Flash Feed Scroll Reader
nov 082015
 

Il 7 novembre 2015, nella sala Cardinale Brancati, è stato presentato il libro sull’inventore Nicola Santo, nato a Lauria il 17 settembre 1882. Fu un pionieri del volo e strettissimo collaboratore di Alberto Santos Dumont; emigrò in Brasile diventando uno dei massimi responsabili dell’aviazione ‘verdeoro’ per alcuni decenni. Si spense a Rio de Janeiro il 7 gennaio 1963. nel corso della serata sono intervenuti: Mario Lamboglia, Gaetano Mitidieri, Vincenzo Cosentino, Raffaele Papaleo, Lucia Carlomagno, Antonella Viceconti, Ana Cristina Narciso, Teresa Mandarino, Domenico Alagia.

lug 072015
 

L’Associazione Mediterraneo di Lauria ha messo a punto un evento rilevante legato al tema dell’emigrazione e all’unità territoriale. Infatti, una virtuosa collaborazione tra enti locali ed associazioni, ha generato un programma culturale particolarmente interessante e ricco di spunti.
Ospite speciale delle manifestazioni sarà l’Ambasciatore del Brasile in Italia Ricardo Neiva Tavares, accompagnato dal colonnello pilota Addetto all’Ambasciata per la Difesa e l’Aeronautica.
La prima tappa della intensa tre-giorni sarà la valle del Mercure. Venerdi 17 luglio l’Ambasciatore verrà accolto, a partire dalle ore 18, nel Municipio di Castelluccio Superiore dove scoprirà una targa commemorativa. Si trasferirà poi a Castelluccio Inferiore dove all’aperto, i due consigli comunali, in piazza San Nicola accoglieranno il prestigioso ospite mettendo in risalto il rapporto speciale che le due comunità lucane hanno con due città del Brasile: Manaus e Juna centri nei quali sono presenti delle numerose comunità castelluccesi.
Il 18 luglio l’Ambasciatore inaugurerà una sala, all’interno di Palazzo Marangoni, dedicata all’inventore Nicola Santo, che affermò, nei primi decenni del ‘900 in Brasile l’aviazione. A tal proposito sarà anche disponibile un volume che racconta la vita dell’inventore lauriota. Nella tarda mattinata la delegazione italo-brasiliana si recherà a Trecchina dove le associazioni e le autorità locali valorizzeranno i rapporti con Jequiè, altro centro brasiliano che vanta una forte concentrazione di trecchinesi.
In serata l’ambasciatore parteciperà al prestigioso Premio Mediterraneo, evento giunto alla sedicesima edizione, che si svolgerà in Piazza del Popolo. Il presidente onorario del Premio, l’on. Giann Pittella aprirà la prestigiosa serata condotta dall’attore Beppe Convertini. Tra gli ospiti la regista Isabel Russinova, il caporedattore Cultura del Tg1 Maria Rosaria Gianni, l’On. Federico Gelli esperto di welfare e di sanità. Saranno presenti i sindaci di Castelluccio Inferiore, Castelluccio Superiore, Latronico, Lauria, Maratea e Senise. Ospiti speciali saranno la contessa Chiara Rivetti, figlia dell’indimenticabile conte Stefano, Gigi Scaglione coordinatore del Museo della Emigrazione lucana e Nicola Timpone direttore della Lucana Film Commission.
La serata sarà impreziosita dall’Orchestra Nicola Sole di Senise. Tra gli altri verranno premiati Silvano Marchese musicista e compositore affermato, la dirigente scolastica Maria Giovanna Chiorazzo, apprezzata educatrice e l’imprenditore di successo Egidio Falabella.
Le associazioni “Arte Arabesque” e “Quinta giusta” cureranno la prosecuzione del ‘Premio’ con uno spettacolo artistico di Danza classica e moderna coordinato dalla maestra Simona Marini e presentato da Tonino Bernardelli.
Il tour lucano dell’ambasciatore si chiuderà la mattina seguente, domenica 19 luglio a Maratea. Il diplomatico visiterà con le autorità del centro tirrenico la statua del Redentore, ispirata al Cristo di Rio de Janeiro in occasione del cinquantesimo della posa sul monte San Biagio.
Notevole è dunque l’impegno dell’associazione Mediterraneo e dell’Associazione Magna Grecia che hanno coinvolto i sodalizi culturali TerrAccogliente della valle del Mercure, Trecchinesi nel mondo e Comitato del Redentore della valle del Noce.

