Flash Feed Scroll Reader
set 092015
 

Il 5 ed il 6 settembre 2015 si sono svolti i festeggiamenti di San Rocco a Lauria nella parrocchia di  San Giacomo. Questa festa ha la capacità di tenere insieme i giovani che con entusiasmo partecipanto alle attività organizzative di un evento laico e religioso che sancisce di fatto la fine dell’estate.

 

ago 312015
 

Sotto l’austero e compiaciuto sguardo dell’antico Orologio, che da secoli dimora sul campanile della chiesa di San Rocco, una folla di amici, parenti e curiosi si è raccolta – sabato 22 agosto – nella suggestiva piazzetta, trasformandola in un accogliente salotto. L’iniziativa, promossa dalla Proloco e fortemente voluta da Antonio Erario, è nata per condividere un patrimonio culturale che fin dal 1790 ha scandito il tempo per il popolo cancellarese. È il prestigioso “Orologio della Piazza”, un rarissimo esemplare dal quadrante a sei ore e una sola lancetta, sul quale – sabato scorso – si sono accesi i riflettori, rendendolo famoso quasi quanto il “Big Ben” di Londra. Diverse le testimonianze e i contributi audio da parte di presenti e assenti, durante la serata, a conferma della grande devozione dei cancellaresi verso l’Orologio. Notevole è stata l’interpretazione del prof. Giuseppe Biscione di alcune delle sue composizioni poetiche e di altre del dott. Andrea Ianniello dove, in un colorato dialetto cancellarese, viene dipinto l’Orologio e il suo sofisticato meccanismo.

Ma non c’è orologio senza custode e questo lo sa bene Rocco Saracino o meglio “Màste Ròcchë” che per 50 anni ha vissuto in simbiosi, recandosi quotidianamente tra i suoi ingranaggi per caricarlo. E dopo anni di accurata manutenzione, per Màste Ròcchë è scoccata l’ora di un meritato riconoscimento. Infatti, nel cuore della serata, la Presidente della Proloco, Donata Claps, gli ha consegnato una targa, ringraziandolo a nome di tutti i cancellaresi per il prezioso servizio reso alla comunità. Tra emozione, stupore e applausi, la Presidente è riuscita a strappargli la promessa di individuare un degno erede a cui affidare i segreti per il corretto funzionamento dell’Orologio e soprattutto con la stessa dedizione che lui gli ha riservato per tanto tempo.

Màste Ròcchë, però, non è stato solo il custode dell’Orologio, come ha ricordato il prof. Giuseppe Biscione, con un pizzico di nostalgia in alcuni suoi versi. Infatti, faceva anche il barbiere e nel suo locale accadeva di tutto: si suonava, si chiacchierava, si scherzava. Era un ritrovo per ogni età, una sorta di oratorio per i ragazzi e di circolo per gli anziani.

Durante la serata, un tributo speciale è andato alla piazzetta di San Rocco, mai così gremita, che un tempo rappresentava il fulcro della vita cancellarese. Era, infatti, il luogo dove si prendevano decisioni, si scambiavano notizie, si ascoltavano comizi; era un po’ come l’agorà nell’antica Grecia. D’estate, poi, diventava un ufficio di collocamento perché venivano reclutati i cosiddetti “marënéisë”, ovvero mietitori che provenivano dalla Puglia in cerca di lavoro e che di notte trasformavano la piazza in un dormitorio sotto le stelle.

La serata è proseguita sotto il segno della spontaneità degli interventi, dei ricordi e delle emozioni che intrecciandosi hanno creato un alone di struggente e divertente nostalgia.

Franca Caputo

c

c1

c3

c4

c5

c6

c7

feb 052015
 

In una nota alla stampa, l’assessore comunale di Lauria ai servizi sociali Giuseppe Iannarella, informa la cittadinanza di una importante riapertura.
“Dal 10 febbraio 2015, il martedì e il giovedì, dalle ore 16,00 alle ore 19,00 – riprendono le attività del Centro Diurno per minori “GULLIVER”, presso locali dell’Oratorio “S. Domenico Savio” in Piazza San Rocco del Rione Inferiore – Il Centro diurno per minori è un servizio del Piano sociale di zona, gestito dalla Cooperativa sociale AUXILIUM – Cos’è il Centro Diurno per Minori Il Centro Educativo Diurno è una risorsa territoriale per rispondere alle esigenze di bambini/e, in età della scuola di base che necessitano di un sostegno educativo finalizzato alla prevenzione secondaria del disagio. A chi è rivolto E’ rivolto ai bambini/e residenti nel Comune di Lauria e nei Comuni più prossimi a Lauria, ovvero Maratea, Nemoli, Rivello, Trecchina che si trovano nelle condizioni su descritte. Quali sono le attività previste L’attività svolta nei Centro è centrata ovviamente su bambini/e, ma una parte consistente delle energie sono dedicate anche al rapporto con le famiglie, con le scuole e con le risorse aggregative e di tempo libero del territorio. Gli elementi di maggiore qualificazione del centro sono: • La capacità di costruire e far convivere progettualità educativa individualizzata e progettualità educativa di gruppo; • La capacità di ascolto e di accoglienza dei bambini, fondamentale al fine di poter diventare per loro un punto di riferimento significativo; • La capacità di integrare i bambini/e accolti nel territorio, onde evitargli ulteriori processi di emarginazione e stigmatizzazione sociale. Il Centro è in grado di porre in grande attenzione al/alla bambino/a proprio grazie alla relazione educativa ed al ruolo di contenitore positivo che rappresenta, in questo caso, la struttura a disposizione. Le attività specifiche dei CED sono connesse allo studio ed alla socializzazione nel tempo libero. Concretamente ciò si può tradurre in proposte di attività differenziate, da sviluppare insieme bambini, operatori, in gruppo piuttosto che in situazioni individuali: • Gioco e sport: sono occasioni per aiutare i bambini/e a comunicare tra coetanei e con adulti in modo diverso da ciò che avviene in famiglia e nella scuola ma anche in modo diverso da ciò che avviene in strada tra amici coetanei. • Laboratori di manualità ed espressività: il rapporto con le cose e con la materia è un fattore centrale nel processo di crescita del bambino ed il CED può sostenere adeguatamente i bambini nell’esigenza di conoscere e capire se stessi e le relazioni con l’ambiente e gli individui attraverso l’esplorazione e la manipolazione. Attraverso queste attività il bambino è stimolato a ragionare, a pensare, misurare la realtà, a conoscere altro da sé, a considerare i risultati strettamente dipendenti dalla propria azione. Il centro estende il proprio raggio d’azione oltre l’anno scolastico: nel periodo estivo, infatti, può promuovere iniziative diversificate che focalizzano maggiormente la dimensione ludica e sportiva in relazione ad un più intenso rapporto con l’ambiente “natura” (soggiorni, gite…) piuttosto che con il paese. A chi sono affidate le attività Per la gestione del Centro le figure professionali adeguate sono essenzialmente quelle dell’educatore (principale) e dell’animatore, ma va sottolineata l’importanza sia della collaborazione di docenti per lo svolgimento delle attività di recupero scolastico sia dei Servizi Sociali territoriali nonché del supporto che può essere messo a disposizione attraverso un’attività di supervisione professionale dell’equipe degli operatori. L’educatore del CED è laureato in scienze dell’educazione, o laureato in psicologia con l’abilitazione all’esercizio della professione. Il rapporto è di 1 educatore ogni 5 bambini, ed i 1 animatore ogni 10. Come si accede al Servizio L’accesso al centro è filtrato dai servizi sociali di base che utilizzano tale servizio sulla base di un progetto socio – educativo complessivo che riguarda il soggetto in età evolutiva e la sua famiglia che può avere durata complessiva anche superiore all’anno. La capacità ricettiva di un servizio di questo tipo è necessariamente ridotta per permettere di mantenere il rapporto operatori – utenti ad un livello che rende possibile lo sviluppo della progettualità educativa. Modalità organizzativa Si configura con attività educative flessibili ed articolate che prevedono specifici momenti di intervento nel centro ed altri in attività esterne nel territorio. Per ulteriori informazioni rivolgersi all’Ufficio sociale comunale, presso la sede comunale e/o alle Operatrici del Centro nei giorni e orari di apertura del Centro”.

