Flash Feed Scroll Reader
lug 172015
 

Alla manifestazione farsa organizzata mercoledì 15 da Pittella a Policoro, con la partecipazione degli altri due governatori PD Emiliano e Oliverio, ci sono state associazioni e sindacati che hanno sfilato con le proprie bandiere nel corteo, evidentemente avallando così il tentativo di ripulire l’immagine di Pittella sbiancandola dal nero petrolio che finora ha caratterizzato l’agire del gladiatore lucano. C’erano, poi, cittadini e associazioni che hanno duramente contestato, per tutto il tempo della manifestazione e del corteo, l’ipocrisia di un governatore che avrebbe voluto far credere di essere contrario alle trivellazioni ed alle compagnie petrolifere. Ancora una volta clamorosamente smentito a distanza di pochissime ore dalle dichiarazioni del Ministro Guidi che ha confermato, se ancora ce ne fosse stato bisogno, la decisione di autorizzare le esplorazioni per la ricerca di idrocarburi nel mar Ionio e nell’Adriatico.

Dalla risposta del ministro è emerso chiaramente che la battaglia sulle trivellazioni non può essere delegata alla burocrazia partitica ed essere ridotta esclusivamente alle guerre di corrente insite nel PD; che chi ha parlato strumentalmente in questi giorni di unità e di confronto istituzionale o non ha ben presente l’entità del problema trivellazioni oppure è interessato più a battaglie politiche che alla difesa del territorio. Se qualcuno pensa ancora che quello stesso Governo Renzi che ha messo a repentaglio la sua maggioranza per riforme strutturali ancora più importanti (riforma costituzionale, Jobs Act, legge elettorale, riforma sulla scuola) si fermi di fronte ad un confronto con Pittella, Oliverio ed Emiliano sulle trivellazioni in mare, deve cominciare ad aprire gli occhi sulla realtà.

Questo è stato l’intento della nostra contestazione di mercoledì.

Qualcuno ha parlato di manifestazione fallimentare con scarsa partecipazione popolare. Ma forse è proprio ciò che Pittella voleva ottenere ieri. Una sfilata in solitaria, senza contraddittorio, per riuscire a far passare il messaggio che lui è contro le trivelle e dalla parte del popolo. Altrimenti perché organizzare una manifestazione nella mattinata di una giornata lavorativa? Il giochetto, però, è stato smascherato da un manipolo di cittadini attivi ed associazioni che non si sono lasciati abbindolare. Come in altre occasioni, a fronte di contestazioni rumorose ma assolutamente pacifiche, è emersa tutta la violenza e l’arroganza del governatore, che, senza alcuna idea né concreta proposta da contrapporre alle contestazioni, non ha trovato di meglio che minacciare furiosamente di “mettere in ginocchio” le associazioni e i movimenti dissenzienti.

A conferma dell’intento esclusivamente propagandistico dell’iniziativa, non è stato concesso nessuno spazio di contraddittorio ai cittadini ed alle associazioni, nonostante fosse stato richiesto ufficialmente. Il re, ormai, è nudo…e non è un bello spettacolo!

Ed in un crescendo “felliniano” e surreale, forse a causa del solleone e confondendo palesemente, e forse volontariamente, chi fossero gli invasori e chi i “partigiani”, un Emiliano stonatissimo e sudaticcio ha deciso di intonare “Bella Ciao”, screditando tra l’altro la presenza del sindaco Leone e dei suoi sostenitori di destra che hanno sfilato ordinati e allineati con le loro bandiere nel corteo pittelliano. E’ ovvio che la scelta di contestare da semplici cittadini, senza mostrare alcun simbolo e bandiera, per esprimere la distanza dalla manifestazione-farsa, non deve assolutamente diventare l’occasione, per questi politici senza contenuti, di associarci alle bandiere fasciste e a quei gruppi di estrema destra che con noi non hanno nulla a che vedere. A differenza di ciò che Pittella, Emiliano & C. hanno voluto far credere dal palco apostrofando indistintamente la platea dei presenti al grido di “fascisti”!

