Flash Feed Scroll Reader
ott 202015
 

L’iniziativa, di natura culturale, è promossa da un comitato scientifico presieduto da Andrea Camilleri ed è finanziata dalla Regione Basilicata, che mira a sensibilizzare i più giovani attraverso confronti con scrittori, editori ed esperti del settore letterario di rilevanza nazionale.
Dal 16 ottobre al 21 novembre, tra Lauria, Lagonegro, Maratea e Senise gli studenti incontrano relatori, scrittori, esperti del mondo dei media e dell’editoria.

ott 022015
 

L’ebook soppianterà il libro di carta? E, comunque, la sua diffusione, preannunciata come una rivoluzione pari a quella di Gutenberg, cambierà i contenuti e le modalità della scrittura e della lettura? Sono questi gli argomenti ai quali l’iniziativa Slow Book tenterà di dare una risposta, coinvolgendo oltre 400 studenti di sei istituti superiori lucani.
L’iniziativa, di natura culturale, è promossa da un comitato scientifico presieduto da Andrea Camilleri ed è finanziata dalla Regione Basilicata, che mira a sensibilizzare i più giovani attraverso confronti con scrittori, editori ed esperti del settore letterario di rilevanza nazionale.
La sede del progetto, che si svolge in collaborazione con la libreria Mondadori di Cosenza e il Comune di Lauria (Potenza), è l’Istituto statale di istruzione superiore “Nicola Miraglia”, che ha registrato un’importante inversione di tendenza: crescono, infatti, le iscrizioni all’indirizzo umanistico proprio nell’anno in cui si celebra il cinquantenario del suo Liceo classico.
Slow Book sarà articolato in due cicli di laboratori durante i quali i ragazzi incontreranno gli esperti per analizzare le declinazioni del libro e della scrittura in diversi ambiti: narrativa e saggistica, giornalismo, cinema e teatro, nuovi media e digitale/ebook.
Il progetto è partito a giugno, con la consegna agli studenti di centinaia di libri, i cui autori saranno presenti nei prossimi appuntamenti per guidare i giovani lettori alla creazione e alla discussione,e si concluderà il prossimo novembre con un convegno a Lauria.

Lunedì 5 Ottobre a Lauria Isis Miraglia “La mia vita è un romanzo” Testi di riferimento: Mariolina Venezia, Mille anni che sto qui, Einaudi -
G. Calaciura, Bambini e altri animali, Sellerio – Antonio Dikele Di Stefano, Fuori piove, dentro pure…, Mondadori – Piero Dorfles, I cento libri…, Garzanti – Gian Arturo Ferrari, Libro, Bollati Boringhieri Dalle 09:30 alle 13:30 Lab A (25 allievi + 2 tutor)
“La mia vita è un romanzo” Lab B (25 allievi + 2 tutor)
“La mia vita è un romanzo” Animatori: Pino Sassano – Daniela Giacomoni Animatori: Maria Frega – Francesco De Filippo Dalle 15:00 alle 19:00 Incontro con: Mariolina Venezia (scrittrice)

Venerdì 16 Ottobre a Lauria Isis Ruggero “Come si raccontano le nuove generazioni: romanzi e altre cose” Testi di riferimento: Andrea Camilleri, Il quadro delle meraviglie, Sellerio – Antonio Dikele Di Stefano, Fuori piove, dentro pure…, Mondadori – Piero Dorfles, I cento libri… , Garzanti – Gian Arturo Ferrari, Libro, Bollati Boringhieri Dalle 09:30 alle 13:30 Lab B (25 allievi + 1 tutor)
“Carta & Penna e altri device” Animatori: Maria Frega – Francesco De Filippo Dalle 15:00 alle 19:00 Incontro con: Nicola Zamperini
(esperto new media e social network)

Sabato 17 Ottobre a Lagonegro Isis De Sarlo “I giovani al tempo della crisi: saggi corsari e scritti pirati” Testi di riferimento: Maria e Frega Francesco De Filippo, Nord meridiano, Eir – Paride Leporace, Toghe rosso sangue, Città del sole ed. – Piero Dorfles, I cento libri… , Garzanti – Gian Arturo Ferrari, Libro, Bollati Boringhieri Dalle 09:30 alle 13:30 Lab A (25 allievi + 1 tutor)
“Collage e bricolage nei racconti sui giovani” Lab B (25 allievi + 1 tutor)
“I giovani e il lavoro” Animatore: Maria Frega Animatore : Francesco De Filippo Dalle 15:00 alle 19:00 Incontro con: Luca Leone
(editore e scrittore) Incontro con: Francesco De Filippo
(giornalista e scrittore)
e Maria Frega (giornalista e sociologa)

Lunedì 19 Ottobre a Maratea Isis Giovanni Paolo II “Léggere leggère letture” Testi di riferimento: Andrea Camilleri, Il quadro delle meraviglie, Sellerio – Piero Dorfles, I cento libri… , Garzanti – Gian Arturo Ferrari, Libro, Bollati Boringhieri Dalle 09:30 alle 13:30 Lab A (25 allievi + 1 tutor)
“Bravi e brevi: i giovani e le storie all’impronta” Lab B (25 allievi + 1 tutor)
“Bravi e brevi: i giovani e le storie all’impronta” Lab C (25 allievi + 1 tutor)
“La grande editoria di cultura e la necessità di divulgare senza banalizzare” Animatori: Pino Sassano – Daniela Giacomoni Animatori: Maria Frega Incontro con: Roberto Bertinetti (Consiglio di Amministrazione casa editrice “Il Mulino”)
Animatori: Francesco De Filippo Dalle 15:00 alle 19:00 Incontro con: Piero Dorfles (giornalista e critico letterario)