iannarella

lug 212014
 

E’ stato presentato dal Comune di Lauria e dalla Proloco il ricco cartellone delle iniziative culturali, turistiche ed aggregative che caratterizzeranno le serate estive lauriote. Il ricco programma, messo a punto per il 2014, prevede una serie di manifestazioni curate in modo particolare dalle associazioni locali.

proloco

08-lug LE MANI in “PASTA” 3° ed., ore 16:00 Edif. Scolastico Seta-Associazione Quercia Grande
09-lug LE MANI in “PASTA” 3° ed., ore 16:00 Edif. Scolastico Seta-Associazione Quercia Grande
10-lug LE MANI in “PASTA” 3° ed., ore 16:00 Edif. Scolastico Seta-Associazione Quercia Grande
12-lug UNA DONNA SOLA Rappr. Teatrale, ore 22:00 Parco Vincolato-Ass. L’Archè
13-lug PASSEGGIATA DELLA SALUTE, ore 07:00 Piano Malerba-Ass. Avis Lauria
LE MANI in “PASTA” 3° ed., ore 20:00 Edif. Scolastico Seta-Associazione Quercia Grande
18-lug PARTITA del CUORE – I MEMORIAL GIOVANNI ROSSI ore 21:00 Campo Rione Inferiore-Ass. Amici di San Giacomo
19-lug I MEETING d’ESTATE con SAGRA della POLENTA, ore 16:30 Campo Atletica Rione Superiore-Club Atletico Lauria
Presentazione “GUIDA di LAURIA”, ore 18:30 Piazza del Popolo-Ass. Oinotros
20-lug PICCOLO CAMMINO di SAN GIACOMO, ore 07:30 Piazza San Giacomo
TORNEO di TENNIS F.I.T. 8° memorial “R. Mazzeo”-finale il 3 agosto, Parco del Vincolato-Tennis Club Vallenoce
21-lug ESTEMPORANEA di PITTURA, ore 17:00 Villa Comunale Rione Superiore-Ass. Arte&Dintorni
Aperitivo Letterario “LA POESIA COME MEDIATORE NELLA RELAZIONE DI AIUTO”, ore 19:30 Piazza San Nicola-Ass. Amici del Teatro
22-lug Inaugurazione MOSTA PITTURA Maestro PAOLO AMOROSO-aperta fino al 27 luglio, Corso Cairoli
23-lug BARAONDA, ore 18:00 Piaza del Popolo-Ass. Amici di San Giacomo & Gruppo Giovani Parrocchia San Giacomo
24-lug FESTA SAN GIACOMO ore 21:00 Piazza San Giacomo-Comitato Festa San Giacomo
25-lug FESTA SAN GIACOMO ore 21:00 Piazza del Popolo-Comitato Festa San Giacomo
26-lug Presentazione libro “SENZA PAURA” di Giuseppe Petrocelli, ore 19:00 Piazza San Giacomo
27-lug ESIBIZIONE di BALLO, ore 21:00 Piazza del Popolo-Dance Team Basilicata
28-lug “IL MIO NOME E’ PIETRO” pièce teatrale a cura di Pietro Sarubbi, ore 20:00-Pro Loco & Ass.Amici del Teatro
29-lug TORNEO CALCETTO MEMORIAL TIERNO-PANSARDI ore 17:00 Campo calcetto Parco del Vincolato
30-lug QUARTIERE in FESTA 2°ed., ore 20:00 Via Caduti 7/9/1943-Ass. MOV Lauria
31-lug FESTA della PIZZA, Località Cavallo, Usc. Lauria Nord
01-ago CERVELLONE & GIOVANI in FESTA, ore 21:30 Piazza del Popolo-CIF & Ass. O’Issa
02-ago Presentazione “IL PAESE di PAGLIA”
03-ago BLUEFEST 2°ed., ore 09:00/24:00 Villa Comunale Rione Superiore-Legambiente Lauria
04-ago BLUEFEST 2°ed., ore 09:00/24:00 Villa Comunale Rione Superiore-Legambiente Lauria
05-ago PANE del LENTINI 5° ed., ore 20:00 Rione Cafaro-Parrocchia San Nicola
06-ago PANE del LENTINI 5° ed., ore 19:30 Villa Comunale Rione Superiore-Parrocchia San Nicola
Presentazione libro “IL PENSIERO di PADRE PIO” di Rocco De Rosa, ore 18:00
07-ago SHORT PARK 1° parte, ore 22:00 Parco Vincolato-Ass. Immagineria
08-ago RIEVOCAZIONE STORICA BATTAGLIA di LAURIA, dalle ore 09:00 Rione Cafaro-Ass. Issbam
09-ago PALIO del GUSTO 3° ed, ore 20:00 Rione Inferiore-Associazione A.L.C.A.
10-ago CORSA PODISTICA di S. ANTONIO 11° ed., ore 16:00 Campo Atletica Rione Superiore-Ass. Atletica Amatori Lauria
PALIO del GUSTO 3° ed, ore 20:00 Rione Inferiore-Associazione A.L.C.A.
Data Evento
11-ago LAURIA FOLK FESTIVAL, ore 15:00 Piazza del Popolo-Ass. Terra Antica
PASSEGGIATA in BICI, ore 15:30 da Lauria a Lago Sirino-Ciclo Club Lauria
12-ago INDASIRINO FESTIVAL 4° ed, ore 20:00 Loc. Conserva di Sirino-Associazione Siris
LI PINNULI DI DON SAVERIO ore 21:30 Piazza San Nicola-Associazione Dialettanti per caso
13-ago INDASIRINO FESTIVAL 4° ed, ore 20:00 Loc. Conserva di Sirino-Associazione Siris
SETA d’ESTATE, 3° ed., ore 20:00 C/da Seta-Associazione Quercia Grande
MANIFESTAZIONE SACRA FAMIGLIA, ore 21:00 Loc. Galdo-Associazione Sacra Famiglia
15-ago “FRESEDDA CA PUMMADORA”, ore 20:00 Rione Cafaro-Armo
16-ago NOTTE BIANCA 8° ed., ore 17:00 Rione Inferiore-Associazione Giovani O’Issa
FESTA “ANCORA QUI” ore 21:30 Loc. Seta
