BASILICATA Flash Feed Scroll Reader
CALABRIA Flash Feed Scroll Reader
CAMPANIA Flash Feed Scroll Reader
Apr 282018
 

Ha parlato delle Parco Nazionale del Pollino, delle sue potenzialità e ricchezze, il vicepresidente
Franco Fiore agli studenti dell’istituto di Istruzione Superiore Carlo Levi di Sant’Arcangelo.
Il dirigente scolastico del Levi, la professoressa Lucia Lombardi, insieme al corpo docente ha
organizzato una tavola rotonda per parlare di aree protette, tra i relatori il vicepresidente del Parco
del Pollino che ha mostrato ai ragazzi le opportunità che offre un’area protetta ma soprattutto ha
parlato dell’importanza di un ambiente sano e del rispetto e valorizzazione di tutto quanto è
presente nei nostri piccoli comuni, comuni che seppur piccoli ricchi di tradizioni e modi di fare non
presenti altrove e per cui molto apprezzati.
Ha spiegato a cosa servono un parco naturale o un’area protetta, affermando che essi migliorano la
qualità delle nostre esistenze e, spesso, portano il valore aggiunto di uno sviluppo economico
qualitativo e basato su pratiche eco-sostenibili. Un parco conserva la biodiversità del pianeta Terra,
una specie di polizza sulla vita della nostra specie, che riuscirà a sopravvivere solo fintanto che
saranno garantite la varietà biologica e la sua evoluzione naturale.
Ha parlato poi di sviluppo sostenibile ossia ha detto quel tipo di sviluppo che permette alle nuove
generazioni di portare avanti lo sviluppo conservando il nostro patrimonio culturale e ambientale, o
meglio come viene definito nel Rapporto Bruntland del 1987, quello “sviluppo che risponde alle
necessità del presente, senza compromettere la capacità delle generazioni future di soddisfare le
proprie necessità”.

Apr 072018
 

Farà tappa anche a San Severino Lucano, martedì 10 aprile, il Campione Italiano Ultracyclist Omar
Di Felice, in sella dallo scorso 4 aprile e fino al prossimo 14 aprile lungo la più grande Ciclo-Via
d’Italia di Appennino Bike Tour.
Di Felice, vincitore delle più importanti competizioni internazionali del settore e autore di viaggi
estremi nel Mondo, è alle prese con una nuova imprese estrema: percorrere in soli undici giorni, dal
gli oltre 2.600 chilometri della Ciclo-Via. Ogni giorno effettuerà quattro soste, una per ciascuno dei
43 Comuni Tappa, fino ad arrivare a completare il Giro il 14 aprile ad Alia, in provincia di Palermo.
Chilometro dopo chilometro si incontreranno e verranno valorizzate le centinaia di bellezze che
caratterizzano il percorso lungo la Dorsale.
Il 10 Di Felice sarà a San Severino Lucano per l’arrivo della 26esima e la partenza della 27esima
tappa. Partirà da Pietrapertosa alle ore 8.00 arriverà a Roccanova alle ore 10.45 da dove ripartirà
alla 11.15 per San Severino Lucano dove arriverà alle 14.00, il campione si fermerà nella cittadina
del Pollino per trenta minuti per firmare autografi e chiacchierare con la gente, si rimetterà in sella
alle 14.30 per raggiungere Orsomarso.
“Un evento che abbinerà la passione per lo sport alle peculiarità del territorio, da Nord a Sud Italia,
e che farà conoscere anche i nostri paesi, dice il sindaco di San Severino Lucano nonché
vicepresidente del Parco del Pollino, Franco Fiore, permettendo di scoprirne le sue eccellenze tra
borghi, riserve naturali, ambienti selvaggi e incontaminati e tutto quello che abbiamo, un’occasione
di promozione non indifferente”. Fiore dopo aver atteso il campione nel suo comune andrà ad
Orsomarso per l’arrivo delle 17.30.