E’ bene che Pittella e i suoi seguaci si rassegnino al fatto che questi teatrini non bastano più per confondere il popolo lucano. Martedì 21, nelle sedi istituzionali opportune, e non sul bagnasciuga ionico, Pittella dica chiaramente al Consiglio ed ai lucani quali sono le sue strategie sul destino di trivelle che sta facendo sulla Basilicata e sui lucani, almeno in sede istituzionale non si nasconda dietro vuoti proclami, sia chiaro e parli di atti istituzionali consequenziali e coerenti con l’obiettivo dell’uscita dall’era dalle fonti fossili di energia. Inizino a fare i seri questi politicanti che hanno a che fare con gente dignitosa e menti pensanti, non con le loro truppe cammellate. Inizino a dare segnali forti, sia nazionali che internazionali, richiamando, redarguendo o punendo quanti, chiamati a rappresentare il “popolo”, legiferano a favore delle multinazionali contro gli interessi delle popolazioni locali (vedi TTIPP e “questione airgun” nei reati ambientali).

Trasformiamo il sud in riferimento internazionale per le fonti energetiche virtuose e diffuse a disposizione dei singoli cittadini, come annunciato e mai realizzato, tradendo il popolo, già nel 2003!

Questo devono perseguire anche tutte le altre figure istituzionali presenti a Policoro!

Solo così potrebbe riaprirsi un dialogo ed arrivare a manifestazioni realmente congiunte ed unitarie, come ai tempi di “Scanzano Jonico”!

 

“I contestatori fischianti del 15 luglio”

triv

giu 042014
 

“Finalmente si comincia a guardare con estremo interesse alle pinete ionico-metapontine”, è il commento del sindaco della Città di Policoro, Rocco Leone, alla vigilia della conferenza di servizi che si terrà nella sala consiliare della città ionica domani, 5 giugno, alle ore 12.00, convocata dall’Assessore Regionale all’Ambiente Aldo Berlinguer, per la stipula del Protocollo d’Intesa “Area Metapontino, per la salvaguardia delle pinete costiere, a cui prenderanno parte anche la Provincia di Matera e i Sindaci dei Comuni di Bernalda, Pisticci, Scanzano Jonico, Nova Siri e Rotondella. “Si tratta – prosegue Leone – del primo segnale vero che la Regione Basilicata, grazie al sensibile Assessore all’Ambiente Aldo Berlinguer, sta dando ai comuni in termini di salvaguardia delle pinete e di una vasta area regionale a interesse comunitario”. “Sino a ieri – prosegue il primo cittadino – la forestazione era vista come prerogativa delle aree dell’entroterra lucano; oggi, finalmente, si da importanza anche alle pinete della costa ionica, che sono di grande interesse naturalistico; basti pensare che delle 34 aree S.I.C. presenti, ben 14 sono situate lungo la costa ionica”. “La Conferenza di servizi e la relativa stipula del protocollo di domani – conclude Leone – consentirà ai comuni la gestione diretta delle pinete, al fine di salvaguardarne il patrimonio naturalistico e ambientale”.