Giovedì 19 Novembre a Lauria Isis Miraglia “Come si raccontano le nuove generazioni: romanzi e altre cose” Testi di riferimento: Antonio Dikele Di Stefano, Fuori piove, dentro pure…, Mondadori – Piero Dorfles, I cento libri… , Garzanti – Gian Arturo Ferrari, Libro, Bollati Boringhieri Dalle 09:30 alle 13:30 Lab A (25 allievi + 1 tutor)
“Fuori piove, dentro pure…” Lab B (25 allievi + 1 tutor)
“Fuori piove, dentro pure…” Animatori: Daniela Giacomoni Animatori: Maria Frega Dalle 15:00 alle 19:00 Incontro con: Antonio Dikele Distefano (scrittore)
Venerdì 20 Novembre a Senise Isis Sinisgalli “Show must go on: scrittura e circo mediatico” Testi di riferimento: Paride Leporace, Toghe rosso sangue, Città del sole ed. – Andrea Camilleri, Il quadro delle meraviglie, Sellerio – Piero Dorfles, I cento libri…, Garzanti – Gian Arturo Ferrari, Libro, Bollati Boringhieri Dalle 09:30 alle 13:30 Lab A (25 allievi + 1 tutor)
“Dal tvb alla tv” Lab B (25 allievi + 1 tutor)
“La cronaca raccontata ai giovani: il cinema e i libri” Animatori: Pino Sassano – Manuela Vena Animatori: Maria Frega – Daniela Giacomoni Dalle 15:00 alle 19:00 Incontro con: Andrea Jengo
(direttore sede RAI Toscana) e Manuela Vena (animatrice culturale) Incontro con: Paride Leporace
(direttore Lucania Film Commission)
Sabato 21 Novembre a Lauria Isis Miraglia “Last but not the least: la scrittura degli ultimi” Testi di riferimento: Maria e Frega Francesco De Filippo, Nord meridiano, Eir – Piero Dorfles, I cento libri…, Garzanti – Gian Arturo Ferrari, Libro, Bollati Boringhieri Dalle 09:30 alle 13:30 Lab A (25 allievi + 1 tutor)
“Last but not the least: immigrazione” Lab B (25 allievi + 1 tutor)
“Last but not the least: Mezzogiorno d’Italia” Animatori: Maria Frega Animatori: Maria Frega Incontro con: Roberto Malinconico
(esperto di immigrazione e disagio sociale) Incontro con: Gigi Di Fiore
(storico del Mezzogiorno)

Sabato 21 Novembre a Lauria Isis Miraglia Scritti di confine: le parole della cronaca sui libri, in teatro, a cinema Testi di riferimento: Giosué Calaciura, Bambini e altri animali, Sellerio – Paride Leporace, Toghe rosso sangue, Città del sole ed. – Andrea Camilleri, Il quadro delle meraviglie, Sellerio – Piero Dorfles, I cento libri…, Garzanti – Gian Arturo Ferrari, Libro, Bollati Boringhieri Dalle 09:30 alle 13:30 “La cronaca raccontata ai giovani: il cinema, il teatro e i libri”
(25 allievi + 1 tutor) Incontro con: Giosué Calaciura (scrittore, giornalista) Animatori: Daniela Giacomoni

Sabato 21 novembre a Lauria Isis Miraglia “I linguaggi dell’informazione istituzionale” Testi di riferimento: Maria e Frega Francesco De Filippo, Nord meridiano, Eir – Paride Leporace, Toghe rosso sangue, Città del sole ed. – Andrea Camilleri, Il quadro delle meraviglie, Sellerio – Piero Dorfles, I cento libri…, Garzanti – Gian Arturo Ferrari, Libro, Bollati Boringhieri Dalle 09:30 alle 13:30 (25 allievi + 1 tutor)
“I giovani nell’informazione generalista del primo TG della RAI” Animatori: Francesco De Filippo Incontro con: Andrea Montanari (vicedirettore TG1 RAI)

Sabato 21 Novembre a Lauria Isis Miraglia Convegno: Lettura e scrittura dei giovani al tempo delle 140 battute Dalle 15:00 alle 19:00 Relatori: Roberto Malinconico, Gigi Di Fiore, Giosué Calaciura, Mariolina Venezia, Andrea Montanari, Marino Sinibaldi, Domenico Iannacone, …, …, (tutti coloro che sceglieranno di essere negli incontri della mattina) Inviti istituzionali: Attività:
Sabato 21 novembre a Lauria “Il valore della cultura” Testi di riferimento: Antonio Dikele Di Stefano, Fuori piove, dentro pure…, Mondadori – Paride Leporace, Toghe rosso sangue, Città del sole ed. – Andrea Camilleri, Il quadro delle meraviglie, Sellerio – Piero Dorfles, I cento libri…, Garzanti – Gian Arturo Ferrari, Libro, Bollati Boringhieri Dalle 09:30 alle 13:30 (25 allievi + 1 tutor)
“La trasmissione del sapere nell’era delle 140 battute” Animatori: Pino Sassano – Daniela Giacomoni – Maria Frega – Francesco De Filippo Incontro con: Marino Sinibaldi (direttore Radio3 Rai, saggista )

Sabato 21 novembre a Lauria “Inchiesta giornalistica: modalità e principi” Testi di riferimento: Maria e Frega Francesco De Filippo, Nord meridiano, Eir – Paride Leporace, Toghe rosso sangue, Città del sole ed. – Andrea Camilleri, Il quadro delle meraviglie, Sellerio – Piero Dorfles, I cento libri…, Garzanti – Gian Arturo Ferrari, Libro, Bollati Boringhieri Dalle 09:30 alle 13:30 Lab (25 allievi + 1 tutor)
“L’inchiesta giornalistica televisiva e i giovani” Animatori: Pino Sassano – Daniela Giacomoni – Maria Frega – Francesco De Filippo Incontro con: Domenico Iannacone (giornalista)

Sabato 21 novembre a Lauria “Traduzioni, tradizioni e tradimenti” Testi di riferimento: Andrea Camilleri, Il quadro delle meraviglie, Sellerio – Antonio Dikele Di Stefano, Fuori piove, dentro pure…, Mondadori – Piero Dorfles, I cento libri… , Garzanti – Gian Arturo Ferrari, Libro, Bollati Boringhieri Dalle 09:30 alle 13:30 Lab A (25 allievi + 1 tutor)
“Traduzioni, tradizioni e tradimenti” Animatori: Pino Sassano – Daniela Giacomoni Incontro con: Maruzza Loria (Traduttrice dei testi di Andrea Camilleri)

