BASILICATA Flash Feed Scroll Reader
CALABRIA Flash Feed Scroll Reader
CAMPANIA Flash Feed Scroll Reader
Lug 282018
 

La prestigiosa squadra di calcio del Monopoli ha trascorso la seconda metà di luglio in ritiro a Latronico. Il soggiorno è stato molto apprezzato dalla compagine pugliese che ha potuto anche usufruire delle Terme. Sodddisfatta l’Amministrazione Comunale con in testa il sindaco Fausto De Maria.


Un frammento del saluto pubblico alla squadra da parte delle autorità cittadine (26 luglio 2018)

Lug 242018
 

Il campo sportivo “Pietro Mele” di San Severino Lucano, terreno di gioco e campo di allenamento per la squadra del Rotonda Calcio, squadra che dopo 20 anni ritorna nel campionato nazionale dilettanti (ex serie D), al comando del mister Carmine Pugliese che era allenatore del Rotonda anche 20 anni fa e che è in ritiro fino al prossimo 5 agosto.
Soddisfazione esprime il sindaco Franco Fiore che ha da poco inaugurato il campo sportivo dopo il
rifacimento del manto in erba sintetica e la rimessa in sesto dell’intera infrastruttura sportiva.
“Ringrazio il Rotonda Calcio per la scelta del nostro campo sportivo per il loro ritiro, afferma Fiore,
una scelta per noi importante perché se è vero che il calcio è lo sport più praticato è altrettanto
vero che nonostante la sua importanza molti non praticano nessuno sport, vedere dei ragazzi
impegnati è perciò positivo”. Non va dimenticato che lo sport non è solo un momento di svago, ma
un momento importante per la crescita, permette la relazione fra coetanei, la condivisione di
obiettivi comuni, di esprimere le proprie emozioni.

Lug 142018
 

Si terrà a Brienza sabato 28 uglio alle ore 20.30 la presentazione della raccolta di poesie di Guido Lopardo dal titolo “La Corazza di Ettore”. L’evento fa parte della rassegna Serate d’Autore nell’ambito dell’iniziativa Brienza Città D’Arte, promossa dall’Assessorato alla Cultura del comune.

Pubblicata a dicembre 2017, la raccolta di Guido Lopardo è stata presentata a Milano presso la Casa delle Arti – Spazio Alda Merini e presso il Gogol’Ostello & Caftè Letterario.

L’incontro sarà moderato da Raffaele Mangieri, che converserà con l’autore. È prevista la lettura di alcune poesie a cura dell’attore Dino Lopardo, con accompagnamento musicale dal vivo.

La Corazza di Ettore

Poesie che parlano del tempo di un uomo. Concepite come finestre attraverso le quali guardare la vita oltre la patina di un percorso ormai concluso, hanno preso la foggia di vasi contenenti distillati delle vicende del proprio vissuto. La Corazza di Ettore è la metafora potente che coglie l’essere umano nell’attimo della consapevolezza, quello in cui con vigore si riappropria di se stesso: quell’io più autentico troppe volte dimenticato o rinnegato, corazza di cuoio che avvolge e non isola, protegge e trasuda. Le parole diventano viaggio e il viaggio si dipana in momenti focali: il confronto schietto con se stesso, il confronto senza filtri con l’amore e il confronto senza sconti con l’indifferenza corale.

Guido Lopardo

Lucano di sangue, pugliese di sole. Curioso del mondo, studioso dell’uomo e fisiologicamente legato all’arte. Si traccia così la forma mistilinea del viaggio e della formazione di Guido Lopardo. Approdato a Milano per motivi professionali, lavora nel mondo della comunicazione, dell’organizzazione di eventi e dell’insegnamento. Dalla passione per la parola scritta e recitata è nata anche la sua prima raccolta di poesie “La Corazza di Ettore”, impronte su carta per condividere le impressioni sulla vita e sulla sua vita. Con la poesia “Ostativo” ha vinto il terzo premio al concorso nazionale “Nuova Scrittura Ermetica 2018”. Insieme all’amico scultore Matteo Volpati, ha realizzato la mostra “Lo Sguardo Altrove – Sculture e Versi contro l’indifferenza corale”. Dopo la prima esposizione a Milano, la mostra è diventata un progetto e, il prossimo autunno, verrà riproposta arricchita di nuovi contenuti.