17-ago STRALAURIA 21° ed., ore 16:00 Villa Comunale Rione Superiore-Club Atletico Lauria
FESTA “ANCORA QUI” ore 21:30 Loc. Seta
FESTA “BEATO D. LENTINI”, ore 21:00 Loc. C/da Melara-Comitato Festa “Beato D. Lentini”
18-ago PIETRE in POSA, ore 18:00 Colle Madonna Assunta-Ass. Teerum Valgemon Aesai Lauria & Immagineria & Ass. Officine Meccaniche
19-ago PULCINELLA A COLORI, ore 22:00 Parco Vincolato-Ass. L’Archè
CONTA FATTI LUCANI, ore XX:XX Rione Cafaro-C.D.E Centro Drammaturgia Europeo
20-ago Presentazione squadra CALCIO a 5 VIRTUS LAURIA, ore 21:30 Villa Rione Superiore-A.S.D. Virtus Lauria
21-ago FESTA dell’AMMIRAGLIO ore 18:00 Rione Inferiore-Associazione Mediterranea
UN LETTO di LENTICCHIE Rappr. Teatrale, ore 22:00 Parco Vincolato-Ass. L’Archè
22-ago FESTA dell’AMMIRAGLIO ore 18:00 Rione Inferiore-Associazione Mediterranea
23-ago Presentazione libro “VIAGGI nel SOGNO” di Prospero Rotondaro, ore 18:00
PREMIO MEDITERRANEO-Convegno storico, ore 19:00 Piazzetta Ammiraglio-Associazione Mediterranea
24-ago COSI’ VIAGGAVANO UNA VOLTA SU 2 RUOTE, ore 15:00 Largo Plebiscito-Moto Club “D. D’Angelo”
PREMIO MEDITERRANEO, ore 21:00 Largo Plebiscito-Associazione Mediterranea
25-ago NOTTE d’AUTORE, ore 21:30 Piazza San Nicola-Pro Loco Lauria
SHORT PARK 2° parte, ore 22:00 Parco Vincolato-Ass. Immagineria
27-ago FESTA DEI NONNI, ore 18:00 Loc. Rosa, Sede CIF-Centro Aggregazione Giovanile
29-ago FAMIGLIA GIBBONI in concerto, ore 22:00 Parco Vincolato-Ass. Officine Meccaniche
05-set TORNEO CALCETTO “LE ISTITUZIONI IN CAMPO” 3° ed. ore 17:00 Palazzetto dello Sport – I Consiglieri comunali per il sociale
06-set FESTA SAN ROCCO, ore 21:00 Piazza San Giacomo-Comitato Festa San Rocco
07-set FESTA SAN ROCCO, ore 21:00 Piazza del Popolo-Comitato Festa San Rocco
14-set AUTOTUNING INCONTRO CITTA’ di LAURIA 1°ed, ore 10:00 Via XXV aprile-Top Audio Tuning Clug
20-set PREMIO AGNESE SCALDAFERRI 2° ed., ore 17:30 Sala Atonium-Associazione MOV
21-set GIRO CICLOTURISTICA della VALLE del NOCE-5° ed., ore 08:30-Società Ciclo Club Lauria
TORNEO SCACCHI ESTATE 2014, ore 09:00/18:00 Tendostruttura Giovanni Paolo II-Ass. Dilett.tistica Scacchi Lauria
RICORDANDO FEDERICO…I SUOI PROGETTI CONTINUANO-Ass. Federico Ariete

giu 172014
 

“E’ noto a tutti che una fascia dell’abitato di Pisticci è a rischio di dissesto idrogeologico.
In questa fascia è collocata anche la chiesa di San Rocco, che è stata chiusa al culto perché interessata essa stessa da alcuni movimenti della sua struttura.
La privazione della chiesa costituisce per tutti i fedeli sempre di più motivo di amarezza, nonostante il tentativo di attenuare questa mancanza adibendo la sede dell’Associazione Feste Patronali San Rocco a cappella.
Ma a preoccupare maggiormente i fedeli e tutti i cittadini è soprattutto la situazione di dissesto idrogeologico, che, se trascurata ulteriormente, rischia di provocare una frana ben peggiore di quella verificatasi la notte di Sant’Apollonia, o di quella più recente del 1976.
Le Associazioni che direttamente fanno riferimento al Santo Patrono (l’Associazione Feste Patronali San Rocco, l’Associazione Cavalieri di San Rocco e l’Associazione Portatori di San Rocco), fortemente preoccupate dal rischio di una frana di parte dell’abitato e dalla sofferenza che le tradizioni religiose, popolari e culturali, espresse dalla pluricentenaria festa patronale di San Rocco, patiscono a causa della chiusura prolungata della chiesa di San Rocco, indicono una petizione popolare, il cui testo è riportato in calce, per sollecitare le autorità civili ad intervenire per dare inizio senza ulteriori indugi ai lavori di consolidamento dell’abitato e di quelli successivi di ristrutturazione della chiesa dedicata a San Rocco.
Si invitano vivamente tutti i fedeli e tutti i cittadini a sottoscrivere la petizione presso i punti di raccolta delle firme”.
Ass. Feste Patronali San Rocco – Ass. Cavalieri di San Rocco – Ass. Portatori di San Rocco

pisticci

mag 162014
 

Si esibirà in concerto gratuito in piazza Lombardi il prossimo 18 agosto. Pisticci, dunque, va ad aggiungersi a piazze di qualità come quelle di Roma, Milano, Torino, Firenze, Napoli, in cui Noemi sarà in tournèe.