Mar 232018
 

Il vicepresidente del Parco Nazionale del Pollino, Franco Fiore, si schiera a favore del Presidente
della Regione Basilicata Marcello Pittella, che ha comunicato l’assoluta indisponibilità della terra
lucana ad essere sito nazionale di deposito delle scorie.
Condivido in pieno quanto detto dal presidente, afferma Fiore, la tutela della salute e della
incolumità Pubblica è il primo impegno di ogni amministratore, noi abbiamo il dovere di
salvaguardare ambiente e salute.
La conservazione dell’ambiente e della salute è un’urgenza prioritaria per tutti, è indispensabile, se
si vuole garantire un minimo di futuro ai giovani contrastare l’inquinamento e stimolare la
salvaguardia dei territori. Il Presidente Pittella lo ricordiamo dopo aver appreso la notizia per la
quale il Ministro dello Sviluppo Economico Carlo Calenda si è detto pronto a varare entro la
prossima settimana il decreto per la Carta nazionale delle aree potenzialmente idonee al deposito
nucleare di superficie, ha affermato che nell’eventualità la Basilicata fosse inserita nell’elenco la
Regione è pronta a una seconda “Scanzano”, e noi dice Fiore “saremo al suo fianco proprio per la
serietà del problema. Per governare i rischi ambientali, siamo disponibili anche ad andare oltre le
leggi nazionali, se queste non rispettano le nostre popolazioni.
Non è in gioco solo un’ecologia fisica, attenta a tutelare l’habitat dei vari esseri viventi, ma anche
un’ecologia umana che renda più dignitosa l’esistenza delle persone, proteggendone il bene radicale
della vita in tutte le sue manifestazioni e preparando alle future generazioni un ambiente
incontaminato come quello che ci ha donato madre natura”.

Mar 192018
 

Pubblicato il bando a sostegno del turismo scolastico e sociale. La regione Basilicata, come la Calabria cofinanzia il progetto del Parco del Pollino. Con non poca soddisfazione il vicepresidente del Parco Nazionale del Pollino, nonché sindaco di San Severino Lucano, Franco Fiore, annuncia la pubblicazione, questa mattina del bando per la concessione di contributi a
sostegno del turismo scolastico e sociale nel territorio del Parco Nazionale del Pollino. (Bandi ne sono stati
pubblicati due uno destinato al versante lucano l’altro calabrese).
Soddisfazione perché anche per questo anno la Regione Basilicata cofinanzierà l’iniziativa, così come la Regione
Calabria.
“Ho personalmente incontrato il presidente della Giunta Regionale, Marcello Pittella, a cui ho parlato del
programma e ho chiesto il rinnovo della concessione del contributo per la realizzazione del programma, così come
già fatto dalla Calabria, il presidente ha condiviso gli obiettivi che noi come ente Parco abbiamo inteso raggiungere
con il sostegno al turismo scolastico e ha garantito un contributo di centomila euro per il turismo scolastico e
sociale, risorsa che sarà impegnata nell’esercizio finanziario che la regione approverà a breve.
Il bando è finalizzato a promuovere il turismo scolastico e sociale nel Parco Nazionale del Pollino, attraverso il
sostegno economico di viaggi che prevedano: l’utilizzo di strutture ricettive operanti nei comuni del parco;
l’accompagnamento dei gruppi da parte di Guide Ufficiali ed Esclusive del Parco Nazionale del Pollino e da Guide
riconosciute e regolarmente autorizzate.
Possono fare richiesta di contributo: Istituti Scolastici pubblici ,istituti scolastici di paesi esteri; Enti, associazioni,
fondazioni e cooperative sociali, senza scopo di lucro, anche di paesi esteri; che intendano svolgere viaggi
d’istruzione e gite sociali nel Parco Nazionale del Pollino tra il 22 marzo e il 31 luglio 2018 e il 1° settembre e il 30
novembre 2018.
Le proposte di viaggi candidate a finanziamento devono prevedere visita di luoghi del Parco di particolare valenza
naturalistica, paesaggistica e geologica (Geositi); storica, artistica e architettonica; visita di strutture museali, ad
aziende agricole incluse nel circuito degli Itinerari della Biodiversità agricola ed alimentare del Pollino; attività di
informazione e conoscenza delle tematiche ambientali, ivi incluso attività di educazione ambientale presso
strutture quali CEA, agriturismi, fattorie didattiche, aziende agricole, orti botanici ed altre strutture similari; e di
informazione a carattere esperienziale di valorizzazione delle produzioni enogastronomiche.
Con tale iniziativa, conclude il vicepresidente, “ci poniamo, quali obiettivi di sviluppo, da un lato l’aumento degli
studenti e delle associazioni che possano conoscere le nostre bellezze e dall’altro la possibilità di accrescere la
micro economia di chi ha creduto e crede nello sviluppo dell’economia legata al Parco, come le guide o albergatori
del territorio “.
Le domande si possono presentare da mercoledì 21 marzo prossimo ,la modulistica e il disciplinare di gara sono
sul sito del Parco del Pollino.