manifesto ok

mar 142015
 

L’Associazione Magna Grecia di Lauria ha legato le proprie attività alla valorizzazione concreta del territorio da oltre un decennio. In questa fase è impegnata nella realizzazione dei contenuti legati all’istituendo palazzo Marangoni di Lauria.
Grazie alla lungimiranza della Regione Basilicata, della Parrocchia San Giacomo e del Comune di Lauria entro la fine dell’anno verrà inaugurata una struttura che diventerà un centro pulsante di eventi e di articolate iniziative tese all’approfondimento e alla ricerca nel campo della cultura e dell’arte (in questi mesi l’artista Emilio Larocca è impegnato nella realizzazione di un dipinto avente come soggetto il maestro Mariano Lanziani che sarà donato all’associazione Magna Grecia che provvederà ad esporlo stabilmente nella sala espositiva dedicata al celebrato pittore lauriota). Non mancheranno anche attività legate alla promozione turistica e sociale.
L’associazione Magna Grecia, da circa un anno è anche impegnata nella riscoperta di un personaggio che ha caratterizzato le attività nel campo aeronautico in Brasile. Nicola Santo, nacque a Lauria nel 1889, fu un illuminato ingegnere e venne considerato nella prima metà del ’900 tra gli inventori più ispirati ed arditi.
E’ stato Paolo Roncari, studioso ligure, a riaccendere con documenti provenienti dal Brasile, l’attenzione verso questo personaggio lauriota così importante.
Grazie alla proficua collaborazione dell’associazione con il sindaco di Lauria Gaetano Mitidieri, tra i protagonisti più entusiasti e sensibili di questa operazione culturale, si sono riannodati i fili di una storia che andava assolutamente valorizzata. Nei mesi scorsi vi è stato un significativo incontro con la nipote, signora Gilda Caimo, ancora in vita a Scalea.
Nell’estate scorsa anche l’associazione Mediterraneo ha contribuito, con il “premio” annuale, ad esaltare l’operato di un uomo schivo ma brillante e lungimirante.
L’illustre lauriota iniziò ad essere studiato dalla rivista lauriota “La vedetta Lucana” nel 1913 (una copia del giornale è ancora consultabile grazie all’archivio personale di Guerino Antonio Sarno) ed anche dal compianto ed illuminato storico Vito Pasquale Rossi.
L’Associazione Magna Grecia, convinta dello spessore e della personalità dell’inventore, ha inserito uno spazio all’interno di palazzo Marangoni che sarà dedicato proprio a Nicola Santo.
Al tempo stesso l’associazione si è impegnata a realizzare un libro dedicato all’intrepido ingegnere che sarà presentato nella prossima primavera. In questa cornice di eventi, l’onorevole Gianni Pittella e l’onorevole Fabio Porta parlamentare italiano eletto in Brasile, sono stati coinvolti nell’importanze operazione culturale ed hanno organizzato un incontro operativo con l’ambasciatore del Brasile in Italia Ricardo Neiva Tavares il 16 febbraio scorso.
All’incontro presso l’ambasciata di Piazza Navona, oltre ai due parlamentari e, ovviamente al capo della diplomazia brasiliana in Italia, hanno partecipato il sindaco di Lauria, una rappresenta della giunta comunale, le associazioni Magna Grecia e Mediterraneo.
Nel corso del proficuo e cordiale incontro l’ambasciatore Neiva Tavares è stato invitato a Lauria il 10, 11 e 12 luglio prossimi.
Nel corso del soggiorno lauriota, il diplomatico riceverà il Premio Mediterraneo e parteciperà a vari incontri alcuni dei quali riguarderanno il tema dell’emigrazione.
Nell’occasione, inaugurerà l’ala del palazzo Marangoni dedicata all’inventore lauriota.
Finalmente Nicola Santo avrà il giusto tributo dalla sua città natale che lo ha condiviso con la terra brasiliana d’adozione che il Santo amò fino alla fine dei suoi giorni dedicandogli tutto il suo ingegno.

