BASILICATA Flash Feed Scroll Reader
CALABRIA Flash Feed Scroll Reader
CAMPANIA Flash Feed Scroll Reader
Mar 262018
 

La Basilicata nonostante i suoi ricchi giacimenti di acqua finora ha ricavato pochissimi vantaggi a livello finanziario dal settore delle acque minerali. Nel 2015 abbiamo presentato una Proposta di Legge ristabilire un po’ di ordine e per ridistribuire le risorse in favore della Regione Basilicata e dei cittadini.
Dopo tre anni la PDL sulle acque minerali presentata dal MoVimento 5 Stelle è approdata finalmente in commissione. Una proposta che evidentemente va a toccare interessi consolidati nella nostra Regione se ci sono voluti appena 3 anni per farla arrivare in Commissione e se già si sono alzati i cori di protesta da parte di chi paventa possibili perdite di posti di lavoro, senza però spiegare il perché.
Una sorta di ostruzionismo preventivo da parte di chi intende mantenere posizioni di comodo e vuole continuare a sfruttare la nostra principale ricchezza pagando royalties irrisorie alla Regione.
Intervenire in questi settori genera sempre vespai inutili e fuori luogo, spesso artatamente messi in piedi da chi ha direttamente interesse a che nulla cambi. Per questa ragione, quando si parla di acque minerali e di royalties delle acque occorrerebbe ricordare alcuni dati molto importanti: ogni anno in Basilicata, tra le sorgenti del Vulture e quelle del Pollino si arriva ad imbottigliare oltre 800 milioni litri. L’aria nord della Basilicata è un immenso giacimento di risorse idriche, con un miliardo di metri cubi d’acqua pronti a sgorgare dal sottosuolo. La concentrazione maggiore ricade sicuramente nella zona del Monte Vulture dove, a esclusione della Fonte Itala che è un’azienda prettamente lucana, tutti gli altri impianti ormai sono in mano a grandi gruppi economici, a vere e proprie multinazionali che fanno moltissimi ricavi imbottigliando in Basilicata e vendendo la nostra acqua anche all’estero a prezzi esorbitanti.
Come più volte sottolineato anche da inchieste giornalistiche nazionali, le royalties che queste multinazionali versano alla Regione Basilicata sono veramente briciole rispetto ai guadagni che vengono fatti ogni anno con la vendita della nostra acqua.
Pensiamo ad esempio alle ricadute che si potrebbero avere proprio nell’area del Vulture. Pensiamo ad esempio che si potrebbero utilizzare maggiore risorse derivanti dagli aumenti delle royalties per interventi urgenti proprio sul Vulture e nell’area di Monticchio, oppure, sull’altro versante, nella zona del Pollino.
È chiaro che ci sono forti resistenze rispetto alla PDL presentata dal Movimento 5 Stelle in materia di acque minerali. È chiaro che queste resistenze provengono soprattutto da chi non considera che un corretto utilizzo delle nostre risorse può solamente generale maggiori opportunità per la nostra terra e, quindi, anche nuovi posti di lavoro.
È chiaro che chi guarda alla proposta in maniera miope, lo fa avendo in considerazione solamente gli interessi di grandi multinazionali e gruppi industriali che hanno ormai colonizzato il mercato delle acque minerali e fanno grandi profitti senza pagare un equo contributo per la nostra principale e più importante risorsa.
Spero che il buon senso abbia la meglio e non si inneschino i soliti meccanismi che abbiamo visto in azione in questa Regione a favore dei più forti.
Gianni Leggieri
Portavoce M5S Basilicata

Dic 312016
 

Via libera al disegno di legge relativo al riordino del servizio sanitario regionale di Basilicata. Il provvedimento è stato approvato a maggioranza (con 11 voti favorevoli di Pd, Pp, Udc, Psi e Pace del Gm, 4 voti contrari di M5s, Lb-Fdi e Romaniello del Gm e 3 astensioni di Lacorazza e Santarsiero del Pd e di Napoli del Pdl-Fi) dal Consiglio regionale. Il processo di riordino del Servizio sanitario regionale è strettamente connesso all’evoluzione degli scenari sanitari, sociali, economici e normativi che interessano il sistema sanitario nazionale e quello regionale. Scenari che impongono un riposizionamento dell’intero sistema sanitario regionale, in grado di coniugarne la sostenibilità economica con la tutela dei livelli essenziali di assistenza, in una logica di difesa dell’identità regionale e di rispetto delle disposizioni normative vigenti.

