Flash Feed Scroll Reader
mar 142015
 

La più diffusa iniziativa italiana di #foodraising, ovvero di raccolta fondi intorno a una tavola imbandita, ha visto nella sua prima edizione la partecipazione di 8.000 persone a oltre 130 iniziative gastronomiche tra brunch, pranzi, aperitivi e cene.

In tutta Italia, volontari, cuochi, ristoratori, amici, appassionati di cucina e di Emergency, tornano a tavola anche quest’anno a partire da marzo: i ristoratori devolveranno una quota fissa del loro incasso all’associazione, coniugando il piacere della buona tavola con la possibilità di sostenere i progetti umanitari di Emergency attivi anche in Italia.

Dal 2006 Emergency offre cure gratuite anche in Italia con i tre poliambulatori di Marghera, Palermo e Polistena e cinque ambulatori mobili attivi nelle campagne del sud Italia per portare cure agli stagionali e ai migranti appena sbarcati sulle coste di Siracusa.

Nei suoi ambulatori e nel suo centro di Sassari, Emergency offre anche servizi di orientamento sociosanitario. Nonostante sia un diritto riconosciuto, infatti, anche in Italia il diritto alla cura è spesso un diritto disatteso: migranti, stranieri, poveri spesso non hanno accesso alle cure di cui hanno bisogno per scarsa conoscenza dei propri diritti, difficoltà linguistiche, incapacità a muoversi all’interno di un sistema sanitario complesso (per altre informazioni sul Programma Italia di Emergency http://www.emergency.it/italia/index.html).

Il gruppo Territoriale del Lagonegrese vi invita

DOMENICA 22 MARZO 2015 ORE 20:00

Presso RISTORANTE “OVER DREAM”

Contrada Piano Cataldo 223, S.s. Sinnica, Lauria PZ

Per informazioni e prenotazioni entro il 19 Marzo 2015: 0973827451 – 3392955200
Gruppo Emergency Lagonegrese

emergency-logo

gen 292015
 

Una delegazione cinese, partner del brand Sapere Lucano creato per unire e valorizzare le eccellenze lucane, è in visita in questi giorni in Basilicata per conoscere le ricchezze agro-alimentari e turistiche della regione, lungo le vie della dieta mediterranea.

Il gruppo, composto da Zhou Xiao Yan, presidente dell’hotel Huaxia di Milano e del giornale Europe Chinese News, il cui direttore, Xu Wenshan, ha seguito il viaggio lucano della rappresentanza orientale completata da Li Chendong, amministratore della DZH Travel che opera nel campo dell’incoming, ha visitato questa mattina la futura Capitale europea della Cultura, guidato dall’amministratore di Sapere Lucano, Giovanni Pirrone, dal Direttore commerciale Rocco Santoro, e da Carla Cirone, che si occupa del marketing e della comunicazione del marchio con Bring Up, start up di giovani professionisti lucani creata da Sapere Lucano, specializzata in attività di internazionalizzazione. In loro compagnia, gli ospiti hanno esplorato gli antichi Sassi di Matera e ammirato il panorama che si gode dal belvedere di Murgia Timone, oltre a visitare alcune delle strutture ricettive del paniere di Sapere Lucano.

“E’ la prima volta in assoluto che visito Matera” ha raccontato Li Chendong, al belvedere di Piazza Vittorio Veneto. “Davanti ad un panorama così, si rimane a bocca aperta. In vista dell’Expo, siamo interessati al prodotto turistico lucano perché, grazie ai nostri amici di Sapere Lucano, sappiamo che qui c’è un’importante tradizione di dieta mediterranea. Cogliendo l’occasione dell’importante appuntamento milanese, cercheremo di attirare i turisti orientali, che spesso conoscono solo le maggiori città d’arte italiane, verso la Basilicata, una zona molto bella, ma ancora poco nota. Pensiamo ad un tour alla scoperta del Sud Italia, con un itinerario dedicato”.