brasile2

Ricardo Neiva Tavares: da Rio de Janeiro ai vertici diplomatici del Brasile
Nato a Rio de Janeiro il 16 agosto 1957, ha avuto una prestigiosa formazione accademica. Dal 1986 al 1989 è stato inviato presso l’Ambasciata a Parigi, nel ruolo Secondo e Primo Segretario; dal 1989 al 1993 ha svolto attività diplomatica presso l’ Ambasciata del Giappone a Tokyo, nel ruolo Primo Segretario; dal 1995 al 1998 ha lavorato a New York nella Missione del Brasile presso le Nazioni Unite, nel ruolo di Consigliere; dal 1998 al 2001 nel ruolo di Consigliere ha svolto attività diplomatica presso l’Ambasciata dell’ Australia a Camberra; dal 2008 al 2013 è stato Ambasciatore presso l’Unione Europea a Bruxelles; dal 2013 è Ambasciatore in Italia a Roma.

10-11-12 luglio 2015:la rivincita di Nicola Santo
La vita di Nicola Santo (1889-1963) è stata affascinante e per certi versi anche misteriosa. Il suo estro, la sua grande capacità non ha avuto in vita quel riconoscimento pieno che forse avrebbe meritato. La sua amicizia con Guglielmo Marconi, le sue intuizioni, i suoi tanti progetti, l’aver puntato con decisione sullo sviluppo delle macchine volonti e sulla logistica dei campi di volo ne fanno un personaggio di prima grandezza che forse avrebbe potuto trovare spazio anche nei libri di scuola se avesse avuto la capacità di autopromuoversi. La sua straordinaria passione per il volo ed il suo talento ingegneristico consegnano alla storia del XX secolo un ingegnere lucano di primissimo piano che emigrò prima in Francia, poi oltreoceano. Amò tanto il Brasile da dedicargli una vita intera. Non si sposò mai, visse il suo lavoro come una missione, proteso da vero lauriota, ad affermare il progresso. Tra qualche mese avrà un suo spazio nella sua Lauria in via Cairoli, a palazzo Marangoni, dove i suoi concittadini potranno ammirare quanto di buono ha fatto nel mondo.

ago 162013
 

Chissà se i Folkabbestia, ospiti della prima serata del Metaponto Beach Festival 2013, in programma sabato 17 agosto, sveleranno al pubblico del castello Torremare di Metaponto il segreto della felicità, dopo averlo regalato ai propri fan nell’album del 2008. Certo è che non mancheranno di contagiare gli spettatori con la loro allegria e la “danza che muove il mondo”, trasformando la giornata d’esordio dell’appuntamento ionico in una vera e propria festa di piazza.

Folk come la matrice a cui si ispira, Abbestia come il lato animale, istintivo e genuino di ogni uomo, la musica dei sei pugliesi salperà a pochi chilometri dal mare lucano, dopo aver fatto tappa nei Balcani e in Irlanda per raccogliere suoni e ritmi di terre neanche troppo lontane. Battaglieri e impegnati, i Folkabbestia dispenseranno sorrisi e serenità ma anche spunti di riflessione – il loro ultimo album “Girano le pale” (2010) è un gridato di battaglia contro il nucleare, a favore dell’eolico – seguendo le vie del folk su cui si sono incamminati nel 1994.

Prima che gli headliner salgano sul palco, ci sarà modo di abbandonarsi ad altre danze, ai ritmi contemporanei di un Brasile che non è solo samba e capoeira. Sotto il sole del Sud America può capitare anche di imbattersi in artisti hip hop. Il Metaponto Beach Festival, attraverso una collaborazione con il festival carioca Espirito Mundo, ne ha scovato uno, il writer/rapper brasiliano Fikore, a cui spetterà l’onore, alle 22:30, di alzare il sipario sulla IX edizione del festival, seguito da un’altra scoperta carioca, la Banda Dona Juana, che dal 2009 propone insoliti spettacoli di cabaret circense in musica.