Policoro

mag 142014
 

“Libera la natura” si rimette in corsa. Una staffetta sui beni confiscati, calpestando quello che un tempo era il potere economico dei mafiosi, oggi restituiti alla collettività.
Al via la quarta edizione di “Libera la natura” promosso da Gruppo Sportivo del Corpo Forestale dello Stato e Libera, Associazioni, nomi e numeri contro le mafie. Un viaggio nell’Italia “liberata” dalle mafie, dalla Toscana alla Sicilia con tappe nel Veneto e in Basilicata e conclusione a Lampedusa con il coinvolgimento di oltre 2000 ragazzi delle scuole medie italiane, dal nord al sud del nostro Paese, protagonisti in una giornata di sport e di educazione. Ogni tappa prevede una mattinata di sport, sui quei terreni strappati alla prepotenza criminale e mafiosa, la cui liberazione viene festeggiata con una staffetta di corsa. Prima dell’evento, gli studenti incontreranno gli uomini e le donne del Corpo Forestale per una preziosa lezione di educazione ambientale e successivamente i campioni del Gruppo Sportivo del Corpo forestale dello Stato che hanno scelto, insieme a tanti altri, la via pulita dello sport e che parleranno ai ragazzi del significato dell’importanza dell’etica sportiva e del valore di praticare lo sport pulito e di una sana alimentazione. Prima tappa il 4 aprile con la staffetta sui terreni dell’azienda agricola di Suvignano, a 15 km da Siena, sequestrata nel 1994 e confiscata nel 2007. Poi in Sicilia, in provincia di Catania presso i terreni della cooperativa sociale “Beppe Montana-Libera terra”. Poi il 16 maggio per la prima volta in Basilicata a Scanzano Ionico nell’ex lido “Lo squalo beach” sequestrato alla criminalità nel settembre 2011. Il viaggio di “Libera la natura” si concluderà in Veneto, ad Erbè in provincia di Verona, nella base scout Airone, bene confiscato nel 1993. Tappa finale obbligata a settembre con una iniziativa speciale all’insegna dello sport, integrazione, pace e legalità nell’isola di Lampedusa.

Calendario della tappa di Scanzano Jonico 14 – 15 – 16 Maggio:

14 Maggio
ore 9.30 sala consiliare del Comune di Scanzano Jonico
Incontro per le sole classi partecipanti al progetto degli istituti comprensivi di Scanzano Jonico e Nova Siri.
Saluto della Dirigente Prof.ssa Marciuliano
Interverranno gli atleti del Gruppo Sportivo Nazionale del Corpo Forestale dello Stato Guido Vianello (campione italiano supermassimi di pugilato), Flavia Arcioni (velocista ostacolista, medaglia d’oro ai campionati mondiali militari nella staffetta 4 x 400 metri) e Lucilla Andreucci (ex maratoneta azzura), rappresentanti del Corpo Forestale dello Stato e la refente territoriale di Libera.

Ore 18.00 salone della Parrocchia di San Rocco, via Lucana Matera
Incontro pubblico dal tema “Libera lo Sport Pulito”
Ne parleremo con: gli atleti del Gruppo Sportivo Nazionale del Corpo Forestale dello Stato Guido Vianello (campione italiano supermassimi di pugilato), Flavia Arcioni (velocista ostacolista, medaglia d’oro ai campionati mondiali militari nella staffetta 4 x 400 metri) e Lucilla Andreucci (ex maratoneta azzura), il Primo Dirigente dottor Raffaele Manicone del Corpo Forestale e Marcello Travaglini (responsabile Libera Sport Basilicata)

15 Maggio
Ore 9.30 presso IC “Giovanni Paolo II” di Policoro
Incontro con le soli classi degli istituti comprensivi di Policoro “Don Milani” e “Giovanni Paolo II” e degli alunni di Craco dell’IC “Padre Pio da Pietralcina” di Pisticci.
Saluto dei Dirigenti Profssa Schettini e Prof. Dellorusso
Interverranno gli atleti del Gruppo Sportivo Nazionale del Corpo Forestale dello Stato Guido Vianello (campione italiano supermassimi di pugilato), Flavia Arcioni (velocista ostacolista, medaglia d’oro ai campionati mondiali militari nella staffetta 4 x 400 metri) e Lucilla Andreucci (ex maratoneta azzura), il Corpo Forestale e la refente territoriale di Libera.

