Flash Feed Scroll Reader
giu 132015
 

Sole, mare e ciclismo! Vivi una vacanza su misura per la tua passione! È lo slogan che accompagna “Il Villaggio del Ciclismo” un’iniziativa griffata Gazzetta dello Sport e dell’Agenzia Viaggi e Cultura per la prima vera vacanza pensata esclusivamente per gli appassionati della bicicletta senza dimenticare il resto della famiglia.

Per l’appuntamento a Marina di Pisticci (Matera), previsto tra il 14 e il 21 giugno, sarà presente Paolo Bettini, due volte campione del mondo nel 2006 e nel 2007, medaglia d’oro olimpica ad Atene nel 2004.

Un’iniziativa pensata per “il gusto di andare in bicicletta” a fianco di un vero campione come Bettini: sicuramente non mancheranno preziosi consigli e i suggerimenti tecnici di un vero atleta!

Gli appassionati di ciclismo potranno pedalare nelle giornate di lunedì 15, martedì 16, giovedì 18 e venerdì 19 luglio in una serie di percorsi ben studiati e tracciati tra il litorale e l’entroterra della provincia di Matera.

Il Ti Blu Village Club è un moderno complesso situato tra Metaponto e Marina di Pisticci (Basilicata), dotato di ogni comfort per soddisfare le esigenze di svago e relax dei propri ospiti. Il Villaggio si snoda tra l’ampia spiaggia ad uso esclusivo dei clienti e i suoi 35 ettari di verde pineta. Tutti gli ambienti sono realizzati per garantire la massima comodità e la migliore funzionalità; è particolarmente adeguato ad accogliere famiglie con bambini grandi e piccoli.

Il villaggio si trova sulla costa ionica della Basilicata ed è circondato da un paesaggio suggestivo e affascinante, una natura incontaminata, spiagge amplissime e di sabbia bianca, un mare limpido e cristallino: il Ti Blu Village Club luogo ideale per una vacanza esclusiva tra la Puglia e la Calabria.

Tracce di storia sono evidenti visitando le numerose chiese rupestri, di origine bizantina, disseminate nelle campagne, o l’antica città greca di Metaponto, con il superbo parco archeologico, i templi di Apollo e di Atena, le tavole Palatine, oppure Matera con i famosi Sassi, o Siris, la più antica fondazione ellenica.

www.federciclismobasilicata.it

pisticci

mar 272015
 

La Scuola Secondaria di Primo Grado “ Cardinal Gennari” di Maratea – con il patrocinio della Amministrazione Comunale di Maratea- nell’ambito delle attività volte alla valorizzazione del territorio della Basilicata ha inteso rendere un sentito omaggio alla splendida città di MATERA proclamata “ Capitale Europea della Cultura 2019” attraverso la realizzazione artistica del logo di Matera Capitale.
Il logo – è stato realizzato in grande formato (5 metri x 5,40) nella aiuola centrale di Piazza Europa con i sassi delle spiagge di Maratea colorati nei vari torni dell’azzurro a simboleggiare un gemellaggio ideali tra i Sassi di Matera ed il mare di Maratea.
L’istallazione artistica è stata messa in opera dagli alunni del nostro Istituto venerdì 27 marzo 2015 alle ore 10,30 con la partecipazione del Dirigente Scolastico, del corpo docente, delle Istituzioni locali e personalità provenienti da Matera.