Il provvedimento persegue l’obiettivo di uniformare la rete assistenziale regionale ai parametri di sicurezza, efficacia di cura ed efficienza gestionale, stabiliti dal decreto del Ministero della Salute n.70 del 2 aprile 2015 e dalle disposizioni improrogabili in tema di orari di lavoro e di riposo degli operatori sanitari al fine di garantire le condizioni di sostenibilità del sistema in una prospettiva di medio-lungo periodo ed avviare, conseguentemente, una riforma complessiva del Servizio sanitario regionale.

Il nuovo Piano regionale integrato della salute e dei servizi alla persona e alla comunità per il triennio 2018/2020 dovrà essere adottato dalla Giunta regionale entro il 30 giugno 2017 e il Consiglio regionale avrà sei mesi di tempo per approvarlo (entro il 31 dicembre 2017). Il Piano dovrà essere teso ad una riorganizzazione che distingua la committenza della produzione delle prestazioni sanitarie, ponendo in rete tutte le strutture sanitarie pubbliche e private che sono chiamate a soddisfare i bisogni di salute della popolazione regionale. Il testo normativo, inoltre, prevede che le Aziende e gli Enti del Servizio sanitario regionale concorrono a garantire gli obiettivi assistenziali ed operano secondo criteri di efficienza, qualità e sicurezza delle cure, nonché di riduzione dei tempi di attesa per la erogazione delle prestazioni, di efficienza e di centralità del paziente, in una logica di rete regionale.

Previsto lo scorporo degli ospedali di Lagonegro, Melfi e Villa d’Agri dall’Asp e la contestuale incorporazione degli stessi nell’Azienda ospedaliera regionale “San Carlo” per costituire un’unica struttura ospedaliera articolata in più plessi. I presidi di Lagonegro, Melfi e Villa d’Agri divengono articolazioni funzionali sul territorio delineando un’organizzazione della rete ospedaliera della provincia di Potenza basata su livelli gerarchici di complessità delle strutture che erogano prestazioni di ricovero a ciclo continuativo e diurno per acuti. L’ospedale di Pescopagano, invece, rimane inglobato all’interno del polo ospedaliero San Carlo di Potenza.

Per quanto riguarda la riorganizzazione funzionale degli ospedali per acuti dell’Asm, il Dea di I livello ospedale “Madonna delle Grazie” di Matera e il “Giovanni Paolo II” di Policoro, sede di Psa, diventano una unica articolazione ospedaliera per acuti. Per quanto attiene l’Emergenza Urgenza, sempre dal 1 gennaio 2017, sarà coordinata da un’unica cabina di regia, attestata all’Azienda sanitaria locale di Potenza, in grado di assicurare maggiore flessibilità organizzativa e maggiore efficienza all’intero sistema. L’Asp, quindi, assume la competenza esclusiva, sia gestionale che economica ed organizzativa, sul sistema regionale dell’Emergenza Urgenza 118.

I direttori generali delle tre Aziende interessate dal riordino (Asp, Asm e Aor “San Carlo”) sono tenuti ad adeguare l’assetto organizzativo, contabile e ordinamentale delle loro aziende, in conformità agli standard dimensionali, qualitativi e di sostenibilità economico/finanziaria previsti dalle norme vigenti e ad attuare interventi di promozione della produttività e dell’efficienza a garanzia dell’erogazione dei Lea. “L’azienda ospedaliera regionale San Carlo (emendamento Spada approvato dall’Aula) e l’Azienda sanitaria locale di Matera definiscono le modalità di organizzazione e funzionamento dei servizi e delle attività rispettivamente sui plessi di Potenza, Lagonegro, Melfi e Villa d’Agri per l’Azienda San Carlo e su entrambi i plessi di Matera e Policoro per l’Asm, assicurando, in tal modo, il potenziamento dell’offerta ospedaliera sull’intero territorio regionale e garantendo, altresì, l’uniformità, l’omogeneità e l’appropriatezza dei percorsi diagnostici, terapeutici e assistenziali”. Un emendamento di Napoli, approvato dall’Aula, fa riferimento agli articoli 522 e 523 della legge n. 208/2015, che prevedono l’obbligo per gli enti del servizio sanitario di attivare un sistema di monitoraggio delle attività assistenziali erogate e della loro qualità, in coerenza con il programma nazionale di valutazione degli esiti, ed il mancato rispetto di queste disposizioni costituisce illecito disciplinare ed è causa di responsabilità amministrativa del direttore generale e del responsabile per la trasparenza e la prevenzione della corruzione.