Voce ruvida e profonda, un po’ roca e tremendamente coinvolgente: questa è Noemi.
Al secolo Veronica Scopelliti, con il suo primo singolo “Briciole” entra direttamente al primo posto nella classifica ufficiale del download dei singoli e in altissima rotazione in tutte le radio, diventando la colonna sonora dell’estate 2009. L’EP, che esce nell’aprile 2009 ed è intitolato con il nome dell’artista, conquista il disco d’oro.
Sempre nel 2009 esce il nuovo album “Sulla mia pelle” con dieci brani inediti.
Il primo singolo “L’amore si odia” è una canzone che lascia il segno, grazie alla collaborazione con una grandissima artista come Fiorella Mannoia che, con Noemi, dà vita a uno straordinario duetto. Il brano rimane per mesi ai vertici delle classifiche di vendita ed airplay, guadagnando il disco multiplatino.
L’album ha un fantastico esordio, debuttando direttamente al terzo posto della classifica vendite.

Noemi partecipa al Festival di Sanremo 2010 con il brano “Per tutta la vita” ed esce la special edition dell’album “Sulla mia pelle”.
Ancora un grande successo per singolo e album: disco di platino per il brano, mentre l’album vende oltre 100.000 copie e rimane ai vertici della classifica per oltre trenta settimane aggiudicandosi il multiplatino.

L’album “RossoNoemi” esce a marzo 2011: nove brani inediti, tra cui “Vuoto a perdere”, già disco di platino, scritto per Noemi da Vasco Rossi e Gaetano Curreri.
Noemi stessa, per la prima volta, si occupa della stesura di gran parte dei testi delle nuove canzoni e segue l’intero processo creativo, lavorando negli Stati Uniti con Corrado Rustici, produttore dell’album.
Il secondo singolo estratto, “Odio tutti i cantanti”, brano ironico ed energico, è accompagnato da un video in cui Noemi riveste per la prima volta il ruolo di sceneggiatrice e diventa la colonna sonora dell’estate 2011.
A settembre entra in rotazione radiofonica “Poi inventi il modo”, il terzo singolo estratto dall’album “RossoNoemi”, nato dalla penna di Federico Zampaglione. Il videoclip, diretto per la prima volta dalla stessa Noemi, conquista lo “Special Award” al Premio Roma Videoclip.

Partecipa alla 62° edizione del Festival di Sanremo con il brano “Sono solo parole”, scritto da Fabrizio Moro ed arrangiato da Corrado Rustici, classificandosi al terzo posto.
A febbraio esce la nuova edizione di “RossoNoemi” con i brani “Sono solo parole” e “In un giorno qualunque”.
“Sono solo Parole” ottiene il consenso del pubblico e della critica musicale e si piazza nei primi tre singoli più venduti su iTunes e conquista il platino mentre l’album è già disco d’oro.

Noemi si trasferisce a Londra alla ricerca di nuovi stimoli per scrivere i brani del nuovo album.
Nel 2013 partecipa in veste di coach a The Voice, un format che mette al centro la voce. L’esperienza è stata positiva e Noemi riconferma la sua partecipazione anche per la seconda edizione del programma.

Nel 2014 Noemi partecipa al Festival di Sanremo con i brani “Bagnati dal sole” e “Un uomo è un albero” di cui è coautrice sia dei testi che della musica e che sono inclusi nel nuovo album “Made in London” uscito il 20 febbraio.
“Made In London” è il nuovo album di Noemi contenente i due brani presentati al 64° Festival di Sanremo, “Bagnati dal sole” e “Un uomo è un albero”.
Noemi torna con una nuova maturità artistica e personale sviluppata grazie ad esperienze professionali e non che le hanno aperto orizzonti diversi. Questo album nasce e si è sviluppato a Londra e vede un grandissimo impegno personale dell’artista sia dal punto di vista autorale che produttivo – la produzione artistica è infatti curata della stessa Noemi – nonché la partecipazione di musicisti, autori e produttori inglesi che donano al progetto un sound contemporaneo e internazionale.

Anteprima programma musicale Feste Patronali Pisticci 2014.

Le Feste Patronali di Pisticci, che vedranno rinnovarsi la devozione della nostra comunità per San Rocco, sono alle porte.
L’Associazione Feste Patronali San Rocco Pisticci, accanto all’ormai tradizionale programma religioso, propone diversi appuntamenti civili che arricchiscono e completano il programma.
Quest’anno il clou degli eventi è indubbiamente rappresentato dal concerto di Noemi, che chiuderà i festeggiamenti il 18 agosto prossimo, ma di tutto spessore restano i concerti musicali programmati per la classica tre-giorni pisticcese.
Dovuto è un particolare ringraziamento a tutta la popolazione pisticcese che, con la fede di sempre, contribuisce alla buona realizzazione della festa.
Solo i membri dell’Associazione Feste Patronali, muniti di cartellino di riconoscimento e dietro rilascio di regolare ricevuta, sono autorizzati ad accettare offerte di denaro da parte dei fedeli.
Potrebbero fare, infatti, la comparsa falsi addetti intenzionati ad approfittare del buon cuore della popolazione pisticcese. Si invita a segnalare alle forze dell’ordine eventuali sospetti.
Grazie alla generosità dei tanti che contribuiranno, ognuno in base alla propria disponibilità, si sta allestendo una manifestazione di tutto rispetto.
Di seguito un’anticipazione del programma musicale.

