Flash Feed Scroll Reader
ott 222015
 

A quasi trentanni dalla sua scomparsa (25 febbraio 1986) Melfi ha voluto omaggiare un suo illustre concittadino Pasquale Festa Campanile (regista, sceneggiatore e scrittore) attraverso un’opera grandiosa realizzata dallo street artist Krayon, già noto alla scena romana.

L’artista lucano ha realizzato un ritratto del regista con la tecnica della pixel art che lo contraddistingue da anni.
Sorprendente è stato il risultato ottenuto: 16 x 8 mt realizzati in cinque giorni su tre pareti di una cabina dell’Enel. Partendo dall’elemento base come il quadrato si è ottenuta una resa fotorealistica giocando abilmente con la densità o meno dei pixel.
Oltre al ritratto, Krayon ha scelto di accostare una citazione del regista “È la ripetizione che consuma la meraviglia”, un invito a non abbandonarsi alle abitudini imposte inevitabilmente dalla quotidianità.

Il murales, fortemente voluto dall’amministrazione, rientra in un progetto di riqualificazione urbana ben più ampio, volto a interessare nel corso del tempo più zone della cittadina federiciana che già, nel recente mese di agosto, ha ospitato la prima edizione di Textura in fest, festival di street art ideato e curato dallo stesso Krayon.

krayon_pasqualefestacampanile_2

giu 212015
 

Spiegare. Divulgare. Confrontarsi. Dibattere. Divertirsi. Imparare.  Sono questi i verbi che orientano Legambiente Lauria nell’organizzazione e realizzazione della terza edizione del BlueFest, dedicata ai temi dell’Energia rinnovabile e dell’Innovazione.

Il nome del Festival è strettamente legato alla definizione di “Blue Economy”, un modello di business a livello globale dedicato alla creazione di un ecosistema sostenibile, basato sulla trasformazione in merce redditizia di sostanze altrimenti sprecate.A differenza della Green Economy, che prevede una riduzione delle emissioni di CO2 entro un limite accettabile, la Blue Economy punta ad eliminare del tutto tali emissioni.

L’obiettivo del BlueFest è quello di rendere consapevoli i cittadini, illustrando i piccoli gesti quotidiani che possono migliorare la qualità della loro vita e la salute del nostro pianeta.

Ecco il programma che caratterizzerà le due giornate.

<<<< Venerdì 26 Giugno #ENERGIA >>>>

Ore 10.30 – Apertura BlueFest
Convenzione dei Servizi Pubblici Digitali Comunali
Interverranno:
Gaetano Mitidieri, Sindaco di Lauria
Domenico Cipolla, Sindaco di Maratea – Pres. CSL
Nicola A. Carlomagno, Consigliere Delegato CSL
Marco De Biasi, Presidente Legambiente Basilicata
Ignazio Petrone, Presidente SEL Spa

Ore 15.30 – Seminario tecnico con CFP – Ordine Ing. PZ
“Buone pratiche nell’ambito dell’energia sostenibile”
Ing. M. Morrone
“Il legno come materiale da costruzione sostenibile”
Ing. M. Simonetti
“Interventi di risparmio energetico in Basilicata”
Ing. M. Scuderi

Ore 17.30 – Presentazione aziende e start up

Ore 18.30 – Convenzione adozione “Parco Laura Conti”
Interverranno:
Enrico Maria Di Giorgio, Presidente Legambiente Lauria
Donato Zaccagnino, Assessore all’Ambiente del Comune
di Lauria

Ore 19.00 – Workshop “Energia bene comune”
“Accesso all’energia, innovazione energetica e piattaforme
di sviluppo intelligente per i territori.”
Interverranno:
Stefano Ciafani, Vice Presidente Nazionale Legambiente
Matteo Giannì, Unità Studi e Statistiche Gestore Servizi
Energetici
Marco De Biasi, Presidente Legambiente Basilicata
Aldo Berlinguer, Assessore Ambiente e Infrastrutture
Regione Basilicata

Ore 21.00 – Torneo di calcetto – BLUEFEST CUP

<<<< Sabato 27 Giugno #INNOVAZIONE>>>>

Ore 10.00 – Blue CoderDojo
A cura di Francesco Piero Paolicelli, Digital Champion
Matera

Ore 12.00 -Laboratori didattici per ragazzi
A cura del MOV Lauria

Ore 15.30 – Seminario di Web Marketing
A cura di Nicola Lanziani, Web Master

Ore 17.00 – “Droni per l’Ambiente e per la Pace”
A cura di Pasquale Russo, Direttore Generale Link
Campus University

Ore 17.30 – Prototipazione con stampanti 3D
A cura di Pasquale Montemurro, Syskrack Lab.