L’inaugurazione

L’incontro a scuola

feb 112015
 

Gentile Consigliere Papa,
condivido pienamente la Sua affermazione che “il fiume Noce è l’oro della Valle”, la condivido tanto da aver fatto diventare la battaglia per la salvaguardia del Noce una priorità e non consentirò, pertanto, né a lei né ad altri di vanificare per biechi scopi elettoralistici i risultati ottenuti finora.
Lei fa leva sul bisogno delle persone di essere rassicurate, solletica quelle corde che fanno preferire una facile bugia ad una scomoda verità e se ciò non costituisse un gravissimo pericolo potremmo ascrivere il suo comportamento alle millanterie della campagna elettorale.
Rassicurare i cittadini in presenza di fatti gravi come quelli che riguardano il fiume Noce, però, è troppo pericoloso e non posso lasciare che ciò accada impunemente: il Fiume va difeso, il Fiume va monitorato, il Fiume va controllato proprio perché è una risorsa preziosa!
E non cerchi di confondere le acque vagheggiando di progetti da realizzare sul fiume come se avesse già le risorse disponibili perché le risorse sono limitate; non parli sconsideratamente di accessi da aprire e di controlli da effettuare perché una volta aperti gli accessi poi i controlli si devono fare e dove li trova i soldi per pagare il personale necessario? Non può barare con i cittadini approfittando della loro inconsapevolezza perché Lei è un Amministratore, seppur di opposizione, e conosce bene i limiti posti dai Bilanci che si riflettono sulla possibilità di effettuare nuove assunzioni.
Negare che esiste l’emergenza Noce e l’emergenza mare, questo sì è terrorismo e oscurantismo e forse è anche volontà di compiacere chi, allergico ai controlli e al rispetto delle regole, intende continuare a sversare nel Fiume veleni e porcherie. Negare l’emergenza significa acconsentire al malfunzionamento dei depuratori, significa non agire per impedire la caduta nelle acque dei rifiuti abbandonati nelle piazzole, significa consentire lo stupro del “fratello fiume” operato dalla proliferazione incontrollata delle centrali idroelettriche.
Lei potrà progettare di valorizzare “il fiume Noce, il mare, le spiagge, l’intero Tirreno” solo se avrà saputo difendere queste risorse dall’aggressione di chi le vuole sfruttare per avidità di denaro.
Noto, infine, quanto sia ingeneroso nei confronti del Comitato che in questi anni è riuscito a mobilitare persone e Istituzioni ed ha mantenuto alta la guardia nonostante gli attacchi personali, le querele, le intimidazioni: il risultato è la sala consiliare di Tortora gremita di cittadini, consapevoli e combattivi, domenica 8 gennaio 2015.

Maria Di Lascio (Consigliere di opposizione di Lagonegro)
(Per il Comitato per il Fiume Noce)

maria di lascio

dic 302014
 

“Il distretto archeologico del Metapontino, con la presenza di due musei quello di
Policoro e di Metaponto, migliaia di reperti che illustrano il periodo Ellenico e pre
Ellenico, emergenze archeologiche di indubbio valore, emergenze architettoniche
presenti in tutti i centri storici dell’area metapontina, quelle ambientali con le
spiagge ed il mar Ionio, le stesse infrastrutture turistiche con i due porti turistici,
rappresentano un insieme di elementi da includere e riconnettere con un progetto
complessivo di valorizzazione e di offerta del territorio, perché Matera sia letta e
vissuta insieme al suo territorio provinciale”. In una nota inviata al presidente della
Regione Marcello Pittella, al sindaco di Matera, Salvatore Adduce, ed al Ministro
dei Beni culturali, Dario Franceschini, l’on. Cosimo Latronico (FI), interviene sulla
designazione di Matera a capitale della cultura per il 2019, per segnalare la necessità
di integrare il dossier con l’inclusione in maniera più organica dell’area della
Magna Grecia lucana. “E’ auspicabile che l’intero territorio che gravita attorno a
Matera città colga il senso di una sfida e di una mobilitazione che per essere europea
ed internazionale , ha bisogno di coinvolgere tutte le suscettività della regione a
partire dalla provincia stessa. Bisogna studiare strumenti e luoghi per codificare
tale coinvolgimento sia dei livelli istituzionali che di quelli economici. Interesserò
sull’argomento il Ministero dei Beni culturali perché quella di Matera 2019 sia una
occasione di coinvolgimento il più largo possibile, per essere all’altezza della sfida.
Del resto sarebbe strano che la culla della civiltà europea, la Magna Grecia, reciti un
ruolo secondario in questa strategia di sviluppo. Nei prossimi giorni, per rafforzare
questa scelta, depositerò un progetto di legge in Parlamento per istituire il Parco
Nazionale della Magna Grecia per dare forza ad un sistema che ha radici culturali
millenarie”.

cosimo latronico3

ago 192013
 

La Manifestazione, giunta all’Undicesima Edizione, il più grande set a cielo aperto, fa tappa per la prima volta, nella splendida città di Maratea (la Perla del Tirreno), grazie alla collaborazione e il sostegno dell’Amministrazione Comunale e del PIOT.
All’incontro con la stampa, saranno presenti l’attore Salvatore Striano, protagonista del capolavoro dei fratelli Taviani e vincitore dell’Orso d’Oro a Berlino; il direttore della Lucana Film Commission, Paride Leporace; l’attore Domenico Fortunato; il Sindaco di Maratea, Mario Di Trani, il direttore di “CinemadaMare”, Franco Rina. Il tutto alla presenza di alcuni giovani filmmaker italiani e stranieri che fanno parte della “carovana” che segue “CdM”, pronti a realizzare, anche per questa tappa tirrenica, le loro produzioni cinematografiche, e a “invadere” il magnifico centro storico e le più suggestive spiagge marateoti.

