Flash Feed Scroll Reader
mag 042015
 

Anche le aree PIP di contrada Mezzaniello e Fontanelle saranno collegate alla rete internet a banda ultra larga.
Questo grazie all’inserimento del comune di Sala Consilina, avvenuto lo scorso anno, nel progetto di investimento per la realizzazione di infrastrutture finalizzate a garantire servizi a cittadini e imprese, nell’ambito dell’attuazione del Piano Nazionale della banda ultra larga proposto dal Ministero dello Sviluppo Economico.
“La fibra ottica permetterà a queste aree di accedere alla rete alla velocità di 30 Mb/sec, se collegati tramite doppino telefonico, e 100 Mb/sec, se agganciati direttamente alla fibra, favorendo le opportunità di sviluppo e di crescita delle imprese locali”, dichiara Vincenzo Garofalo, Assessore alle Attività Produttive, esprimendo grande soddisfazione.
Telecom Italia ha già cablato vaste aree del territorio comunale e, a breve, dopo il collaudo, la banda ultra larga sarà attiva per la gran parte del territorio della nostra cittadina.
Elena Gallo, Consigliere Comunale con delega all’Innovazione Tecnologica, tiene a sottolineare che “Sala Consilina sarà il primo Comune del Vallo di Diano ad avvantaggiarsi di questo importantissimo strumento, che la porterà a ridurre notevolmente il digital divide esistente, ampliando di molto la possibilità di accesso all’informazione e l’interscambio di conoscenze e saperi”.
(Ufficio Comunicazione Istituzionale)

salaconsilina

mar 072015
 

Il 10 marzo prossimo, alle ore 10:30, presso l’Aula Consiliare è indetta la conferenza stampa di
presentazione del Protocollo d’intesa tra Comune di Sala Consilina, Istituzioni Scolastiche, Caritas
diocesana di Teggiano-Policastro e Direzione Casa Circondariale di Sala Consilina, per la
realizzazione di tre laboratori a favore della popolazione detenuta.
Al termine, si darà corso alla firma congiunta dell’importante documento.
Interverrano:
_ il Sindaco, Avv. Francesco Cavallone
_ il Presidente del Consiglio Comunale, Ins. Maria Stabile
_ la Dr.ssa Concetta Felaco, Direttore della Casa Circondariale di Sala Consilina
_ Don Vincenzo Federico, rappresentante della Caritas diocesana
_ la Prof.ssa Mariantonietta Trotta, Dirigente Scolastico dell’I.I.S. “M.T. Cicerone”
_ il Prof. Salvatore Gallo, per l’I.C. Viscigliete
_ tutti i Referenti dei progetti formativi.

salaconsilina

feb 052015
 

Venerdì 6 febbraio alle ore 18 , presso il Monastero di San Francesco di Paola di Vibonati , si svolgerà la presentazione del libro di Andrea Costantino “Ludopatia, La debolezza della Volontà “ .
All’evento, introdotto dal Consigliere Comunale Giovanni Scognamiglio e moderato da Gianfrancesco Caputo , parteciperanno gli Avvocati Riccardo Pizzino e Franco Maldonato, il Consigliere Regionale Luigi Cobellis, che è stato il principale promotore della istituzione dell’Osservatorio Regionale sulla Ludopatia , e il Vescovo della Diocesi di Teggiano-Policastro, Mons. Antonio De Luca che lo scorso anno ha firmato un protocollo d’intesa con l’Associazione “il Dado” per contrastare per contrastare la dipendenza sul gioco d’azzardo. Sarà presente l’Autore.
Il libro di Costantino, funzionario statale, è una testimonianza diretta, vissuta sulla propria pelle; c’è la compulsione, il viaggiare tra le nuvole senza toccare terra, lo sprofondare e il riemergere. Il racconto accattivante, preciso, dettagliato, delle sue giocate, che lo portano ad annullarsi, riporta le esperienze vissute nelle comunità terapeutiche in Romagna e in Toscana, l’emanazione della sentenza, la dura espiazione nel carcere di Sala Consilina, il trasferimento ad Eboli, dove si sente diversamente libero e partecipa alla rappresentazione teatrale su Carlo Pisacane; il soggiorno nella comunità terapeutica di Tortora, in Calabria. Un libro che può essere utile per i giovani, essendo il gioco d’azzardo un grave problema che sta investendo molti minorenni ed anche padri di famiglia, che magari iniziano con le scommesse sportive o con il poker on-line per diventarne gradualmente dipendenti.

