BASILICATA Flash Feed Scroll Reader
CALABRIA Flash Feed Scroll Reader
CAMPANIA Flash Feed Scroll Reader
Lug 072018
 

Domenica, 8 luglio 2018, protagonista del Pollino saranno gli appassionati di running a partecipare
alla disputa del trofeo dei “briganti del Pollino” in agro di San Severino Lucano, giunto alla sua
tredicesima edizione”, due settimane fa sono stati gli amanti delle biciclette a percorrere le strade di
Terranova di Pollino per la diciottesima edizione della marathon del Pollino, a metà giugno il
triathlon diga di Montecotugno, ancora prima a Chiaromonte si è corso per il trofeo “Correre
Pollino”, queste iniziative unite alle attività di natura sportivo-ambientale dice il vicepresidente del
Parco Nazionale del Pollino Franco Fiore, hanno una valenza non di poco conto nel nostro
territorio, questi appuntamenti annuali, infatti sono il richiamo per molti turisti e visitatori nei nostri
paesi e vanno ad aggiungersi alle attività che si svolgono invece periodicamente. Sport e ambiente,
continua Fiore, rappresentano un binomio indissolubile per il nostro benessere, ma lo sport
rappresenta un modo attivo per poter vivere al meglio la natura ed immergersi nelle sua bellezza. Il
contatto con l’ambiente permette inoltre lo sviluppo di una coscienza ambientale matura grazie ad
una interazione costruttiva con la natura. Il nostro è un ambiente che ben si presta ad essere palestra
naturale per cui ringraziando chi organizza ogni anno questi appuntamenti auspichiamo che possano
crescere e aumentare tanto come veicolo promozionale del Parco del Pollino quanto per migliorare
la qualità della vita delle nostre popolazioni locali.
IL VICEPRESIDENTE
FRANCO FIORE

Lug 072018
 

Domenica 8 luglio, a Nemoli la mountain bike sarà la vera protagonista di una nuova edizione della Mtb Race del Monte Sirino, l’evento di rilievo nel territorio del Parco Nazionale dell’Appennino Lucano – Val d’Agri Lagonegrese. Il comitato organizzatore della Sirino Bike Team è impegnato nella definizione degli ultimi dettagli per garantire il sicuro successo della manifestazione. La gara regina è la marathon di 60 chilometri con 1800 metri di dislivello: la salita più impegnativa di 20 chilometri terminerà a Lago Laudemio a 1525 metri sul livello del mare, la ferrovia dismessa ex calabro lucana e l’arrivo sulle sponde del Lago Sirino faranno da cornice a un evento ricco di sport, natura e divertimento. In alternativa al percorso marathon si potrà pedalare con l’escursionistico di 25 chilometri. Per la seconda volta nella propria storia, la manifestazione assegnerà i titoli regionali FCI Basilicata per la specialità marathon. Per tutti i partecipanti il ritrovo è fissato alle 7:30 a Nemoli (Lago Sirino) con partenza alle 9:30.

ESORDIENTI/ALLIEVI – Sabato 7 e domenica 8 luglio la valle delle Terme di Comano indosserà ancora una volta l’elegante veste tricolore e, per il terzo anno consecutivo, ospiterà i Campionati Italiani Esordienti e Allievi con il comitato organizzatore guidato dalla Società Ciclistica Grafiche Zorzi Storo e dall’Apt Terme di Comano – Dolomiti di Brenta. In questo fine settimana saranno impegnati 747 giovani corridori dai 13 ai 16 anni che si giocheranno le sei maglie tricolori in palio, tre al femminile (assegnate nella giornata di sabato 7 luglio) e altrettante al maschile (domenica 8 luglio). La rappresentativa regionale FCI Basilicata, sotto la direzione tecnica di Nicola Summa, sarà composta da Rosario Giampietro (Loco Bikers) e Gabriel Mileo (Team Bykers Viggiano) tra gli esordienti primo anno, Biagio Di Lascio (Cicloteam Valnoce) tra gli esordienti secondo anno, Denise Falabella (Cicloteam Valnoce) tra le donne esordienti, Antonio Pietro Aliano (Cicloteam Laerte Matera Sassi), Alessandro Falabella (Cicloteam Valnoce) e Celestino Tortorella (Cicloteam Valnoce) tra gli allievi.