15 Agosto FESTIVITA’ DELLA B.V.M. ASSUNTA, compatrona di Pisticci

• Piazza San Rocco – ore 21.00 “Nathalie” in concerto

Dopo moltissimi anni ritorna nella piazza dedicata al Santo la grande musica italiana d’autore. Una tradizione che vedeva esibirsi i migliori artisti nel giorno di apertura delle Feste Patronali in onore di S.Rocco.
Nathalie nasce nel 1979 a Roma da famiglia italo-belga.
Inizia a scrivere le sue prime canzoni all’età di 15 anni, prima alla chitarra, in seguito al pianoforte, strumento che studia per 2 anni. A 14 anni inizia a studiare canto. La sua musica si ispira in gran parte ad artisti anglosassoni, come Tori Amos, P.J. Harvey, Fiona Apple, Radiohead, Jeff Buckley, ma anche ad italiani come De André, De Gregori e agli chansonniers francofoni, come Serge Reggiani. Nathalie scrive i testi delle proprie canzoni in italiano, francese e inglese. Nel 1998 partecipa al concorso Spazio Aperto superando le selezioni e classificandosi al 3° posto in finale; nel 2000 vince nella categoria Under 21 al Festival Fuoritempo, in cui nel 2002 vincerà il Premio per Miglior Canzone Inedita. Dopo aver collaborato con numerose Cover Band, tra cui SkunKover (tribute band Skunk Anansie), nel 2002 forma un gruppo per portare il proprio progetto musicale sui palchi di vari locali romani, tra cui Il Locale, Circolo degli Artisti, Brancaleone, Beba Do Samba, Lettere Caffè, Sonica, Horus Club, Locanda Atlantide, Alpheus. Nel corso del 2003 apre i concerti romani di Marco Parente (Brancaleone) e La Crus (Circolo degli Artisti). Nel settembre dello stesso anno suona nel Giardino della Villa Comunale di Roseto degli Abruzzi (TE), all’interno della rassegna Commutazioni_003; nel marzo 2004 apre all’Alpheus un concerto di Andrea Mirò insieme a Barbara Eramo (Eramo e Passavanti) e Diana Tejera (Plastico) ; apre il concerto di Max Gazzè di Canterano l’8 agosto 2004. Le sue canzoni vengono trasmesse da Radio Città Futura, Radio Meridiano 12, Radio Città Aperta e RadioUno RAI alla trasmissione DEMO, per la quale ha suonato al concerto delle 1000 puntate (all’Alpheus di Roma) e con cui ha inoltre realizzato un Live trasmesso il 27 Agosto 2005; nell’ottobre 2005 partecipa al Biella Festival classificandosi al 2° posto; nello stesso mese partecipa ad alcune trasmissioni di RAI FuturaTV e RAISAT2000; nel febbraio 2006 le viene assegnato il “Premio SIAE per DEMO” 2006 al The Place di Roma; nel giugno dello stesso anno vince nella sezione Musica di MArtelive; nel mese di luglio si classifica al 2° posto del concorso “Sapienza In Musica” organizzato dall’Università “La Sapienza” di Roma. Nel settembre 2009 vince il premio “DEMO Lady’s Award” a Comiso (Ragusa), concorso organizzato dal programma radiofonico “DEMO” di Michael Pergolani e Renato Marengo, in onda su Radio 1 RAI. Nathalie è stata cantante e coautrice nel progetto Damage Done, band nu-metal con testi in inglese, con cui ha all’attivo il demo cd Thorns; con il medesimo gruppo ha aperto nel maggio 2004 il concerto di Vision Divine e Beholder al Blackout di Roma; la band si è classificata tra le prime tre band del Rock Tv Contest, legato al Tim-Tour 2004. Collabora saltuariamente ad altri progetti musicali, tra cui “Piccola Banda Icona” e “I Circolabili”. Nathalie è stata attrice-cantante nella Compagnia teatrale i Ghirigori, con cui ha già messo in scena i celebri musical “Les misérables” e “La storia infinita”. Dal 2009 collabora con Stefano Pulcini per il management e Francesco Tosoni per la produzione artistica. Nel 2010 decide di partecipare alle selezioni di X Factor. Entra nella categoria over capitanata dal geniale Elio. Superando il primo ballottaggio, che le ha fatto rischiare la permanenza all’interno del programma, lentamente, settimana dopo settimana, si è guadagnata il plauso del pubblico che l’ha premiata facendole vincere la quarta edizione di X Factor. Nathalie è riuscita a portare sul palco del talent di RaiDue un suo inedito “In punta di piedi” che ha messo d’accordo tutti, critica e pubblico. Il 30 novembre è uscito, su etichetta Rca Sony Music, “In punta di piedi”, l’EP che prende il nome dal brano di sua composizione (testo e musica) e che raccoglie alcune tra le più belle cover che Nathalie ha cantato durante il programma.
Nonostante quest’anno il vincitore di X Factor non guadagnasse il diritto a partecipare alla kermesse sanremese, Nathalie è riuscita a convincere, con la sua “Vivo sospesa” direttore artistico Gianmarco Mazzi e conduttore/dir. artistico Gianni Morandi. Nathalie quindi partecipa nella categoria big alla Sessantunesima Edizione del Festival di Sanremo.

• Piazza Umberto I – ore 21.00 “ModéM” in concerto

Band rock-pop melodico nata da una costola dei VersanteSud da un’ idea di Vincenzo Ranaldo (voce), figlio d’arte e diplomato al Conservatorio “Duni” di Matera, musicista professionista con un bagaglio musicale e professionale di tutto rispetto che ha fatto apprezzare negli ultimi anni le sue doti nei migliori locali e piazze del Sud Italia con altre formazioni e dal maestro Francesco Paolo Frigiola (tastiera), diplomato al conservatorio “Duni” di Matera.
Alla band si sono aggiunti Raffaele Galeota (chitarra), che col suo strumento dà anima alle sonorita’ dei ModéM; Francesco Papapietro (basso), che con i suoi suoni bassi e profondi del suo strumento riesce a penetrare attraverso i subwoofer dando corposità alla musica ed al progetto stesso dei ModéM; Giuseppe Bonora (batteria), ragazzo prodigio, studente di percussioni, ha al suo attivo un cd ed esperienza in studio da vendere, cuore della band che con il suo personalissimo tocco ritmico riesce a tirar fuori dalla batteria pulsazioni che raggiungono il cuore di chi ascolta; Maddalena Di Fonzo (voce), vincitrice di diversi concorsi canori che con la sua incantevole voce melodica impone la sua determinazione ed il suo carisma musicale contribuendo a rafforzare musicalmente la band; Anastasia Ranaldo, Vincenzo Valenzano e Domenico Sabato, ballerini di professione, vincitori di concorsi nazionali di danza moderna, completano lo spettacolo con coreografie.
I nove ragazzi hanno ore ed ore di prove nell’ IMode studio, appositamente creato per loro per le prove del tour che li vedrà impegnati nelle piazze del Sud Italia per condividere la musica dei Modà ed di Emma Marrone.