Da Rio De Janeiro a Metaponto il passo può essere breve, se è vero che i lucani ed i brasiliani condividono un antico passato di emigrazione, ma anche un promettente futuro di collaborazione tra giovani generazioni in cerca di nuovi spazi per la creatività. Il progetto Brasilicata Tour, edizione lucana di Espirito Mundo, nasce esattamente da questa convinzione e vede nelle associazioni Krikka (di Bernalda) e Multietnica (di Potenza), che organizzano il Metaponto Beach Festival, i principali interlocutori in regione per dare forma a scambi culturali tra Basilicata e Brasile.

Il Metaponto Beach Festival si prepara quindi a parlare nuove lingue, senza dimenticare quella, più semplice e spontanea, dei piccoli, che, come da tradizione, raggiungeranno il castello metapontino prima del tramonto e prima che la musica prenda il sopravvento. Alle 18.30 è in programma il consueto appuntamento con Laboart, momento artstico-ricreativo open-air dedicato quest’anno alla figura del bimbo di legno nato dalla fantasia di Collodi. Il laboratorio “Pinocchio bambino cresciuto burattino” sarà curato dall’associazione Laboratori culturali di Bernalda e sarà finalizzato alla preparazione dell’omonimo mini-spettacolo che gli stessi partecipanti metteranno in scena lunedì 19 agosto.

Alla luce di una luna quasi piena di fine estate, la prima serata del Metaponto Beach Festival 2013 si chiuderà con il DJ set delle Ladiescollage, duo femminile dall’eclettismo colorato di balkan, folk mediterraneo e swing, che proporrà la sua sofisticata e irriverente selezione, frutto di abbinamenti spesso arditi e di tanta ricerca e ascolto di buona musica in vinile, cassetta e cd. I loro 45 e 33 giri, pazientemente ricercati nei mercatini e negozi d’Europa e d’Italia, arricchiranno la memoria sonora del pubblico del MBF, che si ridarà appuntamento domenica 18 per la prima edizione del Festival di cabaret “Una mare di risate” e lunedì 19 per la consueta Meridional Reggae Reunion.

La IX edizione del Metaponto Beach Festival è realizzata dalle associazioni Krikka e Laboratori Culturali di Bernalda, e dall’associazione Multietnica di Potenza, con il patrocinio del Comune di Bernalda e della Provincia di Matera e il sostegno del Piot Metapontino Basso Sinni. Per essere sempre aggiornati è possibile consultare il sito ufficiale dell’evento www.metapontobeach.it o la pagina facebook “Metaponto Beach Festival”. Per info e tickets: info@metapontobeach.it, 339.3089013.

LocationMBF(FotoRiccardoPuntillo)

