Lagonegro, Giovanni Santarsenio: “Siamo disponibili e costruttivi sul Palazzetto dello Sport, ma notiamo chiusura netta dalla Maggioranza e dalla sindaca”

E’ sempre più articolato il confronto politico-amministrativo  sulla realizzazione del Palazzetto dello Sport di Lagonegro.  Ecco quanto ha dichiarato il capogruppo di ‘Lagonegro bene comune’ Giovanni Santarsenio.

“Nei giorni scorsi, nella biblioteca comunale si è tenuta una riunione avente per oggetto i lavori di costruzione del nuovo palazzetto dello sport a Lagonegro.

La riunione è stata infruttuosa e non si è raccolto l’invito ad un armistizio politico sul tema, di conseguenza la preoccupazione su un epilogo drammatico per Lagonegro sulla vicenda è sempre più forte.

Si è trattato di una sorta di riunione di maggioranza allargata: dei 9 componenti la maggioranza erano assenti solo Palermo e Fucci, oltre ai quali erano presenti il R.U.P., la Direzione Lavori, il collaudatore, l’impresa ed io.

Il clima era già quello delle aule di giustizia nel quale si leggevano stralci del capitolato d’appalto, Delibere di Giunta e cosa più allarmante, della PEC inviata dall’impresa lo scorso lunedì che fa riferimento esplicito alla risoluzione contrattuale assegnando un termine di pochi giorni al Comune di Lagonegro.

Ho toccato con mano che negli scorsi mesi si è prodotta una mole di corrispondenza fra i 3 attori principali della vicenda (Impresa appaltatrice, Comune di Lagonegro e Direzione Lavori) da riempire diversi faldoni, la mia percezione è stata che abbiano lavorato più le stampanti degli uffici che le carriole nel cantiere!!!

Affido pedissequamente a questo comunicato le stesse considerazioni che ieri ho affermato durante la riunione:

  • bisogna riprendere i lavori: il cantiere fermo alle fondamenta è la misura di quanto sia grave la situazione;
  • evitare il contenzioso, la conclusione del quale verosimilmente arriverebbe fra diversi anni, condannando Lagonegro a ritrovarsi con una nuova opera incompiuta;
  • garantire la salvaguardia del finanziamento della Regione Basilicata, la scadenza è imminente e si deve agire rapidamente;
  • all’interno del quadro normativo redigere e concludere la perizia di variante oggetto della DGC n.46 del 27.04.2021.

Con sincerità e lealtà ho detto a Sindaca e maggioranza di determinarsi sulla questione del Palazzetto dello Sport anche in relazione alla loro idea di ristrutturazione dell’Ospedale di Lagonegro, rispetto alla quale io resto convintamente e profondamente contrario, devono interrogarsi “sulla credibilità politica che può avere la demolizione e ricostruzione dell’Ospedale dopo che alla demolizione del vecchio palazzetto non si è completata la costruzione del nuovo”.

Ritengo che ci sia ancora margine per una conclusione positiva della vicenda, il mio contributo è stato quello riportato sopra, spero che l’Amministrazione Comunale di Lagonegro ne faccia tesoro”.