locandina

Manifesto

ago 172015
 

Il giorno 8 agosto 2015 si è svolto il “ 3° Concorso Artistico Nazionale Engel von Bergeiche”, dedicato allo scrittore e poeta Angelo Calderone, originario di Ruvo del Monte, in Lucania. Per l’occasione, sono convenuti nel piccolo paese bradanico: poeti, scrittori, pittori e fotografi finalisti da ogni parta d’Italia.
Alla presenza di un nutrito pubblico, accorso anche da altri paesi, la piazza Ungheria (dove l’artista scomparso, morto nel 2011, ha abitato per alcuni anni) è stata magnifico scenario per assistere ad uno spettacolo di alta valenza socio-culturale, innovativo ed originale, grazie alla fantasia creativa della presidentessa, fondatrice dell’eponimo concorso, Rossella Calderone (in arte Roscal), figlia del poeta- scrittore Engel von Bergeiche, “deus ex machina” dell’intero evento culturale, che, infrangendo il classico cliché, ha affidato gli intermezzi musicali ai virtuosismi del noto canta-fisarmonicista Dirindindì, (pseudonimo onomatopeico di Nicola Suozzi), famoso ”Dorforiginal” nella Svizzera tedesca, negli anni “70 – “80. La caratterizzazione tramite maschere dei personaggi raccontati, hanno fatto il resto. Una trovata azzeccata, a giudicare dal consenso del qualificato pubblico e dal lusinghiero giudizio della critica, unanime nel definire lo spettacolo : “evento dell’anno”.
La premiazione dei poeti, ha visto sul “podio” la giovanissima Aurora Di Napoli, di Salerno, che ha ricevuto il premio Junior per la sua poesia chiamata “Tra le nuvole”. Il premio del Presidente (una innovazione) è stato assegnato a Marina Lolli, di Roma, per la poesia “Maschere”. Il 3° premio è stato appannaggio di Concetta Seila Mammoccio, di Giulianova (Te), per la lirica “Mercenari di solitudine”. Il 2° posto ha visto sul podio Vincenzo Ciao (in arte, Vincent de La Vega), di Eboli (Sa) per la poesia “Torbidi pensieri”. Il premio speciale della Giuria è arrivato ad Imperia, alla poetessa Danila Marchi, per il componimento “Non credere”. E sul gradino più alto è salita la bravissima Michela Tombi, di Pesaro, che ha conquistato il 1° posto con la poesia “Sogni infranti” perché, come dice la motivazione: <>.
Per la narrativa, invece, i risultati sono stati i seguenti: 3° premio a Marina Lolli, di Roma, per il racconto “Tracce di irrealtà”; 2° premio a Margherita Ferraris, di Forlì, per il racconto “Tonino Toccafondi”; 1° posto a Gianandrea Paderni, di Catania, per il racconto “Verità”, con la motivazione:<< Lo scrittore ha saputo rappresentare il senso di sdoppiamento della personalità umana nell'era di internet, dove la realtà è, spesso, apparente e la verità effettuale è trasformata in verità virtuale fondata su infingimenti ed ambiguità. Infatti, quando il gestore del chiosco chiede al cliente: “Che cosa Le porto?”, la subitanea risposta è: “Vorrei la verità, no, non si preoccupi, non chiedevo la verità con la “V” maiuscola, quella della fede o la spiegazione dei misteri dell'esistenza. No, quella non so se riuscirò a capirla, un giorno, no, parlavo della verità delle cose terrene, quella delle cose in cui ci imbattiamo nella vita di tutti i giorni.” E last but not least è giunto il turno della pittura e della fotografia. In queste due sezioni, meno affollate delle altre, hanno vinto il 1° premio, rispettivamente, Maria Mare, di Ruvo del Monte, con la tela ad olio intitolata “Gli occhi dell'anima” e Marina Lolli (romana, partecipante a tutte le sezioni) con lo scatto fotografico chiamato “Tra le nuvole”. Poi, il 9 agosto, nell'aula consiliare del Comune, si è tenuto un incontro con Gastone Cappelloni, il poeta marchigiano vincitore della I edizione del “Concorso, 2013” che, dopo i ringraziamenti di rito e le congratulazioni, ha sottolineato l'importanza, la valenza culturale e il prestigio conquistati da questo Premio a carattere nazionale <>
La consegna di un ricordo alla Pro Loco e al vicesindaco del Comune di Ruvo del Monte, per il patrocinio, hanno chiuso il doppio evento culturale. A margine della manifestazione abbiamo chiesto un commento alla raggiante Michela Tombi, vincitrice outsider della sezione poesia, che ha affermato d’impeto: <> Appuntamento al 2016!
Prof. Domenico Calderone

ruvo

ruvo1

ruvo3

ruvo6

lug 052015
 

Dopo l’inaugurazione del 26 maggio scorso nel capoluogo, dove si è tenuto l’evento Il Parco incontra Potenza, il Parco Nazionale dell’Appennino Lucano Val d’Agri Lagonegrese sarà ancora protagonista nel panorama internazionale di Expo 2015. Da luglio ad ottobre infatti presenterà una rassegna di eventi realizzati tra la Basilicata, nell’ambito dell’iniziativa Expo&Territori promossa dal Ministero dell’Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare e Milano, nella sede del Mondadori Multicenter di via Marghera. E’ questa un’occasione straordinaria per promuovere le risorse del territorio del Parco in un contesto nazionale ed internazionale.

I riti ancestrali che caratterizzano la cultura lucana, la avvolgono di mistero, di simboli e di suggestioni rendendola sempre più riconoscibile a livello internazionale e che rappresentano l’humus culturale dell’antica Lucania, verranno presentati nell’evento dedicato del prossimo 7 luglio 2015 intitolato: Miti e Riti dell’Appennino Lucano: dall’Uomo Albero alla Transumanza.

Interverranno alla Tavola rotonda di approfondimento e discussione: l’antropologo e studioso dei riti della Basilicata, Enzo Alliegro; Michelangelo Frammartino il regista dell’ormai nota opera: Alberi; Vincenzo Giuliano, autore del libro Il riscatto di un popolo in maschera; il direttore del Gal A.Svi.R. Moli.Gal di Campobasso, Nicola Di Niro; il preside dell’Istituto Comprensivo di Bella, Mario Coviello. Per i saluti istituzionali saranno presenti il presidente del Parco Nazionale dell’Appennino Lucano Val d’Agri Lagonegrese, Domenico Totaro, il sindaco di Satriano di Lucania – patria del famoso ‘Rumit’, il protagonista della Foresta che cammina -,Vincenzo Pascale e il presidente del Gal Csr Marmo Melandro, Michele Miglionico. Sul tema della Transumanza, Nicola Di Niro presenterà il progetto promosso ed implementato dal Gal A.Svi.R. Moli.Gal: Vie e Civiltà della Transumanza Patrimonio dell’Umanità ponendo l’attenzione sulla candidatura UNESCO del rito arcaico.