Ore 18.00 – Workshop – “Innovazione: chiave del futuro”
“Applicazione dell’innovazione tecnologica e digitale per la
crescita di un territorio. Prospettive, progetti e opportunità.”
Interverranno:
Francesco Piero Paolicelli, Open Data Manager Comune di
Matera
Andrea Trevisi, Direttore di Basilicata Innovazione
Ernesto Belisario, Avvocato e Vice Presidente
Ass. Digital Champions
Raffaele Ricciuti, Amministratore Unico Sviluppo Basilicata
Marcello Pittella, Presidente Regione Basilicata

Ore 20.00 – Estrazione premi lotteria

Ore 20.30 – Intrattenimento

————————–————————–——————
INFO

www.bluefest.it

legambientelauria@gmail.com

Facebook: /BlueFest

Twitter: #bluefest

0973/ 628742

 

blue

mar 202015
 

L’Associazione culturale “Acheruntia” e la Pro Loco “Città Cattedrale” organizzano il primo torneo calcistico “Acerenza Città Cattedrale” che si terrà nella stessa cittadina sabato 21 Marzo presso lo Stadio Comunale alle ore 10:30. La manifestazione, un triangolare di calcio patrocinato dal Comune di Acerenza nell’ambito delle iniziative a sostegno della destagionalizzazione dell’offerta turistica, vedrà il confronto tra la rappresentativa locale, la squadra degli avvocati del Foro di Potenza e quella formata dai magistrati di Salerno. Lo Sport e la Cultura sono due tra i fattori più importanti che permettono la realizzazione di fenomeni di crescita e sviluppo del territorio ed è proprio grazie alla promozione di questo tipo di eventi che risulta possibile l’interazione tra apparati sociali distanti dalla quotidianità cittadina. Nelle ore precedenti alla partita la Pro Loco offrirà ai “calciatori” una breve visita guidata alla Cattedrale, alla Casa Contadina, al Museo Diocesano e all’intero borgo antico giunto quarto nella classica dei Borghi più belli d’Italia del programma televisivo “Alle Falde del Kilimangiaro”.

cattedrale-acerenza

dic 122014
 

Cancellara, un suggestivo borgo lucano, ha dato alla luce una nuova centenaria. Si chiama Rienzi Carminella e il 30 novembre, circondata e coccolata da tutta la famiglia, ha spento cento candeline. Ai festeggiamenti durati fino a tarda sera, è seguita il giorno dopo la visita a sorpresa del primo cittadino, Antonio Lo Re, per porgerle gli auguri a nome della comunità che rappresenta e consegnarle  una pergamena in segno di stima per la sua vita esemplare. Nonna Carminella è nata all’alba della Grande Guerra tra miseria e pestilenze, quando i sogni venivano soffocati dal duro lavoro della terra. I sacrifici quotidiani  e la grande tenacia le hanno permesso di crescere i suoi cinque figli – tutti “situati” -  come lei dice, a sottolineare l’orgoglio che per lei rappresentano. Ancora in buona salute, ha raggiunto l’ambito traguardo del centesimo compleanno con piena consapevolezza, compiacendosi delle mille attenzioni riservatele per l’occasione.
Non è la prima e nemmeno la seconda volta che il sindaco di Cancellara stringe una mano centenaria. La sua vita amministrativa è stata scandita, quasi ogni anno, da un compleanno secolare. Infatti, dal 2007 ad oggi, sono stati in sei i concittadini che hanno varcato la soglia del secolo di vita, due dei quali l’hanno abbondantemente superata oltrepassando i 104 anni.
Un curioso primato, dunque, per un paesino che conta poco più di 1300 anime, oltre che una fortuita coincidenza per i sei compleanni, concentrati tutti nell’arco di sette anni. Passerà, ormai, più di un lustro prima di brindare ad un nuovo secolo di vita. Nel frattempo, lunga vita alla neo centenaria che ha promesso festeggiamenti sempre più sfarzosi per ogni anno che verrà.