Prevista l’istituzione dell’ Osservatorio regionale sui servizi alla persona, che sarà costituito dalla Giunta regionale entro 30 giorni e dovrà esprimere il proprio parere sul nuovo Piano regionale sanitario. Con cadenza trimestrale l’Osservatorio, “insieme ai direttori generali delle Asl” (emendamento Rosa e Cifarelli approvato dall’Aula), dovrà riferire alla Giunta regionale e alla competente Commissione consiliare sull’andamento del riordino del Servizio sanitario regionale. Entro 180 dall’entra in vigore della legge i direttori generali dell’Asp, dell’Asm e dell’Aor “San Carlo” dovranno adottare gli atti deliberativi finalizzati a dare applicazione alle disposizioni del Piano di riordino. Previsto, inoltre, che gli incarichi di direzione dei dipartimenti aziendali decadono con l’approvazione del nuovo Piano sanitario.

Nel dibattito sono intervenuti il presidente della quarta Commissione Bradascio (Pp), che ha illustrato il provvedimento, il presidente della Regione Pittella e i consiglieri Lacorazza, Santarsiero, Polese, Spada, Cifarelli e Robortella (Pd), Romaniello e Pace (Gm), Leggieri (M5s), Napoli (Pdl-Fi) e Rosa (Lb-Fdi).

ospedale

Set 142015
 

Primi passi verso la ricostituzione del Centro-destra per le prossime elezioni amministrative di primavera,si apre una nuova stagione politica…..nuove alleanze con nuovi percorsi politici.
Si rafforza l’intesa politica e personale tra Viceconte e Pici.
E’ iniziato un confronto interno per aggregare le varie anime dell’ex-PDL e guardare oltre la precedente esperienza di dura contrapposizione politica tra pro e contro Berlusconi .
Si va “verso un progetto politico dei moderati”per superare vecchi steccati e pregiudizi artificiosi che hanno bloccato la basilicata e il territorio per anni.
Ripensare ad un nuovo progetto di sviluppo, infrastrutturale e di servizi dell’area sud della basilicata,in forte ritardo rispetto ad altre aree della regione, è l’obiettivo primario di Viceconte e Pici.

foto guido 2  12-09-2015

Giu 102014
 

Il 9 giugno 2014, a partire dalle 17.30, si è svolta una seduta della massima assise cittadina. I 10 punti sono stati trattati compiutamente ad eccezione di una interrogazione legata ad una strada; un errore materiale nella individuazione dei documenti da discutere ha indotto il proponente a ritirare il punto e a proporlo nella prossima seduta. Importante è stata la discussione sul gioco d’azzardo con l’approvazione di un ordine del giorno.

1)DIMISSIONE DEL CONS. FRANCESCO FORTE DA VICE PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE. NOMINA NUOVO VICE PRESIDENTE.

2)SOSTITUZIONE COMPONENTE DIMISSIONARIO DELLA III COMMISSIONE CONSILIARE PERMANENTE.

3)SVOLGIMENTO INTERROGAZIONE (proponente Capogruppo Consiliare Labanca Mariano – “Per Lauria” gia’ PDL): “COMPRENSORIO MONTE SIRINO”.

4)SVOLGIMENTO INTERROGAZIONE (proponente Capogruppo Consiliare Labanca Mariano – “Per Lauria” gia’ PDL): “INTERROGAZIONE STRADA RURALE GREMILE”.