Nel pomeriggio, la delegazione cinese ha raggiunto Pietrapertosa dove, oltre ad immergersi nelle tipiche vie del borgo, ha fatto tappa presso le strutture dell’attrattore turistico “Volo dell’Angelo”, prima di raggiungere altre aziende del posto parte del portfolio Sapere Lucano. In serata, la delegazione si sposterà a Senise, patria di una delle primizie già inserite nell’ampio bouquet di prodotti che Sapere Lucano esporta fuori dai confini nazionali, seguendo rigidi standard di qualità posti a garanzia del consumatore.

Gli ospiti saranno accolti dal Sindaco della cittadina sinnica, Giuseppe Castronuovo, e dal Presidente del Gal La Cittadella del Sapere, Nicola Timpone, e parteciperanno ad una cena offerta dai produttori aderenti alla rete Sapere Lucano, preparata rigorosamente da chef lucani, seguendo i dettami della dieta mediterranea. La tavola imbandita racconterà loro l’arte semplice, genuina e fantasiosa di portare in cucina alcuni elementi che costituiscono gli ingredienti principali della dieta mediterranea, dall’olio di oliva extra-vergine, ai cereali, dai prodotti lattiero-caseari alla carne e ai salumi, senza dimenticare il vino e, naturalmente, il re di Senise, da alcuni definito come l’oro rosso lucano.

“Con Sapere Lucano – ha spiegato Pirrone – raccontiamo la nostra cultura, il nostro modo di vivere che è uno dei pilastri fondamentali della dieta mediterranea, con il cibo connesso al territorio. Le azioni che stiamo conducendo da alcuni mesi nel nord est della Cina, con una nostra piattaforma nella popolosa città di Dalian – più di 6 milioni di abitanti – è mirata a far conoscere la Basilicata non soltanto per il suo territorio, poco conosciuto sul piano turistico, ma soprattutto per la qualità delle persone. Miriamo ad andare oltre il turismo mordi e fuggi, avendo sviluppato un modello condiviso con i produttori, capace di attrarre anche investimenti”.

Domani, venerdì 1 febbraio, il tour degli ospiti cinesi proseguirà a cavallo fra Senise, Maschito, Policoro e Bernalda, fra luoghi ed aziende agro-alimentari e turistiche già selezionati, in rappresentanza dei numerosi sostenitori che hanno aderito alla Carta di Sapere Lucano.
In un mercato fortemente frammentato e poco riconoscibile, Sapere Lucano ha creato un nuovo modello di business, aggregativo e trasversale, per la promozione, commercializzazione e distribuzione dei prodotti tipici e dell’ospitalità del territorio, la cui qualità fa rima con sostenibilità e identità.

Ufficio stampa a cura di
Go Press – Servizi per la comunicazione

LiChendong_GiovanniPirrone

nov 282014
 

Un giovane di 34 anni di Lauria, Agostino Papaleo è morto nella nottata del 28 novembre 2014 in un incidente stradale avvenuto sulla “Sinnica”. L’auto è finita, per cause in fase di accertamento, fuori strada precipitando in una scarpata.