Ore 18.00 presso Istituto Comprensivo “Albino Pierro” di Tursi – sede scuola primaria Via Roma
Incontro “Libera la Natura” con le classi partecipanti al progetto e le società sportive, aperto al pubblico
Saluto della Dirigente prof.ssa Liuzzi
Interverranno gli atleti del Gruppo Sportivo Nazionale del Corpo Forestale dello Stato Guido Vianello (campione italiano supermassimi di pugilato), Flavia Arcioni (velocista ostacolista, medaglia d’oro ai campionati mondiali militari nella staffetta 4 x 400 metri) e Lucilla Andreucci (ex maratoneta azzura), rappresentanti del Corpo Forestale e la refente territoriale di Libera

16 maggio
Ore 9.00 presso il Lido “Onda Libera” località Lido Torre a Scanzano Jonico
Staffetta per i 300 ragazzi degli Istituti Comprensivi di Scanzano Jonico, Policoro, Nova Siri, Craco e Tursi.
Interverranno I Campioni del Gruppo Sportivo Nazionale del Corpo Forestale, il Corpo Forestale, Libera, le Istituzioni locali.

Logo-LIBERA

mar 312014
 

L’ultimo episodio incendiario avvenuto ai danni di un imprenditore locale porta nuovamente alla ribalta, nella fascia Ionica, la paura dell’estorsione e del racket.
In Basilicata – ha commentato Angelo Festa, Presidente dell’Associazione antiracket e antiusura “Famiglia&Sussidiarietà” – vi è sicuramente da escludere che vi sia, al momento, una criminalità organizzata pari alle altre regioni viciniori, ma bisogna prestare attenzione ai continui e ripetuti episodi malavitosi perché non possono essere stati messi in atto solo da piccoli delinquenti.

Famiglia e Sussidiarietà – ha continuato Festa – intende nei prossimi mesi attivare una campagna informativa, a tutela delle imprese e delle famiglie, con il coinvolgimento delle Forze dell’Ordine, delle Istituzioni, delle forze politiche e Sociali, contro il racket e l’usura affinché non si abbassi la guardia.

Con tale iniziativa intendiamo – ha concluso Festa – venire incontro a chi è in difficoltà economiche, dare informazioni sulle procedure di risoluzione da crisi da sovraindebitamento e consentire alle vittime di estorsione di accedere al Fondo nazionale di Solidarietà.

logo ass antiracket e antiusura afs

gen 162014
 

Ecco quanto ha dichiarato il sindaco di Pisticci sull’emergenza del Metapontino: “Apprendiamo con soddisfazione da un lancio ANSA la notizia secondo la quale il Consiglio dei Ministri ha deliberato lo stato di emergenza per le alluvioni del 7 e 8 ottobre del 2013. Ricordiamo che gli eventi alluvionali provocarono danni ingenti soprattutto nei territori costieri ionici dei comuni di Bernalda, Montescaglioso, Pisticci e Scanzano Jonico.

Tanto è stato annunciato in un comunicato a seguito della seduta del Consiglio dei Ministri che ha stanziato una somma di 6,5 milioni di euro da destinare alle aree interessate. La somma si aggiunge ai fondi messi a disposizione della Regione Basilicata.

L’auspicio è che presto siano resi disponibili i fondi necessari interessati per il ripristino della viabilità, al sostegno alle imprese e di cittadini, gravemente danneggiati dalle precipitazione del 7 e 8 ottobre 2013.

Restiamo, comunque, in attesa del riconoscimento dello stato di calamità, così come la dichiarazione dello stato di emergenza per gli eventi calamitosi che si sono verificati a dicembre 2013, che purtroppo hanno maggiormente compresso ed aggravato la fragilità del territorio dei comuni del Metapontino”.