GIOVANISSIMI – Sarconi cuore pulsante della mountain bike giovanile domenica 8 luglio: baby bikers dai 7 ai 12 anni chiamati a raccolta per disputare la prima edizione del Trofeo Città del Fagiolo su un percorso in parte sterrato e pianeggiante, in parte su asfalto, lunghezza 600 metri. In cabina di regia il Team Bykers Viggiano in collaborazione con la proloco di Sarconi, ritrovo alle 8:00 in Piazza Aldo Moro e inizio delle gare alle 10:00.

GIOVANISSIMI – Ad Andalo, in Trentino, si è disputato il Meeting Nazionale de Giovanissimi con Matera che nel 2019 raccoglierà il testimone della massima rassegna nazionale giovanile under 13 che sarà organizzata dalla Re-Cycling Bernalda e dal Cicloteam Laerte Matera Sassi. Un bel banco di prova e una vetrina rilevante per i baby atleti lucani in rappresentanza delle formazioni Motostaffette Potenza, Cicloteam Valnoce e Cicloteam Laerte Matera Sassi. Due sono stati i risultati di rilievo per i baby corridori lucani: protagonista il G6 Fabrizio Laino (Cicloteam Valnoce) che ha conquistato due primati nella strada e nella mountain bike. Due le top dieci ottenute da Giuseppe Manicone (Cicloteam Laerte Matera Sassi) nono nella G1 su strada e Giuseppe Rotondaro (Cicloteam Valnoce) settimo nella G1 su strada. Da parte della delegazione regionale FCI Basilicata, nella persona di Carmine Acquasanta, il plauso alle società e ai ragazzi in questa importante vetrina nazionale che ha messo in evidenza le potenzialità del movimento giovanile lucano in tutte le discipline del ciclismo.

Lug 012018
 

A Terranova di Pollino si sono presentati in tanti per la 18°edizione della Pollino Marathon. Anche quest’anno i numeri hanno dato ragione ad una manifestazione ben organizzata nei dettagli dal GS Pollino Bike.

Il Pollino ha messo a dura prova i 400 bikers che, nonostante il fango e le tante salite, hanno onorato al meglio la competizione regina del circuito Trofeo dei Parchi Naturali e del fuoristrada lucano alla presenza di Carmine Acquasanta (delegato regionale FCI Basilicata) e di Rossella Di Girolamo (vice sindaco di Terranova di Pollino).

Primato assoluto nella marathon di 65 chilometri per Marco D’Agostino (Carbonhubo Cmq – 1°under 23) davanti a Vittorio Oliva (Carbonhubo Cmq – 1°élite), Andrea Privitera (Team Jonica Megamo – 2°under 23), Alessio Mirabile (Special Bikers Team – 3°under 23), Marco Ioppolo (Team Jonica Megamo – 2°élite), Felice Marotta (Team Giuseppe Bike – 1°master 1), Antonio Matrisciano (Team Giuseppe Bike – 1°master 4), Francesco Mignolli (Bike&Sport Team – 1°élite sport), Domenico Vicari (Team Lombardo Bike – 4°under 23), Gabriele Nigro (Bike&Sport Team – 5°under 23), Marco Valicenti (Carbonhubo Cmq – 3°élite), Andrea Bleve (Team Aurispa – 1°master 2), Sebastiano Leotta (Mtb Components Frm Team – 1°master 3), Nicola Cifarelli (Sirino Bike Team – 1°master 5), Emilio Radesca (Bike in Tour Vallo di Diano – 1°master 6), Gino Marcantonio (Cicloamatori Fondi – 1°master 7) e Antonella Capone (Cyclon-Store.it – 1°master donna 2).