Sempre sul tema, ad emozionare i visitatori l’illustrazione del concorso di idee Una fiaba per la transumanza. La Bella Narrazione a cui hanno partecipato una ventina di scuole materne, elementari, medie e superiori delle provincie di Potenza e Matera e 27 scrittori, musicisti, disegnatori della Basilicata, Calabria, Campania, Lazio, Molise. A presentare i due libri che raccolgono le fiabe dei bambini sarà l’ideatore del concorso, il preside Mario Coviello.

L’evento sarà arricchito da #Tabula | Degustazione di Origine Teatrale: uno spettacolo-degustazione dei sapori e dei saperi lucani. Ideato e interpretato da Antonella Iallorenzi della Compagnia Teatrale Petra di Satriano di Lucania, con luci e scene di Angelo Piccinni, è un percorso sensoriale durante il quale lo spettatore-commensale è condotto alla scoperta delle origini, del cammino e delle peculiarità dei prodotti tipici della Basilicata.

“Porre la natura al centro delle attività di promozione del territorio vuol dire per noi lucani fare leva su una delle nostre più grandi ricchezze che trova il suo valore aggiunto nell’intimo rapporto con l’uomo e nelle tante espressioni allegoriche e simboliche, peculiarità della nostra regione”, ha dichiarato Domenico Totaro – presidente del Parco Nazionale dell’Appennino lucano.