Durante l’incontro con la stampa, saranno forniti tutti i dettagli relativi alla nostra presenza a Maratea, alla formula artistica della Manifestazione e sulla presenza e l’operosità dei giovani filmmaker internazionali.

Appuntamento:
Mercoledì 21 agosto
alle ore 11:30
presso Villa Tarantini, piazza Europa

maratea

lug 202013
 

“L’estate è ormai entrata nel vivo e Policoro registra sul suo lungo mare già un positivo bilancio.
Merito della Movida che si è venuta a creare grazie ai lidi ai chioschi e al nuovo parco giochi che offrono così una attrattiva adatta ad ogni esigenza e ad ogni età, ahimè penalizzata, in prima battuta soltanto dalle condizioni metereologiche.”
E’ il commento del consigliere comunale di Policoro, Giuseppe Ferrara sulle prime vere serate estive di Policoro che stanno facendo registrare numeri positivi, nonostante la crisi che in questo periodo attanaglia un pò tutti.
“ L’amministrazione comunale sta lavorando – continua Ferrara – su più fronti. Dopo i numerosi furti di cavi elettrici è stata infatti appena ripristinata l’illuminazione pubblica ed uno dei prossimi obiettivi che l’amministrazione si è posta è quello di cercare di portare a termine la realizzazione della piazza centrale del lungo mare ma a mio avviso non meno importante resta un collegamento alternativo alla statale 106 jonica per raggiungere le diverse spiagge metapontine, quindi un vero e proprio litorale jonico promesso ormai da anni da tutti i livelli istituzionali ma ancora non realizzato.
Per questo sarò promotore – continua – con i consiglieri Porsia e Lauria, entrambi del gruppo “Impegno Comune” di fare quanto prima un progetto con la relativa realizzazione di una strada che colleghi la parte centrale della spiaggia di Policoro con le spiagge laterali che ospitano altrettanti importanti centri come Marinagri e il WWF. Questo permetterebbe a mio avviso di mettere in sicurezza a 360 ° il bosco e i turisti poiché sarebbe più facile avviare l’evacuazione in caso di incendi e anche più semplicemente renderebbe più fruibile il raggiungimento delle spiagge laterali che sarebbero così più accessibili.”
“ Inoltre voglio segnalare il sito ufficiale del comune di Policoro www.cittapolicoro.gov.it dove è possibile trovare e scaricare il programma “Siritidestate 2013 “ e ringraziare pubblicamente l’assessore al turismo della Città di Policoro, Massimiliano Padula, il quale, anche se con tante difficoltà, è riuscito a mettere su con l’apporto di numerosi privati e associazioni, un programma di grande spessore abbracciando tutti i campi, dalla cultura allo spettacolo, dalla gastronomia allo sport.
In conclusione rivolgo a nome di tutta l’amministrazione Comunale un appello affinché il buon senso di ognuno di noi prevalga nel rispettare l’ambiente che ci
circonda.”

pino ferrara

giu 202013
 

Dal prossimo 29 giugno, sarà avviato il servizio di Guardia medica a Lido San Basilio. L’importante servizio a tutela dei bagnanti e di tutti i cittadini, ripristinato dopo lunghi anni l’estate scorsa, sarà garantito, quindi, anche per la stagione balneare 2013. Il presidio sanitario a disposizione dei turisti e degli operatori turistici del territorio comunale, sarà attivo tutti i giorni feriali e festivi.
Sede della Guardia Medica è sempre la struttura in legno di proprietà del Comune, presso la quale sarà presente anche un posto di Polizia Locale, un info point del Comune di Pisticci e altri servizi, a cominciare dalla presenza del Nucleo Volontari del Metapontino Unità di Protezione Civile, che svolgerà un’azione di supporto alle forze di Polizia Locale in relazione alla disciplina del traffico, oltre alla sorveglianza atta a prevenire ed individuare eventuali focolai di incendi.
Come lo scorso anno, un posto di Polizia Locale sarà funzionante anche presso il Lido Quarantotto.