Protagonista in positivo della granfondo di 45 chilometri Vincenzo Saitta (Special Bikers Team – 1°juniores) che ha avuto la meglio su Antonio Vigoroso (Asd Marco Montoli – 1°élite sport), Massimiliano D’Angelo (Special Bikers Team – 1°master 3), Cosimo Francesco Quarta (Asd Tre Cycling – 1°master 2), Erasmo Sforza (Orme Bikextreme – 2°juniores), Matteo Salatino (Asd Mtb Sila – 1°master junior), Francesco Alfano (Policoro Bike – 1°master 4), Girolamo Vitale (Sirino Bike Team – 1°master 5), Pasquale Marino (Heraclea Bike Marino Bici – 1°master 6), Armando Di Meo (Iap’ca Iap’ca Filignano – 1°master 7), Isabella Salomone (Asd Basileus – 1°master donna 1), Tiziana Liguori (Extreme Bike – 1°master donna 2), Salvatore Tarantino (Scuola di Ciclismo Vincenzo Nibali Tugliese Salentino – 3°juniores), Simone Tarantini (Salis Bike – 4°juniores), Simone Adinolfi (Loco Bikers – 5°juniores), Giuseppe D’Amico (Salis Bike – 6°juniores) e Graziano Forlenza (Bike&Sport Team – 7°juniores).

Classifiche complete su Mtbonline al link

https://www.mtbonline.it/Risultato/1377/0/

Mag 012018
 

A Viggiano è tempo di Trofeo Xco Mtb delle Due Pinete: passione per il ciclismo fuoristrada e la tradizione sportiva saranno il mix della quarta edizione a a cura del Team Bykers Viggiano per la validità di prima prova del Trofeo dei Tre Mari mtb.

Martedì 1°Maggio si gareggia su un percorso di 3,7 chilometri da ripetere più volte in base alle categorie e all’età dei partecipanti. Esso si snoda tra due pinete di cui una abbastanza tecnica caratterizzata dall’alternarsi di single track per poi affrontare un breve segmento di strada cittadina per raggiungere l’altra pineta con tratti tecnici e veloci. Solo la partenza e l’arrivo presentano l’asfalto.

Il programma della giornata prevede il ritrovo alle 8:00 presso Caffè Viggiano in Piazza del Plebiscito, la prima partenza alle 10:00 per le categorie esordienti e allievi, alle 11:00 le categorie agonistiche (juniores, under 23 ed élite) e master. La quota di iscrizione è di 15 euro solo per gli atleti delle categorie master e non si accetteranno iscrizioni il giorno della gara. Per tutti i partecipanti il pasta party post gara e le premiazioni dei primi tre di ogni categoria.

Dic 192017
 

Sono aperte le iscrizioni alla sesta edizione della versione natalizia del Trofeo Città di Latronico, manifestazione sportiva nata nel 2012 e ormai appuntamento fisso delle estati e degli inverni della cittadina termale.

Nell’edizione natalizia di quest’anno si terranno, presso la palestra comunale in via S. D’Acquisto, i tornei di volley e ping pong. Grande novità è l’introduzione della formula “dal tramonto all’alba”: il torneo di volley si svolgerà di fatti dalle ore 17:00 del 27.12.2017 alle 07:00 del 28.12.2017. Tale cambio di formula consentirà più ampia partecipazione e darà risalto alla resistenza, oltre alla bravura, degli sportivi che vi parteciperanno.

“Credo che una manifestazione di questo tipo – commenta il Vicesindaco Vincenzo Castellano – stia dimostrando la la sua importanza e unicità nel panorama sportivo e giovanile. Con i cambi che abbiamo apportato quest’anno abbiamo voluto ravvivare e rinnovare la manifestazione mantenendo lo spirito di sfida, sportività e sano agonismo nell’ottica della promozione di Latronico”.

La manifestazione, inoltre, si avvarrà di nuovi sponsor tecnici e di un partner istituzionale di primo livello (l’organizzazione Susan G. Komen) con il quale è stato stabilito un sodalizio per la raccolta fondi in favore della lotta ai tumori al seno.

“Abbiamo voluto aggiungere un fine benefico alla manifestazione – ha aggiunto il Vicesindaco – attraverso la collaborazione con l’organizzazione Susan G. Komen, con l’intento di raccogliere fondi in favore di chi si batte per la lotta ai tumori al seno”.