expo-4-3

gen 182014
 

Si conclude positivamente l’anno appena trascorso al MIG Museo Internazionale della Grafica – Biblioteca Comunale “Alessandro Appella” – Atelier “Guido Strazza” che, con il suo ricco programma di mostre, eventi, incontri con gli artisti, donazioni e presentazioni di libri, ha attirato nel piccolo comune lucano di Castronuovo Sant’Andrea numerosi visitatori, confermando, ancora una volta e nonostante l’esiguità delle risorse finanziarie a disposizione, la sua determinazione ad affermarsi nel panorama culturale della Basilicata e non solo.
Le mostre dedicate nel corso del 2013 all’opera grafica di Alexander Calder, Ben Shahn, agli artisti della Secessione di Berlino, Max Pechstein e agli italiani Fausto Melotti, Mino Maccari e Anselmo Bucci, attenti durante la loro vita alle ricerche espressive europee, hanno permesso di chiarire alcuni punti fondamentali degli sviluppi dell’arte e della letteratura del Novecento e, contemporaneamente, hanno offerto al MIG la possibilità di svolgere un’intensa attività didattica con i ragazzi delle scuole presenti nei paesi del circondario, al fine di avvicinarli al mondo dell’arte e sviluppare la loro creatività. Oltre 1600 persone, infatti, tra cui studiosi, amanti dell’arte, docenti e studenti di diverse età, hanno oltrepassato le porte del MIG, a riprova che l’interesse verso le iniziative proposte è vivo e in continua crescita.
Ad incrementare l’affluenza dei visitatori, hanno contribuito sicuramente anche i numerosi eventi che hanno scandito il calendario delle mostre.
Il 18 marzo, grazie all’artista lucano Antonio Masini che ha incontrato gli alunni della Scuola Elementare di Castronuovo per un’attività didattica sulla xilografia, le sale del MIG si sono trasformate in un vero e proprio laboratorio di grafica: armati di matterello e cucchiaio, i bambini hanno provato a riportare su carta un disegno precedentemente inciso sul legno da Masini.
Convivendo il Museo con la Biblioteca Comunale “Alessandro Appella”, immancabili le presentazioni di libri: il 28 marzo, alla presenza degli alunni delle scuole di Castronuovo e dei numerosi accorsi per l’occasione, Paolo Albano, Giuseppe Appella e Maria Teresa Imbriani hanno presentato il Catalogo delle celebrazioni dei 150 anni dell’Unità d’Italia, Basilicata. I luoghi della narrazione, pubblicato dalla Regione in 444 pagine riccamente illustrate che rileggono, in undici capitoli, i diversi luoghi di una piccola ma splendida parte della nostra Nazione.
Sensibile a quanto il calendario internazionale suggerisce, nel 2013 il MIG ha aderito anche a numerose iniziative indette dagli organi preposti alla cultura, proponendo mostre temporanee, incontri e attività didattiche per i più piccoli.
In occasione della VX Settimana della Cultura, tenutasi quest’anno dal 22 al 28 aprile, il Museo ha organizzato una serie di eventi tra cui l’incontro, il 23 aprile, dell’artista giapponese Kengiro Azuma con i ragazzi della Scuola Media di Castronuovo S.A. e di Teana e, nel pomeriggio, con gli studenti del Liceo Scientifico di Sant’Arcangelo. Una vera e propria lezione di saggezza, che ha incoraggiato i più piccoli ad esprimere i propri sentimenti sul foglio bianco che simbolicamente rappresenta il vuoto da cui parte il grande maestro e ha tenuto viva l’attenzione dei più grandi che, nel pomeriggio, hanno ascoltato con coinvolgimento i racconti di vita dell’artista.
Il 18 maggio, in occasione della “Notte Europea di Musei”, un omaggio a Giacinto Cerone attraverso una mostra delle sue litografie, le parole dei figli e la proiezione del video realizzato da Beatrice Volpe alla Galleria Nazionale d’Arte Moderna, ha fatto da cornice ad una serata all’insegna della musica, che ha visto la partecipazione di numerosi giovani e ha tenuto sveglio il piccolo comune lucano fino a notte fonda.
Ad ottobre, poi, puntuale l’adesione del MIG alla IX Giornata del Contemporaneo – AMACI, quest’anno attraverso la mostra “Arte e Affiche. Il manifesto d’arte” che si è riproposta di segnalare, attraverso un numero selezionato di fogli, il determinante contributo degli artisti al rinnovamento del manifesto, soprattutto per le esposizioni tenute nei musei e nelle gallerie delle principali città europee.
Il 13 ottobre, invece, in occasione della prima edizione della Giornata Nazionale delle Famiglie al Museo, genitori e figli hanno avuto modo di trascorrere una giornata speciale al MIG, guidati in una visita partecipata alle 120 opere della cartella “Guerra e Pittura” e coinvolti nella riscoperta del ruolo della fiaba attraverso la presentazione e l’animazione alla lettura del volume “Le fiabe della Val Sarmento” a cura di Filomena Valicenti, vincitrice del Premio della Cultura nel 1989.
A riprova della validità delle attività proposte fino ad ora e al fine di potenziare l’offerta per il territorio nel quale il Museo agisce, nel corso del 2013 prestigiose donazioni hanno arricchito il patrimonio del MIG.
Del 4 giugno è l’inaugurazione dell’Atelier “Guido Strazza”, l’intero studio calcografico del novantaduenne maestro, toscano di origine ma romano di adozione, completo di torchio, attrezzature e libri sull’argomento, pronto per una nuova vita artistica e al servizio di chi, in Castronuovo, vuole trovare la propria patria ideale e riportare, sulle proprie lastre, quanto il territorio, con la sua storia e le sue peculiarità, suggerisce. Per l’occasione le sale del MIG hanno ospitato la mostra delle incisioni di Piero Cesaroni per la cartella “Eneide”.
Il 17 agosto, invece, entra a far parte del notevole patrimonio della Biblioteca Comunale ”Alessandro Appella”(già arricchito considerevolmente dai preziosi lasciti da parte di Giovanni Battista Ferri, di Guido Strazza, del Gruppo Longanesi, delle Edizioni della Cometa e degli Eredi Scheiwiller), accompagnata dalla mostra fotografica “Vivere con Pirandello”, la cospicua donazione libraria di Sandro D’Amico e Maria Luisa Aguirre D’Amico: 1500 volumi tra cui opere sul teatro, i testi letterari più ricercati dell’epoca, opere di scrittori di rilievo e frequentatori abituali di casa D’Amico.
Tra gli incontri estivi, da non dimenticare è l’ormai consolidato appuntamento con “Parole in musica: la canzone d’autore italiana”, tenutosi il 24 agosto e dedicato, nella sua seconda edizione, alla poesia e alle visioni sonore di Fabrizio De Andre’e al Teatro -Canzone e all’ironia di Giorgio Gaber, in occasione del decennale della sua scomparsa.
Sempre agosto, ha offerto al MIG la possibilità di collaborare con la Pro Loco di Castronuovo S.A. nell’organizzazione della tradizionale “Serata della cultura” del 18 agosto, che si ripete, come ormai consuetudine, ogni estate dal 1980. Nel suggestivo scenario di Piazza Castello, che ha visto quest’anno la commemorazione del Senatore Emilio Colombo attraverso i ricordi di Gianpaolo D’Andrea e Piero Di Siena, la presentazione del libri di Brancale, Trufelli e Palumbo, sono state allestite le mostre dedicate ai disegni di Mino Maccari per “L’Antipatico”, molti dei quali dedicati a Matera e a Castronuovo, e alle immagini fotografiche di Mimmo Castellano per il volume Paese Lucano.
Ma la collaborazione con la Pro Loco non si è limitata soltanto al mese di agosto. A partire dalla sua istituzione, il MIG ha deciso di fare sue due iniziative nate anni addietro per volere della Pro Loco stessa, legandole alle mostre previste dal calendario: “Una Via Crucis d’artista per la Pasqua” e “Presepi d’artista per il Natale”.
Quest’anno, a scandire la processione religiosa del Venerdì Santo del 29 marzo, sono state le quattordici stazioni della passione dipinte su cartone, tra il 1957 e il 1967, da Fausto Melotti. Una scelta non casuale, che si legava alla mostra in corso nelle sale del MIG dedicata all’opera grafica di Alexander Calder e Fausto Melotti.
Anche le passate festività natalizie si sono svolte, come di consuetudine, sotto il segno dell’ arte e della fede. Novità dell’edizione 2013 è stato l’ingresso nel prestigioso circuito nazionale dei presepi d’artista, che dal 1995 si muove da Trieste a Palermo, di altri due comuni lucani: Sant’Arcangelo e Lagonegro, dove sono stati esposti, rispettivamente, il Presepe Drammatico di Giacinto Cerone e il Presepe Svelato di Ernesto Porcari. Insieme al Presepe Dono di Giuseppe Pirozzi, in mostra a Castronuovo S.A., i presepi hanno dato corpo ad un suggestivo itinerario presepiale attraverso i tre paesi lucani, offrendo la possibilità, a quanti ne hanno avuto voglia, di cogliere il significato mistico della Natività attraverso la scoperta delle nuove forme di arte sacra. Un’iniziativa che ha messo in pratica quanto era nell’intenzione del MIG al momento della sua nascita nel 2011: unire il territorio attraverso l’arte e la cultura e divulgare, per mezzo delle proposte didattiche per la scuola, le attività che il Museo, da più di due anni, mette in campo a favore dei paesi lucani del Pollino e dei paesi limitrofi.

Mostre in corso:
14 dicembre 2013 – 1 marzo 2014
Max Pechstein, Reisebilder. Italien – Südsee, 50 litografie originali, Edizioni Paul Cassirer, Berlino 1919
In controcanto: Anselmo Bucci, Croquis du front, 50 puntesecche, Delatre, Parigi, 1917

14 dicembre 2013 – 31 gennaio 2014
Il presepe dono di Giuseppe Pirozzi e una serie di terrecotte 2012-2013. Chiesa di Santa Maria della Stella – Castronuovo S.A. (PZ);
Il presepe drammatico di Giacinto Cerone. Biblioteca Comunale – San Brancato di Sant’Arcangelo (PZ);
Il Presepe svelato di Ernesto Porcari. Chiesa della Candelora – Lagonegro (PZ);

Prossima mostra:
2 marzo – 28 giugno 2014
Ossip Zadkine, Sette Calligrammi di Apollinaire, acqueforti, Christophe Czwiklitzer Editeur, Parigi –Basilea 1967, più una scelta di opere grafiche datate 1927 – 1967.
In controcanto: L’opera grafica di Achille Perilli 1947 – 2010.