Pisticci: Progetto preliminare relativo agli interventi di difesa del suolo e ripristino della copertura vegetale nell’area danneggiata dall’incendio dell’agosto 2012.

La Giunta Comunale di Pisticci, con la Deliberazione n.128 (Prot.198) del dodici Giugno 2013, ha deliberato di prendere atto del Progetto preliminare, relativo agli interventi di difesa del suolo e ripristino della copertura vegetale nell’area danneggiata dall’incendio dell’agosto 2012.
Il Progetto preliminare, ha come obiettivo principale la prevenzione dei fenomeni di dissesto idrogeologico nelle aree percorse dall’incendio del 2012, che interessano una superficie di circa mille ettari. Si prevede da un lato, il ripristino della copertura vegetale delle aree percorse dal fuoco e quindi spogliate della vegetazione, dall’altro, l’avvio di processi di sostituzione dei rimboschimenti artificiali, solo in parte danneggiati dal fuoco, con comunità arboree e/o arbustive spontanee.
Il ripristino della copertura vegetale, opportunamente progettato con tecnologie avanzate, risulta la soluzione percorribile e potrà sopperire meglio alle onerose opere di consolidamento di tipo tradizionale, ma, soprattutto, avrà un impatto ambientale nullo, sia per quanto riguarda la realizzazione materiale degli interventi, sia per quello che sarà il risultato finale.
La cautela da adottare è prioritariamente quella del rispetto della vegetazione preesistente, il cui spettro in termini di specie e di forme deve essere la guida nell’identificazione degli interventi possibili, tenuto conto che l’area è da considerarsi ad alto rischio per la storia pregressa di incendi in essa verificatisi.
Il progetto è stato strutturato in tre lotti operativi, individuati in macroaree in funzione delle priorità assegnate. L’evidente mancanza di una copertura vegetale, infatti, può generare, pericolosi e incontrollabili fenomeni di dissesto idrogeologico evidenti già dopo il primo anno successivo all’incendio, con conseguente e progressiva amplificazione del fenomeno che inevitabilmente interesserà l’abitato di Pisticci.
Da tali studi emerge la necessità generale di risanare con “estrema urgenza” le situazioni di rischio, o almeno di mitigarne gli effetti, in considerazione del fatto che le aree interessate si trovano in prossimità del centro abitato con conseguente pericolo potenziale della pubblica e privata incolumità.
Le somme necessarie alla realizzazione degli interventi previsti si attestano intorno ai quarantacinque milioni di euro. Si tratta di un lavoro impegnativo e complesso che ha richiesto un progetto preliminare, finalizzato alla candidatura a finanziamenti regionali, statali, europei ecc. e consentire, al tempo stesso, ai citati organismi di valutare gli aspetti tecnici ed economici, rivenienti dalla realizzazione dell’ipotesi progettuale.
Sulla base di quanto detto, le risorse da “investire” nella realizzazione della proposta, trova piena giustificazione nei risultati ottenibili a breve tempo, che consentiranno di creare, quindi, le condizioni per scongiurare l’acutizzarsi delle emergenze territoriali che inevitabilmente porterebbero al verificarsi di eventi disastrosi di portata sempre più elevata.
Il progetto è in linea con l’analisi della situazione ambientale e con l’evoluzione naturale dei contesti descritti. Possiamo, perciò, affermare con convinzione, che se la problematica in questione non venisse affrontata, si andrebbe verso un rischio territoriale elevatissimo con l’eventualità, tutt’altro che remota, che in un prossimo futuro potrebbero essere necessari interventi molto più complessi e dispendiosi per tentare di risolvere compromissioni del territorio di ben più ampia portata sotto l’aspetto idrogeologico e paesaggistico.
È nostra convinzione che mentre oggi è possibile intervenire con una spesa più contenuta, al fine di innescare processi pedogenetici, ecologici e idrogeologici positivi; tra qualche anno, con l’acutizzarsi dei problemi di stabilità delle pendici e di alterazione della copertura vegetale, sarà necessario intervenire con azioni molto più complesse e dispendiose, con costi sociali enormi e senza garanzia di risoluzione dei problemi.

