BASILICATA Flash Feed Scroll Reader
CALABRIA Flash Feed Scroll Reader
CAMPANIA Flash Feed Scroll Reader
Mag 172018
 

Il 16 maggio scorso si è svolta presso il Museo di Praia a Mare l’ultima lezione culturale 2017-2018 promossa dalla locale Uniter. L’illustrissimo prof. Francesco D’Episcopo ha presentato il nuovo volume del presidente dell’Uniter calabrese Enrico Esposito dal titolo: “Lamenti di pace”. All’evento ha partecipato l’assessore Anna Maiorana.


Le interviste: Francesco D’Episcopo, Anna Maiorana, Enrico Esposito. Segue la conferenza

Mar 192018
 

Dopo l’ordinazione sacerdotale avvenuta il 17 marzo 2018 nella cattederale di San Marco Argentano, il dì seguente, il novello sacerdote don Pierpaolo Lippo ha celebrato la prima messa nella chiesa di Santo Stefano a Tortora. Il Vescovo Bonanno ha già deciso la sede che vedrà don Pierpaolo impegnato nelle attività pastoriali: sarà infatti il nuovo parroco di Foresta – Praia a Mare.


La prima messa


Le interviste: Pasquale Lamboglia, Anna e Gaetano Lippo, Emanuela Lippo, don Antonio Pappalardo, don Pierpaolo Lippo

Nov 242017
 

Come imprenditori balneari di Praia a Mare e di Tortora, aderenti al SIB Sindacato Italiano Balneari e come Associazione Balneari di Maratea, assieme a tanti albergatori del territorio, esprimiamo la nostra vicinanza al sindaco di Tortora
Pasquale Lamboglia, in merito alla questione di San Sago.
Un sindaco, che si è sempre battuto per il bene delle nostre cittadine e per la
difesa ambientale. Scelte importanti, che abbiamo appoggiato e che continueremo a
fare.
Riteniamo che il nostro mare e il nostro fiume vadano tutelati e crediamo che
un primo cittadino che si è sempre speso con coraggio a tal fine, non debba essere
attaccato da una discutibile campagna mediatica.
Quanto è accaduto, non ha fatto altro che unirci maggiormente. Resteremo
vicini e sosterremo le scelte del sindaco Lamboglia, in difesa del nostro territorio.

aPASQUALE LAMBOGLIA

Nov 042017
 

Il 3 novembre 2017 è stato riaperto l’Ospedale di Praia a Mare alla presenza delle autorità civili, religiose e militari. La nuova ‘inaugurazione’ è frutto di una battaglia che ha visto la popolazione al fianco delle istituzioni locali che hanno dimostrato al Consiglio di Stato l’utilità e l’importanza della struttura sanitaria.


La registrazione dell’evento in presa diretta

Lug 242017
 

E’ stata una cerimonia intensa e commovente quella che si è svolta nella chiesa parrocchiale di Praia a Mare il 23 luglio 2017. Grazie ad un gruppo di laici devoti capitanati da Vittorio Greco della “santa bambina” e alla lungimiranza del parroco don Franco Liporace, è stata accolta nella comunità una reliquia della Santa.


La cerimonia


Le interviste: Vittorio Greco, don Giovanni Alberti, Ines Orsini, don Franco Liporace