Le iscrizioni chiudono il 26.12.2017 ed è possibile richiedere info all’email trofeolatronico@gmail.com

B 06

B 07

Apr 222017
 

Torna il “Beach Cross” a Tortora. Il prossimo 29 e 30 aprile, le spiagge tortoresi ospiteranno la manifestazione sportiva.
L’evento è stato organizzato dal Moto Club “Gli amici di Praia a Mare” con il patrocinio dell’Amministrazione Comunale, Assessorato allo Sport.
“Siamo lieti di accogliere questa iniziativa – ha sottolineato l’assessore allo sport Biagio Praino – perché crediamo come Amministrazione Comunale, che sia importante far rivivere un evento sportivo che per anni ha caratterizzato la nostra costa, con il “Supermarecross”. Siamo arrivati già al terzo anno e l’anno scorso è stato un grande successo”.
L’evento avrà inizio sabato 29 aprile, con l’incontro con i partecipanti. Domenica, si terrà la terza Prova del Campionato Nazionale di Beach Cross – Primo Memorial Renzo Cetraro. Alle ore 8.00 si apriranno le iscrizioni in Piazza Stella Maris. Dalle ore 9.00, il via alle prove libere e a seguire le prove di qualificazione, batteria finale e la finalissima Supercampioni.
Nel pomeriggio ci sarà la premiazione dei primi cinque classificati delle 11 categorie in gara. Tanti gli stand che occuperanno la strada e il lungomare di Tortora.
“Per il primo anno – ha spiegato il presidente del Motoclub Pasquale Lagatta – abbiamo deciso di dedicare la manifestazione a Renzo Cetraro, un giovane che faceva parte del nostro club e che è tragicamente scomparso quest’anno. Vogliamo ricordarlo attraverso qualcosa che amava”.

PicsArt_04-14-04.52.31

Apr 152017
 

Toscana tre volte sul tetto d’Italia, un acuto del Lazio
I titoli Juniores, Giovanissimi e femminile vanno ai toscani, Giovanissimi al Lazio
Trento.Si abbassa il sipario sulla 56^ edizione del Torneo delle Regioni di calcio a undici in Trentino #tdr2017, la manifestazione che coinvolge tutti i calciatori e calciatrici dell’Italia dilettantistica dai 14 ai 23 anni. La Toscana centra uno storico tris conquistando i titoli nelle categorie Juniores, Giovanissimi e Femminile. Il Lazio si prende il titolo Allievi. Le finali Juniores e Femminile sono andate in scena nella bella cornice di pubblico presente allo Stadio Briamasco di Trento. Caloroso anche il tifo a Borgo Valsugana dopo si sono giocate le finali Giovanissimi e Allievi.

Hanno premiato le otto squadre finaliste il Presidente della Lega Nazionale Dilettanti Cosimo Sibilia, il numero uno del CPA Trento Ettore Pellizzari, i Vice Presidente LND Area Nord e Centro Flavio Zanon e Fabio Bresci, il Consigliere Federale Karl Rungger, Il Segretario LND Massimo Ciaccolini, il Segretario Dipartimento Calcio Femminile Patrizia Cottini. Presenti il Presidente del CR Toscana e del CPA Bolzano Paolo Mangini e Paul Georg Tappeneir. A visionare i giocatori per tutto il torneo i selezionatori delle Rappresentative Nazionali Serie D, LND U17 e U18 Augusto Gentilini, Fausto Silipo e Francesco Statuto.

Cosimo Sibilia ha premiato tutte le categorie:” Con orgoglio ho vissuto il mio primo Torneo delle Regioni nella veste di Presidente di un movimento dinamico e vivace come quello della Lega Nazionale Dilettanti. Abbiamo festeggiato il futuro del calcio LND nel migliore dei modi grazie ad una macchina organizzativa che ha funzionato a pieno regime. Merito del CPA Trento e di tutte le istituzioni e persone che hanno dato il loro contributo per la buona riuscita di un evento unico in Italia”.

La Juniores Toscana conquista il titolo per la seconda volta consecutiva e ribadisce il proprio dominio nella categoria davanti a un Lazio che non ha affatto demeritato. I ragazzi di Uberto Gatti hanno vinto per 2-1 al termine di una partita ricca di emozioni. La sfida si decide fin dai primi minuti, al 9’ Trippa, fino alla finale uno dei più decisivi, si fa parare un rigore che avrebbe potuto cambiare l’inerzia della gara. Non sbaglia la Toscana con Khtella che al 40’ porta avanti i suoi. Al 18’st altro rigore per la squadra di Ippoliti, stavolta è Fontana ad andare sul dischetto e pareggia i conti. Il caldo e le sette partite in sei giorni si fanno sentire sulle gambe dei ragazzi. La partita procede a singhiozzo ed 28’st un altro episodio decide la gara. La Toscana al 28’st si procura un rigore che Khtella trasforma con freddezza. L’attaccante della Sinalunghese segna la sua quarta rete nel torneo, la più importante, quella che assegna il titolo alla Toscana.