16 Agosto FESTIVITA’ DI SAN ROCCO, patrono di Pisticci

• Piazza San Rocco – ore 21.00 Orchestra Sinfonica di fiati “Davide delle Cese” di Bitonto (Bari)

L’orchestra Sinfonica di fiati “Davide Delle Cese”, della città di Bitonto, formata da quaranta elementi, ha nel suo organico strumenti rari (come il flicorno contralto, il clarinetto contralto e il glockenspiel), spazia dalla musica per banda, a quella classica, sacra e militare; si esibisce assieme a rinomati cori e porta avanti conferenze-concerto e vari progetti di ricerca. L’orchestra è dedicata al musicista Davide Delle Cese, che studiò musica al conservatorio di Napoli S. Pietro a Maiella. È sufficiente citare i suoi grandi successi conseguiti con la “Breccia di Porta Pia” e la celebre “L’Inglesina”, divenuta quest’ ultima, marcia ufficiale di rivista dell’esercito nazionale americano. Successivamente, nel 1891, partecipò al concorso per diventare direttore della banda municipale di Bitonto e superò brillantemente gli 80 candidati, ‘rimanendo in carica’ fino al 1938, anno della sua morte.
Il direttore artistico attuale, Vito Vittorio Desantis, ha studiato pianoforte, partecipando a vari concorsi nazionali ed internazionali, e trombone, dedicandosi anche agli studi umanistici. Ha conseguito la laurea specialistica in direzione d’orchestra ad indirizzo fiati al conservatorio di Potenza e il master di primo livello in musica applicata al cinema.
L’ Orchestra di fiati si avvale spesso della collaborazione di alcuni cantanti lirici e, nel suo curriculum, figurano anche alcune esibizioni insieme al Coro Ecumenico Barese diretto dal soprano Mariella Gernone o al coro Coro Lirico “Città di Bitonto”, diretto dal M° Emanuela Aymone.
Per precisa volontà del direttore artistico,da sempre impegnato nella ricerca musicale volta alla riscoperta di autori locali, il Complesso Bandistico “Davide Delle Cese” è coinvolto nella realizzazione di vari progetti di ricerca.
Ha al suo attivo alcune incisioni di brani inediti ed una collaudata tradizione di conferenze-concerti condotte anche mediante la collaborazione di illustri ospiti tra cui titolatissimi maestri e direttori d’orchestra, che forniscono interventi di carattere tecnico-musicale, e vari studiosi di storia e tradizioni meridionali che completano il tutto tracciando le coordinate storiche entro cui i compositori, oggetto di studio, operavano.

• Piazza Umberto I – ore 21.00 “Ariacorte” in concerto

Il gruppo di musica popolare Ariacorte nasce nel 1996 a Diso, piccolo centro agricolo di antichissime origini messapiche, situato tra la Marina di Castro e quella di Tricase (Le), con l’intento di mantenere viva la tradizione orale e la cultura popolare salentina.
In pochi anni il gruppo ha ricevuto lusinghieri apprezzamenti in molteplici incontri culturali e musicali di numerose città italiane ed estere. Attraverso un continuo lavoro di ricerca gli Ariacorte hanno raggiunto un ottimo livello di assieme musicale. Nell’ambito del progetto di rivalutazione e divulgazione del patrimonio culturale tradizionale, gli Ariacorte, a differenza di altri gruppi, non intendono fare un’opera di recupero nostalgico commerciale, bensì partendo dal linguaggio espressivo tradizionale e con il supporto dello studio approfondito dalle caratteristiche armoniche, melodiche e ritmiche, si propongono di sviluppare una musica che, pur avendo radici antiche, si presenta come una reinterpretazione di moduli tipici della cultura musicale popolare in rapporto ad una espressività e ad una identità moderna ed attuale.
Gli interventi, nel rispetto dello stile tradizionale, si pongono l’obiettivo di esaltare la vivacità e la spontaneità che nei secoli hanno caratterizzato la musica popolare. Una musica antica, riproposta con soluzioni sonore ricercate e originali. Antichi strumenti tipici come il “tamburello a cornice” e la “tamorra” battono l ritmo della “pizzica” accordandosi, senza soluzioni di continuità, con il resto della ricchissima strumentazione.
Il sound che ne scaturisce resta inconfondibilmente salentino, ma la complessità quasi orchestrale dell’impianto produce un tessuto sonoro differenziato dove la vena innovativa, i modi tradizionali e i momenti di raccoglimento coesistono e s’intrecciano, senza neutralizzarsi. La selezione dei brani tradizionali è stata condotta prevalentemente su materiale registrato sul “campo” ed è perciò in buona parte, frutto di un’operazione di ricerca etnomusicale che il gruppo ha effettuato raccogliendo canti e musiche direttamente dalla voce di “cantori popolari” o dagli “anziani” del paese.
L’armonioso intreccio di voci, supportato dalla sonorità del linguaggio degli strumenti musicali, dalla vivacità degli arrangiamenti e dalla presenza scenica di alcuni danzatori imprime allo spettacolo del gruppo una crescente intensità emotiva che alla fine coinvolge anche l’ascoltatore meno attento.

17 Agosto FESTIVITA’ DI SAN VITO, compatrono di Pisticci

• Piazza San Rocco – ore 21.00 “Ikea Circle Cape Band” in Concerto.

Come consuetudine si è voluto dare spazio ad un gruppo musicale locale.
E’ una band composta da 7 elementi provenienti da Pisticci e Marconia.
Il nome Ikea nasce dalla difficoltà di trovare gli elementi giusti da assemblare costringendo il gruppo a continui cambiamenti, mentre circle cape e’ riferito al luogo (Capo Rotondo) in cui il gruppo si ritrova per preparare il repertorio.
Il gruppo ha acquisito un stile rock portando in giro pezzi di Ligabue, Vasco Rossi, Rino Gaetano, Santana.
Lo spirito che accomuna i componenti e’ la voglia di fare musica, il divertimento dello stare insieme e la gioia di trasmettere la loro passione a chi li ascolta. Una caratteristica del gruppo e’ quella di trovare nuovi arrangiamenti ai pezzi originali cercando di dare un’ impronta personale. Attualmente il gruppo e’ composto da Donatello Carretta (voce), Antonio Roseti (acustica), Michele Tuzzolo (elettrica), Antonio Monistero (elettrica), Giacomo Bellino (tastiere), Vito Amato (basso), Angelo Fanuzzi (batteria) con la collaborazione di Francesca Camardo bellissima voce giovanile.

• Piazza Umberto I° – ore 21.00 “Euroband”

La “Euroband Marcing Band” è una formazione musicale che nasce ad Altamura ed è composta da un gruppo affiatato che, dopo dieci anni di esperienza bandistica insieme, ha deciso di diversificare i propri contenuti e le proprie esibizioni con un repertorio di grande impatto sonoro e visivo. La matrice di ispirazione è quella delle street band di New Orleans ma il repertorio varia tra musiche pop, funky, jazz, anni 70-80 e colonne sonore; ritmi e sonorità differenti tra loro si mescolano e si fondono creando armonie che si arricchiscono dell’improvvisazione musicale e delle coreografie. Il progetto ha tra le sue caratteristiche quella di far sempre accompagnare alla musica delle coreografie originali, per cui i musicisti mentre suonano, vanno in parata o cantano, ballano. La Marcing Band è capace di esibirsi nelle piazze e per le vie della città e trova il suo ambiente naturale a contatto con la gente che rimane contagiata dalle performance coinvolgenti, tutte da ascoltare, da vedere e da ballare. Nasce una grande festa della musica in cui lo spettatore, trascinato dalla situazione che si viene a creare, diventa parte integrante dello spettacolo e rivive l’allegria, la semplicità e il sapore delle feste in strada, tra la gente del proprio paese.