Apr 072018
 

Apre domenica 8 aprile 2018 il sipario dei play out di A2 che decreteranno la permanenza o meno di 3
squadre su 6 nella seconda serie nazionale di volley. Reggio Emilia –Massa, Club Italia Roma- Catania,
Taviano-Lagonegro sono gli accoppiamenti dei play out che prevedono un calendario di 5 partite: chi
porterà a casa tre vittorie sarà salva. Per i lagonegresi il cammino è in salita visto che partiranno con la
prima gara fuori le mura del Pala Alberti. Mister Falabella e i suoi sono infatti partiti ieri alla volta di Taviano
dove domenica mattina effettueranno la rifinitura mentre domenica pomeriggio il fischio d’inizio è alle ore
18,00 Al Palasport William Ingrosso di Taviano . Da tenere sott’occhio gli schiacciatori spagnoli: Ruiz , che
già nelle gare di regular season diede filo da torcere alla difesa biancorossa insieme a Torsello e al
messicano Barajas arrivato solo nel finale di stagione. Tra i migliori del Taviano c’è sicuramente il
palleggiatore Mariella, ma anche il reparto dei centrali con Torsello e Smiriglia potranno farsi sentire al
centro. Entrambe le gare finirono in favore dei leccesi, (1-3, 3-2) che però al ritorno proprio al Pala Ingrosso
sul 2-0 subirono la ripresa dei biancorossi che si arresero nel finale del tie break. Rosa interamente a
disposizione del tecnico di Lagonegro che in settimana ha lavorato alla preparazione del match e allo studio
degli avversari. “Abbiamo avuto una settimana per recuperare energie fisiche e mentali per affrontare al
meglio questa fase- spiega Falabella- è un periodo molto importante e ma siamo tranquilli di aver lavorato
bene e di potercela giocare tutta. Andiamo a Taviano consapevoli che non sarà semplice, ma abbiamo
l’obbligo di crederci e dare il 100%”. Queste le parole di Falabella che carica i suoi alla vigilia della prima
gara in terra pugliese , a cui seguirà domenica 15 gara 2 al Pala Alberti dove ci vorrà tutto il sostegno del
pubblico biancorosso. Molti intanto i tifosi che partiranno alla volta di Taviano per seguire la Geosat
Geovertical, sempre più seguita in terra lucana quale unica squadra che milita in un campionato nazionale.

Feb 132018
 

Maratea conferma le sue capacità di fare rete con le altre realtà. Non solo il centro tirrenico ha partecipato al ‘Carnevale dei tre paesi’ della valle del Noce, ha anche stretto un gemellaggio con la Proloco di Putignano. Oltre alla presenza in giuria il 12 febbraio 2018, i dirigenti del sodalizio pugliese hanno offerto dei corsi gratuiti per formare i futuri cartapestai marateoti.

maratea

Ago 082017
 

Il 4 agosto 2017 è stato inaugurato il Museo archeoantropologico di Chiaromonte. La dottoressa Ada Preite è la direttrice e coordinatrice della istituzione culturale, fa anche parte dell’ Associazione Nazionale Archeologi/ANA Centro Studi. La dottoressa, di origine pugliese, si è occupata, tra l’altro, dell’ultimazione del progetto e dell’allestimento complessivo della struttura. Nell’intervista che vi proponiamo lancia un appello alle autorità preposte affinchè si possa valorizzare l’enorme patrimonio archeologico già ritrovato lungo il Sinni che andrebbe studiato, catalogato e reso fruibile al pubblico.

Mar 282017
 

Nell’ambito del recupero della storia locale, l’Associazione Culturale Epicanto con la collaborazione di Basilicata Notizie, del Gal-Cittadella del sapere e con il patrocinio dell’Amministrazione Comunale, ha organizzato per il giorno 8 aprile 2017, nel complesso monumentale di Sant’Antonio ad Episcopia, alle ore 17,30, un incontro con lo scrittore e giornalista Pino aprile sul tema” Quante bugie sull’unità d’Italia: riscriviamo la storia”. Il convegno vuole ancora una volta ribadire che la storia ufficiale, scritta dai vincitori, ha adattato la verità sulla conquista del Sud alle sue ragioni. Nel riproporre l’argomento vogliamo dire alle nuove generazioni, che la gente del Sud grida ancora le sue ragioni, ragioni che la storia continua da anni ad ignorare.
Anche il brigantaggio, catalogato frettolosamente come ribellione, fu invece la difesa di quei valori e di quel mondo che il vincitore voleva spazzare via con la forza delle armi e l’arroganza dell’ignoranza. Dopo i saluti del Sindaco del Comune di Episcopia, Biagio Costanzo, di Nicola Timpone, responsabile marketing della Lucana Film Commission, della presidente dell’Associazione Epicanto Elisa Conte, la relazione introduttiva, affidata a Oreste Roberto Lanza, di BasilicataNotizie, la parola al giornalista-scrittore pugliese Pino Aprile. Modera il dibattito il giornalista Mario Lamboglia.