Franca Caputo

 

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

nov 162014
 

Camminate ancora ragazzi. Fate sentire ancora forti i passi della vostra protesta. Riempite ancora di cori ed urla gli spazi silenziosi di questa nostra bella terra che si sta appiattendo sempre più sulle logiche del profitto, si sta svendendo agli interessi di una finanza immorale e amorale, si sta annullando dinanzi ad una politica sempre meno “bene comune” e sempre più “interesse privato”. Voi siete la nostra terra, la nostra acqua, la nostra aria. Siete voi la terra che vogliamo coltivare e nella quale affondare le radici del nostro futuro; certo, terra a volte aspra, scomoda e difficile, ma spesso così fertile da dare vita alle piante più belle. Siete voi l’acqua a cui vogliamo attingere e a cui rinfrescarci, perché pura e cristallina come quella che esce da fonti sorgive e come quella che ti rianima quando intorno vedi solo deserto e tutto sembra finito. Siete voi l’aria che vogliamo respirare, perché fatta di ottimismo e non di rassegnazione, di piedi a terra e non di fumosi proclami, di speranza responsabile e non di quel vittimismo che sa tanto di fuga. Noi non abbiamo smesso di sognare anche se la quotidianità dei rapporti a volte ci costringe a difficili e necessarie interlocuzioni, non abbiamo smesso di lottare anche se spesso la mediazione deve prendere il sopravvento, non abbiamo smesso di camminare anche se i nostri percorsi a volte devono rallentare e attendere. Perché anche così si costruisce. Ma voi fateci stare al vostro passo. Nè avanti, né dietro. Non avanti, per non ingabbiare il vostro urlo, non condizionare le vostre richieste, non strumentalizzare la vostra protesta, non cadere nella tentazione di avere sempre qualcosa da insegnarvi. Neanche dietro, per non delegare sempre a voi la rabbia del furto di futuro che stiamo subendo, per non nascondere dietro i vostri volti la faccia di troppi doppi comportamenti, per non lasciarvi preda dei tanti avvoltoi che vi cavalcano o vi trattano con arrogante superficialità. Al vostro fianco, invece. Per tornare a respirare la radicalità di chi non vuole cedere ai compromessi e per condividere la rabbia positiva di chi non intende arrendersi ad un sistema di potere che ci vuole servi sciocchi e obbedienti. Perché solo al vostro fianco ci sarà più facile capire, ma anche far capire, che dialogare non è svendersi, riconoscere il positivo non significa non mettere il dito in tante ferite, collaborare non vuol dire farci imbavagliare, stringere mani non significa far finta che non poche fra esse sono sporche. Cari ragazzi anche noi come voi, e come chissà quanti altri, non sappiamo quanti sono i pozzi presenti in Basilicata, sappiamo però che il nostro oro non ha il colore nero del petrolio e di una democrazia mai così pallida, ma i colori vivaci della vostra appassionata radicalità, della vostra disobbedienza, della vostra sana ribellione.

Don Marcello Cozzi

don marcello cozzi

set 062014
 

Vi è stata una numerosa partecipazione a Lagonegro il 5 settembre 2014 all’evento organizzato dall’Associazione Maruzza impegnata a sensibilizzare le popolazioni sulle tematiche delle malattie rare che colpiscono i bambini. Nell’accogliente Cinema Iris si è svolto uno spettacolo ricchissimo di ospiti sapientemente condotto da Eva Immediato. Notevole la cifra artistica di quanti si sono avvicendati sul palco, splendida l’interpretazione del racconto della quotidianità di una mamma con un figlio speciale da parte di Laura Valente.