5)SVOLGIMENTO INTERROGAZIONE (proponente Capogruppo Consiliare Labanca Mariano – “Per Lauria” gia’ PDL): “MANCATO TAGLIO ERBA STRADA COMUNALE SIRINO ED ALTRE COMUNALI DI SECONDARIA IMPORTANZA”.

6)SVOLGIMENTO INTERPELLANZA (proponente Consigliere Comunale Forte Francesco – “Lauria Libera” ): “STATO DI AVANZAMENTO DEL PROGETTO PER LA REALIZZAZIONE DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE EX PALAZZO DELLA CULTURA”.

7)ADESIONE AL MANIFESTO PER LA LEGALITA’ CONTRO IL GIOCO D’AZZARDO .

8)ATTRIBUZIONE AL COMUNE DI LAURIA A TITOLO NON ONEROSO DEI BENI DI PROPRIETA’ STATALE AI SENSI DELL’ART. 56 BIS DEL D.L. 21.6.13 N. 69 E SUCCESSIVE APPROVAZIONI.

9)PERMESSO DI COSTRUIRE IN DEROGA AI SENSI DELL’ART. 35 DELLE N.T.di A. DEL P.R.G. – DITTA FERCASA II s.a.s. di Viceconti Irene & C. –

10)ORDINE DEL GIORNO avente ad oggetto: “PROVVEDIMENTI RELATIVI ALLA SOPPRESSIONE DELLE SEDI PERIFERICHE DELL’AGENZIA DELLE ENTRATE” presentato dalla Conferenza dei Capigruppo Consiliari.

Mag 132014
 

Il 12 maggio 2014 si è svolto il Consiglio Comunale di Lauria. Una seduta che nella prima parte ha mostrato chiaramente i segni di un drammatico logoramento all’interno della Maggioranza consiliare. Un gruppo nutrito di cittadini della Rosa ha anche sferzato il governo cittadino sui ritardi legati ad alcuni lavori stradali.

1) SVOLGIMENTO INTERROGAZIONE (proponente Capogruppo Consiliare Labanca Mariano – “Per Lauria” gia’ PDL): “ARCHIVIO COMUNALE”.

2) SVOLGIMENTO INTERROGAZIONE (proponente Capogruppo Consiliare Labanca Mariano – “Per Lauria” ): “BANDO ALLOGGI E.R.P., OSSIA ALLOGGI EDILIZIA POPOLARE ”.

3) SOSTITUZIONE COMPONENTE DIMISSIONARIO, EFFETTIVO DI MAGGIORANZA, DELLA COMMISSIONE ELETTORALE.

4) SOSTITUZIONE COMPONENTE DIMISSIONARIO, EFFETTIVO DI MINORANZA, DELLA COMMISSIONE ELETTORALE.

5) SOSTITUZIONE COMPONENTE DIMISSIONARIO, SUPPLENTE DI MAGGIORANZA, DELLA COMMISSIONE ELETTORALE.

6) SOSTITUZIONE COMPONENTI DIMISSIONARI DELLA I^ COMMISSIONE CONSILIARE PERMANENTE.

7) SOSTITUZIONE COMPONENTI DIMISSIONARI DELLA II^ COMMISSIONE CONSILIARE PERMANENTE.

8) SOSTITUZIONE COMPONENTI DIMISSIONARI DELLA III^ COMMISSIONE CONSILIARE PERMANENTE.

9) SOSTITUZIONE COMPONENTI DIMISSIONARI DELLA IV^ COMMISSIONE CONSILIARE PERMANENTE.

10) SOSTITUZIONE COMPONENTI DIMISSIONARI DELLA COMMISSIONE SPECIALE MONITORAGGIO AMBIENTALE E TERRITORIALE.

11) SOSTITUZIONE COMPONENTE DIMISSIONARIO DI MAGGIORANZA DELLA COMMISSIONE COMUNALE PER IL DIRITTO ALLO STUDIO.

12) SOSTITUZIONE COMPONENTE DIMISSIONARIO DI MINORANZA DELLA COMMISSIONE COMUNALE PER IL DIRITTO ALLO STUDIO.

