BASILICATA Flash Feed Scroll Reader
CALABRIA Flash Feed Scroll Reader
CAMPANIA Flash Feed Scroll Reader
Nov 092017
 

Manifestazioni Giornata Mondiale del Diabete Basilicata :

1)* 12 Novembre 2017 ore 930 Sala Cardinal Brancati Lauria (Pz)
Misurazione glicemie ( a partire dalle 900)
Incontro “ Alimentazione sana e diabete”-
Partecipano: Silvano Papaleo Pres. Ass, Fand Tre Valli Lagonegrese
Angelo lamboglia Sindaco Lauria
Bruna Gagliardi Ass. Salute Lauria
Enzo Caruso Diabetologo
Gabriele Elefante Oculista
Rinaldo Lauletta Cardiologo
Luciano Scavone Dietologo
Antonio Papaleo Cons. Naz. FAND e Coord. Fand Basilicata
Marcello Pittella Presidente Giunta Reg.le Basilicata
Coordina Michele De Clemente Vice Pres. Ass. Fand Tre Valli Lagonegrese

2)* 14 Novembre 2017 GROTTOLE ( Mt) organizzato con CRI Comitato di Matera- Lions Club Matera – Comune di Grottole – Ass. Amici del cuore Grassano e Ass. Culturale IPAZIA
Prevenzione del Diabete e delle Malattie Cardiovascolari in piazza a partire dalle ore 10,00
Alle ore 16,00 presso Centro per la Creatività “ Guerrieri “ Incontro “ Prendiamoci a cuore “
Intervengono:
Sindaco di Grottole e Presidente Prov. Matera Francesco De Giacomo
Presidente Club Lions Matera Host Leonardo Montemurro
Cons. Com. con delega Pol. Sociali Filippo Carretta
Diabetologo Pasquale Bellitti
Pres. ALAD FAND Basilicata Antonio Papaleo
Cardiologo Antonio Lopizzo
Pres. Ordine dei Tecnologi Alimentari Basilicata e Calabria Laura Mongiello
Coordina
Presidente ass.ne Culturale Ipazia Teresa Russo
3)* 19 novembre 2017 MATERA Piazza Vittorio Veneto.
Incontro con la Cittadinanza organizzato dall’Associazion A.DI.M. Onlus, con il supporto
del Dirigente Medico Responsabile Diabetologia di Matera Dr. Roberto.Morea e degli
Infermieri dell’Unità Operativa di Diabetologia e Malattie Metaboliche dell’Ospedale
“Madonna delle Grazie”.
4)* 21 Novembre 2017 PIGNOLA ( Pz )Incontro organizzato il collaborazione CRI- Comitato do Potenza Lions Club Potenza- Comune di Pignola e Ass.ne Anici del Cuore
A partire dalle ore 1100 ( misurazione glicemie) a cura della CRI
Alle 1600 Incontro
Partecipano::
Dott Antonio Lopizzo (cardiologo) (diabete e cardiopatie)
Dott Enzo Caruso (diabetologo) (diabete e genere)
Dott Giuseppe Citro (diabetologo) (diabete età evolutiva)
Dott Pasquale Bellitti ( diabetologo) (diabete gestazionale)
Dott Antonio Coviello (MMG) (Ospedale e territorio)
Dott Antonio Papaleo ( FAND) (stili di vita )
Assessore alla Sanita Prof.ssa Falvia Farnconi