rr

Apr 302017
 

“Il 29 aprile 2017 son andato a Tortora a seguire un importante convegno sull’ambiente. Tanti i nomi importanti per una conferenza in cui si parlerà anche di San Sago. Tortora ha legato il suo nome ad una battaglia in favore dell’ambiente e contro l’inquinamento. Il focus offre un quadro demoralizzante…sembra davvero che tutto vada a rotoli.
Dopo la conferenza, faccio ritorno a Lauria con l’intento di fare qualche foto alle piazzole lungo la Fondovalle del Noce gonfie di immondizia . Mi fermo, inizio a fotografare; è tardi, vi è la marcia di preghiera alla Madonna Assunta in onore di Santa Caterina e vorrei partecipare. Di colpo arriva una macchina a gran velocità e si ferma. Sono di spalle…inizio a pensare male: “Qualcuno mi ha visto, magari è contrario alle telecamere e mi mena di brutto. Facendomi spesso molti film in testa stile Hollywood penso a Melchionda, alle ecomafie, a San Sago, a qualcuno che non vuole pagare la Tari o che magari vuole buttare di sotto un materasso insieme alla mia persona.
Nulla di tutto ciò…nulla di tutto ciò! Incontro una persona eccezionale di Praia a Mare Gaetano Surace. In macchina ha un falco ferito ritrovato sul Fiume Noce, mi chiede aiuto. …”Ho visto che sulla macchina c’era scritto Eco ed ho pensato che un giornalista potesse aiutarmi”. Poi aggiunge: “Mi piace il tuo giornale, ma non lo trovo sempre a Praia come devo fare, ma posso abbonarmi?”. Beh, questa ultima frase mi rassicura, ma sono sicuro che da lì a qualche secondo uscirà qualcuno che dirà: “Sei su scherzi a parte!” Ma il tanfo dell’immondizia e le migliaia di ‘mosquitos’ mi riportano alla realtà. Chiamiamo i carabinieri. Penso subito al comandante Caputo super operativo maresciallo comandante di Lauria, mi spiega la prassi. Telefono il “112” ma si aggancia Scalea. Da Scalea mi viene dato il “fisso” di Lagonegro. Con un ottimo appuntato dell’Arma procediamo. Intanto c’è da aspettare. A questo punto non resisto ed intervisto Gaetano e viene fuori una persona innamorata della natura, degli animali, pronto ad ogni battaglia contro chi non rispetta l’ambiente, è triste: ha perso il suo cane in questi giorni morso da una vipera. Sette giorni di agonia. Non si è riuscito a trovare l’antidoto…com’è possibile? Gaetano è davvero una bella persona, una persona vera e sincera. Passa del tempo intanto, vi è qualche difficoltà; forse dovrebbe intervenire la forestale che adesso è nei carabinieri, si cerca il veterinario reperibile…alla fine abbiamo i numeri di due centri: Pignola e un paese della provincia di Matera che non ricordo (Policoro?). E’ fatta! anche se i due centri sono chiusi per oggi. Il falchetto si salverà anche se perde sangue dalle zampe e da un’ala. Gaetano vuole comprare un po’ di carne trita. L’appuntato dei carabinieri ci consiglia carne normale tagliata a pezzi piccoli. Che bella sinergia! Quanta umanità! Domani si telefonerà Pignola, risentirò Gaetano.
Ci salutiamo con Gaetano, vuole vedere l’intervista, ci scambiamo i numeri. Ora devo pensare alla marcia corro a Lauria. Parcheggio. Dalla punta estrema del rione Inferiore vado a piedi alla rocca dell’Assunta (sennò che sacrificio è?) . Sono in ritardo, inizio ad allungare il passo. La lingua è di fuori. “Mamma mia che precisione che hanno avuto!”. Non vedo nessuno… “Possibile che la processione è già al Cafaro?…. Figuriamoci se facevano qualche minuto di ritardo! Allungo ulteriormente il passo. Arrivo mezzo morto ai piedi del castello Ruggiero. Una voce mi ferma, è Lucia Carlomagno…”Ma dove stai andando, la marcia è rimandata al 31 maggio, troppo vento!” Guardo Lucia con gli occhi sbarrati… penso al frammento del film di Verdone in cui impersona quell’ emigrato che torna in Alfasud dalla Svizzera per votare… ”