13) SOSTITUZIONE COMPONENTE DELLA COMMISSIONE PER LA FORMAZIONE E L’AGGIORNAMENTO DEGLI ELENCHI DEI GIUDICI POPOLARI.

14) SOSTITUZIONE CONSIGLIERE COMUNALE DIMISSIONARIO DESIGNATO IN SENO ALLA PROLOCO.

15) RICONOSCIMENTO DEBITI FUORI BILANCIO, ai sensi dell’art. 194 – 1° comma, lett. E) del D.Lgs. 267/2000 PER LAVORI DI SOMMA URGENZA RELATIVI AL DISSESTO IDROGEOLOGICO LOCALITA’ GREMILE.


Prima parte


Seconda parte

Apr 302014
 

Il 28 aprile aprile 2014, è stato convocato il Consiglio Comunale di Lauria. Al centro dell’attenzione alcune interrogazioni ma soprattutto il rendiconto di Bilancio con una serie molto interessanti di spunti proposti dal neo assessore Boccia e la nuova situazione politica che ha visto l’allargamento della Maggioranza. ma ecco i punti all’ordine del giorno.

1) SVOLGIMENTO INTERROGAZIONE (proponente Capogruppo Consiliare Labanca Mariano – “Per Lauria” gia’ PDL): “Servizio protezione civile”.

2) SVOLGIMENTO INTERROGAZIONE (proponente Capogruppo Consiliare Labanca Mariano – “Per Lauria” gia’ PDL): “Costruzione Centro Aggregazione Sociale”.

3) SVOLGIMENTO INTERROGAZIONE (proponente Capogruppo Consiliare Labanca Mariano – “Per Lauria” gia’ PDL): “Servizi igienici pubblici”.

4) SVOLGIMENTO INTERROGAZIONE (proponente Capogruppo Consiliare Labanca Mariano – “Per Lauria” gia’ PDL): “Pericoli persistenti sulle strade comunali Rosa e Capraro”.

5) SVOLGIMENTO INTERROGAZIONE (proponente Capogruppo Consiliare Labanca Mariano – “Per Lauria” gia’ PDL): “Segnaletica di divieto, posta al punto di origine della SP 3, centro abitato rione superiore”.

6) SVOLGIMENTO INTERPELLANZA (proponente Capogruppo Consiliare Lamboglia Angelo – Lauria Libera ): “Attivazione del campo di telefonia mobile nel Comune di Lauria nelle contrade Galdicello, Melara ed Altecoste”.

7) RICONOSCIMENTO DEBITI FUORI BILANCIO, ai sensi dell’art. 194 – 1° comma, lett. A) del D.Lgs. 267/2000, PER ANALISI AI POZZI PIEZOMETRICI, ALL’ACQUA DI VASCA ED ALL’ACQUA DI SOTTODRENO PRESSO L’IMPIANTO DI TRATTAMENTO RIFIUTI DI CARPINETO.

8) RICONOSCIMENTO DEBITI FUORI BILANCIO, ai sensi dell’art. 194 – 1° comma, lett. A) del D.Lgs. 267/2000 PER LAVORI DI SOMMA URGENZA RELATIVI AL DISSESTO IDROGEOLOGICO LOCALITA’ GREMILE.

9) ESAME ED APPROVAZIONE RENDICONTO DELLA GESTIONE DELL’ESERCIZIO FINANZIARIO 2013.

10) SUDDIVISIONE UMI N. 37 DEL COMPARTO N.7 DEL PIANO DI RECUPERO. DITTA CORTESI ANTONIO.


Prima parte


Seconda parte

Apr 262014
 

Per le ore 17,30 del giorno 28 aprile aprile 2014, è stato convocato il Consiglio Comunale di Lauria in prima convocazione, per discutere il seguente ordine del giorno.

1) SVOLGIMENTO INTERROGAZIONE (proponente Capogruppo Consiliare Labanca Mariano – “Per Lauria” gia’ PDL): “Servizio protezione civile”.

2) SVOLGIMENTO INTERROGAZIONE (proponente Capogruppo Consiliare Labanca Mariano – “Per Lauria” gia’ PDL): “Costruzione Centro Aggregazione Sociale”.