Ott 082017
 

Sono partite a Viggianello, dal 7 ottobre 2017, una serie di week end nei quali verranno valorizzate le tradizioni e i prodotti tipici del territrio con particolare riferimento a quelli del Parco del Pollino. Nel corso delle manifestazioni verranno promozionate anche una serie di pratiche sportive che si possono svolgere tra i boschi e sul fiume Lao.

Set 142017
 

Promuovere il territorio del Parco Nazionale del Pollino, il più esteso del sud Italia, nell’ambito di
manifestazioni di rilievo nazionale ed internazionale che facciano da cassa di risonanza; valorizzare,
accrescere e diversificare i flussi turistici che attraversano il territorio dell’ara sud occidentale della Regione
Basilicata, a ridosso del confine con la Calabria; e, infine, sostenere la salvaguardia dell’ambiente, tutelando
le identità e sviluppando le economie delle popolazioni autoctone di montagna delle aree interne. Sono
questi gli obiettivi principali di una vera e propria campagna di marketing ideata ed implementata
dall’amministrazione comunale di San Severino Lucano, presente con i suoi rappresentanti alla 78esima
edizione di Miss Italia che si è svolta la scorsa settimana a Jesolo (VE), allo scopo di lanciare il piccolo
Comune dell’Appennino nei circuiti che contano del mercato turistico-alberghiero, puntando alla
commercializzazione dei prodotti dell’enogastronomia locale e alla strutturazione di un sistema coerente di
offerta turistica che garantisca la fruizione delle innumerevoli bellezze naturali a visitatori italiani e
stranieri. Un’attività, questa, che <>, come sottolinea il sindaco Franco Fiore, e
che ha permesso a San Severino di essere presentato e conosciuto in contesti prestigiosi, dalla Mostra del
Cinema di Venezia alla Bit di Berlino. <>. Basilicata
sempre più deputata ad essere terra di turismo e cinema, dunque, come testimoniato anche dalla nuova
produzione dell’attore lucano Claudio Santamaria, che alla Biennale di Venezia 2017 ha portato la sua
opera prima da regista, “The millionaire”, interamente girato nelle <>
Fabio Falabella

FRANCO FIORE

Mar 302017
 

Il 29 marzo 2017 nel castello di Viggianello si è fatto il punto sui dati turistici del 2016 che hanno riguardato l’area e, grazie,a alla presenza dell’Apt si sono anticipate le nuove strategie. All’incontro erano presenti i sindaci del territorio capeggiati dal primo cittadino di Viggianello Antonio Rizzo, il presidente Parco del Pollino Domenico Pappaterra, il consigliere regionale Mario polese ed il direttore dell’Apt Mariano Schiavone. Significativa è stata anche la preseza degli operatori dell’area.


La conferenza


Le interviste: Mario Polese, Antonio Rizzo, Mariano Schiavone

Set 272016
 

Apt Basilicata e Camere di Commercio di Potenza e Matera pronte a collaborare per la promozione della Basilicata. Si è infatti tenuto nei giorni scorsi un incontro, su invito dell’Agenzia di Promozione Territoriale presso la propria sede di Matera, a cui hanno preso parte sia rappresentanti istituzionali che uffici operativi, impegnati nelle attività in corso, proprio per favorire, come emerso, “un più immediato approccio concreto e non solo istituzionale tra soggetti che, di fatto, in varie occasioni già collaborano a costruire offerta e promozione turistica”.

Sul tavolo dell’incontro varie iniziativa da prendere in considerazione, a cominciare dalla necessità di spingere su progetti come Mirabilia, sostanzialmente orientato alla promozione dei siti Unesco e che oggi aggiunge, oltre a Matera, anche il geoparco del Pollino che rientra nel riconoscimento Unesco della rete dei geoparchi. “Un’occasione che unisce tutta la Basilicata – spiega Vito Signati della Camera di Commercio di Matera – con le due provincie interessate e dunque il ruolo dell’Apt in questa occasione diventa quello di un partner strategico”.

Altro settore condiviso è il food, sia come importante veicolo di promozione territoriale che in virtù del riconoscimento Unesco. “Un impegno particolare che la Camera di Commercio di Potenza profonde da anni – aggiunge Luigi Giorgiomarrano della Camera di Commercio di Potenza – in particolare per il sostegno alle realtà locali che sempre più raccolgono successi per la grande qualità, caratteristica indispensabile per promuovere l’intera offerta turistica della Basilicata”.

In questa ottica, una prima partecipazione che vede unire gli obiettivi sarà nel Vulture, con azioni comuni che coinvolgeranno le istituzioni già nei primi giorni di ottobre.