pisticci3

ago 162012
 

Si prosegue sabato 18 con l’esclusiva live di Rocco Papaleo, si chiude domenica 19 con i 24 Grana

Un palco affollato e solare darà il la all’VIII edizione del Metaponto Beach Festival che torna puntuale, nel week-end dal 17 al 19 agosto, con i suoi suoni, le sue luci, le sue arti e soprattutto i suoi ospiti di rilievo. Quest’anno tocca al tradizionale appuntamento della Meridional Reggae Reunion aprire i cancelli del castello Torremare di Metaponto che, nei due giorni successivi, ospiterà rispettivamente Rocco Papaleo, che ha scelto il MBF per il suo unico spettacolo in Basilicata, e i 24 Grana.

La Meridional Reggae Reunion è un refrain attesissimo che riporterà a pochi metri dalle spiagge lucane gli ambasciatori nel Sud Italia della musica giamaicana i quali, dopo aver accordato i loro dialetti, scriveranno, a partire dalle ore 22:30, la partitura in levare della prima serata, insieme ai padroni di casa, Krikka Reggae.

“Al centro tra la Puglia, la Calabria e la Campania c’è la Basilicata” canta la band bernaldese nel suo ultimo brano “Lukania”, il cui videoclip, diretto dal regista Giuseppe Marco Albano, è disponibile da qualche giorno e fino al 30 settembre sul sito dell’Apt, www.basilicataturistica.com. Proprio da queste tre regioni arriveranno a Metaponto i migliori reggae singer del momento (Fido Guido, Papa Buju, Papaleu, Rankin Lele, Masta G, Nico Mudu, Terequeya dalla Puglia, Eman dalla Calabria, Morfuco, Patto Mc, Tonico, Stik B, Huru Man e Funky Pushertz dalla Campania) che terranno a battesimo una giovanissima formazione, gli Youth Promotion, prima band reggae italiana under 16.

Come in una sorta di galleria fotografica vivente, gli artisti si daranno il cambio sul palco scomparendo e riemergendo dallo spazio misterioso e buio del backstage, facendo scorrere le immagini di un’imperdibile esperienza collettiva che dialogheranno con gli scatti della mostra “stage/offstage”.

Le opere fotografiche dell’artista lucana Antonia Tricarico saranno in esposizione a partire dalle 21:30, poco prima dell’esplosione delle note reggae, e saranno visitabili durante la tre giorni fino a quando le luci saranno accese sul palco. La scena del rock americano indipendente si svelerà nella sua quotidianità al pubblico del Metaponto Beach Festival grazie al lavoro di Tricarico, apprezzata artista potentina che ha esposto in tutto il mondo, dagli Stati Uniti al Giappone, dalla Gran Bretagna alla Germania fino all’India.

Nel pomeriggio, alle ore 18:30, il MBF parlerà anche la lingua dei bambini nel consueto Laboart, momento artistico-ricreativo open air durante il quale, in collaborazione con la Libreria Isabella Morra di Marconia, verrà chiesto ai piccoli partecipanti di creare il proprio “libro delle vacanze”.

Il palinsesto ricco e variegato del MBF 2012 conferma ancora una volta la volontà degli organizzatori – le associazioni Krikka e Laboratori Culturali di Bernalda, e Multietnica di Potenza – di offrire una proposta culturale capace di richiamare un pubblico eterogeneo non solo nelle ore serali e soprattutto non necessariamente nella prima metà del mese, quella in cui si affollano e sovrappongono la maggior parte degli eventi del calendario estivo lucano. “Chi l’ha detto che l’estate finisce a ferragosto?” – si chiede Manuel Tataranno, uno degli organizzatori del festival, che aggiunge “credo che ancora una volta siamo riusciti a costruire un programma che porterà qui al castello giovani, adulti e bambini”.

Per aggiornamenti: www.metapontobeach.it, pagina Facebook dell’evento “Metaponto Beach Festival”. Per info e tickets: info@metapontobeach.it , 3393089013. I biglietti in prevendita per lo spettacolo di Rocco Papaleo sono disponibili a Bernalda, presso il Circolo Arci “Al Verde”, dalle 18 alle 20 e dalle 22 alle 24, e a Metaponto, presso il Camping Village Riva dei Greci e il Ristorante La Barchetta.