3) SVOLGIMENTO INTERROGAZIONE (proponente Capogruppo Consiliare Labanca Mariano – “Per Lauria” gia’ PDL): “Servizi igienici pubblici”.

4) SVOLGIMENTO INTERROGAZIONE (proponente Capogruppo Consiliare Labanca Mariano – “Per Lauria” gia’ PDL): “Pericoli persistenti sulle strade comunali Rosa e Capraro”.

5) SVOLGIMENTO INTERROGAZIONE (proponente Capogruppo Consiliare Labanca Mariano – “Per Lauria” gia’ PDL): “Segnaletica di divieto, posta al punto di origine della SP 3, centro abitato rione superiore”.

6) SVOLGIMENTO INTERPELLANZA (proponente Capogruppo Consiliare Lamboglia Angelo – Lauria Libera ): “Attivazione del campo di telefonia mobile nel Comune di Lauria nelle contrade Galdicello, Melara ed Altecoste”.

7) RICONOSCIMENTO DEBITI FUORI BILANCIO, ai sensi dell’art. 194 – 1° comma, lett. A) del D.Lgs. 267/2000, PER ANALISI AI POZZI PIEZOMETRICI, ALL’ACQUA DI VASCA ED ALL’ACQUA DI SOTTODRENO PRESSO L’IMPIANTO DI TRATTAMENTO RIFIUTI DI CARPINETO.

8) RICONOSCIMENTO DEBITI FUORI BILANCIO, ai sensi dell’art. 194 – 1° comma, lett. A) del D.Lgs. 267/2000 PER LAVORI DI SOMMA URGENZA RELATIVI AL DISSESTO IDROGEOLOGICO LOCALITA’ GREMILE.

9) ESAME ED APPROVAZIONE RENDICONTO DELLA GESTIONE DELL’ESERCIZIO FINANZIARIO 2013.

10) SUDDIVISIONE UMI N. 37 DEL COMPARTO N.7 DEL PIANO DI RECUPERO. DITTA CORTESI ANTONIO.

municipio

Mar 252014
 

Il 24 marzo 2014 si è svolto una seduta di consiglio comunale incentrata sul rinnovo della presidenza del consiglio comunale. Il passaggio di testimone tra Gino Labanca e Domenico Cirigliano ha scatenato una vera e propria crisi all’interno del centro-sinistra lauriota.

Ma ecco l’ordine del giorno.

1) ELEZIONE DELL’UFFICIO DI PRESIDENZA – PRESIDENTE E VICE PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE.

2) APPROVAZIONE VERBALE INTERVENTI RELATIVI ALLE PROPOSTE ISCRITTE AI PUNTI 1,2,3,4,5 DELL’O.D.G. DELLA SEDUTA CONSILIARE DEL 28.11.2013.

3) SVOLGIMENTO INTERROGAZIONE (proponente Capogruppo Consiliare Labanca Mariano – “Per Lauria” gia’ PDL): “Servizio protezione civile”.

4) SVOLGIMENTO INTERROGAZIONE (proponente Capogruppo Consiliare Labanca Mariano – “Per Lauria” gia’ PDL): “Costruzione Centro Aggregazione Sociale”.

5) SVOLGIMENTO INTERROGAZIONE (proponente Capogruppo Consiliare Labanca Mariano – “Per Lauria” gia’ PDL): “Servizi igienici pubblici”.

6) SVOLGIMENTO INTERROGAZIONE (proponente Capogruppo Consiliare Labanca Mariano – “Per Lauria” gia’ PDL): “Pericoli persistenti sulle strade comunali Rosa e Capraro”.

7) SVOLGIMENTO INTERROGAZIONE (proponente Capogruppo Consiliare Labanca Mariano – “Per Lauria” gia’ PDL): “Segnaletica di divieto posta al punto di origine della SP 3, centro abitato rione superiore”.

8) SVOLGIMENTO INTERPELLANZA (proponente Capogruppo Consiliare Lamboglia Angelo – Lauria Libera ): “Attivazione del campo di telefonia mobile nel Comune di Lauria nelle contrade Galdicello, Melara ed Altecoste”.

9) VENDITA DI PORZIONE DI TERRENO APPARTENENTE ALLA STRADA “VICINALE SERRA DI DIEGO” ALLA DITTA CHIARELLI ANTONIO nato a Lauria il 27.11.1934.