la forza della volontà

dic 302014
 

Considerato che giovedì prossimo, 1° gennaio 2015, è giornata festiva e, inoltre, lo svolgimento del mercato settimanale coincide con lo svolgimento della festività del Capodanno, il tradizionale mercato verrà anticipato a mercoledì 31 dicembre.
Come già avvenuto per Natale, si è ritenuto di concedere l’anticipazione della giornata di mercato settimanale per offrire un migliore servizio agli utenti, nonché per tutelare l’attività degli operatori commerciali.
Pertanto, il prossimo mercato settimanale si terrà mercoledì prossimo nell’abituale area riservata, dalle ore 06.00 alle ore 14.00.
Il Responsabile Settore P.M.
Baratta Gian Mauro

salaconsilina

ott 112014
 

Nell’ambito del Piano Urbanistico Comunale è intenzione dell’Amministrazione Comunale dare priorità e importanza a un riassetto del sistema di mobilità comunale.
A tal fine si vuole dare avvio a un confronto aperto all’intera cittadinanza, per comprendere percezioni, problematiche e idee “per una nuova mobilità a Sala Consilina”.
Giovedì 16 ottobre, alle ore 20:00, sarà dato avvio ufficialmente ai lavori, con un convegno finalizzato a illustrare gli obiettivi, la metodologia e le principali problematiche da dover affrontare con questo studio e la conseguente ipotesi di riassetto della mobilità per il comune di Sala Consilina.
“Circoliamo?” sarà lo slogan delle iniziative che l’Amministrazione Comunale ha scelto, per identificare i momenti di informazione e ascolto da mettere in campo.
In primis, in occasione del convegno sarà presentato un questionario, che vuole essere lo strumento principale, attraverso il quale l’Amministrazione intende raccogliere indicazioni, suggerimenti e proposte utili nella realizzazione del nuovo sistema di mobilità, in un’ottica di coinvolgimento e partecipazione di tutta la popolazione.
Il questionario, composto da varie sezioni d’interesse, sarà distribuito a tutte le scuole del territorio e sarà scaricabile dal link posto sulla home page del sito web istituzionale www.salaconsilina.gov.it, a decorrere dal 17 ottobre 2014, oltre che essere disponibile presso gli Uffici della Polizia Locale.
Una volta compilato, potrà essere fatto pervenire all’ente, entro il 20 novembre prossimo, consegnandolo a mano presso gli Uffici della Polizia Locale o via e-mail all’indirizzo circoliamo?@salaconsilina.gov.it.
Gli esiti dell’indagine saranno restituiti in un apposito report, consultabile sul sito web istituzionale, nella sezione dedicata, a partire dal 10/12/2014.