pisticci3

set 162013
 

L’eccellenza dell’istituto Alberghiero della costa tirrenica della nostra Regione passa anche attraverso quaranta tra studenti e studentesse del quinto anno dell’istituto Alberghiero di Maratea Pz che dal 4 settembre sono impegnati in strutture alberghiere, categoria quattro stelle, del Metapontino. per l’attività di stage previste nel quadro dell’alternanza scuola-lavoro.
L’attività, calendarizzata tre quelle d’avvio dell’anno scolastico 2013-2014, li vedrà impegnati fino al 20 settembre nei vari ambiti di lavoro degli alberghi che li stanno ospitando, e vanno dall’ accoglienza- ricevimento, ai laboratori di cucina a quelli di sala.
Gli allievi hanno trovato in ciascuna strutture che li ospita ottimi Tutor aziendali che ne stanno apprezzando ed elogiando le eccellenti professionalità di base.
L’esperienza lega sempre di più la formazione professionale-scolastica con il vissuto esperienziale laboratoriale, che fa ancora una volta della scuola alberghiera un ottimo momento di crescita professionale non disgiunto, e in tempo di crisi occupazionale non è cosa da poco, dal reale inserimento nel mondo del lavoro.
L’Istituto Alberghiero che fa capo all’ISIS “Giovanni Paolo II” di Maratea, ha scelto quest’anno, ad ulteriore ampliamento delle opportunità formative per gli studenti, la costa metapontina per le sue esperienze di stage aziendale volendo offrire ai propri Allievi e Allieve un’attenzione anche all’altra parte del territorio della nostra Regione che turisticamente ha grandi potenzialità ed ottime strutture ricettivo-ristorative, dopo le numerose esperienze già svolte negli anni sia nelle strutture ricettive di Maratea e del circondario, che in altre dislocate sul territorio nazionale. .
A Policoro sei allievi stanno svolgendo lo stage presso l’hotel Heraclea e nove presso l’Oro hotel, altri tre presso l’hotel Miceneo di Scanzano Ionico, undici al Club Resort Argonauti di Marina di Pisticci e dieci tra l’Akiris Centro Turistico e l’hotel Toccacielo di Marina di Nova Siri.
Dietro questa esperienza il lavoro del responsabile scolastico dell’area “Scuola-Lavoro” il professor Morone e del Dirigente scolastico dell’Isis di Maratea il professor Francesco Garramone che ha fortemente voluto questa esperienza.
Ad assistere gli studenti-stagisti due docenti dell’alberghiero di Maratea i professori Di Giorno e Conte che visitano quotidianamente le sei strutture ospitanti e tengono costanti rapporti con i Tutor aziendali.
A fine stage verrà rilasciato a ciascuno Studente l’Attestato da parte di ciascuna struttura turistica, che certamente arricchirà il loro curriculum personale e che sarà consegnato ufficialmente in un’apposita cerimonia presieduta dal Dirigente Scolastico in sede a Maratea.

Policoro

lug 222013
 

L’evento è promosso grazie al finanziamento della Regione Basilicata , Provincia di Matera, PIOT Metapontino , Comune di Nova Siri e con la collaborazione della Pro Loco di Nova Siri ed Expressive Arts di Policoro , dell’ Associazione culturale Terre Sonore di Scanzano J.co e “Attivamente Giovani” di Rotondella e con l’aiuto dei media partner ufficiali RadioAutPolicoro e LatteMiele, NovaSiriNews e Terrejoniche.

L’Associazione SUD- Gigi Giannotti, nata a Nova Siri e presente sul territorio da 15 anni, forte del successo delle edizioni passate, prova l’esperimento delle tre serate grazie ad un massiccio spiegamento di forze e grazie alla nascita di una nuova rete con le associazioni culturali dei Comuni della fascia Jonica.

Il SirisFestival è un festival itinerante, multidisciplinare, che unisce diversi linguaggi culturali: Letteratura, Teatro, Arti visive e Musica legati da un unico tema.

Il Festival 2013, giunto alla XVI edizione curato come ogni anno dal Direttore Artistico Pasquale Chiurazzi (nonché Presidente dell’Associazione), ha come tema “Le città invisibili” una chiara ispirazione al romanzo di Italo Calvino, da cui si snodano e prendono vita i diversi appuntamenti, dagli itinerari artistici a quelli enogastronomici, dalla Premiazione di una band lucana amatissima dai giovani alla presentazione del romanzo di una scrittrice, sempre lucana.

Si comincia quest’anno il 7 Agosto in Piazza Dante con il Premio Siris che – nato con l’intento di valorizzare gli artisti, le persone e le idee che fermentano la vita culturale e civile della nostra regione e giunto alla sua XIV edizione- verrà assegnato al gruppo musicale “Krikka Reggae” per aver trattato i temi di attualità politica e sociale, ma soprattutto locali e meridionali, mescolando il dialetto bernaldese al linguaggio della musica jamaicana.