Apr 222017
 

Torna il “Beach Cross” a Tortora. Il prossimo 29 e 30 aprile, le spiagge tortoresi ospiteranno la manifestazione sportiva.
L’evento è stato organizzato dal Moto Club “Gli amici di Praia a Mare” con il patrocinio dell’Amministrazione Comunale, Assessorato allo Sport.
“Siamo lieti di accogliere questa iniziativa – ha sottolineato l’assessore allo sport Biagio Praino – perché crediamo come Amministrazione Comunale, che sia importante far rivivere un evento sportivo che per anni ha caratterizzato la nostra costa, con il “Supermarecross”. Siamo arrivati già al terzo anno e l’anno scorso è stato un grande successo”.
L’evento avrà inizio sabato 29 aprile, con l’incontro con i partecipanti. Domenica, si terrà la terza Prova del Campionato Nazionale di Beach Cross – Primo Memorial Renzo Cetraro. Alle ore 8.00 si apriranno le iscrizioni in Piazza Stella Maris. Dalle ore 9.00, il via alle prove libere e a seguire le prove di qualificazione, batteria finale e la finalissima Supercampioni.
Nel pomeriggio ci sarà la premiazione dei primi cinque classificati delle 11 categorie in gara. Tanti gli stand che occuperanno la strada e il lungomare di Tortora.
“Per il primo anno – ha spiegato il presidente del Motoclub Pasquale Lagatta – abbiamo deciso di dedicare la manifestazione a Renzo Cetraro, un giovane che faceva parte del nostro club e che è tragicamente scomparso quest’anno. Vogliamo ricordarlo attraverso qualcosa che amava”.

PicsArt_04-14-04.52.31

Ago 042016
 

Scherzi d’agosto.

Sarà il sole d’agosto o non si spiega diversamente.

Ci vogliono prendere in giro e pretendono pure l’applauso.

È bene che si sappia che l’alto tirreno cosentino sta facendo una lotta da anni e non certo per ottenere una casa della salute.

Accettare la Delibera del Direttore Mauro dell’Asp di Cosenza sull’organizzazione sanitaria significa:

1) Vanificare anni e anni di lotta;

2) Rinunciare a tutti i ricorsi presentati;

3) Rinunciare alla Sentenza che dispone la riapertura dell’Ospedale di Praia;

4) Non avere mai più la possibilità di allestire un pronto soccorso funzionante

completo di personale specializzato e mezzi.

Tutto questo per cosa?

Per lasciare libera manovra ad altri Presidi Sanitari ed altri Pronto Soccorso e per avere in cambio ciò che già il precedente Commissario alla Sanità e Presidente della Regione Giuseppe Scopelliti ci voleva dare, una Casa della Salute.

Se questo volete, complimenti.

Ora, se tutto ciò non è causato da un colpo di sole, la cosa è davvero seria e preoccupante.

Oltre a queste considerazioni ciò che colpisce è l’atteggiamento dell’Asp di Cosenza che non provvede ad inviare a Praia il personale sanitario necessario.

Infatti oltre gli annunci e proclami la situazione del PPI di Praia a Mare è da chiudere a causa del continuo e persistente abbandono.

Ci sono soltanto 4 medici e 6 infermieri a garantire l’intera turnazione, mattino, pomeriggio, notte ed a fare di tutto anche l’impossibile per dare assistenza e cure.

Personale a cui rendere plauso per l’impegno che giornalmente dimostra e che resiste eroicamente senza avere un cardiologo, ne un anestesista, nè alcun altro specialista.
Una condizione indecente che dura da mesi e che in questo periodo peggiora senza limiti.

Ma con tutto ciò non si trova niente di meglio che continuare a promettere ed a ripetere atti che come già in precedenza rimangono nei cassetti e mai eseguiti.

Una volta per tutte si decida cosa fare, questa agonia è il massimo dei mali che si continua a fare all’intera collettività dell’alto tirreno raggirata ed illusa da anni.

Chi deve, assuma la responsabilità di porre fine con urgenza a questo scempio che già troppi drammi ha causato.

Raffaele Papa

Raffaele-Papa