Associazione Feste Patronali
San Rocco Pisticci

pisticci3

mag 142014
 

“Libera la natura” si rimette in corsa. Una staffetta sui beni confiscati, calpestando quello che un tempo era il potere economico dei mafiosi, oggi restituiti alla collettività.
Al via la quarta edizione di “Libera la natura” promosso da Gruppo Sportivo del Corpo Forestale dello Stato e Libera, Associazioni, nomi e numeri contro le mafie. Un viaggio nell’Italia “liberata” dalle mafie, dalla Toscana alla Sicilia con tappe nel Veneto e in Basilicata e conclusione a Lampedusa con il coinvolgimento di oltre 2000 ragazzi delle scuole medie italiane, dal nord al sud del nostro Paese, protagonisti in una giornata di sport e di educazione. Ogni tappa prevede una mattinata di sport, sui quei terreni strappati alla prepotenza criminale e mafiosa, la cui liberazione viene festeggiata con una staffetta di corsa. Prima dell’evento, gli studenti incontreranno gli uomini e le donne del Corpo Forestale per una preziosa lezione di educazione ambientale e successivamente i campioni del Gruppo Sportivo del Corpo forestale dello Stato che hanno scelto, insieme a tanti altri, la via pulita dello sport e che parleranno ai ragazzi del significato dell’importanza dell’etica sportiva e del valore di praticare lo sport pulito e di una sana alimentazione. Prima tappa il 4 aprile con la staffetta sui terreni dell’azienda agricola di Suvignano, a 15 km da Siena, sequestrata nel 1994 e confiscata nel 2007. Poi in Sicilia, in provincia di Catania presso i terreni della cooperativa sociale “Beppe Montana-Libera terra”. Poi il 16 maggio per la prima volta in Basilicata a Scanzano Ionico nell’ex lido “Lo squalo beach” sequestrato alla criminalità nel settembre 2011. Il viaggio di “Libera la natura” si concluderà in Veneto, ad Erbè in provincia di Verona, nella base scout Airone, bene confiscato nel 1993. Tappa finale obbligata a settembre con una iniziativa speciale all’insegna dello sport, integrazione, pace e legalità nell’isola di Lampedusa.

Calendario della tappa di Scanzano Jonico 14 – 15 – 16 Maggio:

14 Maggio
ore 9.30 sala consiliare del Comune di Scanzano Jonico
Incontro per le sole classi partecipanti al progetto degli istituti comprensivi di Scanzano Jonico e Nova Siri.
Saluto della Dirigente Prof.ssa Marciuliano
Interverranno gli atleti del Gruppo Sportivo Nazionale del Corpo Forestale dello Stato Guido Vianello (campione italiano supermassimi di pugilato), Flavia Arcioni (velocista ostacolista, medaglia d’oro ai campionati mondiali militari nella staffetta 4 x 400 metri) e Lucilla Andreucci (ex maratoneta azzura), rappresentanti del Corpo Forestale dello Stato e la refente territoriale di Libera.

Ore 18.00 salone della Parrocchia di San Rocco, via Lucana Matera
Incontro pubblico dal tema “Libera lo Sport Pulito”
Ne parleremo con: gli atleti del Gruppo Sportivo Nazionale del Corpo Forestale dello Stato Guido Vianello (campione italiano supermassimi di pugilato), Flavia Arcioni (velocista ostacolista, medaglia d’oro ai campionati mondiali militari nella staffetta 4 x 400 metri) e Lucilla Andreucci (ex maratoneta azzura), il Primo Dirigente dottor Raffaele Manicone del Corpo Forestale e Marcello Travaglini (responsabile Libera Sport Basilicata)

15 Maggio
Ore 9.30 presso IC “Giovanni Paolo II” di Policoro
Incontro con le soli classi degli istituti comprensivi di Policoro “Don Milani” e “Giovanni Paolo II” e degli alunni di Craco dell’IC “Padre Pio da Pietralcina” di Pisticci.
Saluto dei Dirigenti Profssa Schettini e Prof. Dellorusso
Interverranno gli atleti del Gruppo Sportivo Nazionale del Corpo Forestale dello Stato Guido Vianello (campione italiano supermassimi di pugilato), Flavia Arcioni (velocista ostacolista, medaglia d’oro ai campionati mondiali militari nella staffetta 4 x 400 metri) e Lucilla Andreucci (ex maratoneta azzura), il Corpo Forestale e la refente territoriale di Libera.

Ore 18.00 presso Istituto Comprensivo “Albino Pierro” di Tursi – sede scuola primaria Via Roma
Incontro “Libera la Natura” con le classi partecipanti al progetto e le società sportive, aperto al pubblico
Saluto della Dirigente prof.ssa Liuzzi
Interverranno gli atleti del Gruppo Sportivo Nazionale del Corpo Forestale dello Stato Guido Vianello (campione italiano supermassimi di pugilato), Flavia Arcioni (velocista ostacolista, medaglia d’oro ai campionati mondiali militari nella staffetta 4 x 400 metri) e Lucilla Andreucci (ex maratoneta azzura), rappresentanti del Corpo Forestale e la refente territoriale di Libera

16 maggio
Ore 9.00 presso il Lido “Onda Libera” località Lido Torre a Scanzano Jonico
Staffetta per i 300 ragazzi degli Istituti Comprensivi di Scanzano Jonico, Policoro, Nova Siri, Craco e Tursi.
Interverranno I Campioni del Gruppo Sportivo Nazionale del Corpo Forestale, il Corpo Forestale, Libera, le Istituzioni locali.

Logo-LIBERA

mag 022014
 

Si svolgerà a Tursi sabato 3 maggio a partire dalle ore 16 con punto di ritrovo in Piazza Maria SS d’Anglona, l’evento Invasionidigitali al fine di promuovere le bellezze culturali del proprio territorio partendo dal basso, sdoganando lo status che la cultura e l’arte del proprio paese, appartengano solo a istituzioni o enti.