n.b ALCUNI PEOGRAMMI PROGRAMMI SONO IN VIA DI DEFINIZIONE

Lauria Giornata_Mondiale_diabete_2017

Giu 202016
 

I dipinti degli Evangelisti Luca, Marco e Matteo si aggiungono a Giovanni e alla Pentecoste e completano l’arricchimento artistico alle spalle dell’altare della chiesa jonica
In una chiesa piena di fedeli attenti, domenica 19 giugno sono state svelate le tre opere d’arte sacra realizzate dal maestro Vincenzo D’Acunzo per la chiesa Buon Pastore di Policoro. Le tre tavole degli Evangelisti Luca, Marco e Matteo, si aggiungono altre due tavole già presenti: Giovanni l’Evangelista (pala d’altare cm 160 x 110) e la Pentecoste (cm 350 x 180), ben collocati sulle pareti alle spalle dell’altare. Nel complesso le opere hanno avuto una lunga gestazione: oltre due anni e mezzo di duro e intenso lavoro. Domenica dopo aver tolto i veli alle opere c’è stata la messa celebrata dal parroco don Salvatore De Pizzo e a seguire gli interventi di Antonella Gallicchio, il suo intervento ha chiarito il valore delle opere sacre nel rapporto tra religione e arte, del critico d’arte Grazia Pastore con un taglio tecnico e interpretativo ha evidenziato genesi e dettagli dei dipinti, spiegando la utilizzata del maestro Vincenzo D’Acunzo che, subito dopo, emozionato ha ringraziato tutti e in particolare la moglie per la pazienza e la vicinanza. Infine, i saluti istituzionali del presidente del consiglio comunale di Policoro Giovanni Lippo, e del sindaco di Tursi, Salvatore Cosma.

“Tutta la mia arte sacra è realizzata come si faceva una volta: con soggetti veri e paesaggi costruiti ma comunque rivenienti da approfondite analisi del territorio – spiega il maestro D’Acunzo -. Le figure si muovono infatti su scenari realistici compatibili col vero anche se non lo sono. La tecnica usata con questi ultimi Evangelisti è acrilico su tavola, la stessa utilizzata per i precedenti lavori. Una tecnica laboriosa che ha richiesto molto tempo e pazienza. Con gli Evangelisti – conclude l’artista tursitano – corono il mio sogno di vedere ultimata la composizione in cinque parti della pala d’altare del Buon Pastore di Policoro. Tutte le parti si integrano e costituiscono un unico discorso risalente all’origine della chiesa”.

E se l’Arte Sacra nella vita artistica di D’Acunzo sembrava l’approdo finale, l’ultimo porto sicuro dopo tanti momenti diversi di ricerca artistica, è stata, invece, un’altra delle tante soste, che gli hanno consentito di rinfrancare lo spirito e in ultima analisi di affinare la tecnica pittorica. Da poco, infatti, D’Acunzo sembra essere ripartito con uno spirito artistico nuovo, e la sua partecipazione alla manifestazione internazionale del “XXXIII Premio Firenze 2015” ne è la conferma. Con “Natura morta: composizione di scatole abitate” (in cinque parti), un soggetto nato da un lavoro di ricerca su Policoro che lo ha fatto arrivare tra i 15 finalisti, è ritornato in qualche modo alle sue origini artistiche. L’opera è ispirata al centro urbano del comune jonico, di cui sono evidenti alcune parti di fabbricati moderni e caratteristici che rimandano a un nuovo ciclo artistico, in cui D’Acunzo cerca di rendere figurativamente ciò che in precedenza faceva con l’arte materica.

