Gli studenti manifestano a Lagonegro rabbia e delusione

I continui tagli all’istruzione, il pericolo della presenza dei privati negli organismi decisionali degli istituti scolastici soo stati alcuni dei temi sollevati dai ragazzi del lagonegrese che si sono dati appuntamento a Lagonegro per esternare le proprie preoccupazioni. Parole dure e decise si sono registrate anche verso gli insegnanti che non stanno aiutando gli studenti nell’affermazione del principio di una scuola pubblica e di qualità.
Gli organizzatori della manifestazione svoltasi il 12 ottobre (in concomitanza con altre iniziative avvenute in tutt’Italia) nel mostrare coraggio e straordinarie idealità hanno fotograto una situazione all’interno delle scuole davvero imbarazzante: carenze di ogni tipo, strutture fatiscenti e ad evidente rischio sismico, laboratori inesistenti.

La manifestazione in piazza

Le interviste

Lascia un commento

*