Le interviste: Mimmo Iadanza, Eva Immediato, Antonio Canonico, Laura Valente

Alcune parti dello spettacolo in presa diretta

mag 252014
 

Il 24 maggio 2014 si è svolto presso la Sala Atomium dell’ISis “Miraglia” l’evento “La scuola a Mezzogiorno”. Come succede da qualche anno, nel periodo autunnale ed invernale gli studenti degli istituti di Lauria e Rotonda hanno preso parte ad un vero e proprio “cantiere” di lettura e scrittura ponendo al centro un libro.
Quest’anno è stato scelto il libro di Francesco De Filippo e Maria Frega “Scampia e Cariddi”. Il volume che raccoglie una vera e propria inchiesta parla di un Sud raccontato dai suoi giovani senza infingimenti e facili vittimismi.
Gli autori hanno incontrato i ragazzi che lavorano nelle fucine di Taranto e Trapani e quelli che il lavoro non ce l’hanno, i forzati del call center, i troppi che le carte in regola le hanno ma senza tavoli su cui giocare. Fino agli espatriati, i nuovi emigranti. Un’inchiesta appassionata ma obiettiva, nella convinzione che quella del Meridione sarebbe una sconfitta dell’Italia.
Francesco De Filippo è scrittore, saggista e giornalista all’Agenzia Ansa. E’ stato spesso inviato in Italia e all’estero; come scrittore ha pubblicato dieci libri (per Mondadori, Rizzoli, Editori Riuniti, Infinito) tradotti anche in Francia, Germania e Repubblica Ceca. Alcune sue opere sono state messe in scena in teatro (www.francescodefilippo.it)
Maria Frega è Sociologa, è di Lungro (Cosenza) e vive a Roma, dove si è laureata alla Sapienza e si è perfezionata in Comunicazione e Diritto dei Popoli alla Fondazione Internazionale Lelio Basso. Collabora con quotidiani e periodici, analizzando e raccontando fenomeni sociali (multiculturalismo e minoranze, lavoro) e culturali.
Nel corso della serata, presentata da Rosarita D’Orsi sono stati tributati dei premi e dei riconoscimenti intervallati da intensi momenti artistici curati dagli studenti.

L’evento

Le interviste: Natale Straface, Francesco De Filippo, Maria Frega, Pino Sassano

mag 072014
 

“Il drammatico incidente sul lavoro di oggi, si aggiunge purtroppo a quelli che accadono quotidianamente senza che se ne abbia notizia e richiamano con forza istituzioni e parti sociali alla massima responsabilità sul tema della prevenzione nei luoghi di lavoro. Ancora un operaio di 58 anni, di Lauria (Potenza), è ricoverato in prognosi riservata nell’ospedale ”San Carlo” di Potenza dopo un incidente sul lavoro avvenuto nella galleria ”Serra Rotonda”, in un cantiere dell’autostrada Salerno-Reggio Calabria dove l’operaio lavorava su una piattaforma mobile per preparare la protezione della volta del tunnel quando è stato investito da una massa di materiale roccioso staccatasi dalla volta della galleria. Per l’Ugl i lavori di ammodernamento sulla Sa-Rc rendono necessari una valutazione da definire ad ‘alto rischio’ sulla sicurezza e una serie di controlli quotidiani, puntuali e precisi per tutelare l’integrità fisica di tutti gli operai”.
E’ quanto si apprende dalla segretaria regionale dell’UGL Basilicata.
“E” necessario essere consapevoli sull’importanza della sicurezza – prosegue la nota del sindacato – e l’invito che l’UGL devolve alle tante imprese esistenti sul territorio lucano è che esse si attrezzino, se ancora non lo sono, affinché in una forma idonea e nel rispetto del segreto medico mettano in condizione ogni proprio singolo lavoratore nell’essere informato dal medico o da altra persona debitamente qualificata dei risultati, dei rischi ed eventuali infortuni da scongiurare, che lo riguardano personalmente”. Gli operatori UGL, lavoratori sindacalisti, stando a contatto giornalmente con gli operai nei cantieri, credono che “iniziando già dalle scuole elementari con l’informazione per contrastare gli infortuni sul lavoro, non può e non deve riguardare solo i lavoratori di oggi ma bisogna investire sui giovani, sui lavoratori e i datori di lavoro di domani fermando solo così il fenomeno drammatico delle morti e degli incidenti sul lavoro, ancora sin troppo diffuso nella nostra regione: a ciò – continua l’UGL Basilicata – si chiede anche la collaborazione degli Enti preposti per procedere sulla via di norme severe, sanzioni adeguate, controlli capillari allo scopo finale di non venire mai meno sull’impegno quotidiano di tutti per un lavoro più sicuro. La morte o la malattia improvvisa di un lavoratore, mentre è intento a fare il proprio dovere, comportano sempre delle conseguenze incalcolabili nelle famiglie e nelle comunità soprattutto se, come spesso si verifica, tali eventi potevano essere evitabili. È quindi dovere anche del sindacato riaffermare e difendere ogni anno, ogni giorno, la cultura della sicurezza e della salute sul lavoro a partire dalle scuole elementari fino ad arrivare nelle fabbriche”.