Note biografiche del maestro Vincenzo D’Acunzo

Nato a Padula (SA) nel 1950, vive e lavora a Tursi (MT). Ha allestito dal 1973 mostre personali e partecipato a manifestazioni artistiche, ricevendo lusinghieri riconoscimenti nazionali ed internazionali. Sue opere si trovano in collezioni pubbliche e private. Dopo circa trent’anni dedicati alla ricerca, approda all’arte sacra e nel 2008, per la cattedrale diocesana dell’Annunziata di Tursi esegue gli ovali dei quattro “Evangelisti” (utilizzati anche da mons. Belfio di Udine, per la copertina dei quattro testi di riflessioni evangeliche). Per il soffitto della stessa chiesa, nel dicembre 2010, ha dipinto “L’Incoronazione della Beata Vergine” (mt 4,05×2,53). Nello stesso anno ha svolto il Tour d’arte “Equilibrio sopra la follia” (durato circa sei mesi). Dal 2011 ha avviato collaborazioni con scrittori, saggisti e storici per illustrazioni e copertine di libri, operando con gli stessi autori un confronto tra letteratura e pittura. Nel 2013, con il polittico realizzato a forma di croce “Il Battesimo di Gesù” (cm 110 x cm 200), completa il lavoro artistico nella Cattedrale di Tursi. Sempre nel 2013 ha realizzato “Padula è Gerusalemme”, tre pannelli acrilico su tavola, per la chiesa dell’Annunziata di Padula. Nel 2014, altre due grandi opere per la chiesa Buon Pastore di Policoro: “La Pentecoste” (pala d’altare cm 350 x 180) e “Giovanni l’Evangelista” (cm 160 x 110). Nel 2015 è tra i 15 finalisti del “XXXIII Premio Firenze 2015”, con “Natura morta: composizione di scatole abitate”.
Leandro Domenico Verde

Per maggiori informazioni visitare il sito internet http://www.vincenzodacunzo.it

IMG_9905

Giu 132015
 

Martedì 16 giugno conferenza stampa presso il Dipartimento Politiche agricole e forestali della Regione Basilicata. Si svolgerà martedì 16 giugno, alle 9,30 presso il Dipartimento Politiche agricole e forestali della Regione Basilicata, a Potenza, la conferenza stampa sul tema “Salvaguardia della tradizione agroalimentare e sviluppo della biodiversità”.

Parteciperanno l’assessore Luca Braia, il dirigente generale del Dipartimento Giovanni Oliva, il coordinatore progetto Lions Basilicata Antonio Lopizzo, il presidente e il direttore dell’Ara (Associazione regionale allevatori) Basilicata, Palmino Ferramosca e Augusto Calbi.

cartina_basilicata

Apr 272015
 

Il 26 aprile 2015 sono state inaugurate dei quadri posti all’interno della Chiesa del Buon Pastore di Policoro. All’evento hanno partecipato tra gli altri il vescovo Francesco Nolè, l’artista Vincenzo D’Acunzo, il dottor Giancarlo Parciante , il parroco don Salvatore De Pizzo.


Alcuni stralci della cerimonia religiosa


L’inaugurazione delle tele


Le interviste: Anotnella Gallicchio, Giancarlo Parciante, Vincenzo D’Acunzo, don Salvatore De Pizzo

Feb 012015
 

A Policoro l’oratorio “Buon pastore” è una realtà che si sta radicando sempre di più. Tante sono le iniziative messe a punto dai parroci don Salvatore De Pizzo e don Adelmo Iacovino in collaborazione con tanti laici coordinati da Lucia Montesano. Il 31 gennaio 2015 vi è stata un’iniziativa particolare dedicata al fondatore degli oratori San Giovanni Bosco.


L’intervista alla responsabile Lucia Montesano


Frammenti della festa all’oratorio

Set 042014
 

Moda, innovazione, ultime tendenze in “Saturday is Fashion”, una passerella dedicata agli stilisti e brands emergenti organizzata dalla IT&MF Model Agency.
La sfilata che si terrà a Milano, il prossimo 6 settembre, sarà un’importante vetrina per i giovani stilisti come l’esordiente Angela Argirò.

Angela ha 26 anni, laureata in Scienze della Moda e del Costume a Roma, creatrice e responsabile del blog “A chic armour blog”, ha conseguito il diploma accademico in Fashion Stylist presso lo IED.

I suoi abiti, che sfileranno durante la manifestazione, sono stati sapientemente realizzati utilizzando colori e stoffe della sua terra d’origine.

La giovane stilista, originaria di Praia a Mare, un comune della Calabria situato sulla costa tirrenica, ha trovato ispirazione proprio dalle splendide acque della sua cittadina.

