Flash Feed Scroll Reader
set 162013
 

Da oggi il Palazzo di Giustizia di Melfi è già soppresso ed accorpato a quello di Potenza, quindi con esso tutte le competenze territoriali delle Sezioni giudicanti e della Procura della Repubblica della città, nonostante la mobilitazione del mondo politico lucano e delle professionalità forensi della città federiciana , con la vibrante solidarietà della popolazione del Vulture-Melfese , che probabilmente è la categoria più colpita dal provvedimento legislativo , anche dopo l’occupazione della Sala Riunioni “Vincenzo Verrastro” della Giunta Regionale che si protrarrà ad oltranza fino alla riapertura al dialogo con il Ministero della Giustizia – lo denuncia Saverio Brienza , Segretario Regionale del S.A.P.Pe. , Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria della Basilicata – .
Questo volere politico che riguarda la riforma per una nuova geografia giudiziaria di tutta la Repubblica, in teoria dovrebbe risultare un provvedimento che si armonizzi con la “spending review “ dell’allora Governo Monti ed invece chi scelleratamente ha pensato questo anche per Melfi non ha fatto i conti con una realtà territoriale , quella lucana, già di per sé priva di infrastrutture , che rendono le sedi delle istituzioni a dir poco irraggiungibili e dove l’unica arteria stradale che collega Melfi al capoluogo di regione, risulta essere una strada che negli ultimi venti anni ha contato decine e decine di vittime .
Vi è da sottolineare, inoltre, che il Vulture-Melfese è sempre stato un territorio dove sia il fenomeno della delinquenza comune che quello della criminalità organizzata sono stati sempre al centro dell’attenzione delle istituzioni della magistratura e delle forze di Polizia , proprio per i frequenti episodi di cronaca , dovuti anche alle infiltrazioni di esponenti della criminalità pugliese e campana , che vengono agevolate da un territorio che si presta facilmente .
Oltre al danno provocato al territorio , ai cittadini di Melfi , ai dipendenti del Tribunale e tutta la popolazione dell’interland Melfese , il provvedimento colpirà inesorabilmente non solo tutte le forze di Polizia ma anche la Polizia Penitenziaria, che probabilmente dovrà farsi carico di un enorme aggravio di lavoro nel provvedere alle traduzioni degli arrestati dall’Istituto Penitenziario di Melfi al Palazzo di Giustizia di Potenza per le udienze di convalida , anche se l’art. 123 delle disposizioni attuative del codice di procedura penale prevede che le udienze di convalida e degli interrogatori si svolgono neil luoghi dove i detenuto sono custoditi .
Questa situazione va a peggiorare una condizione lavorativa del personale del carcere di Via Lecce , già precaria a causa del sovraffollamento carcerario e della carenza di organico della Polizia Penitenziaria che a livello nazionale si attesta intorno alle 7.000 unità .
Il Sindacato Autonomo di Polizia Penitenziaria esprime la propria vicinanza e solidarietà a coloro che manifestano per la chiusura del Tribunale di Melfi e si aspetta che l’attuale Ministro della Giustizia nel prendere atto delle enormi criticità assuma responsabilmente una rivisitazione del provvedimento .

melfi

ago 022013
 

L’Autorità di Bacino Interregionale di Basilicata rappresentata dall’Ing. Antonio ANATRONE ed il C.S.L. (Centro Servizi Locale) dell’Area Lagonegrese, istituito all’interno dell’Associazione costituitasi, per la gestione associata e coordinata di funzioni e servizi comunali I.C.T. ( Information and Communication Technology ), tra i Comuni di CASTELLUCCIO INF. , CASTELLUCCIO SUP. , LAGONEGRO, LAURIA, MARATEA, RIVELLO, ROTONDA e TRECCHINA , rappresentata dal Presidente della Consulta dei Sindaci geom. Egidio SALAMONE , Martedì 6 Agosto prossimo, alle ore 10,00, presso la Sala Riunioni dell’Autorità di Bacino in POTENZA, procederanno alla sottoscrizione di un protocollo d’intesa finalizzato ad avviare una collaborazione volta a sviluppare scambi di conoscenza sui temi della pianificazione territoriale e della difesa del suolo; sugli aspetti tecnici e metodologici da porre alla base della costruzione dei quadri conoscitivi delle caratteristiche del territorio; nonché a perseguire l’ottimizzazione e la realizzazione dei servizi esistenti nell’ottica dello sviluppo complessivo del sistema intercomunale nel rispetto delle competenze specifiche di ciascun soggetto .
L’arch. Gaetano Giacomo MITIDIERI Sindaco di LAURIA, comune capofila dell’Associazione presso il quale è incardinato il C.S.L. , esprime grande soddisfazione per il risultato raggiunto che segna l’inizio di un nuovo percorso finalizzato ad una collaborazione nell’attivazione dei servizi di innovazione tecnologica a disposizione delle Amministrazioni Comunali, degli Enti Territoriali, dei Professionisti, delle Imprese e dei cittadini, ed in sintonia con le disposizioni derivanti dal recepimento, all’interno del cosiddetto “ DECRETO CRESCITA “, dell’Agenda Digitale Europea .-