Masini al MIG per un laboratorio didattico sulla xilografia

mag 052013
 

Il dirigente scolastico Natale Straface dell’Isis Miraglia di Lauria   è impegnato nella promozione della lettura con delle iniziative  che hanno coinvolto scrittori di livello nazionale. Il 22 maggio si svolgerà  la manifestazione  conclusiva  di questo percorso formativo.  Il  4 maggio scorso intanto, l’Isis ha avuto come  ospite illustre lo scrittore Maurizio De Giovanni, noto tra l’altro  per “Il Commissario Ricciardi”.  Ad  accompagnarlo, l’editore  e scrittore Pino Sassano.

 

 

 

nov 072012
 

La Pro Loco di Procida e l’UNPLI Napoli, nell’ambito della manifestazione “Isola del Postino”, bandiscono  i seguenti concorsi multiartistici:

-         Concorso Fotografico “Procida, un set alla luce del sole

-         Concorso Fotografico “Italia, un sogno lungo un viaggio”

-         Concorso video “Italia, terra di ciak

-         Concorso di cortometraggi “Cinemamente”

-         Concorso Letterario “I suoni dell’ isola” quest’anno dedicato al legame “d’amore” tra “Massimo Troisi, Procida ed il film “Il Postino”

L’Italia è una terra straordinaria ricca di borghi, paesaggi, piazze, vicoli, architetture tipiche, antichi mestieri, che hanno da sempre incantato ed ispirato registi, artisti, scrittori, poeti, i quali hanno raccontato nelle loro opere questi luoghi unici e li hanno resi celebri in tutto il mondo.

Con l’Isola del Postino si intende rinnovare ed affermare il legame indissolubile che lega l’Italia al cinema, alla letteratura, alla poesia, alla fotografia, alla pittura ed all’arte in genere.

Un progetto che nasce a Procida, l’isola scelta come set dal mai troppo compianto Massimo Troisi per la sua ultima fatica cinematografica “Il Postino”.

Un capolavoro senza tempo che ancora oggi emoziona e coinvolge in ogni angolo del pianeta; un film che dal 1994 continua a tenere vivo il ricordo di Troisi ed a diffondere un’immagine positiva di Procida e dell’Italia all’estero. Dalla messa in onda del film, l’isola ha avuto una notorietà straordinaria facendo registrare una crescita esponenziale, in pochissimi anni, degli arrivi e delle presenze turistiche.

“Il Postino” è stato ed è un eccezionale moltiplicatore di risorse: ancora oggi si parla e si scrive di Procida come ”Isola del Postino”. Un film che ha fatto crescere negli anni non solo il numero dei turisti, ma anche quello dei servizi giornalistici e delle produzioni cine-televisive che hanno utilizzato Procida come location. “Il Postino”, in Italia, è stato uno dei primissimi esempi di movie  tourism, cioè di quel particolare segmento turistico legato al cinema, dove i turisti scelgono una destinazione suggestionati dalle immagini viste sul piccolo o grande schermo.

Ecco il perché del nome della manifestazione !

L’Isola del Postino, attraverso il cinema, la fotografia e la poesia, vuole promuovere la cultura e la memoria dei luoghi ed incentivare il turismo ecosostenibile, non invasivo, legato alla valorizzazione dell’immenso patrimonio materiale ed immateriale di cui la Penisola è ricca.

Un progetto aperto alla collaborazione di Enti Pubblici, privati, associazioni, liberi professionisti, in qualità di partner e/o organizzatori.

 

 

Sezione Fotografia e Video

Il  concorso fotografico e video hanno l’intento di “raccontare” l’Italia, esaltando il patrimonio materiale, immateriale ed umano da cui l’arte trae ispirazione. I partecipanti saranno liberi di ritrarre luoghi, sensazioni, emozioni, eventi tradizionali, antichi mestieri, persone, che meglio interpretano, secondo le proprie inclinazioni artistiche, le suggestioni cinematografiche e letterarie di un luogo, l’identità e la cultura dei suoi abitanti: location ideali per un film, uno spot, una fiction.    

 

 

Sezione Poesia

Poesia inedita in lingua italiana rispondente al seguente tema d’ispirazione:

Mario Ruoppolo registra i suoni dell’isola, per far rivivere al poeta tutti i momenti vissuti con lui…«Numero uno: onde alla cala di sotto…Piccole. Numero due: onde grandi. Numero tre: vento della scogliera. Numero quattro: vento dei cespugli. Numero cinque: reti tristi di mio padre. Numero sei: campane dell’Addolorata, con prete. Numero sette: cielo stellato dell’isola. Bello però, non me n’ero mai accorto che era così bello. Numero otto…cuore di Pablito». (tratto dal film “Il Postino”)

 

 

Sezione Cortometraggi e Documentari

Concorso nazionale di cortometraggi e documentari, per professionisti e non, che abbiano come tema di ispirazione i luoghi e/o la cultura intrinseca dei luoghi in cui sono girati. Saranno premiate le opere che meglio riusciranno a suggestionare gli spettatori  attraverso la valorizzazione delle location o della cultura e delle tradizioni di un determinato luogo. Esempio è il film “Il Postino” che ha valorizzato la natura e la bellezza dell’isola di Procida e, allo stesso, tempo ha messo in risalto antichi mestieri come quello del pescatore.

È prevista una sezione fuori concorso per i cortometraggi ed i documentari non girati in Italia. Nel caso in cui i dialoghi non siano in lingua italiana, i video devono essere sottotitolati in italiano.

 

 

Modalità di partecipazione

Il concorso è aperto a tutti (professionisti ed amatoriali) gli autori di opere edite o inedite, ed è gratuito. Per i minorenni è necessaria l’autorizzazione del responsabile del minore. Per partecipare è sufficiente inviare, entro il 26 novembre, una mail a isoladelpostino@gmail.com contenente:

-         titolo dell’ opera, dati anagrafici, indirizzo postale, recapiti telefonici ed email;

-         la sezione del concorso scelta;

1)    SEZIONE FOTOGRAFIA: la località ed una breve descrizione della foto e/o   del messaggio comunicativo (max 400 battute, spazi compresi) ;

-         da 1 a 3 fotografie, aderenti al tema del concorso, in formato digitale, formato elettronico jpg, colore RGB, definizione 300 dpi, dimensioni in pixel minime 1500 x 1125. Le foto potranno essere in orizzontale o verticale;

-         Le foto potranno essere leggermente fotoritoccate, evitare quindi pesanti manipolazioni e ritocchi;

-         Non sono ammesse foto con scritte sovraimpresse o con altri tipi di addizioni.