ugl

apr 022014
 

L“Il Movimento 5 Stelle sta lavorando su una proposta di legge quadro sul Trasporto Pubblico Locale” è quanto afferma la Portavoce Mirella Liuzzi, membro della Commissione Trasporti e telecomunicazioni alla Camera dei Deputati, dopo aver appreso lo stato di “bancarotta” in cui versa il trasporto pubblico lucano: la Regione Basilicata è in debito di 100 milioni di euro con tutto il settore delle aziende di trasporto locale.

Mirella Liuzzi, nella sua attività parlamentare, è intervenuta più volte attraverso atti ed interrogazioni per porre l’attenzione sulle problematiche che affliggono il trasporto in Basilicata e dare voce ai pendolari costretti a subire disservizi quotidiani.

“Con i deputati del M5S della Commissione Trasporti – continua la Liuzzi – stiamo elaborando una riforma radicale del TPL in linea con il programma costruito con i cittadini. Negli ultimi 15 anni, per diverse ragioni, si è assistito ad un susseguirsi di riforme normative che non sono mai riuscite ad imprimere una reale spinta risanatrice al comparto. Il nostro progetto di legge si pone come obiettivo quello di promuovere una riorganizzazione complessiva della mobilità locale che migliori la capacità di soddisfare la domanda e che contribuisca a migliorare la sostenibilità ambientale”.

L’On. Mirella Liuzzi del Movimento 5 Stelle a Lauria

mar 072014
 

Sabato 22 Marzo, in occasione dell’appuntamento “Il Mattino ha l’Oro in bocca”, il Cineteatro Duni di Matera, a partire dalle 22.00, si veste di lussi e sfarzi ispirati agli anni ’20.
L’evento – organizzato dall’Associazione Culturale Eventi Marlene, che vede la direzione artistica della giovane altamurana Mariangela Perrucci – propone anche stavolta un intreccio di linguaggi creativi che si ispirano al cinema, all’arte, alla musica e alla danza. Non a caso, infatti, grazie alla continua ricerca di artisti sempre nuovi, noti a livello nazionale e internazionale, gli eventi organizzati dall’Associazione pugliese hanno una chiave di lettura indiscutibilmente originale e ben riconoscibile e, in ogni occasione, riscuotono un grande successo per il pubblico.
“Il Mattino ha l’Oro in bocca” (con ingresso in lista con prevendita a 10€) farà entrare gli invitati in un’atmosfera fra il sogno e la teatralità.
Il sound, a cura del Direttore artistico del Micca di Roma, Alessandro Casella, si completa con l’esibizione sfavillante del burlesque di Miss Albadoro Gala e con la compagnia di ballo delle Velvelettes, capitanata dalla coreografa Criss Bluebell e infine una “sorpresa” con una performance live di un giovane artista lascerà tutti a bocca aperta.
Il dress code per questo straordinario evento è ispirato all’Art Decò. Il lusso sfrenato dell’oro, lo sbrilluccichio delle paillettes e le svolazzanti piume, faranno tornare un po’ indietro nel tempo, regalando uno splendido e magico momento che farà dimenticare della quotidianità.

Per info:
Ufficio Stampa
Eleonora Dafne Arnese
E. edarnese@gmail.com

il mattino ha l'oro in bocca (V)