salaconsilina

mag 102014
 

Nuovo sequestro di sostanze stupefacenti effettuato dai militari del Comando Compagnia di Lauria lungo la direttrice nord-sud dell’A3 Salerno-Reggio Calabria. Nel pomeriggio del 9 maggio 2014, è stata pianificata ed eseguita dai militari della Compagnia di Lauria una complessa attività di monitoraggio del flusso veicolare per la prevenzione e la repressione del traffico di sostanze
stupefacenti nei pressi dello svincolo di Lagonegro Sud.
L’attenzione dei militari operanti si è concentrata sul transito verso sud di
un’autovettura FIAT 500 L, risultata essere stata da poco noleggiata in una
città del nord Italia, con a bordo due uomini. Gli occupanti, di origine siciliana,
hanno inizialmente fornito incerte versioni sulle motivazioni del viaggio
intrapreso, mostrando un crescente nervosismo che ha avvalorato i sospetti
dei finanzieri.
Un primo controllo del mezzo permetteva, infatti, il rinvenimento, nel vano
portabagagli posteriore, all’interno di un doppiofondo creato con un pannello
supplementare, di nr. 597 “panetti” di sostanza stupefacente del tipo
“hashish”, pari a Kg. 59,7. A seguito di un’ulteriore ispezione dell’autovettura,
operata successivamente presso la caserma di Lauria, veniva rinvenuto un
panetto di sostanza stupefacente del tipo “cocaina”, del peso di 1 kg, occultato
sotto la moquette del sedile reclinabile posteriore.
Tutta la sostanza si presentava rivestita di plastica e avvolta da nastro adesivo
da imballaggio, al fine di eludere il fiuto dei cani antidroga. Tali artifizi,
comunque, non sono serviti a trarre in inganno le Fiamme Gialle di Lauria i
quali, visti anche i precedenti specifici gravanti sui soggetti ispezionati, hanno
avuto contezza di trovarsi alla presenza di due corrieri di sostanze
stupefacenti, in viaggio per rifornire il mercato siciliano dello spaccio. I militari,
pertanto, procedevano all’arresto in flagranza dei responsabili per violazione
dell’articolo 73, comma 1 del D.P.R. 309/90 (traffico e detenzione di sostanze
stupefacenti), al sequestro dello stupefacente, dell’autovettura utilizzata, di
numero 5 telefonini cellulari e di banconote per Euro 2.560.
Sui panetti di hashish erano impresse un’immagine e una sigla alfanumerica
utilizzata dai trafficanti, presumibilmente, per attribuire certezza della
provenienza e quindi della qualità della droga. Il valore degli stupefacenti
sequestrati, una volta tagliati ed immessi nel consumo al dettaglio, si
aggirerebbe intorno ai 700.000 Euro.
I due uomini, G.G., 43 anni, di Palermo e F.V., 49 anni, palermitano residente
in provincia di Lodi, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria della Procura di
Lagonegro, sono stati associati alla Casa Circondariale di Sala Consilina
(SA).
Sono state effettuate perquisizioni in Lombardia ed in Sicilia e sono tuttora in
corso ulteriori indagini finalizzate alla individuazione di altri soggetti
eventualmente coinvolti nell’illecita attività.
L’operazione segue di pochi mesi il sequestro di un carico di 100 kg di
marijuana, a conferma della rilevanza dei traffici illeciti perpetrati sulle rotabili
della provincia e della conseguente necessità di operare adeguati servizi di
prevenzione lungo gli itinerari sensibili, soprattutto in occasione di periodi di
maggiore concentrazione del traffico veicolare, durante i fine settimana e nei
periodi di esodo e controesodo.

Le immagini sono di Gianfranco Di Bella

1gdf

2gdf

mar 052014
 

Ammonta a circa 2 milioni di euro, il valore degli immobili, autovetture e conti correnti sottoposti a sequestro da parte della Guardia di Finanza nei confronti di un imprenditore residente a Lauria, amministratore di una società operante nel commercio all’ingrosso di prodotti per l’elettronica.

Il provvedimento è scaturito da mirati accertamenti coordinati dalla Procura della Repubblica di Lagonegro, che hanno visto, nell’ottica di una perfetta sinergia tra i Reparti della Guardia di Finanza, la collaborazione tra la Compagnia di Lauria e la Tenenza di Molfetta.

Il sequestro, in effetti, è stato adottato in esito a una attività di polizia tributaria sviluppata dalle Fiamme Gialle pugliesi, rivelatasi subito complessa in quanto la società, per ostacolare i controlli, era solita spostare ripetutamente la propria sede legale dalla Campania alla Puglia. Nei confronti della ditta, negli ultimi mesi, la Guardia di Finanza aveva concluso due verifiche fiscali constatando un’ingente evasione, ribattezzata da alcuni organi di stampa come “evasione modello flipper”, proprio per i continui e artificiosi trasferimenti di sede.