pino aprile

Ott 102016
 

Bcc Castellana Grotte – Basi Grafiche Geosat Lagonegro 3 – 0 (33-31, 25-17, 25-22)

Bcc Castellana Grotte: Cavaccini, Canuto 10, Cazzaniga 18, Quarta 6, Moreira 13, Presta 8, Garnica 1, Astarita, Scio, Di Noia, Ferraro, De Santis 2, Barbone, Pace. All. Lorizio

Basi Grafiche Geosat Lagonegro: Boesso 14, Maiorana, Boscaini 5, Giosa 6, Galabinov 9, Pizzichini, Cubito 5, Parisi 2, Kvalen, Kindgard, Da Silva, Fortunato, Gabriele. All. Falabella

Note

Arbitri: Stancati, Palumbo.

Bcc Castellana Grotte: muri 4, ace 8, errori in battuta 20, attacco 53%, ricezione 52% (45%);

Basi Grafiche Geosat Lagonegro: muri 5, ace 4, errori in battuta 14, attacco 39%, ricezione 38% (27%);

Durata set: 38’, 27’, 28’; TOT 1h33’.

Esordio non dei migliori per la Basi Grafiche Geosat Lagonegro, che incappa in un 3-0 in casa della quotata New Mater Castellana trascinata da un Cazzaniga che con 18 punti si conferma la punta di diamante dei pugliesi. Falabella sceglie Parisi in regia, Giosa e Cubito centrali, Boesso opposto, Da Silva e Galabinov schiacciatori e Maiorana libero.

E’ Galabinov a segnare l’esordio in A2 dei lagonegresi, presentandosi per primo al servizio in un primo set ad altissimi livelli, con Boesso e Cazzaniga che mettono giù lo stesso numero di punti e con gli uomini di Lorizio che a fronte di un maggior numero di errori al servizio riescono a viaggiare su migliori percentuali di ricezione. Si assiste così al primo allungo lagonegrese (3-6) subito rintuzzato dai pugliesi (6-7). Il match va via così sul filo di un equilibrio che viene di nuovo rotto da un’ottima serie al servizio dell’ex Giosa (14-18) che costringe mister Lorizio al secondo discrezionale. Al rientro ci pensa Cazzaniga a suonare la carica con due ace consecutivi che permettono ai pugliesi di rientrare in partita (21-22) e di ritrovare la parità sul 24° punto grazie ad un muro di Canuto seguito da un errore in attacco di Boesso. Si va così ai vantaggi in un finale thrilling in cui gli scambi si allungano e le squadre forzano ogni fondamentale, ma è Castellana che dopo aver annullato un numero incredibile di palle set trova la lucidità per il controsorpasso decisivo.

Al cambio di campo regna un illusorio equilibrio iniziale, fino a quando i padroni di casa sulle ali dell’entusiasmo trovano il primo significativo break sull’11-8 e con un ace di Presta e un Moreira entrato decisamente in partita volano poi fino al 19-13. Mister Falabella cerca di rimescolare le carte e dopo aver speso il secondo discrezionale inserisce Boscaini al posto di un Da Silva visibilmente bloccato dall’emozione dell’esordio. L’inerzia del parziale però non cambia e si va così via di cambio palla fino al prevedibile esito ancora una volta favolevole ai gialloblu.

Nel terzo set la Basi Grafiche Geosat rientra decisamente in partita e si procede su un equilibrio questa volta sostanziale fino a quando Boscaini, riconfermato in campo, segna il primo allungo biancorosso con un’ottima serie al servizio (11-13). Ci pensa però il solito Cazzaniga, che risponde sempre presente nei momenti caldi e con un lungolinea millimetrico ristabilisce la parità (15-15). Si procede ancora punto a punto con un muro a uno di Galabinov su Cazzaniga a cui risponde Moreira con una splendida pipe. Nel finale però i biancorossi iniziano a faticare nella fase punto grazie anche ad un Cavaccini che tira su qualsiasi palla nella metà campo gialloblu e costringe Galabinov e Boesso a forzare oltremodo l’attacco. Coach Falabella chiama due timeout consecutivi sul 23-21 e sul 24-22 alla ricerca di un break che allunghi la partita, ma prima Presta e poi Moreira non fanno sconti e chiudono la gara.

“Purtroppo partiamo con una sconfitta ma penso meritassimo qualcosa in più – ha dichiarato a fine gara l’allenatore biancorosso – anche se è il verdetto del campo quello che conta. C’è il rammarico di aver buttato via il primo set, quando ci è mancata quell’esperienza da serie A che probabilmente loro hanno in più rispetto a noi. E’ stato comunque un’ottima gara, da cui usciamo a testa alta con molti spunti positivi su cui continuare a lavorare e a crescere”.