lug 292013
 

Ecco quanto ha dichiarato il sindaco di Maratea Di Trani in merito all’evento Gmg nel centro tirrenico.
“Con la S. Messa officiata ieri, domenica 28 luglio, presso l’Area di Parcheggio di Madonna degli Ulivi dai Vescovi di Potenza, Mons. Superbo, di Tursi-Lagonegro, Mons. Nolè, di Matera, Mons. Ligorio, e di Tricarico, Mons. Orofino, – il Vescovo di Acerenza, Mons. Ricchiuti e il Vescovo di Melfi, Mons. Todisco, erano a Rio de Janeiro – che ringrazio, si è chiusa la 2 Giorni che Maratea ha vissuto in sintonia con Rio de Janeiro dove Papa Francesco ha celebrato la XXVIII Giornata Mondiale della Gioventù.
A Maratea, provenienti dalla Basilicata e dalle altre Regioni del Meridione d’Italia, sono arrivati oltre 2.000 Giovani.
Sono stati due giorni di Preghiera, di Gioia, di Festa.
Maratea, anche nella circostanza, ha dato testimonianza dei Valori dell’Accoglienza e dell’Ospitalità e ringrazio tutti i miei Concittadini, nonché i Turisti, per aver accolto nel modo migliore tanti Giovani.
E’ stato un Evento senza precedenti e la sua ottima riuscita è frutto di un’Organizzazione che si è spesa per tutta la sua durata con Intelligenza e Passione.
Ringrazio la Consulta di Pastorale Giovanile Regionale per aver suggerito Maratea quale sede del raduno e ringrazio, altresì, l’Ufficio Nazionale di Pastorale Giovanile per aver accolto la proposta, scegliendo la nostra Città e, quindi, la Statua del Redentore come Logo nazionale dell’Evento.
Ringrazio la Comunità Sacerdotale di Maratea e, in particolare, il Parroco Don Adelmo per essersi speso con il consueto impegno.
Ringrazio, poi, le Forze dell’Ordine: la Polizia Locale, i Carabinieri, la Guardia di Finanza, il Corpo Forestale, la Capitaneria di Porto per aver assicurato a tutti il massimo della sicurezza e della tranquillità.
Un ringraziamento va anche alla Protezione Civile Gruppo Lucano e segnatamente alla Sezione di Maratea.
Ringrazio, inoltre, il Servizio del 118, la Croce Rossa e le Associazioni locali “Onlus” per l’assistenza prestata e ringrazio anche i Cittadini che spontaneamente per spirito di Volontariato hanno offerto il proprio contributo.
L’Amministrazione Comunale dal canto suo, oltre ad aver svolto un’azione costante di collaborazione con tutte le Forze, i Servizi e le Associazioni innanzi ricordate, ha finanziato la ripulitura della Statua del Redentore e installato 2 maxi schermi, a Piazza Buraglia e al Porto, per consentire di seguire in diretta la Veglia di Preghiera in svolgimento a Rio.
Devo, infine, rivolgere un grazie al Consiglio Comunale e alla Giunta. Un ringraziamento particolare sento, comunque, di doverlo rivolgere agli Assessori Carluccio e Limongi Rizzuti per l’impegno profuso in prima persona.

La Giornata Mondiale della Gioventù si è da poco conclusa ed altri 180 Giovani, provenienti da tutte le Regioni d’Italia, sono appena arrivati ad Acquafredda, all’Hotel Villa del Mare per il “30° Lifehappening Vittoria Quarenghi”.
Tale Evento sarà per questi Giovani, aderenti all’Associazione “Movimento per la Vita”, una settimana di Formazione, Confronto, Condivisione e Vacanza con al centro il motto che li contraddistingue: “se vuoi la pace, difendi la vita”.
La vacanza la vivranno in giro per Maratea; è prevista una “Caccia al Tesoro” nel Centro Storico.
Nella circostanza un saluto particolare mi sia consentito rivolgerlo all’On. Carlo Casini, Presidente Commissione Affari Costituzionali del Parlamento Europeo e Presidente del “Movimento per la Vita (MPV) italiano”.
ay

lug 172013
 

Ecco quanto ha dichiarato il sindaco di Maratea Di Trani su alcune attività culturali di straordinaria rilevanza.
“Due temi importanti e di grande attualità che possono contribuire in maniera forte ad accrescere il Sistema Culturale e Turistico di Maratea saranno al centro dell’attenzione del Consiglio Comunale che convocherò per martedì 23 luglio c.a. alle ore 10,00 presso Villa Tarantini.
I due temi sono:

1.Proposta di Gemellaggio con la Città di Rio de Janeiro

Il 28 di luglio si celebrerà a Rio de Janeiro, alla presenza di Papa Francesco, la XXVIII Giornata Mondiale della Gioventù. Per l’occasione Maratea è stata individuata dalla Pastorale Giovanile ad accogliere i Giovani provenienti dalle Regioni Meridionali, ma anche dalla Liguria, che non hanno avuto la possibilità di recarsi in Brasile. E’ previsto un arrivo di circa 3.000 Giovani che vivranno, attraverso il satellite, nella notte tra sabato e domenica, la Veglia di Preghiera presieduta da Papa Francesco.
L’evento avrà molto eco a livello nazionale ed internazionale, soprattutto grazie alle similitudini tra la location lucana e quella brasiliana in virtù della presenza nella Città di Rio de Janeiro e nella Città di Maratea di imponenti Statue dedicate al Cristo Redentore.
Da qui la proposta di Gemellaggio tra le due Città.