incidente_vittime_strada--400x300

ott 022014
 

Con un finanziamento regionale di circa 180mila euro, ed in tempi c.d “ europei” di appena tre mesi per la realizzazione completa dell’opera, e’ stato integralmente riqualificato, dopo circa 30 anni, il palazzo degli uffici del comune di episcopia. La grande struttura,appollaiata ai piedi del castello angioino, che ospita attualmente il municipio, la scuola secondaria inferiore , l’ufficio postale, ed il coordinamento di area delle pp.tt., e la centrale comunale della telecom, era stata costruita circa un trentennio addietro,e, peraltro, si colloca in pieno centro urbano e rappresentava, anche urbanisticamente, alla vista ci chi circolava nella sottostante superstrada sinnica, un vero e proprio pugno nell’occhio: per lo stato di logico degrado in cui versava, a causa del trascorrere del tempo.
con la sua integrale coibentazione, il rifacimento completo della copertura e degli infissi e la ristrutturazione degli interni, oltre che ovviamente alla ritinteggiatura ,rispettando un corretto piano colore, si e’ raggiunto il duplice risultato, di avere una migliore fruibilita’ degli uffici pubblici e scuole da parte degli utenti, in uno al contenimento dei consumi elettrici e di riscaldamento, quantificati dai tecnici, nell’ottica del 30 % almeno. Fiore all’occhiello dell’opera realizzata infine, l’utilizzo, ai fini del rispetto ambientale, di materiali del tutto naturali, quali il sughero, ottimo isolante naturale, che ora ricopre l’intera struttura.
Soddisfazione, per la bella riuscita dell’opera, ha espresso il sindaco Biagio Costanzo, anche per essere riusciti a rispettare i termini di realizzazione dell’opera, molto ristretti, trattandosi di fondi europei da consumare rapidamente a pena di revoca e di restituzione dei finanziamenti pervenuti: un grosso plauso, quindi, va ai tecnici ed alle imprese realizzatrici.

biagio costanzo

lug 312014
 

Continua, incessante, la sistematica e penetrante azione di contrasto ai traffici illeciti posti in essere sul territorio della provincia da parte dei finanzieri del Comando Provinciale di Potenza.

In particolare, atteso il particolare periodo estivo, le Fiamme Gialle di Lauria, lungo la SS. 683 Sinnica e la SS. 585 Fondovalle del Noce, arterie di collegamento con le note località turistiche dello Ionio e della Calabria tirrenica, hanno eseguito, su precise direttive del Comando Provinciale, una intensa attività di monitoraggio del flusso veicolare per la prevenzione e repressione del traffico e dell’uso di sostanze stupefacenti.
L’attività è stata anche estesa al centro abitato di Lauria, al fine di scoraggiare l’uso di droghe leggere soprattutto tra i giovanissimi. Nell’occasione, sono state anche utilizzate le unità cinofile in forza al Comando Regionale Basilicata.

Nel solo mese di luglio sono stati sequestrati 70 grammi di sostanze stupefacenti del tipo “Cocaina”, “Hashish” e “Marijuana” e sono stati deferiti alle competenti Prefetture quindici soggetti.
I controlli in parola, particolarmente accurati, hanno consentito di appurare come, in molti casi, l’occultamento dello stupefacente è stato operato da ragazze di età inferiore ai 30 anni.

Proseguirà e si intensificherà ancor di più anche per il prossimo mese di agosto, l’attività preventiva e repressiva nel settore degli stupefacenti, posto l’incremento del flusso turistico verso le località balneari e di montagna.

Foto (2)

Foto (1)

giu 202014
 

Non solo una tecnica costruttiva ma anche una filosofia di vita. L’associazione nazionale Città della Terra Cruda si è riunita a Senise per l’annuale assemblea dei soci. Tanti sono stati gli spunti nel corso di un appuntamento di alto profilo che ha anche valorizzato la città sinnica che ha ospitato l’evento.

La sessione mattutina del 19 giugno 2014

Le interviste: il sindaco di Samassi Enrico Pusceddu presidente dell’associazione Terra Cruda, il Sindaco di Senise Giuseppe Castronuovo