Il percorso avviato in questo incontro tiene in considerazione anche i vari appuntamenti fieristici, eventi ed occasioni di promozione che nei prossimi mesi l’Apt sta ponendo in essere, con l’intento di allargare la collaborazione su un più vasto e programmato panorama di occasioni, sia in Italia che all’estero. In questa ottica, al fine di rendere costante e snella l’azione collaborativa, le Camere di Commercio di Potenza e Matera stipuleranno con Apt una convenzione-quadro che possa divenire un contesto comune di attività.

“Da questo incontro ci si avvia per raggiungere un duplice obiettivo: – ha affermato il Direttore Generale di APT Mariano Schiavone – uno immediato che si orienta ad azioni in corso o in via di preparazione e che entra subito nel concreto di attività congiunte; dall’altro lato si vuole porre in essere una modalità di approccio alla comunicazione del brand Basilicata basata sulla costante frequentazione, che inevitabilmente facilita la condivisione di messaggi coerenti e quindi di un posizionamento unitario che i vari attori protagonisti della promozione potranno contribuire a rafforzare”.

potenza6

Lug 292016
 

Un’altra scandalosa pagina si aggiunge alla oscura vicenda della Centrale Enel della Valle del Mercure. Il Consiglio Direttivo del Parco del Pollino ha approvato, a maggioranza, lo Statuto dell’Osservatorio Ambientale previsto dagli accordi sottoscritti, a suo tempo, al Ministero dello Sviluppo Economico tra gli “amici” dell’Enel e l’Enel stessa.
Un finto Osservatorio per un problema reale. Reale e grave, che nasce per dare ad Enel, con una dimostrazione di devota e meschina subordinazione, un’arma in più, in prossimità dell’udienza del TAR che deciderà sulla legittimità dell’autorizzazione rilasciata colpevolmente dalla Regione Calabria. Finto perché è, in pratica, un inutilissimo strumento che dovrebbe confusamente replicare controlli già svolti da Enti pubblici. Scandalosamente finto, perché lo Statuto approvato prevede un Osservatorio di tipo…aziendale, con un Consiglio di Amministrazione -che decide tutto-, costituito dai rappresentanti di Enti e Istituzioni che prendono soldi da Enel, quelli delle cosiddette “compensazioni”. Mentre il famoso Responsabile Tecnico-scientifico sbandierato come figura fondamentale, è in realtà una…figurina assolutamente secondaria, puramente ornamentale, senza alcun potere decisionale, cui spetta il ruolo di semplice esecutore di quanto disposto dal Consiglio di Amministrazione. Sarà interessante vedere chi, per puro interesse economico, venderà il proprio nome, per essere mortificato pubblicamente in una struttura al soldo di Enel. Perché di questo si tratta: una struttura creata con i soldi di Enel (che ha stanziato per il “funzionamento” 100.000 euro l’anno) con all’interno i suoi “amici”, riccamente indennizzati con le “compensazioni”. Anche quelli che, con la valle del Mercure e i miasmi della centrale, nulla hanno a che fare (vedi i comuni di Lauria -patria dei Pittella brothers !- e Papasidero). Mentre i comuni realmente colpiti –Viggianello e Rotonda- hanno ritenuto e ritengono che i loro territori e la salute dei loro cittadini non siano in vendita. Ma la cosa forse più scandalosa di questa che, se non fosse una tragedia giocata sulla pelle del Parco e delle persone che vi abitano, sarebbe una formidabile farsa, è rappresentata dal fatto –gravissimo- che l’Enel mette fisicamente e ufficialmente piede nel Parco Nazionale del Pollino, entrandovi in maniera padronale. Infatti la sede di questo risibile organismo sarà…proprio la sede dell’Ente Parco e, nel ruolo di Presidente del famigerato Osservatorio, ci sarà… addirittura il Presidente del Parco, Pappaterra. Insomma controllati che controllano i controllori e conflitti di interesse come se piovesse. Basta! E che il Presidente Pappaterra decida definitivamente da che parte stare: con il Parco o contro di esso!
26 luglio 2016
Forum “Stefano Gioia”
delle Associazioni e Comitati calabresi e lucani
per la tutela della Legalità e del Territorio

castelluccio3Centrale del Mercure.

Lug 252016
 

A cura dell’associazione Argento Vivo, del Parco del Pollino e dei comuni del Senisese si è svolta il 24 luglio 2016 un’iniziativa che ha valorizzato l’antico rito della transumanza che ha da sempre caratterizzato la tradizione rurale lucana.


Alcuni momenti del passaggio


Le interviste