ago 022013
 

Il Pollino Estate 2013 di Viggianello anche quest’anno offre un programma vario di iniziative e manifestazioni capaci di accontentare ogni esigenza e di mettere al centro le risorse storiche, paesaggistiche e culturali del nostro paese. Un cartellone che da un lato ci consente di promuovere un’offerta culturale e turistica di rilievo, con l’esibizione di artisti di respiro internazionale, coinvolti (come da tradizione) proprio per dare un contributo al rilancio al nostro territorio e dall’altro un programma che esprime al meglio il senso un’organizzazione dinamica che tiene conto degli operatori turistici e degli addetti di settore, delle grandi espressioni dei nostri culti (riti arborei e ballo coi cirii): frutto, insomma, di un lavoro sinergico da parte delle associazioni che vogliono contribuire con merito e attenzione alla crescita culturale e turistica di Viggianello.
Sia lo splendido centro storico – che da una settimana circa è stato inserito nel club dei Borghi più Belli d’Italia –sia l’incantevole scenario delle montagne del Pollino e delle sue contrade diventano spazi naturali che l’arte, la musica, la letteratura, lo sport, il teatro, la giostra dei giochi di una volta, la danza e le sagre enogastronomiche contribuiscono a valorizzare. Non solo i grandi nomi della musica come De Gregori, Bennato ma anche i salotti letterari in quota e all’aperto, i maestri suonatori del Pollino, la musica classica nell’inedito scenario della Madonna dell’Alto, l’esibizione degli artisti della nostra terra vanno a condire un menù che ha cercato di mantenere il livello d’attenzione e di qualità sul nostro paese che già, possiamo dire, da maggio (quando si è realizzato il riuscito e partecipato Borsino del Turismo) e sino in autunno con le sagre autunnali vuole rappresentare il piacere alla socialità dei viggianellesi e mettere a sistema alcune potenzialità naturali e promozionali che possano davvero diventare degli appuntamenti imprescindibili, soprattutto per i fruitori che scelgono come mete Viggianello e il Pollino.
Un grande merito e un grosso incoraggiamento ai giovani della Pro Loco di Viggianello, perché anche per questa estate dovranno coordinare l’intero cartellone, con l’auspicio che il senso di accoglienza così radicato nella nostra popolazione vada ad intersecarsi con questa scommessa culturale che coniuga spettacolo e promozione dei luoghi. Un ringraziamento sentito anche alle altre associazioni Aps Mercure-Frida, Amici dell’Arca, VoltalaCarta, Latin Art Academy, Ars Music, Mercure off road no limits presenti con le loro attività nel cartellone e ai tanti volontari e privati che saranno d’aiuto nelle sere d’agosto.
Un lavorio organizzativo – sostiene il sindaco Vincenzo Corraro – che non si è mai fermato, che ha richiamato l’attenzione dei media sul nostro paese, specialmente in occasione della fiera di maggio e poi sul web con l’aggiornamento costante del nostro sito turistico (da qualche giorno tradotto in inglese e tedesco), con l’intensa attività escursionistica, fluviale e di camminamento urbano che viene svolta dalle nostre guide. Tutte queste azioni, alcune delle quali messe in campo dall’amministrazione comunale in meno di un anno e con il sostegno del Gal La Cittadella del Sapere, dell’Apt Basilicata, della Regione Basilicata, dell’Ente Parco Nazionale del Pollino, del Progetto Speciale Senisese e della Banca del Cilento e Lucania Sud hanno rafforzato sicuramente la proposta di un paese che vuole farsi conoscere e che ambisce fortemente a farsi spazio in un’ottica promozionale e turistica.
viggianello

apr 022013
 

Prosegue il ciclo di assemblee territoriali “Abitare Europa 2020”, propedeutico alla redazione del Piano strutturale provinciale (Psp), iniziato oggi da Lauria. Il prossimo appuntamento è per domani mercoledì 3 aprile 2013 a Montemurro (ore 9.30 – sala riunioni San Domenico, p.zza G. Albini).

Dal momento che nel Psp confluiranno scelte strategiche riguardanti il territorio lucano, anche alla luce degli obiettivi indicati dal programma Europa 2020, la Provincia di Potenza ha scelto di promuovere, dopo aver costituito l’Ufficio di piano, un percorso di condivisione ampia degli obiettivi e delle scelte che nei prossimi mesi troveranno articolata proposizione nella documentazione di Piano, considerando essenziale un confronto continuo con le diverse componenti politiche e tecniche presenti in Regione, ed in particolare con i Sindaci e responsabili degli Uffici Tecnici Comunali.

Calendario prossimi incontri
Assemblea territoriale Potentino: Potenza, 5 aprile 2013 ore 9.30 – Biblioteca provinciale, via Maestri del Lavoro
Assemblea territoriale Vulture Melfese: Melfi, 8 aprile 2013 ore 9.30 – Sala Consiliare del Comune

piero2