Lazio allievi campione d’Italia! Questo il verdetto espresso dal campo di Borgo Valsugana, dove la formazione di Antonio Macidonio riscatta la sconfitta dello scorso anno e conquista la coppa battendo per 2-0 la Campania. I gol arrivano uno per tempo, entrambi al primo dei minuti di recupero. A metterla dentro capitan Menniti e Russo. La Campania comunque può consolarsi con un traguardo che mancava da tanti anni. Primo tempo quasi tutto di marca laziale con diverse occasioni capitate sui piedi di Ceccarini, De Marchis e Kone (traversa colpita da quest’ultimo su calcio di punizione). Anche la Campania riesce a produrre qualche situazione pericolosa, soprattutto con Nunziante, ma è la formazione di Macidonio a trovare il meritato vantaggio al 41’pt col suo capitano Menniti. Secondo tempo che inizia sulla falsa riga del primo, con Gazzaneo che cambia qualcosa negli undici per cercare di rendere più incisiva la sua squadra. Tuttavia non è semplice superare il muro eretto dalla retroguardia laziale, sempre molto attenta nel leggere le situazioni. La Campania tenta il tutto per tutto per acciuffare l’agognato pareggio ma neanche il cuore basta per buttarla dentro. Operazione che invece riesce nuovamente agli uomini di Macidonio e ancora nei minuti di recupero, questa volta a firma Nicolò Russo che chiude definitivamente i conti.

E’ la Toscana la vincitrice del Torneo delle Regioni 2017 categoria giovanissimi. La selezione guidata da Roberto Chiti, tornata in vetta alla categoria dopo il 2003, porta a casa la coppa battendo il Lazio 2 a 1 in una finale elettrizzante che ha vissuto i suoi momenti più emozionanti negli ultimi quattro minuti: Svidercoschi illude di portare i suoi ai supplementari al 35’st ma Bonifazi sigla il gol decisivo all’ultimo dei minuti di recupero. Match che era stato sbloccato nella prima frazione di gioco col penalty trasformato da Arigò (al terzo centro nella manifestazione). Grande delusione per il Lazio che vede sfumare il titolo alla seconda finale consecutiva.

La Toscana femminile riscrive la sua storia e torna ad alzare il trofeo dopo quello del 1996. Il CPA Bolzano per il secondo anno di fila si ferma proprio sul più bello. E’ Elisa Menchetti a segnare il gol vittoria al 34’st rompendo l’equilibrio di un match tirato. La giocatrice della Pistoiese si ripete dopo la rete decisiva segnata anche in semifinale.

Un successo le dirette streaming sulla pagina Fabebook ufficiale della Lega Nazionale Dilettanti facebook.com/LegaDilettanti e sul sito ufficiale del torneo torneodelleregioni.lnd.it che hanno raggiunto per le Finali e le Semifinali più di 600.000 persone in media in ogni match. Un crescendo rossiniano se pensiamo che le gare dei gironi avevano raggiunto in media 150.000 utenti e quelle dei Quarti 300.000.

RISULTATI

14 aprile – finali

JUNIORES

Lazio-Toscana 1-2

RETI: 40′ pt e 28′ st rig. Kthella (T), 17′ st rig. Fortuna (L)

LAZIO: Scognamiglio, Bencivenga, Caccia (31′ st Morini), Cerroni, Chiti, Grizzi, Mamarang (36′ st Massaini), Paglia (6′ st Fortuna), Sganga, Trippa, Vassallo. All. Marco Ippoliti

TOSCANA: Eletti, Amerighi (26′ st Marseglia), Botrini, Innocenti (34′ st Quarta), Kthella, Lari, Magelli, Marianelli, Migliorini, Seri, Vecchi (13′ st Bellini). All. Uberto Gatti