La Guardia di Finanza di Lauria ha poi provveduto ad individuare il patrimonio riconducibile al rappresentante legale della società in questione. In particolare, in esecuzione del decreto emesso dal G.I.P. del Tribunale di Lagonegro, sono stati sottoposti a sequestro preventivo n. 4 fabbricati, di cui un opificio, ubicati a Sala Consilina (SA), n. 3 autovetture, una delle quali di grossa cilindrata, e disponibilità bancarie, per un ammontare pari al totale delle imposte dovute all’Erario, circa due milioni di Euro, da considerare quale “profitto del reato” di evasione fiscale.

Si tratta del secondo sequestro “per equivalente” effettuato nell’ultimo mese dalla Compagnia di Lauria: l’efficacia di questo strumento risiede nella possibilità di cautelare anche beni immobili, se vengono occultate le disponibilità liquide.

Si fa sempre più incalzante il controllo economico del territorio da parte della Guardia di Finanza lauriota: ne è testimonianza anche la lotta all’abusivismo ed al sommerso accentuata nell’ultimo periodo e che, assicura il Comandante della Compagnia, Tenente Marco Cappetta, riguarderà diversi settori, a tutela dei contribuenti e degli esercenti onesti.

gen 312014
 

Continua, incessante, la sistematica e penetrante azione di contrasto ai traffici illeciti posta in essere sul territorio della provincia dai finanzieri del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Potenza.
Nel tardo pomeriggio di ieri, 29 gennaio, infatti,è stata pianificata ed eseguita dai militari della
Compagnia di Lauria una complessa attività di monitoraggio del flusso veicolare, volta alla
prevenzione e repressione del traffico di sostanze stupefacenti, sul tratto lucano dell’autostrada A3(Salerno – Reggio Calabria), principale arteria di collegamento che unisce la Basilicata con le regioni tirreniche limitrofe. In tale ambito, nel su indicato tratto autostradale ricadente nel comune di Lagonegro, in direzione sud, i militari operanti hanno individuato e proceduto al fermo di un furgone (Ford Transit) con targa della Repubblica Ceca, con a bordo due soggetti.
I due, di origine rumena – uno dei quali con precedenti per contrabbando – palesando durante il controllo un atteggiamento preoccupato, hanno fornito spiegazioni incongrue in merito al viaggio intrapreso, al percorso effettuato ed ai beni trasportati, dando contrastanti versioni in momenti diversi.
Tutto ciò, unito al penetrante tipico odore emanato dalle sostanze stupefacenti proveniente
dall’interno del veicolo, ha indotto gli operanti ad approfondire il controllo e ad effettuare un
accurato esame dell’automezzo.
La susseguente ispezione ha consentito di rinvenire, occultati all’interno di numerosi borsoni, 137Kg. di sostanza stupefacente del tipo “Marijuana”, contenuta in 127 confezioni di cellophane ricoperte da buste di plastica, una delle quali contraddistinta da un disegno di un particolare emblema.
I finanzieri di Lauria, pertanto, hanno proceduto all’arresto in flagranza dei due “corrieri”, G. R. e I.G., entrambi di 36 anni, non aventi fissa dimora in Italia, per violazione dell’articolo 73, comma 1 e 1bis del D.P.R. 309/90 (traffico e detenzione di sostanze stupefacenti) ed al sequestro dello stupefacente, che, data anche la particolare qualità, avrebbe permesso il confezionamento di oltre 500.000 “spinelli” ed avrebbe fruttato un introito di gran lunga superiore al milione di euro.
Sono stati sequestrati, inoltre, il mezzo utilizzato per il trasporto della droga e 4 telefonini cellulari e sono in corso approfondimenti investigativi volti a risalire alla provenienza/destinazione dello stupefacente nonché a verificare l’eventuale esistenza di un’organizzazione criminale a monte.
I responsabili, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria della Procura di Lagonegro, sono stati
associati alla Casa Circondariale di Sala Consilina (SA).
La Guardia di Finanza di Potenza è diuturnamente impegnata a difendere il cittadino da tutti quei fenomeni delittuosi che insidiano la sua sicurezza personale, nonché economico-finanziaria, ponendo in essere una costante attività preventiva e repressiva volta ad assicurare il rispetto delle norme e la salvaguardia degli interessi giuridici dello Stato.