BASILICATA Flash Feed Scroll Reader
CALABRIA Flash Feed Scroll Reader
CAMPANIA Flash Feed Scroll Reader
Mag 312018
 

Sconto del 15% sulla Tari, la tassa rifiuti, per i cittadini che si impegneranno nella riduzione del rifiuto umido utilizzando la compostiera domestica. Un modo intelligente ed economico per trasformare, velocemente e in casa, gli scarti alimentari in fertilizzante naturale per orti e giardini e che sarà presentato ai cittadini giovedì 7 giugno alle 18.30 nella sala consiliare del Comune di Senise.

La compostiera domestica è un valido contributo nella riduzione delle emissioni dei gas serra perché evita che tonnellate di rifiuti organici finiscano nelle discariche, nello stesso tempo utilizzare questa semplice attrezzatura in famiglia significa anche dare un messaggio di ecosostenibilità ai nostri figli.

E oltre all’indubbio vantaggio ambientale c’è anche la possibilità di vedersi ridurre del 15% la tassa rifiuti: ci guadagna il Comune, che risparmia sulla raccolta e gestione rifiuti, e ci guadagnano anche i cittadini che pagano meno tasse.

Per i cittadini di Senise che volessero aderire al progetto “Compostaggio domestico” è previsto l’acquisto, a prezzo agevolato, della compostiera che sarà appunto presentata durante l’incontro aperto al pubblico e al quale parteciperà anche il rivenditore di zona.

Mar 162018
 

Dal 15 marzo 2018, nella mensa scolastica del comune di Vietri si inizierà ad utilizzare solo l’olio
extravergine di Vietri, estratto dalle olive conferite dai genitori degli alunni presso un locale frantoio, in
cambio di 4 biglietti mensa.
Un innovativo metodo, unico in Basilicata, che esprime al meglio il fondamento del KmZero: l’utilizzo di
genuini prodotti del territorio. Il valore aggiunto del progetto è rappresentato dal fatto che il prodotto è
conferito dagli stessi genitori; in cambio di un litro d’olio (o delle olive per la trasformazione dello stesso
quantitativo) i genitori hanno diritto a 4 buoni pasto da utilizzare nell’ambito del medesimo servizio mensa.
“Da oggi – spiega il Sindaco Christian Giordano – si aprono degli scenari virtuosi ed ambiziosi che non si
fermano all’olio extravergine d’oliva. Infatti grazie a questo meccanismo sarà possibile conferire anche
ulteriori prodotti primari (a kmZero) che garantiranno agli alunni una alimentazione sana. La correttezza del
nostro metodo è stato tra l’altro confermato dal Dipartimento Politiche della Persona (Igiene degli
Alimenti) della Regione Basilicata, che ringrazio per la preziosissima disponibilità, a cui a breve chiederò di
ufficializzare delle linee guida che permetteranno di replicare questo progetto in tutti i comuni della
Basilicata interessati. Sarà l’occasione anche per dare una denominazione specifica a tale metodo. Sono tra
l’altro soddisfatto perchè inizialmente erano emersi dei dubbi da parte di qualche tecnico soprattutto sulla
rintracciabilità dei prodotti e sulle certificazioni. Abbiamo dimostrato che il sistema è sicuro e la Regione
Basilicata ha concordato con noi sulla correttezza della prassi. Anzi, il Dipartimento Regionale conviene con
noi anche sull’ampliamento del progetto integrando ulteriori materie prime oltre all’olio extravergine
d’oliva. Ringrazio per il prezioso supporto il dott. Gerardo Salvatore del Dipartimento Regionale e la dott.ssa
Carla Brienza, Presidente Nazionale dei tecnologi alimntari.
Sulla rintracciabilità, senza entrare nel merito del metodo, è sufficiente dire che, mentre, per esempio, per
l’olio acquistato nei supermercati ci è dato sapere semplicemente se il prodotto è comunitario o
extracomunitario, nel nostro caso siamo nelle condizioni di riuscire ad individuare “la pianta” da cui è stato
raccolto il frutto.
Pare inutile ribadire che, a margine del processo, l’olio, dopo essere stato analizzato, viene confezionato ed
etichettato secondo le Legge.
Tantissimi colleghi sindaci mi stanno contattando per avere dei chiarimenti sul progetto per poter poi
procedere a replicarlo nel proprio comune.
Il progetto, partito solo a settembre, doveva essere solo sperimentale. Oggi a distanza di pochi mesi, dopo
essere già rientrato nella fase finale del Premio Nazionale Comuni Virtuosi, ha ricevuto la fondamentale
conferma sulla regolarità della prassi, da parte del Dipartimento Regionale competente e si prepara per
essere implementato nei prossimi mesi. Davvero una bella soddisfazione per l’intera comunità vietrese.
Iniziamo ad essere pionieri di buone pratiche.”
Ricordiamo che il progetto della mensa di Vietri a Km0 è completato dal progetto mensa a Rifiuti free
mediante il quale sono stati eliminati i piatti e i bicchieri in plastica e sostituiti con piatti in porcellana e
bicchieri in vetro infrangibile.