L’evento sarà trasmesso in diretta su RadioAutPolicoro , la web radio. Sul palco intervengono il Presidente della Provincia di Matera, Francesco Stella , presenterano la giornalista Lucia Varasano e RobertoDexGiorgio , voce di RadioAutPolicoro. A seguire il concerto della Krikka Reggae.

Accanto al Premio Siris, l’inaugurazione di ARTESUD , la Rassegna di Arti figurative Digitali, che animerà anche le successive serate del 7-8-9 Agosto con gli artisti di Expressive Arts, a cura di Rosaria Orlando, ospitata nei Palazzi Storici del borgo e con l’ Estemporanea di pittura “Sotto il cielio di Bollita”. Gli artisti eseguiranno le loro opere direttamente negli angoli più suggestivi del paese.

Sempre all’interno di ARTESUD , l a mostra espositiva dedicata agli alunni della Scuola Secondaria di Primo Grado nell’ambito della II° edizione del concorso scolastico Grafico-Pittorico Gigi Giannotti “Magia dei Luoghi”, con il Patrocinio del Senato della Repubblica, Regione Basilicata, Provincia di Matera, Comune di Nova Siri.

L’ 8 e il 9 Agosto doppio appuntamento con “La Notte dei Briganti” grazie a cui ogni anno si rivive un pezzo di storia del brigantaggio, che ha contraddistinto il nostro meridione. Accanto ad ARTESUD i vicoli saranno animati dall’itinerario teatralizzato “I luoghi della Memoria” che, giunto alla sua II edizione, vedrà diversi attori disseminarsi e rievocare memorie di un tempo passato.

Non solo poesie, le strade saranno invase dagli odori e sapori dell’itinerario enogastronomico “Percorsi del Gusto” in cui verranno proposti i piatti tipici della tradizione pronti da gustare nel cuore del centro storico di Nova Siri.

Le ” Notti dei Briganti” saranno invece scaldate da dj set impegnati in diverse postazioni che trasformeranno Nova Siri in una sorta di discoteca a cielo aperto.

Nella serata dell’ 8 Agosto , i quindici elementi in movimento della CONTURBAND , con i suoi fiati e percussioni, avvolgeranno le strade e i viandanti.

Il 9 Agosto al Castello Sandoval De Castro, la presentazione del romanzo “Poeti di Mandorla amara” della scrittrice lucana Maria Antonietta D’Onofrio, per un confidenzaile con la giornalista Lucia Varasano. Da cornice le opere del pittore Vincenzo D’Acunzo, liberamente ispirate ai versi della scrittrice.

A chiudere la kermesse, le premiazioni dell’Estemporanea “Sotto il cielo di Bollita” e del concorso scolastico “Magia dei luoghi”, e il concerto di musica folk popolare del TRIO RAG che con il suo repertorio ripercorre 5 secoli di musica, dal Bluegrass Rag Time e Swing statunitensi alle ballate celtiche dell’ Irlanda e della Scozia, fino alla musica Partenopea. Con Gaetano Stigliano alla Chitarra, Sim Bee al Violino e Mario Lentini al Mandolino.

Il Presidente

Pasquale Chiurazzi

nova

nov 142012
 

Dalle ore  ore 19.30 di oggi mercoledi 14 novembre, presso la Biblioteca Comunale “Massimo Rinaldi” di Policoro, si terrà la Conferenza stampa sul rischio di nuove trivellazioni nel Mar Ionio.

Interverranno:

Vincenzo Francomano – Sindaco di Rotondella – Presidente Area Programma “Metapontino-Collina materana”;

Rocco Leone – Sindaco di Policoro;

Salvatore Jacobellis – Sindaco di Scanzano J.co;

Giuseppe Santarcangelo – Sindaco di Nova Siri;

Francesco Garofalo – Presidente Lucania Turismo Doc.

 

Il Sindaco di Policoro Leone