mag 292014
 

Con un’attività finalizzata alla tutela della spesa pubblica, condotta dalla Compagnia di Lauria e dalla Brigata di Maratea, è stato aperto un nuovo fronte nel contrasto agli sprechi nell’impiego di risorse pubbliche, perpetrati nell’ambito della pubblica amministrazione nel territorio della provincia di Potenza.
Gli accertamenti in argomento hanno riguardato atti e documentazione relativi a spese sostenute da dieci comuni dell’area lagonegrese e del Pollino, connesse agli eventi sismici verificatisi nel 1998. Le Fiamme Gialle hanno inoltrato alla Procura regionale della Corte dei conti una “notitia damni” all’Erario per un milione di euro circa, individuando, altresì, responsabilità patrimoniali in capo a 68 soggetti tra amministratori, dirigenti e funzionari di 10 Comuni insistenti nella predetta area.
In particolare, le indagini hanno preso spunto da un precedente riguardante il solo Comune di Lauria, per gli anni antecedenti il 2009, costituito da una pronuncia della Sezione Giurisdizionale della Corte dei Conti della Basilicata che aveva ritenuto ingiustificato il compenso corrisposto ad alcuni tecnici esterni per trattazioni riguardanti la ricostruzione, il cui apporto si era limitato a poche pratiche annue.
Dal monitoraggio e dall’acquisizione documentale, effettuati per il periodo compreso tra gennaio 2009 e gennaio 2014, e il è emerso che anche altri Comuni colpiti dal predetto sisma selezionarono decine di professionisti (ingegneri, architetti e geometri), ad integrazione del personale già disponibile
presso i propri Uffici o Settori Tecnici.
In dettaglio, è stato necessario acquisire:
- delibere o determinazioni di affidamento;
- elenco dei consulenti, comprensivo delle retribuzioni complessive, distinte
per anno, con l’indicazione della data di pagamento (elenco riepilogativo dei mandati di pagamento);
- numero di pratiche ultimate da ciascun consulente, distinte per anno;
- le piante organiche degli Uffici Tecnici (dirigenti, responsabili, funzionari,
dipendenti).
In merito, la normativa regionale che disciplina il finanziamento delle somme da destinare a qualificati professionisti, quali consulenti esterni a supporto delle attività amministrative, è la Legge Regionale 23 marzo 2006 nr. 4. (B.U. Regione Basilicata nr. 18 del 27 marzo 2006). In forza di tale legge, i Comuni interessati hanno emanato, nel corso del tempo, una serie di delibere di giunta e del consiglio comunale, Determinazioni e Convenzioni.
L’accertamento da parte dei finanzieri di Lauria e Maratea è consistito proprio
nel determinare l’effettivo apporto fornito dai professionisti incaricati di collaborare con i Comuni, a fronte del consistente esborso economico sostenuto dalla Regione. Sono stati analizzati i documenti ed i mandati di pagamento degli Enti locali beneficiari delle provvidenze regionali assegnate a
seguito del sisma del 1998, individuando situazioni altamente anomale in 10 Comuni.
Sulla scorta delle delibere, determinazioni e convenzioni acquisite, è stato possibile ricostruire la spesa sostenuta per le prestazioni fornite dai professionisti esterni, raffrontata alla consistenza delle piante organiche dei vari Uffici Tecnici ed alla scarsa produttività posta in essere: è emerso, in sostanza, che ciascun tecnico “esterno”, in media, negli anni compresi tra il 2009 ed il 2013, ha definito poco più di una pratica all’anno.
Allo stesso tempo, è stato appurato come alcuni Comuni, maggiormente virtuosi, abbiano evitato di far ricorso ai finanziamenti regionali per il sisma, curando le relative pratiche (sopralluoghi, stati di avanzamento lavori, emissione Buoni Contributi, liquidazioni contabilità finali) utilizzando le risorse disponibili, senza gravare ulteriormente sulla spesa pubblica.
Isolato il caso di un piccolo Comune dell’area sinnica che si è avvalso di un tecnico esterno, impiegato e retribuito per soli 5 mesi, in grado di smaltire il medesimo numero di pratiche che suoi colleghi, incaricati in altri comuni, hanno evaso in svariati anni.
Di contro, un altro piccolo Comune della zona non ha esitato ad utilizzare circa euro 25.000, a beneficio di un tecnico convenzionato che non ha evaso alcuna pratica.
A conclusione delle indagini, sono stati segnalati alla Magistratura Contabile, in qualità di firmatari delle determinazioni di affidamento, poste in essere senza alcuna fissazione degli obiettivi e valutazione del loro raggiungimento, 68 soggetti, di cui: 9 sindaci pro-tempore, 34 assessori 14 consiglieri comunali ed 11 Capi Area, per aver più volte fatto ricorso a tecnici esterni convenzionati, senza curare i criteri di efficacia ed economicità della gestione amministrativa dei rispettivi Enti, già dotati di personale preposto.
gdf