2)    SEZIONE VIDEO: video della durata massima di 6 minuti, con formato supportato da youtube e facebook: wmv, mpg, non superiore a 25 MB.

3)    SEZIONE CORTOMETRAGGI: cortometraggi, documentari e fiction, editi ed inediti, della durata massima di 30 minuti, titoli inclusi, con formato supportato da youtube e facebook: wmv, mpg, non superiore a 25 MB.

4)    SEZIONE POESIA: Ogni autore può inviare fino a due opere in lingua italiana, ciascuna non eccedente i 25 versi.

-         Le liberatorie alla pubblicazione firmate dai soggetti eventualmente ritratti in maniera riconoscibile nelle opere fotografiche e video, secondo le modalità richieste ed evidenziate sul sito. Le liberatorie sono volte a consentire la pubblicazione delle immagini ed a tenere indenne e manlevata Pro Loco di Procida da qualsiasi possibile richiesta, risarcitoria o inibitoria, per tutti i danni e le spese, comprese quelle legali, che dovesse subire per effetto di lamentate lesioni dei diritti dei terzi. La mancata presentazione delle liberatorie costituisce causa di esclusione dalla selezione.

-         È vietato caricare in qualsiasi categoria foto di minori, se non con l’autorizzazione firmata con la liberatoria del genitore o dell’esercente la potestà genitoriale.

Il materiale potrà essere inviate entro e non oltre il 26 novembre 2012 anche con posta ordinaria su DVD al seguente indirizzo: Pro Loco di Procida, via Roma n. 24, 80079 Procida (NA) – Italia.  

La partecipazione al concorso con l’invio del materiale comporta l’accettazione integrale del presente regolamento e il consenso obbligatorio al trattamento dei dati personali ai sensi D. Lgs. 196/2003 per le finalità indicate nell’informativa pubblicata sul sito. La mancata accettazione del presente regolamento e il diniego al trattamento dei dati personali comporta l’esclusione automatica dal concorso.

 

 

CASI DI ESCLUSIONE

Ogni autore è responsabile del contenuto delle proprie opere con cui partecipa al concorso che non dovranno:

-         Essere lesive della comune decenza;

-         Contenere riferimenti pubblicitari, politici o riconducibili all’ambito religioso o comunque non rispettosi di persone e soggetti terzi e dei loro diritti.

L’organizzazione potrà altresì escludere, a suo insindacabile giudizio:

-         gli autori che tentano di orientare il voto popolare;

-         coloro che dovessero tenere un comportamento non consono ad una leale competizione.

Le opere nelle quali compaiano persone chiaramente riconoscibili devono essere obbligatoriamente corredate da liberatoria alla ripresa ed alla pubblicazione firmata dai soggetti fotografati, pena l’esclusione dal concorso.

 

 

 

Pubblicazione e modalità di voto

Le foto ed i video in concorso saranno pubblicati sul profilo facebook e/o youtube del concorso ed, eventualmente, su altri siti partner. Su youtube i video potrebbero essere preceduti da filmati pubblicitari o da annunci pubblicitari.

La votazione popolare, aperta a tutti, comincerà il 29 novembre e terminerà il 7 dicembre 2012 (ore 16.00) mediante accesso alla fan page www.facebook.com/isoladelpostino ed al canale youtube www.youtube.it/isoladelpostino, o altri siti partner.

I video devono essere inviati tramite email o posta ordinaria. Non si accettano link a video pubblicati su altri siti. 

I video saranno caricati contemporaneamente dall’organzzazione – nel giorno di avvio delle votazioni – sul canale dedicato al concorso: www.youtube.it/isoladelpostino o siti partner.

I cortometraggi, invece, saranno valutati solo dalla giuria tecnica.

 

Come si vota (sezione foto e poesia):

  1. Cliccare mi piace alla fanpage facebook Isola del Postino   (obbligatorio)
  2. Cliccare “mi piace” per votare la foto o le foto più gradite (o poesia più gradita).

Le votazioni popolari sono insindacabili. In caso di parità sarà riaperta la votazione solo per stabilire il 1° classificato.

 

Come si vota (sezione video):

  1. Cliccare mi piace a uno o più video partecipanti caricati sul canale youtube del concorso, o altro canale idoneo.

 

Tra tutti coloro che cliccheranno “mi piace” alla fanpage facebook Isola del Postino, avranno la possibilità di vincere una vacanza di 4 giorni a Procida. Per partecipare è semplicissimo:

  1. Cliccare mi piace alla fanpage www.facebook.com/IsoladelPostino
  2. Inviare una mail a isoladelpostino@gmail.com scrivendo nell’oggetto un numero da 1 a 90, e nel corpo dell’email il proprio nome, cognome, numero di telefono ed il nome utente del proprio profilo facebook. Ogni persona potrà partecipare con un solo numero.
  3. Vincerà chi indovinerà il primo numero estratto sulla ruota nazionale (giorno da stabilire). In caso di ex-equo si procederà con regolare sorteggio durante la serata delle premiazioni.

 

Premi

 

1.  Premio Giuria Popolare:

I primi classificati delle rispettive sezioni del concorso riceveranno in premio:

1° classificato: euro 200,00 e voucher per un soggiorno gratuito a Ischia o Procida

2° classificato: voucher per un soggiorno gratuito a Ischia o Procida  

3° classificato: un telefonino 

NB: la lista dei premi è in continuo aggiornamento.

 

2.  Premio Giuria tecnica:

Una giuria tecnica composta da professionisti delle arti e delle professioni assegnerà una menzione speciale ad ogni sezione del concorso. La giuria sarà presieduta da personalità del mondo della cultura, del cinema, dell’arte, del giornalismo e dello spettacolo.

Le decisioni della giuria saranno prese a maggioranza e avranno carattere insindacabile, ogni suo giudizio è inappellabile. La selezione e la valutazione dei progetti terrà conto della loro originalità e creatività, del grado di innovazione, della ricerca e della sperimentazione linguistica purché, nella libera interpretazione di ogni partecipante. Il territorio, i luoghi o la cultura del luogo in cui è realizzata/ambientata la foto, il cortometraggio, o il video rimangono i temi concettuali e comunicativi principali. I parametri con i quali verranno valutati i progetti sono i seguenti:

- Linguaggio comunicativo dell’immagine.

