1600 euro di pensione. E prima degli altri

Nel 2024 si può ottenere la pensione anticipata con un trattamento da almeno 1.600 euro: ecco come raggiungere l’importo.

In pensione subito, già a sessantaquattro anni, e con un assegno da 1.600 euro al mese. Rispettando i requisiti specifici di una misura previdenziale per l’uscita anticipata, i lavoratori possono godere di un assegno pensionistico di tutto rispetto e prima di tanti altri che invece dovranno aspettare i sessantasette anni. Per capire in che modo raggiungere il traguardo bisogna prima di tutto ricapitolare le regole che permettono la pensione anticipata contributiva nel 2024.

Pensione anticipata 2024 a 64 anni con 1.600 euro al mese
Soldi dall’INPS: fino a 1.600 euro prima di tutti – ecodibasilicata.it

Per l’anno in corso i requisiti generali sono gli stessi del 2023: occorrono almeno vent’anni di contributi e sessantaquattro anni di età. Inoltre è possibile approfittare della possibilità solo nel caso in cui il primo accredito di contributi, a qualsiasi titolo, sia successivo al 31 dicembre 1995.

Fino allo scorso anno per essere percepita una pensione doveva rispettare il limite economico pari o superiore a 2,8 volte l’assegno sociale. E visto che nel 2023 l’assegno sociale era pari a 503,27 euro, il rateo minimo alla data della liquidazione per poter ottenere la pensione anticipata a sessantaquattro anni era pari a circa 1.410 euro al mese.

Le cose cambiano nel 2024 dato che le nuove misure impongono quasi sempre che si arrivi a tre volte l’assegno sociale. E questo significa che la pensione minima alla data della liquidazione del primo rateo non possa essere inferiore a circa 1.603 euro al mese. Con meno di questa cifra, niente pensione anticipata.

Questioni di soglia: come avere la pensione anticipata a 1.600 euro al mese

La soglia della prestazione almeno pari a tre volte l’assegno sociale è un parametro fondamentale per l’accesso alla pensione anticipata. In pratica, per accedere alla pensione anticipata, è necessario non solo rispettare i requisti anagrafici e contributivi (sessantaquattro anni e vent’anni di contribuzione effettiva, come già detto). Bisogna anche che l’importo della prima rata di pensione (detto importo soglia) debba essere almeno tre volte l’assegno sociale in vigore.

Soldi dall'INPS già a sessantaquattro anni
Pensione da 1.600 euro dall’INPS (Foto: Ansa) – ecodibasilicata.it

E questo dato corrisponde precisamente a 1.603,23 euro lordi al mese. Per le donne senza figli, l’importo soglia si riduce a 2,8 volte l’assegno sociale. Per una somma finale di 1.496 euro circa. Poi, per le donne con un solo figlio, l’importo soglia è 2,6 volte l’assegno sociale (1.389,46 euro).

Per poter arrivare a una pensione anticipata a sessantaquattro anni con 1.600 euro al mese conta il montante contributivo versato. E per garantirsi un trattamento così alto occorre un montante di poco superiore a 400.000 euro. Chi può ottenerlo? Per esempio i lavoratori iscritti all’FPLD, ovvero il Fondo Pensioni Lavoratori Dipendenti, che godono di un’aliquota contributiva del 33%.

Impostazioni privacy