ARBITRO: Kovacevic di Arco-Riva (Scifo F. e Mouizina di Trento)

NOTE: spettatori 250 circa. Ammoniti Caccia (L), Trippa (L), Chiti (L), Innocenti (T), Magelli (T), Kthella (T), Marianella (T). Espulso Morini (L) al 38′ st per somma d’ammonizioni

Rigore fallito al 9’pt da Trippa (L) Angoli 3-2 Rec. 1’pt – 5’st

ALLIEVI

Lazio-Campania 2-0

RETI: Menniti 42’pt, Russo 44’st

LAZIO Calisse, Pecci, Ceccarini, Cerroni, Capogna, Angeli, De Marchis, Kone (29’st Micheli), Russo, Dioguardi (38’st Madonna), Menniti (34’st Moretti) PANCHINA Pancotto, Falanga, Follo, Mignanti, Signorello, Tesone ALLENATORE Macidonio

CAMPANIA Bisogno, Calabrese, Attanasio, Muccio, Nunziante (38’st Barricella), Ambrosio (23’st Marino), Iannuzzi, Palumbo, Esposito (1’st Filosa), Gravina, Petito (1’st Calone) PANCHINA Liguori, Russo, Tessitore, De Stefano, Domanico ALLENATORE Gazzaneo

ARBITRO Ismail di Rovereto

NOTE Ammoniti Menniti, Ceccarini Angoli 3-10 Rec. 2‘pt – 4‘st

GIOVANISSIMI

Toscana-Lazio 2-1

RETI: 13′ pt rig. Aricò (T), 37′ st Svidercoschi (L), 40′ st Bonifazi (T)

TOSCANA (3-5-2): Tortelli; Francalanci, Gabbrielli, Marconi; Carrara, Patti, Pecci (12′ st Borgognoni), Giannini, Sauro (31′ st Paolantoni); Arigò (7′ st Manfredi), Perlongo (17′ st Bonifazi). All. Roberto Chiti

LAZIO (4-3-1-2): Conte; Galardi (29′ st Bruschi), Macrì, Battistelli, Lombardo (7′ st Marino); Santi (31′ st Pansera), Canciani, Carbone (7′ st Pigliapoco); Consoli (26′ st Di Battista); Coccia (5′ st Svidercoschi), Morelli (21′ st Formiconi). All. Gianfranco Pesci

ARBITRO: Calvara di Trento (Capogrosso e Dean di Trento)

NOTE: ammonito: Galardi (L). Angoli: 3-1 per la Toscana. Recupero: 1’+7′

FEMMINILE

CPA Bolzano-Toscana 0-1

RETI: 34’ st Menchetti

CPA BOLZANO: Graus, Bielak, Gerstgrasser, Kerschdorfer (1’ st Reiner), Kiem, Kuenrath (9’ st Baldessari), Ladstätter, Maloku, Moser, Ranigler (35’ st Klotz), Schwienbacher (32’ pt Santin). All. Paola Leoni

TOSCANA: Sacchi, Aliaj, Ceccarelli, Cosi C., Gnisci (18’ st Monnecchi), Lotti, Mariani, Menchetti (38’ st Buratti), Pantani, Sidoni, Tamburini. All. Simone Maccari

Arbitro: Denise Perenzoni di Rovereto (assistenti Piras di Trento e Borz di Rovereto)