L’idea è quella di promuovere la bellezza storica, culturale, paesaggistica e culinaria del proprio territorio e dell’Italia, partendo da ogni singolo soggetto che con uno smartphone, un tablet, un computer, colori, pennelli, sia mosso il più possibile dalla voglia di far conoscere la propria terra a quante più persone possibili. E quale sarebbe il modo migliore per fare ciò se non usare i social network?

E’ questa l’idea che il movimento invasionidigitali vuole far passare come si legge sul proprio sito ufficiale: “L’Italia è il primo paese al mondo per turismo e cultura (cfr. country brand index ). Il nostro immenso patrimonio artistico costituito da oltre 6000 musei e siti culturali rappresenta la più grande risorsa del paese. Perché questo patrimonio possa esprimere le sue potenzialità occorre intraprendere la strada dell’innovazione e cogliere i profondi cambiamenti in atto nella società moderna.”
E ancora “L’accelerazione della rivoluzione digitale può contribuire in maniera esponenziale allo svecchiamento delle istituzioni culturali e favorire una concezione “aperta e diffusa” del patrimonio culturale. Siamo ormai da anni di fronte ad un radicale cambiamento fondato, soprattutto, su quelle nuove forme di socializzazione e di interazione con la domanda, grazie alle nuove piattaforme digitali e sociali del web.”

Partecipare è semplicissimo: Durante la passeggiata che si farà attraverso il centro storico cittadino, ognuno scatterà una foto o dipingerà uno scorcio caratteristico e in tempo reale, pubblicherà la sua “opera digitale” sul proprio profilo Facebook o Twitter, utilizzando (e questa è la cosa più importante!!!) l’hashtag #tursi #invasionidigitali #metapontino #basilicata, in modo da dare un senso comune all’invasione che si avrà in rete delle immagini caratteristiche della propria terra, lasciandosi catturare dal fascino di luoghi incontaminati e senza tempo, molto spesso celati da un velo di misterioso fascino.

L’evento, che rientra in una maratona nazionale e che nel metapontino si svolgerà nel weekand anche in altri comuni come Pisticci, Ferrandina, Rotondella e Bernalda, è stato fortemente voluto dall’Autolinee Rabite, sempre molto attenta ai luoghi culturali di cui la Basilicata è ricca e per i quali l’azienda tursitana si batte per la promulgazione a livello nazionale.

Il percorso dell’invasione si snoderà a partire dalla piazza centrale del paese e per la precisione davanti il sagrato della Cattedrale dell’Annunziata, poi attraverso un pulman si salirà nell’antico rione arabo della Rabatana, facendo prima una breve sosta al convento di San Rocco. Dopo aver passeggiato lungo le strade tanto care al vate Albino Pierro, si proseguirà verso i rioni San Michele e San Filippo per poi iniziare la discesa verso il centro abitato attuale, attraversando anche il “Vallone”, altro storico e caratteristico rione tursitano.

tursi

gen 292014
 

“Oggi, quando le reti e gli strumenti della comunicazione umana hanno
raggiunto sviluppi inauditi, sentiamo la sfida di scoprire e trasmettere la mistica di vivere insieme, di mescolarci, di incontrarci, di prenderci in braccio, di appoggiarci, di partecipare a questa marea un po’ caotica che può trasformarsi in una vera esperienza di fraternità, in una carovana solidale, in un santo pellegrinaggio. In questo modo, le maggiori possibilità di comunicazione si tradurranno in maggiori possibilità di incontro e di solidarietà tra tutti.(…) Se potessimo seguire questa strada, sarebbe una cosa tanto buona, tanto risanatrice, tanto liberatrice, tanto generatrice di speranza! Uscire da se stessi per unirsi agli altri fa bene. Molti tentano di fuggire dagli altri verso un comodo privato, o verso il circolo ristretto dei più intimi, e rinunciano alla dimensione sociale del Vangelo. Il Vangelo ci invita sempre a correre il rischio dell’incontro con il volto dell’altro, con la sua presenza fisica che interpella, col suo dolore e le sue richieste, con la sua gioia contagiosa in un costante corpo a corpo.”
Facendo proprie le parole dell’Esortazione Apostolica Evangelii Gaudium (nn 87-91), scritta da papa Francesco, il procuratore Fratel Costantino De Bellis con la gioia di sempre ed il calore della fede invita i gruppi associati, le confraternite, le comunità e tutti coloro che hanno San Rocco nel cuore, a ritrovarsi tutti insieme per l’annuale “Incontro di Spiritualità dei Gruppi Amici di San Rocco” che si terrà Domenica 23 Febbraio 2014 nell’accogliente e sempre disponibile comunità di Capriati a Volturno (Ce).
Anche questa giornata fraterna avrà inizio alle ore 8,30 con l’accoglienza ai gruppi presso il Museo di San Rocco, cui farà seguito l’emozionante e storico momento dell’inaugurazione della sala museale intitolata al mai dimenticato vescovo Mons. Pietro Farina.
Come da tradizione, le lodi si terranno presso il santuario di San Rocco (ore 10,30) mentre la Santa Messa verrà celebrata alle ore 11,00 da S. E Rev.ma Mons. Rocco Talucci, arcivescovo emerito di Brindisi-Ostuni, nella chiesa madre del paese.
Chiuderanno la giornata la processione con la venerata immagine e le sacre reliquie e la significativa novità di questo 2014: la consegna del “Premio mons. Pietro Farina” al più bello stendardo di San Rocco e al gruppo che in questi anni si è distinto per il cammino di fede e di fraternità.
Papa Francesco ci ricorda che “Le forme proprie della religiosità popolare includono una relazione personale (…) con Dio, con Gesù Cristo, con Maria, con un santo.(…) L’unica via consiste nell’imparare a incontrarsi con gli altri con l’atteggiamento giusto, apprezzandoli e accettandoli come compagni di strada, senza resistenze interiori. Meglio ancora, si tratta di imparare a scoprire Gesù nel volto degli altri, nella loro voce, nelle loro richieste. È anche imparare a soffrire in un abbraccio con Gesù crocifisso quando subiamo aggressioni ingiuste o ingratitudini, senza stancarci mai di scegliere la fraternità.”…ed è proprio questo che Fratel Costantino cerca di farci capire con il rinnovarsi di questi incontri: perciò non restiamo chiusi a questa sua nuova chiamata.

www.amicidisanrocco.it
Tel. 3386627422

san rocco

lug 232013
 

E’ ancora molto forte la discussione nel quartiere San Giacomo di Lauria per la mancata festa patronale. La mancanza di luminarie, la soppressione di qualsiasi momento di festa civile ha creato dissapori non facilmente superabili. Nelle prossime ore è prevista la presenza del vescovo per chiarire ulteriormente la situazione.

SAMSUNG