10) VENDITA DI PARTE DI TERRENO COMUNALE APPARTENENTE ALLA PARTICELLA N. 144 AL FOGLIO N. 138 ALLA DITTA OLIVIERI NICOLA nato a Potenza il 20.3.1950.

11) ACCORDO DI COMPENSAZIONE PER L’ESERCIZIO DELLA CENTRALE DEL MERCURE. CONDIVISIONE ED AUTORIZZAZIONE ALLA SOTTOSCRIZIONE DA PARTE DEL SINDACO.

12) SOSTITUZIONE COMPONENTE DELLA I^ COMMISSIONE CONSILIARE PERMANENTE – Cons. Zaccagnino Donato – “Lauria Libera”.

13) SOSTITUZIONE COMPONENTE DELLA IV^ COMMISSIONE CONSILIARE PERMANENTE – Cons. Forte Francesco – “Lauria Libera”.


Prima parte


Seconda parte

Mar 202014
 

Il 24 marzo 2014, a partire dalle ore 10 si svolgerà una nuova seduta di Consiglio Comunale. Ecco di seguito l’ordine del giorno:

1) ELEZIONE DELL’UFFICIO DI PRESIDENZA – PRESIDENTE E VICE PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE.

2) APPROVAZIONE VERBALE INTERVENTI RELATIVI ALLE PROPOSTE ISCRITTE AI PUNTI 1,2,3,4,5 DELL’O.D.G. DELLA SEDUTA CONSILIARE DEL 28.11.2013.

3) SVOLGIMENTO INTERROGAZIONE (proponente Capogruppo Consiliare Labanca Mariano – “Per Lauria” gia’ PDL): “Servizio protezione civile”.

4) SVOLGIMENTO INTERROGAZIONE (proponente Capogruppo Consiliare Labanca Mariano – “Per Lauria” gia’ PDL): “Costruzione Centro Aggregazione Sociale”.

5) SVOLGIMENTO INTERROGAZIONE (proponente Capogruppo Consiliare Labanca Mariano – “Per Lauria” gia’ PDL): “Servizi igienici pubblici”.

6) SVOLGIMENTO INTERROGAZIONE (proponente Capogruppo Consiliare Labanca Mariano – “Per Lauria” gia’ PDL): “Pericoli persistenti sulle strade comunali Rosa e Capraro”.

7) SVOLGIMENTO INTERROGAZIONE (proponente Capogruppo Consiliare Labanca Mariano – “Per Lauria” gia’ PDL): “Segnaletica di divieto posta al punto di origine della SP 3, centro abitato rione superiore”.

8) SVOLGIMENTO INTERPELLANZA (proponente Capogruppo Consiliare Lamboglia Angelo – Lauria Libera ): “Attivazione del campo di telefonia mobile nel Comune di Lauria nelle contrade Galdicello, Melara ed Altecoste”.

9) VENDITA DI PORZIONE DI TERRENO APPARTENENTE ALLA STRADA “VICINALE SERRA DI DIEGO” ALLA DITTA CHIARELLI ANTONIO nato a Lauria il 27.11.1934.

10) VENDITA DI PARTE DI TERRENO COMUNALE APPARTENENTE ALLA PARTICELLA N. 144 AL FOGLIO N. 138 ALLA DITTA OLIVIERI NICOLA nato a Potenza il 20.3.1950.

11) ACCORDO DI COMPENSAZIONE PER L’ESERCIZIO DELLA CENTRALE DEL MERCURE. CONDIVISIONE ED AUTORIZZAZIONE ALLA SOTTOSCRIZIONE DA PARTE DEL SINDACO.

12) SOSTITUZIONE COMPONENTE DELLA I^ COMMISSIONE CONSILIARE PERMANENTE – Cons. Zaccagnino Donato – “Lauria Libera”.

13) SOSTITUZIONE COMPONENTE DELLA IV^ COMMISSIONE CONSILIARE PERMANENTE – Cons. Forte Francesco – “Lauria Libera”.

Si è svolta a Lauria una nuova seduta di Consiglio Comunale