- Congruenza dei contenuti.      

- Originalità e contemporaneità della tecnica.

Per la sezione poesia saranno premiati i componimenti che meglio risponderanno al tema del concorso.

 

Premiazione

La cerimonia di premiazione si svolgerà in un’unica serata tra il 27 e 30 dicembre 2012 a  Procida (la data precisa sarà comunicata prossimamente).

I vincitori saranno ospiti dell’organizzazione (spese viaggio escluse).

 

 

 

Diritti di utilizzazione delle opere

L’autore dell’opera poetica, fotografica o video presentata alla selezione garantisce che l’opera stessa è esclusivo frutto del proprio ingegno, che possiede i requisiti di novità, originalità ed i diritti d’autore. L’autore concede alla Pro Loco di Procida, in via non esclusiva a titolo gratuito e a tempo indeterminato, il diritto di riprodurre l’opera con qualsiasi mezzo consentito dalla tecnologia e secondo le modalità ritenute, di volta in volta, più opportune dalla Pro Loco di Procida.

L’autore garantisce alla Pro Loco di Procida il pacifico godimento dei diritti ceduti ai sensi del presente articolo ed assicura che l’utilizzo, da parte della Pro Loco di Procida, dell’opera non violerà diritti di terzi e che, conseguentemente, terrà indenne e manlevata della Pro Loco di Procida da qualsiasi richiesta risarcitoria od inibitoria dovesse esserle rivolta e per tutti i danni e le spese, comprese quelle legali, che la Pro Loco di Procida dovesse subire per effetto di lamentate lesioni di diritti di terzi di cui l’autore fosse responsabile. Gli autori avranno diritto alla citazione del proprio nome quali autori dell’immagine in occasione di tutte le forme di utilizzo. Resta inteso che, con il presente bando, la Pro Loco di Procida pubblicherà nella gallery on line tutte le foto pervenute e accettate in base al regolamento.

 

 

NOMINA DEI VINCITORI

Gli autori delle opere scelte per qualità artistica riceveranno apposita comunicazione via mail ed i loro nominativi saranno pubblicati sul sito del concorso.

 

DISPOSIZIONI GENERALI

La Pro Loco di Procida si riserva il diritto di modificare e/o abolire in ogni momento le condizioni e le procedure aventi oggetto il presente concorso prima della data di sua conclusione. In tal caso la Pro Loco di Procida provvederà a dare adeguata comunicazione. La Pro Loco di Procida non assume responsabilità per qualsiasi problema o circostanza  che possa inibire lo svolgimento o la partecipazione al presente concorso.  Il materiale inviato non è soggetto a restituzione.

Ai sensi del D.P.R. n.430 del 26.10.2001, art.6, il presente concorso non è soggetto ad autorizzazioneministeriale.

L’invio delle opere al concorso implica l’adesione e l’accettazione completa del suddetto regolamento.

 

 

Info:

isoladelpostino@gmail.com  

www.facebook.com/Isola.del.Postino

 

ago 232012
 

Mostra fotografica ed evento di solidarietà per Medici Senza Frontiere

Sabato 25 agosto, a partire dalle ore 19, il Castello di Policoro ospita l’evento di solidarietà  “Malaria Portrait”, una serata di testimonianza, sensibilizzazione e raccolta fondi a sostegno di Medici Senza Frontiere.

Al centro della serata sarà la presentazione della mostra fotografica “Malaria Portrait”, di Fausta Micheletta, medico e fotografo, curata da Ester Stigliano, che documenta l’attività svolta da Medici Senza Frontiere per salvare i bambini colpiti dall’epidemia di malaria in Costa d’Avorio.

L’esposizione itinerante, realizzata dall’Associazione “Margana41” per Medici Senza Frontiere, è stata  presentata lo scorso 24 aprile a Roma, in occasione della Giornata Mondiale contro la Malaria istituita dall’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità).

Nel corso della serata – evento di Policoro, a partire dalle ore 20, intervista all’autrice Fausta Micheletta. Interverrà il dottor Rocco Leone, sindaco di Policoro e medico. Inoltre, grazie alla collaborazione con l’Associazione “Presidio del Libro – Magna Grecia”, si terrà un reading dal libro “Dignità – 9 scrittori per Medici Senza Frontiere”, edito da Feltrinelli.

LA MOSTRA

La mostra nasce dall’esperienza che Fausta Micheletta ha vissuto in Costa d’Avorio come medico responsabile del pronto soccorso con l’organizzazione medico-umanitaria Medici Senza Frontiere, nella capitale Abidjan, nel luglio e agosto 2011, durante la crisi politica che ha colpito il paese africano portando al collasso il sistema sanitario locale. In quei mesi l’équipe di MSF si è trovata ad affrontare le conseguenze di una drammatica limitazione all’accesso sanitario per la popolazione ivoriana durante il periodo di picco della malaria e il diffondersi della malattia soprattutto tra i bambini più piccoli, più esposti e privi di difese immunitarie.

Grazie alla presenza dei medici di MSF e alla disponibilità di cure adeguate, in quei mesi è stato possibile salvare molte vite umane, ma ancora oggi, in tutto il mondo, ogni 60 secondi un bambino muore a causa della malaria.

IL PROGETTO ALLESTITIVO

La mostra si basa su 16 fotografie fra loro molto simili: sono tutti ritratti di bambini, ripresi mentre combattono contro la malattia, tutti avvolti nel drappo colorato, che le loro mamme hanno prima bagnato e poi utilizzato, nel tentativo di abbassare la temperatura corporea. I colori dei drappi variano in tono e disegno, al contrario delle espressioni dei bambini, tanto che, l’immagine finale che se ne percepisce, non è il ricordo di un bambino in particolare ma il ritratto della malaria stessa.

Il progetto allestitivo si compone di una struttura metallica modulare, che consente alla mostra di essere facilmente trasportabile, nella quale sono inserite tre zanzariere a maglia rigida, simbolo della lotta contro la malattia, che sorreggono le foto dei bambini malati, oltre a una serie di pannelli didattici che raccontano l’esperienza vissuta dai medici di Msf, i dati sulla diffusione della malaria e gli strumenti per combatterla.
Per Info:
Ester Stigliano 333/5898148
Giovanni Visone 328/35422289