi di questo tipo di caldaie c’è il fatto che, se questa caldaia è in grado di alimentare sia il sistema di riscaldamento sia la produzione di acqua calda per la casa, non si avrà più bisogno di attivare una fornitura di gas e si risparmieranno anche i costi fissi come le accise e i costi di manutenzione che sono compresi in bolletta e assolutamente inevitabili.

Inoltre è sempre possibile abbinare alla caldaia a condensazione un impianto fotovoltaico, riducendo in questo modo la necessità di rifornire la caldaia durante il giorno perché sarà il sistema fotovoltaico, a supportare il fabbisogno energetico della casa in quel periodo.

Impostazioni privacy