Mar 102018
 

In una nota il sindaco di Tortora Pasquale Lamboglia interviene su San Sago: “La querelle tra il Settore Ambiente della Regione Calabria e la ditta Ecologica 2008 Srl, che gestisce l’impianto per il “trattamento di rifiuti pericolosi e non”, ubicato in località San Sago del Comune di Tortora, si trasferisce al Tar Catanzaro.
In data 21.02.2018, infatti, i titolari dell’impianto suddetto hanno presentato, presso Tribunale Amministrativo Regionale di Catanzaro, un ricorso per chiedere e ottenere l’annullamento dei provvedimenti con i quali la Regione Calabria ha disposto al gestore di sottoporre l’impianto alla “Valutazione di Incidenza Ambientale”, prima della sua riattivazione, attesa la sua vicinanza al “sito d’importanza comunitaria” denominato “Valle Noce”.
Avverso tale ricorso, si è costituito anche il Comune di Tortora, nella sua qualità di controinteressato, affinché i provvedimenti suddetti non vengano annullati. Nelle proprie memorie difensive, il Comune di Tortora, dopo avere ricostruito l’iter logico, che negli oltre due anni di interlocuzioni tra gli Enti coinvolti, compreso il Ministero dell’Ambiente, e il soggetto gestore, ha portato all’adozione dei provvedimenti oggi impugnati, ha illustrato le
motivazioni che, in fatto e in diritto, impongono di sottoporre l’impianto a “Valutazione di Incidenza Ambientale”, e che addirittura renderebbe opportuna una revisione totale di tutte le autorizzazioni rilasciate per l’esercizio dell’attività in essere. Intanto, però, San Sago continua a essere una “terra di nessuno”, dove una ditta continua a operare
nonostante i divieti, come “denunciato” anche dai tecnici dell’Arpacal, a seguito di un sopralluogo
congiunto, compiuto in data 28/02/2018 insieme al comando della Polizia Locale di Tortora”.

Ott 182017
 

La dottoressa Maria Di Lascio Vicesindaco e Assessore all’Ambiente del Comune di Lagonegro evdienzia il progetto pilota approvato nel Consiglio del 17 ottobre 2017, che unirà nella Raccolta dei rifiuti i comuni di Rivello e Nemoli, in forma associata, a Lagonegro. L’obiettivo è di estendere il modello messo in campo a tutti i comuni dell’Unione del Lagonegrese.


L’intervista alla Vicesindaca e Assessore all’Ambiente Maria Di Lascio

Ott 182017
 

Si è svolto il 17 ottobre 2017 un nuovo Consiglio Comunale incentrato su alcune questioni importanti. In particolare è stato affrontato sia il tema delle società nelle quali vi è una partecipazione finanziaria del Comune di Lagonegro che la messa a punto del bando per la Raccolta dei rifiuti che avverrà in in forma associata con i comuni di Rivello e Nemoli.


