Allarme arsenico nelle acque minerali in Italia: tutti i marchi famosi coinvolti

La sicurezza, a tavola e nel quotidiano, è di quanto più prezioso possa esserci. Torna l’incubo acqua minerale tossica. Le ultime.

Di recente, il consumatore, cittadino, utente, prendendo in considerazione davvero ogni ambito specifico, ha potuto constatare quanto può essere difficile avere la certezza che i cibi che in genere si acquistano al supermercato o al negozio di fiducia, siano, di fatto sicuri.

Test acqua
Presenza arsenico acqua (ecodibasilicata.it)

Troppe le situazioni anomale degli ultimi anni, troppi gli scandali, davvero innumerevoli i ritiri per qualsiasi tipologia di prodotti disposti dai ministeri competenti. Oggi, la situazione non è di certo cambiata. Negli ultimi tempi, uno specifico discorso, l’evoluzione di una chiara netta situazione sta man mano entrando, strisciando, nel quotidiano dei cittadini.

In particolare, il riferimento è all’acqua minerale potenzialmente contaminata. In passato numerosi sono stati cibi, cosi come anticipato, coinvolti in simili situazioni. Prodotti congelati, cioccolato, merendine di ogni tipo. Oggi tocca all’acqua, purtroppo, con una situazione che in Italia, non è certo delle migliori in assoluto.

Allarme arsenico nelle acque minerali in Italia: cosa sta succedendo di tanto grave

Il rischio in questione, l’ultimo in qualche modo emerso da studi e riflessioni più che mai recenti, riguarda la presenza di arsenico nell’acqua che abitualmente i cittadini bevono. Semimetallo, l’elemento citato, presente in modo molto importante nelle acque sotterranee considerando il rilascio di minerali del suolo. L’uomo, lo assume, per l’appunto, da cibo e acqua.

Pericolo contaminazione
Nel Lazio livelli sopra la media (ecodibasilicata.it)

Nel nostro paese i livelli di arsenico nelle acque potabili è, di fatto, è controllato e tenuto entro certi livelli considerati non rischiosi per la salute dell’uomo. Di recente, però, in alcuni comuni del Lazio, Bagnoregio, Civitella di Avigliano, Fabrica di Roma, Farnese, Ronciglione e Tuscania, sono stati rilevati livelli poco sicuri di arsenico nelle acque. Il tutto, prontamente segnalato dalla Commissione Europea all’Italia.

Nel nostro paese, inoltre, il limite consentito di arsenico, per esempio nell’acqua, è stato di recente abbassato a 10 μg/l. Di seguito i valori di alcuni specifici prodotti, acque minerali, in quanto alla presenza stessa di arsenico. Gli stessi valori sono espressi in MG/L.

  • Gaudianello 0.619
  • Leggera 4.650
  • Lilia 1.900
  • Ferrarelle 6.810
  • Lete 0.759
  • Fiuggi 1.850
  • Boario 0.056
  • Levissima 6.200
  • Vitasnella 0.117
  • Gaia 0.248
  • Sangemini 0.204
  • Recoaro 0.054
  • San Benedetto 0.468
  • Vera 1.410

La situazione, insomma, in molti casi sembra essere davvero al limite. Il Ministero della salute, in ogni caso monitora più che mai da vicino la situazione alla ricerca di eventuali anomalie. I rischi, insomma, sono più che mai concreti ma bisogna considerare comunque numerosi aspetti. La salute dei cittadini, al di la di tutto, è chiaramente considerata sempre al primo posto tra le condizioni assolutamente necessarie.

Impostazioni privacy