2.Proposta di adesione al Progetto “Matera Capitale 2019 della Cultura in Europa”

Dal 1985 il Consiglio dei Ministri Europeo assegna ad una città europea il Titolo di Città della Cultura Europea. Nel 2019, dopo Firenze, Bologna e Genova, il Titolo sarà nuovamente assegnato ad una Città italiana che avrà superato il percorso di selezione previsto dalla Commissione Europea insieme al Governo Italiano.
In tale contesto vi sono moltissime possibilità che Matera sia eletta nel 2019 Capitale Europea della Cultura e sarebbe la prima volta per una Città del Sud Italia. Tra i parametri di valutazione uno molto importante riguarda la misura in cui la Regione di riferimento della Città candidata fa proprio il progetto della Candidatura stessa. In questo quadro tutti i Comuni della Provincia di Potenza, ma è verosimile ritenere che anche quelli della Provincia di Matera lo faranno, nella riunione tenutasi presso l’Aula del Consiglio Provinciale di Potenza lunedì 15 c.m., si sono impegnati ad adottare nei rispettivi Consigli Comunali una Delibera in favore di Matera Capitale nel 2019 della Cultura Europea.
Maratea ha una ragione in più per adottare tale Delibera. Nel Fascicolo appena aperto con il quale la nostra Città si candida ad essere inserita nel Patrimonio Mondiale dell’Unesco, una Delibera in favore di Matera 2019, che è già con i suoi “SASSI” nel Patrimonio Mondiale dell’Unesco, è un punto a favore di indubbia valenza”.

di trani

ago 082012
 

Riprendendo un tradizionale appuntamento degli anni passati giovedì 9 agosto il Vescovo Mons. Francesco Nolè incontrerà i Giovani della Diocesi di Tursi-Lagonegro, in un periodo in cui è data la possibilità di essere presenti anche ai tanti universitari impegnati per lo studio lontani dalla loro terra.
Una occasione per celebrare l’anniversario della Giornata Mondiale della Gioventù di Madrid (16-21 agosto 2011) dal tema: “Radicati e fondati in Cristo, saldi nella fede”, ma anche per guardare a Rio de Janeiro che ospiterà la GMG del 2013 (23-28 luglio), dal tema “Andate e fate discepoli tutti i popoli”. Occasione per consolidare le motivazioni di fede e rinnovare pubblicamente la gioiosa appartenenza alla Chiesa.
L’accoglienza è prevista al grande piazzale ai piedi del Bosco, da cui si partirà con il “Cammino della Chiamata”, momento di preghiera e di contemplazione di sette passi scritturistici di chiamate e di eccomi: Abramo, Samuele, Maria, i primi quattro pescatori, Levi, il giovane ricco e Maria Maddalena.
All’arrivo, immersi nel verde, il Vescovo terrà una riflessione per i presenti. Subito dopo una video proiezione sulla storia delle Giornate Mondiali della Gioventù e le testimonianze di quanti hanno partecipato negli anni scorsi, in particolare a Madrid. Non mancherà la buona musica e il tempo di conoscere i sei giovani (Michelangelo, Antonio, Luciano, Giovanni, Giuseppe e Antonio) che saranno ordinati diaconi il 14 settembre nella Cattedrale di Tursi e don Antonio che sarà ordinato il 25 agosto a Fardella…
Tutti ingredienti perché, da giovani, si possa insieme lodare e benedire il Signore per i tanti doni che ogni giorno mostra… E la possibilità di vestire già da ora la maglietta con il logo “JMG Rio 2013″!

don Giovanni Lo Pinto