“Per la sfilata di Milano – ha spiegato Angela – ho realizzato tre abiti. Ognuno di essi ha una sfumatura differente del blu, proprio per richiamare la profondità del mare. Un elemento che mi ha fortemente ispirata nella realizzazione di queste creazioni”.

Gli abiti, infatti, oltre a ricordare le varie sfumature del mare, mostrano una sinuosità e un’eleganza che rievoca il fascino delle onde, modellati attraverso tessuti morbidi e avvolgenti.

Proprio come le calme acque lasciano intravedere i segreti dei fondali, così il pizzo e la georgette blu notte offrono un sensuale effetto di trasparenze.

Il leggero movimento delle onde, viene ricordato dalla leggerezza della seta cady e shantung, tessuti che seguono armoniosamente le movenze del corpo.

Bisognerà attendere al 6 settembre, per poter godere dal vivo, delle creazioni realizzate della stilista calabrese.

ANGELA ARGIRO'

Mar 282014
 

La cultura dell‘integrazione va promossa e diffusa per superare i luoghi comuni sui diversamente abili.
Ma non è solo questione di mentalità o di mancata sensibilità,occorre invece far fronte comune per far si che si attuino politiche concrete finalizzate a superare gli steccati dell’indifferenza e del cinismo.
E quando si parla di steccati non ci si riferisce solo al muro dei pregiudizi ma anche alle barriere architettoniche vere e proprie che sono indice di una visione gretta dell’urbanistica e retaggio di logiche che rendono le città sempre meno a misura d‘uomo.
In tale contesto l‘ANDA,l‘Associazione Nazionale dei Diversamente Abili ha inteso promuovere una iniziativa di sensibilizzazione sui temi dell’integrazione fondata sul binomio cultura e musica.
Per questo domenica 30 marzo al Teatro Stabile di Potenza con inizio alle ore 18.00 si svolgerà una serata all’insegna della poesia e della musica per lanciare un messaggio di solidarietà e di condivisione concreta della cultura dell’integrazione.
Nell’ambito della manifestazione sarà presentato il libro di poesie di Feliciano Lo Pomo e Lucia Barbanera intitolato “Duetto Luna e Sole in concerto” edito a cura di ANDA-cultura con lettura di alcune liriche da parte dell’attrice teatrale Simonetta Rizzitiello mentre il cantautore Fabrizio Carrieri accompagnato dalla sua band sarà protagonista di un tributo alle canzoni di Pierangelo Bertoli. Alla iniziativa parteciperà Isabel Panè cantante ,pianista di origini lucane da sempre impegnata nell’ANDA. Lo spettacolo con la direzione organizzativa di Antonio Pizzolla e patrocinato dal comune di Potenza prevede l’ingresso libero per cui è necessario prenotarsi fino ad esaurimento posti al numero 3356258448

LOCANDINA ANDA  web

Feb 032014
 

Francavilla sul Sinni ha ospitato un evento legato alla Giornata della Vita. Nella sala teatro cittadina, alla presenza del vescovo Mons. Francesco Nolè , il 2 febbraio scorso, sono state proposte una serie di testimonianze significative da famiglie ed esperti.

Prima parte

Seconda parte

Le interviste: mons. Nolè, Lina Pizzolla, Paola Geraci, don Giovanni Lo Pinto

Dic 032012
 

Tutto pronto a Policoro per la manifestazione in onore di Santa Barbara, protettrice dei minatori, dei marinai, e dei Vigili del Fuoco, che sarà festeggiata domani, 4 dicembre, per la prima volta nella Città ionica.
Questo il programma:
– ore 10.30 – Chiesa Buon Pastore – Santa Messa officiata dai tre parroci della Città, don Salvatore De Pizzo, don Nicola Modarelli e don Antonio Mauri. Prevista la presenza di S.E. mons. Francesco Nolè, Vescovo della Diocesi di Tursi-Lagonegro.
– ore 11.30 – Piazza Segni – saggio dei Vigili del Fuoco del Comando provinciale, del Comando di Policoro, di volontari e colleghi provenienti anche da altri distaccamenti.