Note: spettatori 200 circa

Toscana Juniores Campione d'Italia al TDR
La Toscana squadra vincitrice

Lug 272016
 

A qualche giorno di distanza dalla partita persa dall’Italia contro la Germania, dopo la lunga serie di rigori che ha decretato il passaggio dei tedeschi al turno successivo e la fine del sogno azzurro di arrivare a giocarsi la finale dell’Europeo francese. Nella lotteria dei rigori ad avere la meglio sono stati i Campioni del Mondo in carica, una delle squadre più forti in circolazione e nettamente favorita nel pronostico pre gara. Ma quella che doveva essere una partita a senso unico è invece stata una sfida molto equilibrata, con due squadre che si sono affrontate con prudenza e pronte poi a farsi male nei rovesciamenti di fronte.
Dagli 11 metri uno degli errori fatali è stato quello di Simone Zaza, attaccante della Juventus e lucano doc, nato a Policoro 25 anni fa. Un giocatore che ha mosso i primi passi nel mondo calcistico proprio nella nostra regione, in una squadra di Bernalda per poi approdare all’Atalanta, nella quale ha completato la sua formazione ed è diventato professionista. Dopo aver cambiato alcune maglie di formazioni in Lega Pro, per lui la consacrazione è arrivata con la maglia del Sassuolo, con la quale ha messo a segno i suoi primi gol in Serie A. Una crescita importante, che ha portato proprio i campioni d’Italia a puntare su di lui e ha aggregarlo alla rosa di quest’anno.
In questi Europei Zaza non ha avuto un ruolo da protagonista, visto che l’attaccante titolare scelto da Antonio Conte è stato Graziano Pellé, salentino come il tecnico e anche lui protagonista in negativo della serie di rigori che hanno portato l’Italia all’eliminazione. Zaza, proprio come nella Juventus, ha svolto un ruolo da gregario di lusso, subentrando a partita in corso e aiutando la squadra nelle fasi più delicate delle partite. Anche contro la Germania Zaza non ha giocato da titolare e anzi era stato mandato in campo proprio negli ultimi secondi della gara proprio in vista dei rigori. Dunque il c.t. aveva riposto la proprio fiducia nell’attaccante lucano, che però è rimasto vittima della troppa emozione e ha fallito la trasformazione più importante della sua vita.
“Mi dispiace aver deluso gli italiani, ho sbagliato il rigore più importante della mia vita e lo porterò sempre con me. Ho tirato sempre così, ero convinto di poter far gol e del resto l’avevo spiazzato, ma la palla è partita ed è andata così. È difficile e cercherò di riprendermi, ma voglio che gli italiani sappiano quello che abbiamo fatto, non è giusto che un episodio cancelli quello che abbiamo dato col cuore”.
Queste le dichiarazioni del giocatore riportate in un articolo della Gazzetta dello Sport, che dimostrano comunque il carattere forte di Zaza, che in questi ultimi giorni è stato preso di mira dai social network, che non gli hanno perdonato l’errore e la rincorsa molto particolare che ha adottato per il rigore sbagliato.
C’è da dire che, al netto dei nostri errori dal dischetto che sono stati fatali, abbiamo comunque ceduto il passo solo davanti ai Campioni del Mondo, che anche i bookmakers danno come favoriti per la vittoria finale: su BetStars ad esempio i tedeschi vincitori della competizione pagano 2,4 volte la posta giocata. Una piccola consolazione, visto che negli ultimi grandi tornei a squadre avevamo sempre perso contro formazioni inferiori alla nostra, mentre quest’anno abbiamo addirittura battuto la Spagna, che veniva considerata a sua volta tra le favorite per la vittoria del trofeo.
In ogni caso non si può addossare la colpa su Zaza, visto che la partite si giocano in 11 e il gruppo è formato da 23 calciatori. Onore anzi al lucano, che ancora una volta ha dimostrato di sapersi prendere delle responsabilità importanti, accettando di calciare un rigore decisivo, mentre magari qualche compagno non ha dato questa disponibilità. Sbagliare è umano, sbagliare a 25 anni è del tutto naturale. Per Zaza ci saranno sicuramente altre occasioni per dimostrare il suo valore, sia con la maglia azzurra che con quella dei club.

Simone-Zaza-Italy

Lug 172016
 

Il 15 luglio 2016 nello stadio comunale di Lauria si è svolto il terzo memorial “Giovanni Rossi” dedicato ad un lauriota indimenticabile che è rimasto nel cuore di molti. Tre le squadre che si sono affrontate: ‘Avis’, ‘Calcioamatori’, ‘Amici di Giovanni’. Quest’ultimi si sono aggiudicati il trofeo. L’incasso del torneo è stato devoluto in beneficenza.
Le telecronache sono di Domenico Lamboglia e Giacomo Bloisi.


Prima partita (Avis-Calcioamatori)


Seconda partita (Calciomatori-Amici di Giovanni)


Terza partita
(Avis-Amici di Giovanni)


La premiazione


L’intervista a Mario Laviletta