mag 292014
 

«Si accelerino le procedure affinché si possa insediare al più presto la nuova Farmacia a Lauria». A chiederlo in una nota Angelo Lamboglia e Francesco Cosentino, rispettivamente capogruppo capogruppo comunale e consigliere di Lauria Libera.
«Prendiamo atto positivamente che in Regione Basilicata è stata istituita la commissione chiamata a dar seguito ai nuovi insediamenti – spiegano i due consiglieri – per questo chiediamo che ora si proceda con speditezza per concretizzare quanto già approvato in Consiglio comunale».

Sulla base di una legge nazionale che ne dava possibilità, due anni fa il Consiglio comunale approvò (Delibera 44/2012) la scelta dell’Amministrazione di individuare la sede ideale per l’apertura di una nuova farmacia nella zona “Piano Cataldo–Sant’Alfonso”, sulla Statale 653 Sinnica.
La decisione – volta ad assicurare una migliore accessibilità dei cittadini a questo importante servizio, tenuto conto della orografia del territorio e delle distanze delle zone rurali dal centro urbano – cadde su tale area – situata sul versante nord-est del Comune, zona baricentrica della ampia zona del “Cogliandrino” – perché su di essa gravita una popolazione di circa 4mila abitanti.

«Il nuovo punto previsto a Lauria permette, attraverso l’aggiunta di servizi quale quello farmaceutico, di andare in contro alle esigenze delle periferie e dei suoi cittadini: ecco perchè – concludono Lamboglia e Cosentino – siamo convinti della necessità di avere una tempistica certa e tale da consentire anche la programmazione».

angelo lamboglia 1

mar 132014
 

Prosegue a pieno regime l’attività di restyling promossa dall’amministrazione comunale di Francavilla in Sinni capitanata da Francesco Cupparo.
“Il nostro programma viaggia fondamentalmente su due binari – spiega il primo cittadino- ovvero l’abbellimento del paese e l’edilizia scolastica che rientra nell’ottica della promozione culturale. A tal proposito- aggiunge- alla scuola materna abbiamo istituito un corso d’inglese, mentre per le ultime tre classi della scuola elementare, di madre lingua”.
In questo periodo sono in fase di realizzazione, l’asilo nido in Via Matteo Cosentino, attiguo al complesso “Dattoli”, lo svincolo sulla statale “Sinnica” in prossimità dell’area artigianale in contrada “Le Ischie”, le fontane in Piazza Amendola e Magistrati Mainieri, i bagni pubblici e 125 loculi cimiteriali. Alla fine del mese inoltre, riprenderanno anche i lavori che prevedono la costruzione dei parcheggi in Via Emanuele Granturco.
Due invece, le opere già portate a termine riguardanti la manutenzione delle strade rurali nelle località Bruscata, Cerro Grosso e Sant’Angelo e l’impianto di pubblica illuminazione a led nel centro storico e in alcune strade adiacenti.
Per quanto concerne infine, i lavori in fase di progettazione avanzata per finanziamenti già ottenuti, ci sono il lista la sistemazione delle scuola elementare e media e poi del Bosco Avena con annessa costruzione dell’area naturalistica.
Da sottolineare, che le opere saranno realizzate con finanziamenti regionali, ministeriali e con accorpamenti di residui mutui degli anni 1985-95.

Egidia Bevilacqua

francavilla marittima