La registrazione integrale


L’intervista alla Vicesindaco e Assessore all’Ambiente Maria Di Lascio

ccc

Mag 052017
 

Una buona azione per migliorare il mondo. E cosi, anche Chiaromonte darà il suo contributo alla prima giornata ecologica che si svolgerà sabato 6 maggio dalle ore 10 alle ore 13 con ritrovo presso il campo sportivo “Nicola Puppo”.
Promossa dall’amministrazione comunale, al fine di sensibilizzare ulteriormente i cittadini al rispetto dell’ambiente, l’iniziativa fa parte di una serie di misure messe in atto nell’ambito della raccolta differenziata, che quest’anno ha raggiunto la quota del 65%.
Questo importantissimo traguardo, è stato, infatti, ottenuto grazie alle molteplici azioni intraprese dall’amministrazione comunale a partire dal 2015.
In primis, l’ampliamento della raccolta porta a porta nelle zone limitrofe al centro abitato, poi la raccolta puntuale e precisa nei nuclei rurali, passando per la realizzazione dell’isola ecologica e la predisposizione del regolamento di compostaggio domestico che consente una riduzione fino al 20% della tariffa “TaRi” ai cittadini che ne fanno richiesta. Infine, la sostituzione dei cestini porta rifiuti stradali con quelli preposti alla raccolta differenziata e l’avvio presso le scuole del progetto di educazione ambientale “Riciclando” curato dal C.E.A. Pollino, atto a ridurre la produzione di rifiuti attraverso il riutilizzo dei materiali e sull’importanza di effettuare la raccolta differenziata.
“Indubbiamente i risultati raggiunti finora, grazie all’impegno concreto dei cittadini ai quali va il mio plauso, ci soddisfano pienamente – dichiara la sindaca di Chiaromonte Valentina Viola – questo però, non significa che dobbiamo sederci sugli allori. È necessario, infatti, tendere a migliorare il servizio reso ai cittadini sia in termini quantitativi, sia in termini di effettivo risparmio sulla tariffa che a Chiaromonte, ricordiamolo, è tra le più basse della Regione in rapporto alla raccolta differenziata. Invito pertanto la cittadinanza a scendere nuovamente in campo per segnare altri punti in questa importantissima partita a favore dell’ambiente”.

locandina Chiaromonte

Apr 182017
 

Nell’ambito del Progetto “NaturalMensa” in coprogettazione con il Comune di Castelsaraceno (Pz), ti invito all’incontro “Storie di CambiaMenti Sostenibili” che si terrà presso il Museo della Pastorizia a Castelsaraceno, venerdì 21 Aprile, alle ore 17.00.

Il tema è la sostenibilità, tracciando un percorso dall’agricoltura biologica alla riduzione dei rifiuti nella quotidianità, grazie alle preziose testimonianze di due giovani lucani.
Durante l’evento ci sarà un Natural-Break e la premiazione del Contest Fotografico “Una storia di qualità a Tavola”.

castels

Apr 052017
 

E’ prevista per giovedì 06 aprile alle 10:30 ad Agromonte Magnano l’inaugurazione della seconda stazione di conferimento del progetto ‘La Banca del Riciclo’, l’ultima iniziativa avviata dal Comune di Latronico nel campo dell’Innovazione e del Commercio.
Dopo l’avvio dell’iniziativa a Latronico e il suo grande successo (oltre 21.000 conferimenti in poco più di un mese) verrà quindi coperta una ulteriore parte del territorio comunale. Il funzionamento è quello già sperimentato: ad ogni conferimento di imballi in PET, HDPE e alluminio eroga € da spendere negli esercizi commerciali di Latronico convenzionati. Ogni conferimento (ad es. una bottiglia di acqua) ha il valore nominale di € 0,08.
Il Comune raddoppia quindi il suo impegno in campo ambientale: “l’ampliamento del progetto è un passo molto importante – commenta l’Assessore all’Innovazione e Commercio Vincenzo Castellano, – perchè ci consente di promuovere attività commerciali che altrimenti erano tagliate fuori dall’iniziativa oltre a continuare a diffondere il messaggio che i rifiuti sono un materiale che ha un valore economico e un impatto sull’ambiente”.
Un altro progetto innovativo che il Comune di Latronico mette in campo, cercando di promuovere una più diffusa coscienza ambientale e di sensibilizzare i cittadini al tema della raccolta differenziata facendo leva su un sistema meritocratico che possa premiare chi si distingue nel rispetto ambientale.
Appuntamento quindi per giovedì 06 aprile alle ore 10:30 ad Agromonte Magnano (via Maturo) per l’inaugurazione.

vinceee

Feb 212017
 

Il 21 febbraio 2017 è stata inaugurata a Latronico una installazione che permette di raccogliere i recipienti di plastica e le lattine. Alla cerimonia inaugurale è stato presnete come ospite d’onore l’assessore di Capannori in provincia di Lucca Matteo Francesconi.


La cerimonia e le interviste: Fausto De Maria, Vincenzo Castellano, Matteo Francesconi


L’intervista al’assessore di Capannori Matteo Francesconi