“Sapevamo che era un inizio difficile – ha poi sottolineato l’allenatore pugliese Lorizio – contro una squadra che gioca bene; sono soddisfatto dell’approccio mentale dei miei, un po’ meno sotto l’aspetto tecnico e tattico. Loro sono molto combattivi e se i presupposti sono questi non credo avranno grandi problemi nel prosieguo del campionato”.
PAOLA VAIANO

volley

Giu 042016
 

In occasione della Giornata celebrativa della Festa della Repubblica, il 2 giugno 2016 nella sala consiliare del Comune di Terranova di Pollino, il Sindaco, nell’ambito del Premio città di Terranova di Pollino”Custode del Pollino” è stato conferito uno speciale riconoscimento a Giorgio Braschi di San Severino Lucano, “per aver divulgato la conoscenza del Parco nazionale del Pollino, in un viaggio attraverso paesaggi reali e irreali, con la realizzazione dei sentieri e della grande arte della fotografia di questo stupendo contesto naturale”. Il premio giunto alla seconda edizione viene assegnato a persone o istituzioni che con il proprio impegno si sono distinti nella salvaguardia,nella valorizzazione e nella promozione del Parco Nazionale del Pollino diventandone i custodi.
“Un premio meritato, dice il sindaco di San Severino Lucano, Franco Fiore, Giorgio conosce ogni centimetro del territorio del Parco, pugliese di nascita lucano di adozione, è quasi mezzo secolo che organizza escursioni nel Parco. Si è sempre interessato al rapporto tra uomo – ambiente, dal punto di vista ricreativo, culturale, turistico e sportivo e soprattutto non si è mai tirato indietro nell’educazione per il rispetto e la salvaguardia ambientale.
Ha tra l’altro fatto conoscere la nostra terra con la fotografia e con le sue pubblicazioni. Siamo orgogliosi di avere tra i nostri concittadini una persona come Giorgio”. (AZ)

pollino

Apr 292016
 

Penultimo appuntamento con il festival del teatro amatoriale di rotonda. sabato di scena la “compagnia dei teatranti” di bisceglie (bt) con lo spettacolo di lillo & greg “il mistero dell’assassino misterioso” per la regia di enzo matichecchia.

Rotonda – Quinto e penultimo con il programma del Festival del Teatro Amatoriale di Rotonda. Domani, (Sabato 30 Aprile 2016 – ore 21,30) sul palcoscenico del Teatro “Selene” di Rotonda, saliranno gli attori della “Compagnia dei Teatranti” di Risceglie (Bt) che, diretti da Enzo Matichecchia, metteranno in scena lo spettacolo dal titolo “Il Mistero dell’Assassino Misterioso” del noto duo comico Lillo & Greg.
Un castello della campagna londinese, un misterioso maggiordomo, un pendolo, l’efferato omicidio di un’anziana contessa, un investigatore e gli stravaganti sospettati: ecco gli ingredienti per un perfetto giallo, dai toni brillanti, di chiara matrice anglosassone. Il detective Mallory ha riunito nel salone principale del castello i sospetti assassini della Contessa Worthington. Ma un inatteso accadimento cambierà le dinamiche dell’indagine minando esponenzialmente la trama del giallo scatenando gli egoismi e le meschinità degli altri attori disposti a tutto pur di prendersi un applauso in più e di farsi notare dal produttore presente in platea. I ritmi serrati, le battute oblique, l’onnipresente umorismo di situazione e non ultima la cornice del giallo rendono la commedia elettrizzante, esilarante e fuor di dubbio divertente. “Il Mistero dell’assassino misterioso” è la prima commedia scritta dal duo Lillo e Greg, in cui è centrale il discorso del meta teatro – tanto caro alla coppia – che svela, scardinandolo con un pizzico di perfidia, il delicato equilibrio su cui vivono alcune compagnie di teatro, ma su cui si fondano anche la maggior parte dei rapporti umani: gelosie, meschinità, invidie, rancori e falsità.
La kermesse rotondese organizzata dall’Associazione Culturale Arti Visive che prevede, poi, un altro spettacolo sabato 7 maggio, si prepara al gran finale previsto per domenica 8 maggio 2016 quando si svolgerà la cerimonia di premiazione delle varie Compagnie in lizza. Dopo l’esibizione del gruppo pugliese, il 7 Maggio sarà la volta del Lazio e della Compagnia Piccolo Teatro “G. Nofi” di Terracina (Lt) che allestiranno la commedia “Nemici come prima” di Gianni Clementi.

rt