A margine del saggio, nel corso del quale i vigili del fuoco dimostreranno alla cittadinanza, con diverse simulazioni, il valore del loro lavoro, i pericoli che corrono per ogni intervento, il Sindaco della Città di Policoro, Rocco Leone, e l’Amministrazione Comunale conferiranno gli attestati ai dipendenti comunali che hanno conseguito il titolo per affrontare i primi momenti difficili e drammatici di un incendio.
La cittadinanza è invitata a partecipare.

Nov 102012
 

“La chiesa si schiera contro ogni forma di violenza mettendosi sempre in prima linea. Quando ci mettiamo nelle mani di Dio la paura scompare. Certamente c’è paura, è questo che si percepisce. Ma quando ci mettiamo nelle mani di Dio la paura va via”.

E’ quanto unitariamente affermano don Antonio Mauri e il diacono don Luciano Labanca, don Salvatore De Pizzo e don Nicola Modarelli, rispettivamente parroci di Policoro (MT) della Chiesa Madre Maria SS. del Ponte, del Buon Pastore e di San Francesco, dopo aver preso parte alla manifestazione svoltasi a Policoro contro ogni forma di violenza.

Don Antonio Mauri dal palco, con voce alta ed a muso duro, tuona scandendo le sue parole affermando che, “sono qui a parlare a nome della Chiesa che partecipa al dolore di ogni uomo e chiedo un minuto di silenzio per il Servo di Dio, P. Pino Puglisi e per il mio caro amico compianto, don Peppe Diana, barbaramente uccisi dalla Mafia e dalla Camorra per aver gridato in nome della Verità del Vangelo l’amore dei diseredati e la condanna dei prepotenti. Il Vescovo – ha proseguito il parroco – partecipa spiritualmente alla manifestazione essendo impedito per la festa del Patrono della Diocesi Sant’Andrea Avellino. Gioia Grande per la partecipazione numerosa soprattutto dei giovani. La Chiesa è presente:”le gioie e le speranze, le tristezze e le angosce degli uomini d’oggi, dei poveri soprattutto e di tutti coloro che soffrono, sono pure le gioie e le speranze, le tristezze e le angosce dei discepoli di Cristo, e nulla Vi è di genuinamente umano che non trovi eco nel loro cuore” (Gs n.1) . Per i cattolici – continua don Antonio – tanti sono i motivi della violenza: crisi di valori in famiglia, nella società civile, nella politica, nel mondo del lavoro e forse anche tra i cristiani. La violenza non è solo fisica, ma anche verbale: mass media spesso inculcano nelle persone odio, rancore: l’avversario è visto come il nemico. L’uomo deve essere visto come soggetto con una sua dignità, e non come oggetto da asservire”.

Il Card. Sepe ieri a Napoli tra le altre cose ha detto ed io lo ripeto a voi, dice don Antonio:”Vi parlo nel nome del nostro Dio misericordioso: scegliete la vita, quella vera, quella sacra. Deponete le armi perchè come disse il compianto Pontefice Giovanni Paolo II ad Agrigento, verrà per voi il giorno del giudizio e non ci saranno sconti. Neppure i vostri figli, le vostri mogli e madri vi perdoneranno per la vita difficile, pericolosa e oscure cui li avete costretti”.

“Cristo è stato inchiodato ad una croce dal peccato di noi uomini cattivi, è stato ucciso dalla nostra indifferenza, ma dopo è risorto: Metapontino – ha concluso Don Antonio Mauri – non abbatterti! Metapontino non aver paura! Metapontino risorgi e alza la testa: Possono bruciare case o capannoni, o macchine o camion, possono sparare o uccidere, ma Dio è il sommo bene, il male non prevarrà”.

 

Don Antonio Mauri e don Luciano Labanca